Terminologia

Gestione, coralli e pesci

Moderatori: Bradcar, AndreAgo

Avatar utente
scheccia
Tecnico
Messaggi: 9022
Iscritto il: 13/06/15, 18:33

Terminologia

Messaggio di scheccia » 27/12/2019, 12:31

Sump
La sump è una vasca, posta solitamente sotto l'acquario nella quale si "nasconde" la parte tecnica, come lo schiumatoio, il riscaldatore, il reattore etc... si riempe per tracimazione e ha una pompa di risalita per riportare l'acqua nell'acquario, deve essere abbastanza grande per contenere l'acqua che potrebbe tracimare in modo che in assenza di corrente (e quindi non funzionamento della pompa di risalita) non vi allaghi.
Oltre a nascondere la tecnica, il vantaggio della sump è una migliore ossigenazione e un maggior volume di acqua(sump+acquario) che rende più stabile e meno soggetto a fluttuazioni di pH e salinità il sistema stesso. Esistono Sump formate semplicemente da 4 vetri e sump con vari scomparti quest'ultima può essere usata anche come refugium, ma a differenza della prima è più complicata da pulire.
Sump.jpg
1 - ingresso acqua dall'acquario
2 - materiale filtrante per parti grossolane (es. cibo, rifiuti organici)
3 - luce per refugium
4 - refugium con macroalghe (es. chaetomorpha) che servono ad assorbire nitrati e fosfati
5 - skimmer
6 - deflettori, rallentano il flusso d'acqua.
7 - pompa di risalita
8 - riscaldatore

Refugium
Il rifugium è una vasca separata che solitamente si posiziona sopra l'acquario, in esso viene creato un mini sistema con alghe, rocce vive che permette di detrinificare l'acqua, si usa spesso anche per allevare fauna bentonica e proprio per questo si posiziona sopra la vasca per far sì che l'acqua defluisca nell'acquario per caduta e non attraverso un pompa che ne ucciderebbe la fauna.

Algae Turf Scrubber o ATS
è un filtro ad alghe, molto utilizzato in america, consiste nel far crescere delle alghe su una retina forata facendola attraversare dall'acqua per caduta, necessita di illuminazione. Si può posizionare in una sump o in un refugium, come potrebbe essere anche indipendente.
Dg48Lpm.jpg
ats.jpg
-Permette di eliminare i Nitrati, Fosfati e CO2
-Incrementa l’ ossigeno disciolto nel sistema
-Alza il pH e permette di stabilizzarlo
-Formazioni algali solo nel filtro.

skimmer
Lo skimmer è uno strumento che serve ad eliminare i composti organici disciolti nell'acqua (carbonio organico disciolto -> DOC), in parole povere è un filtro che attraverso delle microbolle elimina scarti proteici come nitrati, fosfati, eventuali tossine biologiche rilasciate da coralli, pesci o invertebrati. Tecnicamente, le molecole da rimuovere hanno due poli, una è attratta dall'acqua detta idrofila, l'altra no, detta idrofobica. Queste molecole sono chiamate tensioattive in ​​quanto attratte dalla superficie dell'acqua a causa dell'attrito aria-acqua; quindi le molecole si attaccano alle bolle, vengono trasportate fuori dall'acqua e catturate nel contenitore di raccolta.
Una quantità eccessiva di aria iniettata provoca schiuma in eccesso che rimuove più acqua di quella necessaria all'eliminazione del DOC ed è detta "schiuma bagnata". La "schiuma secca" invece è il risultato di un flusso d'aria o dell'acqua insufficiente.

La schiuma dello schiumatoio dovrebbe essere di colore beige, questo indica che lo skimmer funziona bene, se la schiuma è scura significa che lo skimmer ​​deve essere regolato.
Gli skimmer proteici funzionano per gli acquari marini solo perché la salinità aumenta la tensione superficiale, necessaria per attirare i tensioattivi per questo non può essere usato per l'acqua dolce.

Berlinese (FattoreM)
Il metodo Berlinese è stato ideato da un tale che si chiamava Stuber.
Il metodo consiste nel far eseguire il filtraggio dell'acqua per eliminare le scorie alle rocce cosidette "vive". Tali rocce, da inserire nell'ordine di un Kg ogni 5/10litri d'acqua si chiamano così perché hanno al proprio interno, oltre ai batteri, anche una microfauna che provvede alla pulizia dell'acquario.
Per il metodo Berlinese oltre che delle rocce, c'è necessità di un cambio di acqua di circa il 10% ogni 15/20 giorni per il reintegro delle sostanze consumate. La sabbia non é necessaria, ma anzi sconsigliata.

DSB (Deep Sand Bed) (FattoreM)
Con DSB si intende un metodo di gestione dell'acquario marino. A differenza del Berlinese (vedi) questo metodo prevede un importante strato di sabbia sul fondo della vasca (Deep Sand Bed = Letto profondo di sabbia).
Lo strato di sabbia deve andare dai 10 ai 15 centimentri e sostituisce il filtro dell'acquario dolce. Avendo questo strato di sabbia anche le rocce vive possono essere molte meno che nel berlinese.
L'altezza è importante perché la sabbia si deve divedere in tre zone. La zona più alta è la zona dei batteri aerobici e della fauna bentonica. Il secondo strato anaerobico, ed il terzo anossico. Questi tre stadi con i differenti batteri che li compongono svolgono l'attività di filtro.

Importante e da ricordare.
  • Oltre che da batteri lo strato Aerobico deve avere piccola fauna come vermi, o altri piccoli detrivori. Per fare questo è necessario o un inoculo di sabbia "viva" da altro DSB o l'introduzione di qualche chilo di rocce "vive".
  • Lo strato Aerobico e anaerobico necessitano di essere movimentate per non far estendere troppo in alto lo strato anossico.
  • C'è necessità di un cambio di acqua di circa il 10% ogni 15/20 giorni per il reintegro delle sostanze consumate
La tecnica necessaria è la stessa del Berlinese.
Non è adatto per Nano/Pico Reef poiché rubano parecchi cm di altezza della colonna d'acqua con lo strato di sabbia.

Pompa di movimento(Bradcar)
È un apparecchio elettrico dotato di una piccola “elica” al suo interno che entrando in funzione crea un flusso dell’acqua.
Il suo utilizzo negli acquari Marini è fondamentale infatti gli animali che popolano le nostre vasche hanno origine nella barriera corallina che è generalmente caratterizzata da forti correnti .
Questo movimento garantisce sia uno scambio gassoso tra aria ed acqua , aiutando a mantenere un pH alto, sia un trasporto omogeneo di sostanze nutritive e di minuscoli microorganismi in ogni angolo dell’acquario , garantendo la salute della fauna bentonica e dei coralli.
Una vasca senza pesci può fare a meno dello schiumatoio ma non di un buon movimento dell’acqua.
Con reef di solo molli una pompa di movimento dovrebbe garantire un movimento d’acqua espresso in L/h almeno venti volte superiore al litraggio netto della vasca .
Con lps e Sps questo movimento dovrà essere ancora maggiore 30/40 volte il litraggio netto .
Quindi supponendo che la vasca sia di 50 litri netti , se ho solo molli devo posizionare una pompa di movimento di almeno 1000 litri ad ora .
Le ultime pompe di movimento in commercio non hanno un flusso costante ma alternano fasi attive a fasi passive per simulare ancor meglio il moto ondoso.
Con le classiche pompe di movimento è facile simulare quest’effetto mettendo piu pompe di movimento, in parti opposte della vasca, con l’una che dirige il flusso contro l’altra .
È molto importante garantire un circolo d’acqua non uniforme in quanto in questo modo i muchi che i coralli naturalmente producono verranno staccati dal flusso d’acqua con maggiore facilità .
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Questi utenti hanno ringraziato scheccia per il messaggio (totale 7):
Maury (27/12/2019, 13:05) • FattoreM (27/12/2019, 15:11) • Bradcar (27/12/2019, 17:38) • giuseppe85 (27/12/2019, 22:00) • kevin.schiraldi (01/06/2020, 1:28) • DavidePetteno (19/06/2020, 12:32) • Jkike (07/11/2020, 17:26)
Acquariofilia facile

http://goo.gl/81SHJb

Avatar utente
scheccia
Tecnico
Messaggi: 9022
Iscritto il: 13/06/15, 18:33

INFO VARIE

Messaggio di scheccia » 27/12/2019, 12:56

topic aperto a tutti coloro che volessero contribuire e correggermi O:-)
Acquariofilia facile

http://goo.gl/81SHJb

Avatar utente
Bradcar
Moderatore
Messaggi: 4039
Iscritto il: 18/02/18, 20:09

INFO VARIE

Messaggio di Bradcar » 27/12/2019, 17:38

Bellissimo 👍
Carlo

https://acquariofilia.org/af-contest/concorso-acquari/fiocco-land-betta/

Avatar utente
FattoreM
star3
Messaggi: 290
Iscritto il: 20/08/19, 13:40

Terminologia

Messaggio di FattoreM » 28/12/2019, 19:02

Berlinese
Il metodo Berlinese è stato ideato da un tale che si chiamava Stuber.
Il metodo consiste nel far eseguire il filtraggio dell'acqua per eliminare le scorie alle rocce cosidette "vive". Tali rocce, da inserire nell'ordine di un Kg ogni 5/10litri d'acqua si chiamano così perché hanno al proprio interno, oltre ai batteri, anche una microfauna che provvede alla pulizia dell'acquario.
Per il metodo Berlinese oltre che delle rocce, c'è necessità di un cambio di acqua di circa il 10% ogni 15/20 giorni per il reintegro delle sostanze consumate. La sabbia non é necessaria, ma anzi sconsigliata.
Questi utenti hanno ringraziato FattoreM per il messaggio:
Bradcar (28/12/2019, 19:34)
Sono un Fattore M. Non vi aspettate azioni troppo intelligenti! :D
#TeamPiùSale
-Pazienza che devi avere, mio ​​giovane Padawan (Yoda)

Avatar utente
FattoreM
star3
Messaggi: 290
Iscritto il: 20/08/19, 13:40

Terminologia

Messaggio di FattoreM » 30/12/2019, 15:26

DSB (Deep Sand Bed)
Con DSB si intende un metodo di gestione dell'acquario marino. A differenza del Berlinese (vedi) questo metodo prevede un importante strato di sabbia sul fondo della vasca (Deep Sand Bed = Letto profondo di sabbia).
Lo strato di sabbia deve andare dai 10 ai 15 centimentri e sostituisce il filtro dell'acquario dolce. Avendo questo strato di sabbia anche le rocce vive possono essere molte meno che nel berlinese.
L'altezza è importante perché la sabbia si deve divedere in tre zone. La zona più alta è la zona dei batteri aerobici e della fauna bentonica. Il secondo strato anaerobico, ed il terzo anossico. Questi tre stadi con i differenti batteri che li compongono svolgono l'attività di filtro.

Importante e da ricordare.
  • Oltre che da batteri lo strato Aerobico deve avere piccola fauna come vermi, o altri piccoli detrivori. Per fare questo è necessario o un inoculo di sabbia "viva" da altro DSB o l'introduzione di qualche chilo di rocce "vive".
  • Lo strato Aerobico e anaerobico necessitano di essere movimentate per non far estendere troppo in alto lo strato anossico.
  • C'è necessità di un cambio di acqua di circa il 10% ogni 15/20 giorni per il reintegro delle sostanze consumate
La tecnica necessaria è la stessa del Berlinese.
Non è adatto per Nano/Pico Reef rubando divesti cm di altezza della colonna d'acqua con lo strato di sabbia.
Questi utenti hanno ringraziato FattoreM per il messaggio:
scheccia (30/12/2019, 21:57)
Sono un Fattore M. Non vi aspettate azioni troppo intelligenti! :D
#TeamPiùSale
-Pazienza che devi avere, mio ​​giovane Padawan (Yoda)

Avatar utente
scheccia
Tecnico
Messaggi: 9022
Iscritto il: 13/06/15, 18:33

Terminologia

Messaggio di scheccia » 30/12/2019, 21:56

FattoreM ha scritto:
30/12/2019, 15:26
C'è necessità di un cambio di acqua di circa il 10% ogni 15/20 giorni per il reintegro delle sostanze consumate
Uhm questo non è del tutto vero... Es.
Allevi sps su un 100lt che consumano tanto, hai 100 di calcio, loro consumano 30:
100-30=70
Cambi il 20% che ha 100 calcio (20lt)
80 con 70 calcio+ 20 con 100 calcio= 100 con
73 di calcio... Sei sotto di 17
Loro consumano ancora 30-> 73-30= 43
Cambi 20lt con 100 calcio= 100 con 48 di calcio...
Loro consumano 30 -> 48-30=18
Cambi 20lt con 100= 26 calcio... Sei in carenza...

Aggiunto dopo 1 minuto 31 secondi:
@Tommy16 @aleph0 @Bradcar

Posted with AF APP
Questi utenti hanno ringraziato scheccia per il messaggio:
FattoreM (30/12/2019, 22:22)
Acquariofilia facile

http://goo.gl/81SHJb

Avatar utente
Bradcar
Moderatore
Messaggi: 4039
Iscritto il: 18/02/18, 20:09

Terminologia

Messaggio di Bradcar » 30/12/2019, 22:07

In effetti per gli Sps i soli cambi non riescono a reintegrare i sali consumati, per questo poi si usano i reattori di calcio o balling.
Però per coralli molli ed lps cambi anche settimanali del 10% bastano , almeno me lo auguro visto che non ho mai misurato la triade :ympray:
Carlo

https://acquariofilia.org/af-contest/concorso-acquari/fiocco-land-betta/

Avatar utente
Tommy16
star3
Messaggi: 744
Iscritto il: 18/10/19, 18:12

Terminologia

Messaggio di Tommy16 » 30/12/2019, 22:19

Non sono mai riuscito a reintegrare i consumi della triade con i cambi di acqua. Anche avendo un paio di sps, e la maggior parte molli ed Lps. Ma illuminavo a LED, quindi i consumi della vasca erano maggiori. I LED accelerano il metabolismo della vasca. I cambi inizialmente li facevo regolari. Poi, ho iniziato a fare cambi solo quando dovevo aspirare i detriti dal fondo. Anche perché i valori erano ok, quindi non avevo necessità di cambiare l' acqua. Magari sarà sbagliato non fare cambi per tanto tempo, ma nel mio caso non avevo problemi...

Avatar utente
scheccia
Tecnico
Messaggi: 9022
Iscritto il: 13/06/15, 18:33

Terminologia

Messaggio di scheccia » 30/12/2019, 22:26

Tommy16 ha scritto:
30/12/2019, 22:19
Non sono mai riuscito a reintegrare i consumi della triade con i cambi di acqua. Anche avendo un paio di sps, e la maggior parte molli ed Lps. Ma illuminavo a LED, quindi i consumi della vasca erano maggiori. I LED accelerano il metabolismo della vasca. I cambi inizialmente li facevo regolari. Poi, ho iniziato a fare cambi solo quando dovevo aspirare i detriti dal fondo. Anche perché i valori erano ok, quindi non avevo necessità di cambiare l' acqua. Magari sarà sbagliato non fare cambi per tanto tempo, ma nel mio caso non avevo problemi...
Il punto è questo... Con i cambi non riesci a reintegrare

Posted with AF APP
Acquariofilia facile

http://goo.gl/81SHJb

Avatar utente
Tommy16
star3
Messaggi: 744
Iscritto il: 18/10/19, 18:12

Terminologia

Messaggio di Tommy16 » 30/12/2019, 22:42

Appunto. A questo punto, a meno che di dover fare un cambio per abbassare inquinanti ecc, i cambi solo se necessario. Secondo me...

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite