Primo acquario: geografico sud americano 250l

Deve funzionare, ma... facciamolo anche bello!

Moderatori: Steinoff, Monica

Bloccato
Avatar utente
Saxmax
Amministratore
Messaggi: 7043
Iscritto il: 06/10/13, 16:39

Re: Primo acquario: geografico sud americano 250l

Messaggio di Saxmax » 03/02/2014, 15:37

C'é una intera sezione dedicata ai pesci da fondo. Se vuoi particolari dettagliati al riguardo, magari conviene se apri un topic li.. ;)
"Con le palanche son buoni tutti.." Motto di famiglia

Per alcune persone nemmeno mi siedo sulla riva del fiume.
Probabilmente passerà il loro cadavere mentre sono a farmi una birra.

Avatar utente
Tsar
Ex-moderatore
Messaggi: 1934
Iscritto il: 01/02/14, 15:18

Re: Primo acquario: geografico sud americano 250l

Messaggio di Tsar » 03/02/2014, 15:47

Immagine
Si dice in giro che io abbia trovato Dio. Lo ritengo improbabile poiché ho già molte difficoltà nel trovare le mie chiavi, ed esiste una prova empirica che loro esistano. Terry Pratchett

Avatar utente
Tsar
Ex-moderatore
Messaggi: 1934
Iscritto il: 01/02/14, 15:18

Re: Primo acquario: geografico sud americano 250l

Messaggio di Tsar » 05/02/2014, 9:35

Ok la popolazione della vasca è stata rivista:

- 3 Ancistrus L183
- 20 Hyphessobrycon Pulchripinnis
- 3 Apistogramma Cacatuoides o Viejita
- 2 Pterophyllum Scalare Manacapuru

Tornando la domanda sull'inserimento in vasca...
Partirei con gli ancistrus e poi i lemon tetra 10 alla volta, per finire con i ciclidi. Giusto o posso anche andare più veloce?

Stavo pensando di aggiungerci un gruppetto di Carnegiella Strigata ma ho letto che sono degli untori... quindi in quel caso (visto che non ho ancora una vasca di quarantena) mi converebbe iniziare con loro, giusto?
Immagine
Si dice in giro che io abbia trovato Dio. Lo ritengo improbabile poiché ho già molte difficoltà nel trovare le mie chiavi, ed esiste una prova empirica che loro esistano. Terry Pratchett

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 10776
Iscritto il: 19/11/13, 11:48

Re: Primo acquario: geografico sud americano 250l

Messaggio di lucazio00 » 05/02/2014, 11:15

Tsar ha scritto:sono degli untori
Per l'ittio? :-?
Beh io non metterei altre specie di pesci, si complica la gestione e si crea un effetto di confusione. Inoltre i pesci sono meno stressati. :-bd
Personalmente metterei o gli scalare o gli Apistogramma insieme agli accetta, perché così i pesci si distribuiscono meglio in fondo (Ancistrus), mezz'acqua (scalare e H. pulchripinnis) e superficie (pesci accetta).
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. Ammonio e nitriti assenti!!!
Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!

Non infastidite i pesci nell'acquario! Si ammaleranno più difficilmente!

Avatar utente
Tsar
Ex-moderatore
Messaggi: 1934
Iscritto il: 01/02/14, 15:18

Re: Primo acquario: geografico sud americano 250l

Messaggio di Tsar » 05/02/2014, 11:28

lucazio00 ha scritto:
Tsar ha scritto:sono degli untori
Per l'ittio? :-?
Beh io non metterei altre specie di pesci, si complica la gestione e si crea un effetto di confusione. Inoltre i pesci sono meno stressati. :-bd
Personalmente metterei o gli scalare o gli Apistogramma insieme agli accetta, perché così i pesci si distribuiscono meglio in fondo (Ancistrus), mezz'acqua (scalare e H. pulchripinnis) e superficie (pesci accetta).
Nooooo ogni volta che scrivo un post qui mi consigliate di togliere qualcosa %-(
Tenevo tantissimo sia agli P.Scalare che agli Apistogramma, non c'è proprio modo per ospitarli entrambi? In quel caso il problema reale sarebbe nella convivenza tra Ancistrus e Apistogramma che occupano la zona fondale, quindi forse limitare gli Ancistrus a 2 potrebbe aiutare?

I Carnegiella non sono tra i miei favoriti (e poi saltano che è una bellezza) e avevo letto che sono quasi esclusivamente di cattura (il che non mi piace affatto), per questo possono portare malattie e arrivano parecchio stressati.
Potrei sostituirli con qualcos'altro?
Immagine
Si dice in giro che io abbia trovato Dio. Lo ritengo improbabile poiché ho già molte difficoltà nel trovare le mie chiavi, ed esiste una prova empirica che loro esistano. Terry Pratchett

Avatar utente
Uthopya
Ex-moderatore
Messaggi: 4885
Iscritto il: 19/10/13, 9:20

Re: Primo acquario: geografico sud americano 250l

Messaggio di Uthopya » 05/02/2014, 12:31

I pesci "accetta" sono tutti di cattura.
Anche secondo me sarebbe opportuno fare una scelta tra i ciclidi.. Quale inserire dipende dalla tua preferenza.

Inviato dal mio LG-E610 utilizzando Tapatalk
Sono responsabile di quel che dico, non di quel che ne fai tu delle mie parole!
“Non è la materia che genera il pensiero, è il
pensiero che genera la materia”
(G. Bruno)
(i∂̸-m)ψ=0

Avatar utente
Tsar
Ex-moderatore
Messaggi: 1934
Iscritto il: 01/02/14, 15:18

Re: Primo acquario: geografico sud americano 250l

Messaggio di Tsar » 05/02/2014, 12:46

Uthopya ha scritto:I pesci "accetta" sono tutti di cattura.
Anche secondo me sarebbe opportuno fare una scelta tra i ciclidi.. Quale inserire dipende dalla tua preferenza.

Inviato dal mio LG-E610 utilizzando Tapatalk
E vabbè via gli Apistogramma. :-h
A questo punto posso pensare di tenere più di una coppia di P.Scalare rinunciando pure ai Carnegiella?
Immagine
Si dice in giro che io abbia trovato Dio. Lo ritengo improbabile poiché ho già molte difficoltà nel trovare le mie chiavi, ed esiste una prova empirica che loro esistano. Terry Pratchett

Avatar utente
Uthopya
Ex-moderatore
Messaggi: 4885
Iscritto il: 19/10/13, 9:20

Re: Primo acquario: geografico sud americano 250l

Messaggio di Uthopya » 05/02/2014, 15:06

:D proprio ti vuoi complicare la gestione dell'acquario!
Una coppia sola di P. scalare e una nuvola ben numerosa di una sola specie di Characidae e vai alla grande. Ovviamente, visto che sono i tuoi preferiti, anche gli "Ancy" ;)

Inviato dal mio LG-E610 utilizzando Tapatalk
Sono responsabile di quel che dico, non di quel che ne fai tu delle mie parole!
“Non è la materia che genera il pensiero, è il
pensiero che genera la materia”
(G. Bruno)
(i∂̸-m)ψ=0

Avatar utente
Tsar
Ex-moderatore
Messaggi: 1934
Iscritto il: 01/02/14, 15:18

Re: Primo acquario: geografico sud americano 250l

Messaggio di Tsar » 05/02/2014, 15:31

Uthopya ha scritto:s
Uthopya ha scritto::D proprio ti vuoi complicare la gestione dell'acquario!
Una coppia sola di P. scalare e una nuvola ben numerosa di una sola specie di Characidae e vai alla grande. Ovviamente, visto che sono i tuoi preferiti, anche gli "Ancy" ;)

Inviato dal mio LG-E610 utilizzando Tapatalk
In realtà i miei Ancistrus preferiti, cioè i Ranunculus, li ho già abbandonati perché vogliono acque veloci...
Ragazzi, devo dire la verità, apprezzo tutti i consigli che state dando e davvero voglio creare un ambiente che sia il più possibile confortevole per i miei ospiti pinnuti.
Però più vado avanti con la programmazione e più sono le cose a cui sto rinunciando, per un motivo o per un altro.
Leggo di gente che tiene quasi la mia stessa popolazione in un 100l, possibile che non possa avere qualcosa di più "soddifacente" con il mio 250l?
Anche l'aspetto estetico, per me pure molto importante, inizia a venir meno.
Gli P.Scalare Manacapuru non sono coloratissimi, ne dovrò prendere 6 pagandoli un bel pò sapendo di doverne dare via 4...
A causa della presenza degli P.Scalare non posso mettere molte specie di tetra motivo per cui mi ero orientato sugli Hyphessobrycon Pulchripinnis. Ma ho paura che la colorazione limone venga fuori solo in acque nere, che non sono il mio obiettivo. Mi ritroverei con uno sciame scolorito, boh
Gli Apistogramma Cacatuoides erano lì per due motivi: godere delle cure parentali ed avere delle belle macchie di colore rosso. Andati pure quelli...

A questo punto ho davvero bisogno di aiuto per rivedere l'intero assetto dell'acquario perché inizio a disperarmi tra ricerche, confronti, lettura di forum italiani ed inglesi ed infine "bocciature" qui :(
Immagine
Si dice in giro che io abbia trovato Dio. Lo ritengo improbabile poiché ho già molte difficoltà nel trovare le mie chiavi, ed esiste una prova empirica che loro esistano. Terry Pratchett

Avatar utente
Saxmax
Amministratore
Messaggi: 7043
Iscritto il: 06/10/13, 16:39

Re: Primo acquario: geografico sud americano 250l

Messaggio di Saxmax » 05/02/2014, 20:51

Tsar ha scritto:A questo punto ho davvero bisogno di aiuto per rivedere l'intero assetto dell'acquario
Siamo qui apposta, nessun problema! :-bd

Ti do un consiglio da amico, però.
Tsar ha scritto:nizio a disperarmi tra ricerche, confronti, lettura di forum italiani ed inglesi ed infine "bocciature" qui
Segui un filo logico alla volta, o farai una tale confusione che non capirai più che cosa hai sbagliato, dove hai sentito cosa, e chi ha detto cosa e dove.
Non dobbiamo essere per forza noi, ci mancherebbe. Come dicevi tu il mondo intero è pieno di forum, blog, siti più o meno attendibili in tutte le lingue. Segui quello che ti da più fiducia, che ritieni composto da persone più qualificate ed autorevoli.
Ma segui solo loro!
Se prendi un pezzo qui, uno li, e poi di tua decisione aggiungi una cosa in più, e molto probabile che ti ritroverai con un paciugo di vasca.

Il nostro modo di ragionare l'allestimento si basa su un presupposto: la facilità di conduzione della vasca. Meno sbattimento, meno cambi, più poltrona per vedere i pesci sguazzare in santa pace.

Per far questo, bisogna usare giudizio nella scelta dell'allestimento, in modo da garantire un equilibrio stabile alla vasca.
Tsar ha scritto:Leggo di gente che tiene quasi la mia stessa popolazione in un 100l, possibile che non possa avere qualcosa di più "soddifacente" con il mio 250l?
Io so di gente che la tiene in meno di 100 litri, per carità. Magari poi dopo tre mesi sono morti la metà dei pesci, e li ricomprano. Oppure magari no, ma le manutenzioni devono essere continue, maniacali. Farmaci, UV, cambi quotidiani.. Esattamente quello che serve, a mio avviso, per far passare rapidamente la voglia a chiunque, soprattutto chi è alle prime armi.
Tsar ha scritto:Anche l'aspetto estetico, per me pure molto importante, inizia a venir meno
E' qui che secondo me tu sbagli. Hai visto questo asiatico di Terminus? 15 pesci in 120 litri. Non fa un cambio d'acqua da un anno.

E la vasca di Emix? Ha 110 litri, qualche Croydoras e un banco di "Testarossa".
Anche lui di cambi ne fa pochissimi, fertilizza ogni morte di papa, e tutto quello che deve fare è sedersi davanti a guardare l'acquario.

La tua scelta degli scalare e gli Ancistrus ci pone alcuni problemi: sono pesci imponenti da adulti, non possiamo far altro che lasciar loro il più spazio possibile.

E vedrai che non saranno affatto statici o smorti, non puoi capire quanto siano interessanti gli scalare! :-bd

Qui vedi i miei che rimarcano i ruoli all'interno del banco durante l'ora del pranzo, tanto per dire..

[youtube][/youtube]

I manacapuru saranno probabilmente anche più vivaci essendo di cattura.. ;)

Fidati, fra loro, gli ancistrus, i caracidi... Ai voglia la vasca movimentata!
E se poi proprio non ti andasse bene.. Si fa sempre tempo ad aggiungere, mai a togliere, ricordalo. ;)

Dicci tu, noi possiamo solo continuare a consigliarti al meglio della nostra esperienza, il resto sta a te! :)
Questi utenti hanno ringraziato Saxmax per il messaggio:
Tsar (06/02/2014, 0:34)
"Con le palanche son buoni tutti.." Motto di famiglia

Per alcune persone nemmeno mi siedo sulla riva del fiume.
Probabilmente passerà il loro cadavere mentre sono a farmi una birra.

Bloccato

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti