Equilibri gassosi in acquario

Scritto da RiccardoMazzei il . Postato in Chimica dell'acquario

Perché è inutile misurare la presenza di cloro in acquario?... E perché non servono i biocondizionatori, per eliminarlo dall'acqua di rubinetto?
Come mai, se si fa funzionare l'aeratore, la concentrazione di CO2 diminuisce, mentre la concentrazione di ossigeno (di solito) aumenta?
Perché si può rischiare di aggiungere troppa CO2, acidificando eccessivamente l’acqua, o addirittura mettendo a repentaglio la respirazione della fauna?... E perché non si parla mai del rischio di avere troppo ossigeno, in acquario?
Come sopravvivono in inverno i pesci, sul fondo dei laghi ghiacciati?

In questo articolo cercheremo di condurvi, con semplicità ma con rigore, a comprendere questi concetti, mediante il ricorso a due nozioni di base della Chimica fisica:

  • solubilità
  • equilibrio di un gas con la sua soluzione acquosa

Spaventati?... Preoccupati?...
State avendo un dejà-vu, di periodi non sereni, della vostra vita scolastica?
Niente paura, cercheremo di farlo in termini più semplici possibile, con molti esempi.

bottiglia scambi

Desidero ringraziare Yellowstone e Nijk, del forum di Acquariofilia Facile, che hanno messo a disposizione loro immagini per la realizzazione di questo articolo, ma anche i molti utenti che hanno supportato e incoraggiato la nascita di questo articolo, anche con suggerimenti e revisioni, in particolare cqrflf e HotHello.