Acqua invecchiata (traduzione da Gerd Kassebeer)

Scritto da BoFe il . Postato in Chimica dell'acquario

Esperimenti

Ecco i risultati dei miei esperimenti.

La conducibilità aumentava, in un primo momento, da 300 a 800 µS/cm, per poi rimanere costante; il pH scendeva, aumentava nuovamente a 7 per poi rimanere costante; la durezza globale aumentava da 10 dGH a circa 20 dGH, per poi rimanere costante. Il KH scendeva lentamente da 6 dKH a 2 dKH per assestarsi su questo livello.
Il fango aumentava; le piante dovevano essere sfoltite per permettere ai pesci di nuotare.

La catastrofe era stata evitata. Nessun pesce era morto, nè alcuna pianta.

In un primo momento non capivo i risultati delle misurazioni e delle osservazioni.
Continuai a lavorare e ad approfondire ciò che accadeva; a poco a poco fui in grado di spiegare questi sconcertanti risultati.

boy performing experiment chemical engineering masters 575x380 SMALL

Ora sono certo che il fango del filtro, contenendo delle sostanze colloidali, è anche uno scambiatore cationico debolmente acido.

Ca++ + 2 scambiatore -H → 2H+ + (scambiatore) 2-Ca

Markaf Scambio Cationico

Per cui, adsorbendo Ca++, libera degli H+ che contribuisco ad acidificare l'acqua.


Piante e pesci

Negli ultimi anni ho condotto una parte dei miei acquari senza cambi d'acqua regolari ma con monitoraggio analitico; maturando un'esperienza rispetto le reazioni di molte piante acquatiche e di molte specie di pesci all'acqua invecchiata.

Le seguenti piante non hanno gradito la mia acqua «invecchiata»:
Nesaea crassicaulis, Ammannia gracilis, Ammannia senegalensis, Eusteralis stellata (Pogostemon stellatus).
Di contro, oltre 40 specie diverse hanno apprezzato la mia acqua «invecchiata».

Ammannia Crassicaulis Information caresheet Ammannia crassicaulis for sale and where to buy AquaticMag 6Nesaea crassicaulis

Delle oltre 50 specie di pesci che ho riprodotto, solo in un caso sono emersi problemi significativamente riconducibili all’acqua «invecchiata»; mi riferisco ai Brochis splendens, che deposero le uova solo dopo un cospicuo cambio d'acqua.
Non posso però escludere che alcune specie di pesci di acqua tenera preferiscano frequenti cambi d'acqua.