Il lago Tanganica in acquario

Scritto da Uthopya il . Postato in Ciclidi del Malawi ed altri laghi africani

medaglia1 1° classificato al articoli concorso di Acquariofilia Facile

La riva e le zone
sottocosta

E' il momento di iniziare la nostra immersione, in questo fiabesco paesaggio sommerso.

Per prima cosa, elenchiamo le diverse conformazioni che potremmo trovare, nelle varie zone di questo immenso bacino idrico.
Voglio ricordare che la sua superfice è paragonabile a quella di Piemonte, valle d'Aosta e Liguria, ovvero tutta l'Italia nord-occidentale.

Fondale prevalentemente composto da sabbia

Le acque di queste zone sono generalmente poco profonde.
E' possibile trovare delle rocce, adagiate sul fondo sabbioso.

Su questi fondali, vivono abitualmente alcune specie piuttosto interessanti per noi, perché abbastanza diffuse in acquariofilia (ad esempio Xenotilapia sp.).
Xenotilapia spilopteraXenotilapia spiloptera

Un tratto lungo la sponda orientale del lago

Qui la Natura ci ha regalato una delle sue innumerevoli meraviglie: un tappeto di gusci di un gasteropode endemico: la Neothauma tanganyicense.
Questo è regno di alcune affascinanti specie di pesci (i cui rappresentanti più noti sono i Neolamprologus  multifasciatus, i Neolamprologus similis oppure i Neolamprologus calliurus);
Neolamprologus multifasciatus maschio (foto di Uthopya)Neolamprologus multifasciatus maschio (foto di Uthopya)

Fondale pietroso, con livello abbastanza costante

Qui troviamo numerose rocce piatte, dove vivono abitualmente i Tropheus sp. ed i Petrochromis sp., sempre per restare tra le specie più comuni negli acquari.
Petrochromis moshiPetrochromis moshi

Tratti di scarpata rocciosa

Qui le pareti sprofondano velocemente, fino ad alcune centinaia di metri.
Le specie più note e diffuse in acquariofilia sono: Julydochromis sp., Altolamprologus sp., Neolamprologus leleupi e le "regine del lago Tanganica": le Cyphotilapia sp.)Julydochromis transcriptusJulydochromis transcriptus

Tratteremo queste zone più dettagliatamente, nei capitoli successivi.
Se siete interessati ad una in particolare, potete cliccare sulla lista in alto a destra per leggerne immediatamente le caratteristiche.
Tuttavia, vi invito a leggere tutto l'articolo. Se non conoscete questo lago rimarrete stupiti ed ammaliati!

Tag: