Miscelatore CO2 fai-da-te

Scritto da Roberto il . Postato in Bricolage

medaglia2 2° classificato al articoli concorso di Acquariofilia Facile

Assemblaggio

Vediamo come si monta il nostro miscelatore.
Inseriamo il tubo, opportunamente accorciato e sagomato, all'interno della siringa.
Questo è quello che vogliamo ottenere:

inserimento tubo

Ora parliamo della distinzione tra tubo a curva e tubo diritto.
Ho fatto alcune prove e devo dire che tutt'e due sono ottimi, dal punto di vista del rendimento.

Il tubo curvo, come si puo' capire, manderà il getto dell'acqua verso l'alto creando una turbolenza massima.

Il tubo diritto, invece, produrrà un'effetto "lavatrice"... Un vortice continuo, dall'alto al basso e viceversa.

Qui di seguito, mostro uno schemino fatto da me, per spiegare brevemente il principio di funzionamento:

schema 1

Mostro anche lo schema con il tubo curvo.

schema 2

Possiamo notare come l'acqua, con il tubo curvo, vada tutta verso l'alto creando un vortice.
All'interno della siringa, la turbolenza è molto forte; la CO2 si scioglie piu' velocemente che con il tubo diritto.

Al contrario, nella versione con il tubo dritto avremo uno scioglimento piu' lento della CO2.

La spugna

Ora prendiamo un pezzo della classica spugna da filtro, quella azzurra con grana media; tagliamone con le forbici un pezzo cilindrico.

spugna filtro

Con la spugna, le eventuali bolle che riuscissero a sfuggire, all'effetto "lavatrice", rimarrano intrappolate nelle sue porosità; quindi si misceleranno con l'acqua durante il suo passaggio.

Non dovra' essere ne troppo fine ne troppo grossa, questo perchè l'acqua possa passare tranquillamente ma le bolle non passino attraverso ad essa troppo facilmente.

Tag: