Fertilizzazione in acquario e protocollo PMDD

Scritto da Rox il . Postato in Fertilizzazione

medaglia1 1° classificato al articoli concorso di Acquariofilia Facile

Consigli conclusivi

Ricordate sempre che non è la quantità di piante a determinare i dosaggi, ma la loro specie e le condizioni in cui si trovano.

- Un solo stelo di Limnophila assorbe nutrienti come dieci Microsorum.

- Il pH acido aumenta l'assorbimento di nutrienti, soprattutto di oligoelementi. La stessa pianta, che prima stava a pH 7.3, assorbe il doppio se la mettiamo a pH 6.7.

- La luce incide moltissimo sulla fertilizzazione, ma entrambe nutrono le alghe senza la CO2. Ricordate che la pianta è fatta essenzialmente di carbonio, 50 volte più del potassio e 150 più del magnesio.
Aggiungere fertilizzanti, in mancanza di CO2, e come progettare una casa preoccupandosi dei battiscopa e delle tende, quando ancora non si hanno mattoni e cemento.
Con i lieviti potete produrla con 50 centesimi al mese.

- Ricordate sempre di agitare i flaconi, prima di fertilizzare.
Lo ripeto: SEMPRE... Anche se li avete usati 5 minuti prima, in un altro acquario.

Prima di concludere, ringrazio tutti gli amici che mi hanno fatto scoprire le varie alternative proposte, in particolare sul nitrato di potassio.
Nella speranza di avervi fatto risparmiare qualche Euro, chiudo con una piccola sorpresa: quasi tutti gli acquari che vedete scorrere, nell'intestazione di questo portale, sono stati fertilizzati con il nostro PMDD.

Tag: