Camola della farina, un buon pasto vivo

Scritto da Luca.s il . Postato in Acquariologia generale

Utilizzo delle larve

Una volta allevate e cresciute, possiamo utilizzare le larve come pasto per i nostri animali.

Sono un alimento abbastanza grasso, quindi è sconsigliato un uso continuativo; sono ottime per preparare i pesci a periodi di digiuno o per stimolare le riproduzioni.
Per ottenere larve meno grasse possiamo nutrirle con farine di legumi, legumi secchi o alimenti per animali (gatti o pesci, come abbiamo visto).

Per somministrale, la soluzione migliore è quella di decapitarle per poi spremerle, in modo da far uscire tutto il succo al loro interno. In questo modo si evita che la corazza chitinosa finisca nella nostra vasca; inoltre eliminiamo il rischio di blocchi intestinali ai pesci.

22 Soffritto di camolaNo, non è necessario cuocerle...

Ai pesci più grossi possono essere somministrate intere. Meglio scegliere quelle bianche, quelle che sono appena uscite dal vecchio esoscheletro

Curiosità

Le larve della camola della farina possono essere confuse con quelle dei cosiddetti Caimani, i Zophobas morio. Questi ultimi sono simili ma molto più grossi; e, soprattutto, i coleotteri di questa specie mordono!
Anche le larve delle camole del miele, le Galleria mellonella, sono simili; non possono però essere utilizzate per l'acquariofilia perché troppo grasse.

Efficenza digestiva: Abbiamo visto come queste larve siano in grado di nutrirsi di polistirolo grazie a dei particolari batteri presenti nel loro intestino. Vi sono diversi studi per ingegnerizzare il tutto e poter usare su vasca scala questa incredibile potenzialità.

Entomofagia: Oltre che per sfamare i nostri pesci, utilizzeremo le larve per sfamare noi stessi?
È quanto si propone l'Unione Europea, che nel 2012 ha stanziato 3 milioni di euro per ogni paese europeo per incoraggiare l'uso degli insetti in cucina.
È ciò che prevede la FAO - l'organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura - che spiega: due miliardi di persone, nel mondo, si nutrono di insetti. Perché non estendere questo alimento a tutto il pianeta?

Cucchiaio di camoleBuon appetito!

Uso dei ferormoni: Questa specie utilizza i ferormoni nella competizione sessuale. Le femmine, una volta adulte e sessualmente mature, emettono feromoni che attraggono i maschi e ne stimolano il comportamento copulatorio; allo stesso modo i maschi emettono feromoni che stimolano nelle femmine la locomozione e fanno sì che le femmine vadano ad aggregarsi nelle vicinanze del maschio.

Il maschio, oltre a produrre i ferormoni di cui sopra, ne produce altri che hanno lo scopo di allontanare eventuali concorrenti dalla femmina con la quale si è accoppiato. Oltre a fare ciò, le sta vicino per difenderla durante la deposizione e far desistere altri partner indesiderati. La presenza di altri maschi nelle vicinanze, infine, aumenta la quantità di sperma eiaculato dal maschio .

Pigmentazione: Sembra che il numero di individui dell'allevamento abbia una qualche influenza sul loro colore. Infatti, gli individui cresciuti in allevamenti densamente popolati sono in media più scuri; quelli cresciuti in condizioni più solitarie sono solitamente più chiari.

Tag: