Le Bacopa più diffuse in acquario

Scritto da Rox il . Postato in Piante per acquario ed alghe

medaglia3 3° classificato al articoli concorso di Acquariofilia Facile

Conclusioni


Tutte le Bacopa, se coltivate in gruppo, talvolta perdono le foglie basse per mancanza di luce.
In sostanza, si ombreggiano tra di loro.

Il problema può essere facilmente risolto con potature frequenti, secondo il solito schema:
La parte inferiore formerà una ramificazione a "Y" (non sempre), mentre quella superiore potrà essere ripiantata, con effetto moltiplicativo.

Esiste, tuttavia, il modo di sfruttare gli steli spogli a nostro vantaggio.
La facilissima riproduzione, per talea, ci consente di averne un folto boschetto in poche settimane.
In questo caso, la mancanza di foglie nella zona inferiore, con i pesci che nuotano tra gli steli attirati dall'ombra, crea un effetto decisamente interessante.

L'eventuale abbinamento con piante "mangianitrati" (Limnophila, Mayaca, Cabomba, Egeria, Ceratophyllum, ecc.) porterebbe le nostre Bacopa a vivere in carenza di azoto; questo porterebbe alla nascita di numerose radici avventizie che scenderebbero tra i fusti spogli.
Quei filamenti bianchi, in prossimità degli steli, renderebbero l'effetto ancora più suggestivo.

Il fenomeno varia da specie a specie, ma è particolarmente accentuato con la Bacopa caroliniana "Australis".

Ovviamente si tratta di gusto personale, ma visto che la cosa è facilmente reversibile, consiglierei di provarci.
...Ma attenti al potassio, in questo caso.
Formando una foresta di Bacopa, è facile crearne una carenza, soprattutto in abbinamento ad altre piante rapide.

Per ulteriori informazioni sulle Bacopa, per aggiungere le vostre esperienze, o semplicemente per una chiacchierata su di loro, vi invitiamo a registrarvi gratuitamente sul forum di Acquariofilia Facile.
Buona coltivazione!

Tag: