Carnivore in acquario (Utricularia ed Aldrovanda)

Scritto da Raffaella150 il . Postato in Piante per acquario ed alghe

Caratteristiche generali


Le piante carnivore acquatiche si dividono, in primis, in tropicali e temperate, cosa significa?

Le tropicali, assolutamente, non sopportano temperature inferiori ai 15 °C, crescono e fioriscono durante l'arco di tutto l'anno, ma devono essere tenute in casa durante l'inverno.

Le temperate si suddividono in due sottogeneri, temperate australi e temperate vulgaris:

  • le vulgaris sono quelle per i nostri climi, vivono anche nei laghi di Nord America, Ungheria, Italia settentrionale, Germania... Insomma, in posti dove il gelo la fa da padrone;

  • le australis, invece, provengono dall'altro emisfero (Australia, Nuova Zelanda, ecc...); tollerano il freddo ma non sopportano il gelo delle nostre latitudini; quindi, durante l'inverno vanno trasferite all'interno, o ricoverate in serra fredda.

C'è da aggiungere che le carnivore acquatiche, quando non endemiche di una zona, non devono mai essere liberate nell'ambiente; possono letteralmente far scomparire la fauna di un lago, espandendosi a macchia d'olio.

Ma rispondiamo alla classica domandona ..... Perché mangiano insetti?
Semplicemente perchè si sono evolute a vivere dove le altre non potevano.

Tutte le altre piante si nutrono dal terreno o dall'acqua. Azoto, carbonio, oligoelementi, ecc...ecc.... normalmente vengono prelevati dall'ambiente, ma quando questo è povero, o ha una struttura chimica che non trattiene tali nutrienti, le piante deperiscono e muoiono.
Beh, le carnivore hanno fatto una scelta evolutiva particolare: non assorbono nulla dal terreno, ma si nutrono dall'ambiente in un altro modo: gli insetti.

In tutta la loro evoluzione, hanno però dimenticato di chiudere il rubinetto al piano inferiore (una falla la dovevano avere, no?). Se mettessimo una pianta carnivora in un terriccio da giardino, oppure la annaffiassimo con normale acqua di rete, la uccideremmo nel giro di pochi giorni.

Sono piante ultra-specializzate; per essere coltivate, richiedono uno spazio dedicato in esclusiva.
Fate conto che siano dei gravi intolleranti al glutine, che quindi necessitino dei loro coltelli, dei loro piatti, delle loro farine... schizzinose eh?

Ma andiamo con calma ed iniziamo a conoscerle...
Vista l'estensione dell'argomento trattato, al solito thermos di caffé sarà meglio aggiungere anche un paio di panini, non si sa mai...
Per consigli su come coltivarle, o acquistarle, o semplicemente per discutere di questo argomento, possiamo parlarne sul forum.
La registrazione è gratuita, semplice e veloce.

Tag: