LED in acquario

Scritto da Diego, Luigidrumz e Scheccia il . Postato in Tecnica in acquario

medaglia2 2° classificato al articoli concorso di Acquariofilia Facile

Conviene passare ai LED?

Alcune premesse...

È necessaria una piccola considerazione preliminare: questo acquario non è un semplice capriccio, ma una passione che accompagnerà per molti anni.
Poniamo un esempio per rendere l'idea:

- Considerando solo gli aspetti economici... quando si acquista un'auto, la prendiamo col motore a benzina o diesel?

La risposta non è unica, dipende dalla quantità di kilometri che si percorrono.
Infatti, un diesel (che qui paragoniamo ai LED) costa solitamente di più rispetto allo stesso modello a benzina (che qui paragoniamo alle lampade fluorescenti).

Tuttavia, un motore a gasolio consuma meno; inoltre, se un motore a benzina ha una vita media, diciamo, di 250.000 km, un motore diesel può tranquillamente farne il doppio.

Torniamo ora alle nostre lampade e iniziamo a fare qualche conto con alcuni parametri.
Non cercate la calcolatrice nel cassetto... Non servirà una laurea in matematica. Siamo su Acquariofilia Facile e sappiamo fare solo operazioni semplici!

Il primo parametro è il flusso luminoso e l'abbiamo visto in un capitolo precedente.
Riprendendo il nostro esempio automobilistico, possiamo dire che un'automobile che percorre 100 km con 10 litri di carburante è più efficiente di una che percorre la stessa distanza con 15 litri.
Tornando alle lampade, avevamo visto che le lampade fluorescenti compatte hanno un'efficienza luminosa attorno ai 70 lumen/watt, mentre con i LED di qualità si può arrivare ai 150-200 lumen/watt.

Un secondo parametro importante da valutare è la vita media della lampada.
Infatti, se per le CFL o i tubi siamo attorno alle 10.000 ore di funzionamento, per un LED possiamo avere valori molto superiori: i LED di buona fattura possono raggiungere le 50.000 ore di funzionamento.

Un terzo fattore è dato dai cicli di accensione e spegnimento.
Vi siete mai chiesti perché le lampadine si rompono prima delle ore di vita dichiarate?
La vita delle lampade è limitata anche dai cicli di accensione. Ecco perché le lampadine del bagno si fulminano presto!
Le lampade fluorescenti sopportano circa 20.000 cicli, mentre i LED hanno un parametro talmente alto da non essere valutabile.

Infine, per i più attenti alle dinamiche ambientali, è giusto sottolineare che le lampade fluorescenti contengono, seppur in minima quantità, uno dei materiali più inquinanti: il mercurio. Per questo motivo, una volta esauste, vanno smaltite in modo opportuno per evitare che il mercurio si diffonda nell'ambiente.

Riassumiamo in una tabella i parametri considerati:

 

...Ed ora i calcoli!

Fatte queste premesse, eseguiamo ora i conti veri e propri per renderci conto di quanto possa essere stato conveniente passare alla tecnologia LED nell'acquario e con la plafoniera di esempio della pagina precedente.

Supponiamo che per illuminare la vasca siano necessari 60 watt di potenza da lampade fluorescenti. Con i LED scelti, sono sufficienti 40 watt.

Le quattro CFL da 14 watt costano circa 6.50 euro, per una spesa totale di 26 euro.
Il materale per la costruzione della plafoniera è costato complessivamente 50 euro: 8 euro di chip LED, 15 euro per l'alimentatore, 14 euro per la piastra di alluminio e 13 euro fra basette, connettori, pasta termica e cavo.

Dunque per acquistare il materiale per la plafoniera abbiamo speso circa 24 euro in più.

Passiamo ora a calcolare i consumi elettrici.
Illuminando per 8 ore al giorno l'acquario, teniamo accese le luci per 2920 ore l'anno.
Sapendo che il prezzo medio di un kilowattora è di circa 20 centesimi di euro, la plafoniera ci fa risparmiare circa 11 euro l'anno in corrente elettrica.

Pertanto, in poco più di due anni recuperiamo la maggior spesa per acquistare i LED.
Dal terzo anno in poi, a scanso di guasti o altri problemi, inizieremo il vero e proprio risparmio.

Conclusioni

Con questa lunga esposizione, speriamo di aver fornito informazioni sufficienti, per tutti coloro che volessero iniziare a sperimentare questa tecnologia in acquario, senza rivolgersi a lampade commerciali già pronte (ma piuttosto costose).
Per chi volesse provarci, rinnoviamo l'invito all'iscrizione sul forum di Acquariofilia Facile, non solo per chiedere chiarimenti e consigli, ma anche... anzi soprattutto, per mettere le proprie esperienze a disposizione di tutti, come hanno già fatto, ad esempio, Gery con la sua plafoniera LED fai-da-te con strip o Andreone.

Tag: