Mangiatoia automatica Hydor ekomixo

SCHEDA

Scritto da Saxmax il . Postato in Tecnica in acquario

La mangiatoia automatica per acquari Hydor ekomixo è una scelta economica per chi non può, non vuole o non riesce, per alcuni periodi, a dare da mangiare ai pesci in acquario.
Questa scheda ne illustra le caratteristiche, i suoi pro e contro, per permettervi di scegliere se può fare al caso vostro.

confezione-hydor-ekomixoConfezione mangiatoia Hydor Ekomixo

Questa mangiatoia automatica funziona con due pile stilo (AA, non incluse) e permette di dosare fino ad un massimo di tre somministrazioni nell'arco delle 24 ore. Il prezzo è molto variabile, a seconda delle offerte.
Alla data di pubblicazione si trova dai 15 fino ai 30 Euro e oltre; il prezzo normale, escluse le promozioni, si aggira intorno ai 20-25 euro.

Andiamo a descrivere come è fatta e come funziona.

Descrizione del prodotto

fronte-hydor-ekomixoFronte Hydor EkomixoCosì si presenta l'oggetto.
La plastica è leggera, la costruzione non dà un grande senso di robustezza in generale.
Insomma.. Non è eccezionale ma comunque piu che sufficiente allo scopo.

Il design è un po' "retrò" ma non brutto.

retro-batterie-hydor-ekomixoRetro Hydor EkomixoIl coperchio delle pile è un po' lasco, mi sarebbe decisamente piaciuto un coperchio con una chiusura un po' più "salda"; magari con una vite e una guarnizione, per evitare l'umidità nei contatti.
Ma a questo prezzo, direi che di più non si puo pretendere..

Nella confezione oltre alle istruzioni c'è un velcro per fissarla, ma non sembra molto affidabile... Io non l'ho usato, credo la cosa possa creare problemi (se scivola in vasca, son dolori).

Funzionamento

La regolazione della quantità di cibo non è precisissima, in quanto è regolata da quella lamella con la ghiera dentata in plastica azzurra, che ostruisce in parte la feritoia durante la somministrazione.
vano-aperto-hydor-ekomixovano aperto hydor ekomixoPiù la aprite, più è facile che scenda cibo. Più la chiudete, meno cibo scenderà.
Ma i fiocchi sono spesso in "blocchetti", per cui a volte somministra molto cibo e a volte nulla.
Consiglio, se possibile, l'uso con i granuli; quelli si possono dosare più efficacemente con questo sistema di somministrazione.

dettaglio-lamella-hydor-ekomixodettaglio lamella hydor ekomixoIl contenitore del cibo si apre facilmente levando il coperchio, ed è parecchio capiente.
La cosa può essere un vantaggio, se fate lunghi viaggi avete un'ampia autonomia.


Ma se lasciate il cibo per molto tempo sopra alla vasca c'è il rischio che prenda umidità e si deteriori.
Per ovviare a questo, i produttori hanno previsto una valvola, per inserire il tubo di un aeratore all'interno del dispenser automatico.


Questo, allo scopo di mantenere il mangime aerato e prolungarne così la durata.

ugello-aeratore-hydor-ekomixougello aeratore hydor ekomixoDiventa però una complicazione non indifferente (presa di corrente extra, aeratore in funzione 24H con rischio di surriscaldamenti, etc) ed un rumore in più in casa.

Utilizzatelo solo se davvero dovete stare fuori per lunghissimo tempo, altrimenti conviene mettere meno cibo. Se siete solo pigri e state in casa... non usatelo e mettete meno cibo.

La regolazione è di una semplicità davvero disarmante:

  1. Mettete le pile, riempite la macchina con la giusta quantità di cibo prescelto e posizionatela in modo che il cibo (e possibilmente non tutta la macchina) possa cadere liberamente in acqua.

  2. Non si deve settare l'ora. La macchina non ha un display con l'ora e i giorni. Basta premere il tasto della somministrazione all'ora esatta in cui voi volete che dia il cibo. Stop.

    Il giorno dopo, esattamente 24 ore dopo che avrete premuto il tasto, lei darà di nuovo il cibo.
    Se volete dare due volte il cibo, per esempio alle 8 e alle 16, basta che premiate il tasto una volta alle 8 e una alle 16. Il giorno dopo, lei darà il cibo a quegli orari. Stessa cosa per tre somministrazioni.

Banale, ma pratico e semplice. Ovvio che così non ci sarà mai un giorno di "riposo", per cui regolatevi con le quantità di somministrazioni; il rischio di sovralimentare i pesci e di inquinare l'acquario è dietro l'angolo.

Padrone avvisato, pesce salvato...

PREGI:

  • Prezzo: Credo sia una delle più economiche sul mercato.
    Soprattutto comprata in offerta, è una di quelle cose che secondo me è utile "tenere lì" in caso di emergenza.
    Magari avete il vicino disponibile, ma se per caso siete entrambi via per un viaggetto fuori, questa è semplice da settare e risolve a poco prezzo il problema.
  • Semplicità d'uso: Davvero a prova di errore. Un solo tasto.
    Se mettete le pile come si deve, funziona. Punto.
    Meglio di così!

  • Contenitore capiente e aerato: Per i viaggi brevi di pochi giorni i pesci possono anche stare a digiuno.
    Se state via per diverse settimane, la capienza abbondante del contenitore è un plus non indifferente.
    La presa per l'aeratore è intelligente: il fatto di averci pensato è senza dubbio positivo.

DIFETTI:

  • Materiali: La plastica è davvero un po' troppo leggera. Quando il cilindro ruota c'è il rischio che le vibrazioni facciano muovere la macchina se non la fissate in qualche modo... Occhio allo "Splashhhh!!!".p

    Fate attenzione nel maneggiarla. Sarà che io ho delle mani da rugbista, ma un paio di volte nel disassemblare il contenitore dal corpo macchina ho rischiato di spaccare tutto...

  • Precisione dell'erogazione: Se usate il fioccato, lasciatela perdere.
    Praticamente è impossibile sapere se uscirà un fiocco o mezzo contenitore.
    Cosa di non poco rilievo, che fa la differenza fra un pesce morto di fame e uno morto di inquinamento. Usata con i granuli, invece, è perfetta.

    Le pastiglie da fondo andrebbero sminuzzate in modo da essere il più possibile regolari e in piccoli pezzi, altrimenti torniamo al discorso di prima, impossibile sapere SE e QUANTO ne dosa.

Fate sempre diverse prove prima di andare via, in modo da essere ragionevolmente certi della quantità erogata ogni volta, e non avrete problemi. 

Conclusioni

Un distributore automatico economico, di semplice uso, e che con qualche piccola accortezza svolge senza grossi problemi il suo scopo.

Forse non la userete quasi mai, ma nei rari casi di necessità si rivela molto utile.
La scelta di uno strumento economico è senza dubbio preferibile, in questi casi, anziché comprarne uno dispendioso per poi lasciarlo in cantina.


Se invece siete fra quelli che usano abitualmente le mangiatoie automatiche, forse dovreste indirizzarvi verso un modello più performante.
La maggior spesa sarebbe probabilmente ripagata da un maggior ventaglio di possibilità di regolazione (giornaliera-settimanale, magari con dosi pre-impostate).

Tag: