Acquario NOSTRANO - PESCI

I vostri acquari sotto le stelle

Moderatori: trotasalmonata, Pinny

Rispondi
Avatar utente
cqrflf
star3
Messaggi: 3063
Iscritto il: 23/03/15, 2:02

Acquario NOSTRANO - PESCI

Messaggio di cqrflf » 13/11/2018, 14:12

Come deciso nell'altra discussione più orientata verso le piante, dedichiamo questa più specificamente ai pesci e agli animali dei fiumi e degli ambienti acquatici italiani.

Comincio io con l'inserire i tre pesci dei miei sogni.
Tre pesci da fondo territoriali di piccole dimensioni che possono vivere bene anche in piccoli acquari.

LO SCAZZONE (Cottus gobio):
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di cqrflf il 13/11/2018, 14:31, modificato 2 volte in totale.
Viaggiai per giorni e notti per paesi lontani.
Molto spesi per vedere alti monti, grandi mari....e non avevo occhi per vedere a due passi da casa la goccia di rugiada sulla spiga di grano.

Avatar utente
cqrflf
star3
Messaggi: 3063
Iscritto il: 23/03/15, 2:02

acquario NOSTRANO - PESCI

Messaggio di cqrflf » 13/11/2018, 14:18

GHIOZZO d'acqua dolce (Padogobius martensii)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Viaggiai per giorni e notti per paesi lontani.
Molto spesi per vedere alti monti, grandi mari....e non avevo occhi per vedere a due passi da casa la goccia di rugiada sulla spiga di grano.

Avatar utente
cqrflf
star3
Messaggi: 3063
Iscritto il: 23/03/15, 2:02

acquario NOSTRANO - PESCI

Messaggio di cqrflf » 13/11/2018, 14:25

CAGNETTA - BAVOSA d'acqua dolce (Salaria fluviatilis)
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Viaggiai per giorni e notti per paesi lontani.
Molto spesi per vedere alti monti, grandi mari....e non avevo occhi per vedere a due passi da casa la goccia di rugiada sulla spiga di grano.

Avatar utente
PaoloR
star3
Messaggi: 34
Iscritto il: 24/10/18, 16:29

Acquario NOSTRANO - PESCI

Messaggio di PaoloR » 22/11/2018, 12:20

Mi spiace deluderti ma le specie che hai citato tu sono tutte protette e ne è proibita la cattura.
Da pescatore che pratica il catch & release vorrei fare un appello a non catturare pesci autoctoni (sopratutto le specie protette) per il solo vezzo di tenerli in acquario visto che la fauna ittica italiana è già molto compromessa da inquinamento, bracconaggio, etc etc...
Ti riporto anche le altre specie protette e quindi vietate:
SPECIE PROTETTE
È sempre vietata la cattura e la detenzione delle seguenti specie ittiche:
Alborella, cobite comune, cobite mascherato, cobite barbatello, cagnetta, ghiozzo padano, panzarolo,
spinarello, scazzone, lampreda padana, lasca, savetta storione comune, storione cobice e storione ladano.


:-h :-h :-h
Questi utenti hanno ringraziato PaoloR per il messaggio (totale 4):
Nducciuredda (22/11/2018, 12:48) • Dandano (23/11/2018, 22:44) • trotasalmonata (23/11/2018, 23:02) • stefanogh (27/02/2019, 17:45)

Avatar utente
cqrflf
star3
Messaggi: 3063
Iscritto il: 23/03/15, 2:02

Acquario NOSTRANO - PESCI

Messaggio di cqrflf » 22/11/2018, 13:20

Io ho letto vari fogli di diverse regioni d'Italia, studi di distribuzioni idrografiche dove dicono chiaramente che questi tre pesci non hanno nessuna rilevanza per la pesca sportiva e infatti nessuno li considera nemmeno per la pesca.

Per quanto riguarda il caso specifico del ghiozzo, le ricerche dicono che risulta persino in espansione e di fatto per nulla raro minacciato o in recessione.
Non credo che farei uno scempio a prendermi una coppia di riproduttori e rilasciare poi i nuovi nati nel loro fiume nativo a contributo ripopolamento.

Al contrario nella pesca sportiva rilasciano IN CONTINUAZIONE milioni di pesci di ogni genere per il solo gusto delle competizioni. Questo fenomeno ha intaccato pesantemente le popolazioni di altre specie native.

C'è forse qualcuno che dice qualcosa o che si muove contro la pesca sportiva ? Non mi sembra !
Viaggiai per giorni e notti per paesi lontani.
Molto spesi per vedere alti monti, grandi mari....e non avevo occhi per vedere a due passi da casa la goccia di rugiada sulla spiga di grano.

Avatar utente
erimantis
star3
Messaggi: 189
Iscritto il: 06/11/17, 18:02

Acquario NOSTRANO - PESCI

Messaggio di erimantis » 22/11/2018, 13:50

cqrflf ha scritto: prendermi una coppia di riproduttori e rilasciare poi i nuovi nati
catch & release
Max

Avatar utente
cqrflf
star3
Messaggi: 3063
Iscritto il: 23/03/15, 2:02

Acquario NOSTRANO - PESCI

Messaggio di cqrflf » 22/11/2018, 14:04

Si lossono prendere i pesci invasivi non nativi e mangiarli ?

Aggiunto dopo 31 secondi:
Oppure anche quelli vanno rilasciati ?
Viaggiai per giorni e notti per paesi lontani.
Molto spesi per vedere alti monti, grandi mari....e non avevo occhi per vedere a due passi da casa la goccia di rugiada sulla spiga di grano.

Avatar utente
PaoloR
star3
Messaggi: 34
Iscritto il: 24/10/18, 16:29

Acquario NOSTRANO - PESCI

Messaggio di PaoloR » 22/11/2018, 14:40

cqrflf ha scritto: C'è forse qualcuno che dice qualcosa o che si muove contro la pesca sportiva ? Non mi sembra !
Le stesse federazioni si stanno muovendo contro il bracconaggio e la tutela delle specie autoctone consapevoli appunto dei danni fatti inserendo specie aliene per la pesca sportiva. Ormai non vengono più introdotte specie aliene da almeno 20 anni ma si fanno piani di ripopolazione a favore delle specie nazionali.

Per il fatto poi di prelevare coppie di riproduttori in natura non lo trovo giusto. Esistono molte specie di pesci nei negozi di acquari che non vedo il motivo per cui dovremmo prelevarle dalla natura. di danni ne abbiamo già fatti e se tutti gli acquariofili farebbero come te il danno ci sarebbe. (Senza offesa mi raccomando il mio è solo uno scambio di opinioni sia chiaro)
cqrflf ha scritto: Si lossono prendere i pesci invasivi non nativi e mangiarli ?

Aggiunto dopo 31 secondi:
Oppure anche quelli vanno rilasciati ?
Quelli invasivi una volta pescati NON VANNO ASSOLUTAMENTE RILASCIATI

Avatar utente
erimantis
star3
Messaggi: 189
Iscritto il: 06/11/17, 18:02

Acquario NOSTRANO - PESCI

Messaggio di erimantis » 22/11/2018, 15:08

PaoloR ha scritto: Esistono molte specie di pesci nei negozi di acquari che non vedo il motivo per cui dovremmo prelevarle dalla natura
Perché tu non hai mai avuto un acquario "nostrano".
Comunque mi pare sia esagerato questo tuo intervento @PaoloR , qua si parla di acquariofilia di nicchia di una specie ancora piú di nicchia. Non vedo pericoli di estinzione..
Max

Avatar utente
PaoloR
star3
Messaggi: 34
Iscritto il: 24/10/18, 16:29

Acquario NOSTRANO - PESCI

Messaggio di PaoloR » 22/11/2018, 15:20

CAGNETTA - BAVOSA d'acqua dolce (Salaria fluviatilis):
FONTE: http://www.iucn.it/scheda.php?id=-1797151852
Piccolo estratto:
Popolazione Le popolazioni sono localizzate e frammentate, complessivamente in declino con segnalazioni di pochissimi esemplari. Segnalato un decremento delle popolazioni lagunari in Sardegna e Sicilia. Nel Tevere, nel tratto terminale del fiume Arrone, la popolazione non è molto abbondante, mentre è molto diffusa e stabile nel Lago di Bracciano. Nel Po: ritrovato unicamente in 2 punti nell'asta proncipale in Provincia di Pavia e subito a valle dello sbarramento di Isola Serafini (Piacenza). Nel tratto inferiore del fiume Adda è stato rinvenuto qualche esemplare. Nel Lazio la specie è estremamente localizzata. Nel corso di un recente studio sulla biodiversità ittica è rilevata solo nel basso corso del Tevere, con abbondanze ridotte (3-5 ind./50 m) (Sarrocco et al., 2012). Nel resto della regione è stata segnalata nel Fiume Fiora, nel tratto finale del Torrente Arrone (VT) e nel tratto finale del Fiume Arrone (RM). Segnalata in alcuni laghi vulcanici in(es. Vico e Albano) e, in quello di Bracciano, nel 1997 risultava abbastanza frequente, con popolazioni ben strutturate (Tancioni et al., 1997). È stata segnalata anche nel lago costiero di Fondi.
Dati storici rivelano che negli anni '80 in Sicilia la specie era molto abbondante; alcune popolazioni sono scomparse (anni di campionamento '77-'94) (Ferrito & Tigano, 1996).
Principali minacce Alterazioni idromorfologiche, introduzione di alloctone, alterazione dell'habitat (riduzione dei livelli dell'acqua), perdita della continuità fluviale.
Misure di conservazione Specie protetta nella Convenzione di Berna (all. III). Inclusa nel piano d'azione generale per la conservazione dei Pesci d'acqua dolce italiani (Zerunian 2003).

GHIOZZO d'acqua dolce (Padogobius martensii):
FONTE: http://www.iucn.it/scheda.php?id=-2134114096
Piccolo estratto:
Principali minacce Prelievi idrici, alterazione idromorfologica, introduzione di specie alloctone, ripopolamenti eccessivi con Salmonidi, lavori in alveo.
Misure di conservazione Padogobius bonelli è riportato fra le specie protette nella Convenzione di Berna (all. III).

LO SCAZZONE (Cottus gobio):
FONTE:http://www.iucn.it/scheda.php?id=-338070128
Piccolo estratto:
Misure di conservazione Elencata in appendice II della direttiva Habitat 92/43/CEE. Inclusa nel piano d'azione generale per la conservazione dei Pesci d'acqua dolce italiani (Zerunian 2003).

Aggiunto dopo 6 minuti 51 secondi:
erimantis ha scritto: Perché tu non hai mai avuto un acquario "nostrano".
Comunque mi pare sia esagerato questo tuo intervento @PaoloR , qua si parla di acquariofilia di nicchia di una specie ancora piú di nicchia. Non vedo pericoli di estinzione..
A dire la verità io non ho mai avuto un acquario con pesci nostrani e non sono nemmeno contro chi li vuole avere. Il mio era solo uno scambio di idee pacifico figuriamoci, ognuno è libero di fare ciò che meglio crede. Consideriamo anche la difficoltà di mantenere le stesse condizioni che trovano in natura quali ad esempio la temperatura o il cibo.
Questi utenti hanno ringraziato PaoloR per il messaggio (totale 3):
Giueli (22/11/2018, 16:23) • cqrflf (23/11/2018, 19:34) • Dandano (23/11/2018, 23:08)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti