Condizionatore Acquario

Non solo per risparmiare, ma anche per divertirsi

Moderatori: Steinoff, merk

Rispondi
Avatar utente
Artic1
Ex-moderatore
Messaggi: 5253
Iscritto il: 03/06/15, 3:17

Re: Condizionatore Acquario

Messaggio di Artic1 » 15/07/2015, 23:13

Rob75 ha scritto:troppo veloce non scambia
Per legge fisica più il passaggio di acqua è rapido più aumenta l'efficacia di assorbimento. L'acqua cambierà di pochissimi gradi ma lo scambio sarà tra temperature più distanti e quindi più efficienti.
Per contro se passasse troppo lentamente l'acqua cambierebbe molto la propria temperatura, riducendo l'efficienza di scambio complessiva.
- Quel giorno tutta l’esperienza della nostra vita diverrà parte di una più vasta conoscenza comune. Sarà il giorno, in cui ritorneremo a Gaia, per fare, ancora una volta, parte della vita e riempire con essa questo mondo -

#teamNoCO2
______________________

Avatar utente
Rob75
Ex-moderatore
Messaggi: 3207
Iscritto il: 22/10/13, 22:35

Re: Condizionatore Acquario

Messaggio di Rob75 » 16/07/2015, 1:49

Artic1 ha scritto:
Rob75 ha scritto:troppo veloce non scambia
Per legge fisica più il passaggio di acqua è rapido più aumenta l'efficacia di assorbimento. L'acqua cambierà di pochissimi gradi ma lo scambio sarà tra temperature più distanti e quindi più efficienti.
Per contro se passasse troppo lentamente l'acqua cambierebbe molto la propria temperatura, riducendo l'efficienza di scambio complessiva.
Il ragionamento fila, ma a naso credo che ci sia una velocità "ideale" tra i due estremi con la quale si ottiene il massimo rendimento, tenendo sempre presente che saremo vincolati dalla pompa che andremo/potremo usare :-!!!

Per quanto riguarda lo schema, dipende molto dal waterblock! di solito vengono costruiti per ottimizzare una sola faccia per scambiare calore (spessore della parete e levigatura della stessa), quella a contatto con la cpu.
Il problema sta nel fatto che un normale waterblock che si usa nel pc, nasce per stare a contatto con il processore o la gpu; se si usa una Peltier, sarà quest'ultima a stare direttamente a contatto con l'elemento da raffreddare. Ribadisco però il concetto che qui stiamo parlando di grandezze differenti, sia a livello di temperature che di mole di liquido da raffreddare.
A braccio, per quello che vuoi realizzare tu, credo che sia fattibilissimo :-bd al limite, ridurre lo spessore di una parete del waterblock (spece se di alluminio) e poi levigarla, è un gioco da ragazzi, ma si devono avere i dati precisi del wb per non correre il rischio di sfondare :ymdevil: ...comunque se inizi con una sola cella non dovrai fare nulla :D

Per il discorso di lasciare tutto in vasca (sarebbe il massimo!!) bisogna ragionarci: innanzitutto le vasche sono molto diverse tra loro, se stiamo parlando di una vasca aperta è molto più semplice; se parliamo di implementarlo su un filtro esterno...che te lo dico a fare, è la morte sua. Nelle vasche coperchiate la vedo più dura: dovrà restare tutto fuori (sennò facciamo l'arte dei pazzi, XD!!) e quindi anche se volessimo usare la pompa stessa del filtro interno, l'acqua dovrà girare fuori dalla vasca :-!!! ... ~x(
In definitiva, per usare questo sistema in una vasca chiusa è consigliabile un filtro esterno.

Ultima considerazione, la conformazione del wb: per ottimizzare lo scambio di calore meglio quello a U, con entrata e uscita sullo stesso lato; per la praticità, ad esempio nel caso di filtri esterni, potrebbe essere utile averlo in linea, ovvero IN e OUTsu facce opposte, in modo che l'acqua lo percorra in linea retta...ma non sono sicuro che ne producano di wb così :-s

Detto tutto?!...forse pure troppo #-o
;)
- Mi dica, lei sente delle voci?
- Dì di no!
- No dottore.

Tutti dicono che sono una persona orribile! ma non è vero, io ho il cuore di un ragazzino...in un vaso, sulla scrivania!!

Avatar utente
Artic1
Ex-moderatore
Messaggi: 5253
Iscritto il: 03/06/15, 3:17

Re: Condizionatore Acquario

Messaggio di Artic1 » 16/07/2015, 11:10

Rob75 ha scritto:stiamo parlando di una vasca aperta
Decisamente si! E' la prima cosa che ho tolto :D sono uno di quelli che il coperchio lo reputa un orpello del tutto inutile e di pessimo gusto ;)
Rob75 ha scritto:con entrata e uscita sullo stesso lato
Guarda il disegno che ho fatto a pagina 4 ;)
per quanto riguarda la conformazione per vasche chiuse e filtri esterni... ci sono troppe variabili. Una buona opzione per vasche chiuse con filtro interno sarebbe quella di avere un dissipatore con heatpipe ed abbastanza spazio tra la piastra di aderenza alla peltier ed il blocco di dissipazione. In questo modo scavando un pochino il coperchio per far passare le heatpipe il risultato potrebbe essere questo:
1 Peltier - 1 Waterblock - Vasca Chiusa.gif
l'intero sistema resterebbe "appeso" al vetro ed il peso è irrisorio. L'unico vincolo sarebbe appunto la conformazione stessa del dissipatore che deve poter permettere una cosa simile.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
- Quel giorno tutta l’esperienza della nostra vita diverrà parte di una più vasta conoscenza comune. Sarà il giorno, in cui ritorneremo a Gaia, per fare, ancora una volta, parte della vita e riempire con essa questo mondo -

#teamNoCO2
______________________

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17264
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Re: Condizionatore Acquario

Messaggio di cuttlebone » 09/11/2015, 21:43

Allora? Stai lavorando a sto progetto, o fai finta? [emoji12]
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
Artic1
Ex-moderatore
Messaggi: 5253
Iscritto il: 03/06/15, 3:17

Re: Condizionatore Acquario

Messaggio di Artic1 » 09/11/2015, 21:47

Work in progress ;)
- Quel giorno tutta l’esperienza della nostra vita diverrà parte di una più vasta conoscenza comune. Sarà il giorno, in cui ritorneremo a Gaia, per fare, ancora una volta, parte della vita e riempire con essa questo mondo -

#teamNoCO2
______________________

Avatar utente
Rob75
Ex-moderatore
Messaggi: 3207
Iscritto il: 22/10/13, 22:35

Re: Condizionatore Acquario

Messaggio di Rob75 » 09/11/2015, 22:20

Sono andato avanti anche io per un po...
Pare che il più grosso problema sia il waterblock in alluminio.
In allestimenti duraturi si accumula nell'acqua, causando avvelenamento :-s
- Mi dica, lei sente delle voci?
- Dì di no!
- No dottore.

Tutti dicono che sono una persona orribile! ma non è vero, io ho il cuore di un ragazzino...in un vaso, sulla scrivania!!

Avatar utente
Artic1
Ex-moderatore
Messaggi: 5253
Iscritto il: 03/06/15, 3:17

Re: Condizionatore Acquario

Messaggio di Artic1 » 09/11/2015, 22:58

:-?
mal che vada lo faccio rivestire di un velo di resine anticorrosive. Renderà un po' più bassa l'efficienza di scambio ma quella che conta purtroppo sarà l'altra faccia, quella della dispersione all'aria.

Vi posto due foto di quanto fatto sino ad ora :-bd
- Quel giorno tutta l’esperienza della nostra vita diverrà parte di una più vasta conoscenza comune. Sarà il giorno, in cui ritorneremo a Gaia, per fare, ancora una volta, parte della vita e riempire con essa questo mondo -

#teamNoCO2
______________________

Avatar utente
Artic1
Ex-moderatore
Messaggi: 5253
Iscritto il: 03/06/15, 3:17

Re: Condizionatore Acquario

Messaggio di Artic1 » 10/11/2015, 0:19

Eccovi le immagini e la descrizione:
Questi tre sono i componenti necessari a costruire uno scambiatore alimentato da Cella Peltier:
2015-08-08 19-07-30 small.jpg
2015-08-08 19-07-35 small.jpg
2015-08-08 19-07-16 small.jpg
Assemblando i tre avendo cura di porre la pasta termica tra le facce di contatto per permettere un miglior ponte termico:
2015-08-08 19-11-16 small.jpg
Ed ecco l'insieme assemblato:
2015-08-08 19-17-26 small.jpg
2015-08-08 19-17-46 small.jpg
Nel mio caso ho avuto l'accortezza di staccare dal vecchio computer anche la staffa in ferro ad "X" che permetteva l'ancoraggio alla scheda madre del pc. Pertanto l'assemblamento è risultato molto facilitato ;)

Il dissipatore è di recupero ma dovrebbe essere molto performante (non fate caso alla polvere, finito l'assemblaggio di prova e i primi test con la centrale di controllo... lo pulisco con aria compressa ;) ). Se lo scambiatore ad aria lavora a dovere, l'acqua non dovrebbe avere problemi a assorbire/cedere calore. L'efficienza di scambio del waterblock è decine di volte superiore a quella del dissipatore ad aria.

Che ve ne pare?
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
- Quel giorno tutta l’esperienza della nostra vita diverrà parte di una più vasta conoscenza comune. Sarà il giorno, in cui ritorneremo a Gaia, per fare, ancora una volta, parte della vita e riempire con essa questo mondo -

#teamNoCO2
______________________

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17264
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Re: Condizionatore Acquario

Messaggio di cuttlebone » 10/11/2015, 7:21

Che è un ottima idea per un articolo su come realizzarlo, con i costi, i materiali ed un bel percorso guidato da belle foto [emoji6]
Io sono molto,interessato, non per riscaldare ma per raffreddare in estate [emoji6]
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
Artic1
Ex-moderatore
Messaggi: 5253
Iscritto il: 03/06/15, 3:17

Re: Condizionatore Acquario

Messaggio di Artic1 » 10/11/2015, 10:38

cuttlebone ha scritto:Che è un ottima idea per un articolo su come realizzarlo
beh... per ora cerco di costruirlo, poi si farà l'articolo ;)
- Quel giorno tutta l’esperienza della nostra vita diverrà parte di una più vasta conoscenza comune. Sarà il giorno, in cui ritorneremo a Gaia, per fare, ancora una volta, parte della vita e riempire con essa questo mondo -

#teamNoCO2
______________________

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti