La luce del mio acquario

Non solo per risparmiare, ma anche per divertirsi

Moderatori: Steinoff, merk

Avatar utente
Forcellone
star3
Messaggi: 1709
Iscritto il: 10/10/14, 13:18

Re: La luce del mio acquario

Messaggio di Forcellone » 14/10/2014, 11:55

Grazie.

Diciamo che è quello che sto facendo, ma poi ti vengono i dubbi e se non ti confronti con qualcuno sei fregato.

Avevo messo anche la CO2 fai da te, dietro suggerimenti vaghi del commesso, ma oggi vedo che ci sono troppe cose che non quadrano nel mio acquario, era l'ultimo dei problemi. Caspita avevo fatto anche un bel lavoretto ed avevo già varie idee per migliorare la cosa. (soldi e tempo sprecati).

Ho mille cose da chiarire, ma aspettiamo prima altri consigli su cose che hanno la precedenza, si deve inquadrare ancora la situazione "di dove si deve andare", è inutile fare il biglietto o programmare in anticipo altri viaggi. :-h

Mi sto rendendo conto leggendo vari articoli, che forse ho comprato una 500, con la falsa illusione rappresentata, di andare in Formula 1. :-q
(Neppure un viaggetto in autostrada ci posso fare, senza che resto per strada, mi sono accorto che sotto ha il motore di un "cinquantino". :)) ).

Comunque vediamo come si può risolvere senza peggiorare le cose.

Ciao.
La calma salva l'acquario, anzi... quello che c'è dentro. Mani in tasca e zero panico :-bd

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: La luce del mio acquario

Messaggio di Rox » 14/10/2014, 15:09

Forcellone ha scritto:forse ho comprato una 500, con la falsa illusione rappresentata, di andare in Formula 1.
Bene... seguo il tuo esempio... :-bd
In acquariofilia, ci vuole un attimo a passare dalla 500 alla McLaren.

- Con 4 viti e pochi Euro, aumenti le lampade, portando su la potenza del motore.

- Poi adegui la CO2 e la fertilizzazione, come se intervenissi sui freni, le gomme, le sospensioni...

- Infine ci devi mettere piante rapide ed esigenti, che sfruttino quelle potenzialità: Vettel, Raikkonen, Alonso...
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Forcellone
star3
Messaggi: 1709
Iscritto il: 10/10/14, 13:18

Re: La luce del mio acquario

Messaggio di Forcellone » 14/10/2014, 18:16

Rox ha scritto: - Infine ci devi mettere piante rapide ed esigenti, che sfruttino quelle potenzialità: Vettel, Raikkonen, Alonso...
Questo è il bello, quali, come e ........ che non si creino casotti, con il resto che ho o magari che vorrei ;)

Per ora aspetto perché devo assettare, è la regola n. 1 del "vangelo secondo il bravo [acquarofilolali...]", non riesco neppure a dirla sta parolona complicata, servono 2 lauree, cavolo.

Tanto che aspetto oggi ho controllato i valori dell'acqua, sono tutti come la prima volta, solo il pH vedo che si sta abbassando, possibile?
08/19/2014 = 7.8
10/10/2014= 7.5
11/10/2014=7.6
Ora 14/10/2014 = 7.2
E' normale, ditemi che è un segno buono, io non sto facendo cambi di acqua.
"Sto sempre fermo con le mani, a parte la carta argentata sotto il coperchio".

PS: io busso e chiedo permesso, ma nessuno mi apre le porte del paradiso :((
La calma salva l'acquario, anzi... quello che c'è dentro. Mani in tasca e zero panico :-bd

Avatar utente
gibogi
Ex-moderatore
Messaggi: 5058
Iscritto il: 19/10/13, 23:46

Re: La luce del mio acquario

Messaggio di gibogi » 14/10/2014, 22:01

Allora Forcellone, andiamo per gradi:
Un 80 l, non è una vasca così scarsa come credi, si possono ottenere ottimi risultati.
Qui siamo in Bricolage e il Topic è intitolato "La luce del mio acquario", quindi mi limiterò a parlare delle luci, per le altre tue domande ti consiglio di aprire nuovi topic nelle sezioni adatte, dove troverai più esperti e utenti che magari non bazzicano qui.

I tuoi 18W corrispondono circa a 0.2 W/l, una luce adatta a piante poco esigenti o a piante galleggianti.

Implementare il tuo parco luci è possibile con pochi €, tanto da riuscire a coltivare anche le piante rosse più esigenti.
Se tra il coperchio e il pelo dell'acqua della vasca c'è una distanza di 6cm circa, potresti pensare di montare delle CFL, le classiche lampade a risparmio energetico.
Per farlo bastano dei normali portalampada con attacco E27 che abbiano i contatti esterni, sono perfetti quelli ceramici, li trovi nei negozi di materiale elettrico ma anche nei vari brico, il prezzo è circa 1-2.5€.
Lampade CFL con temperatura colore 6500K, costo circa 5€.
Bulloni da 4mm di diametro lunghi 1.5-2cm, dado e rondelle.
Spezzone di filo elettrico.

Montando ad esempio 3 portalampade e 3 CFL da 15W, in aggiunta al tuo neon avrai una potenza di circa 0.8W/l, adatta a piante più esigenti.
Inoltre questa modifica è molto flessibile, in quanto puoi aumentare o diminuire la potenza montando lampade più o meno potenti.
Se osservando una Harley vedi solo una moto, allora non stai guardando una Harley!

Avatar utente
Forcellone
star3
Messaggi: 1709
Iscritto il: 10/10/14, 13:18

Re: La luce del mio acquario

Messaggio di Forcellone » 15/10/2014, 8:36

Ok, piano piano ci arrivo,
Vista la mia situazione incasinata e sono molto impreparato, pensavo che riassumendo il tutto in un unico posto era più facile per chi voleva aiutarmi, ma capisco che non è così, Sorry.

Continuo allora solo per le luci.
3 lampade del genere CFL E27 15W Daylight 6500K LED, sono a LED, vanno bene? Costo maggiore iniziale, ma più contenuti con l'alimentazione nel futuro.
Altrimenti lascio perdere i LED se non sono buoni per questi usi. (In casa sto utilizzando i LED dove è possibile).

Ultima domanda, leggevo in altri post, che avendo più lampade è consigliabile montarne una da 4000K, e accenderla solo "in orari centrali della giornata". Se vale anche per me non è un problema fare questa "finezza".

Ciao.
La calma salva l'acquario, anzi... quello che c'è dentro. Mani in tasca e zero panico :-bd

Avatar utente
gibogi
Ex-moderatore
Messaggi: 5058
Iscritto il: 19/10/13, 23:46

Re: La luce del mio acquario

Messaggio di gibogi » 15/10/2014, 9:58

Forcellone ha scritto:3 lampade del genere CFL E27 15W Daylight 6500K LED, sono a LED, vanno bene?
Gran bella domanda, ma alla quale non sono in grado di darti una risposta esauriente.
I LED, nel prossimo futuro la faranno da padrone anche in acquariologia, mah ad oggi non vi è una linea guida che riassuma il tutto in modo esauriente, dando indicazioni precise su cosa montare.
Molte persone sono arrivate ad ottimi risultati dopo tantissimi tentativi, passando per innumerevoli inconvenienti.

Purtroppo non sono in grado di dirti quei LED li sono ideali, montali e non avrai problemi.
E' una tecnologia che sta facendo passi da gigante in questo ambito, ma credo che la strada sia ancora un po lunga.

Se vuoi provare ottimo :-bd
La tua esperienza sarà utile a tutto il Forum.
Forcellone ha scritto: avendo più lampade è consigliabile montarne una da 4000K, e accenderla solo "in orari centrali della giornata". Se vale anche per me non è un problema fare questa "finezza".
Si, è una finezza, quella che definiamo "la ciliegina sulla torta", però penso che tu debba partire con tutte 6500K in quanto questa è la tua prima esperienza.
Se non si ha imparato a capire un pochino il comportamento ed esigenze delle piante, rischi di fare più danni che bene.
In futuro sarà velocissimo sostituire una lampada 6500K con una 4000.
Se questa è la tua idea ti consiglio di predisporre due alimentazioni una per le lampade 6500K e una per la futura lampada 4000K, nei primi tempi saranno alimentate dallo stesso timer e saranno tutte 6500K.
Quando poi vorrai partire con la 4000, sarà un attimo aggiungere il secondo timer e sostituire la lampada.

Infine voglio ricordarti una cosa:
Tanti W per poco tempo = bene per le piante
Pochi W per tanto tempo = bene per le alghe.

Perciò si parte con circa 4 ore a fotoperiodo pieno e si implementa di circa mezz'ora a settimana.
Maggior luce significa anche maggior fertilizzazione, vanno a braccetto.
E' inutile mettere tanta luce se poi non dai sufficienti alimenti alle piante, questo significa fertilizzanti tra i quali la CO2.
Questi utenti hanno ringraziato gibogi per il messaggio:
Uthopya (15/10/2014, 11:09)
Se osservando una Harley vedi solo una moto, allora non stai guardando una Harley!

Avatar utente
Forcellone
star3
Messaggi: 1709
Iscritto il: 10/10/14, 13:18

Re: La luce del mio acquario

Messaggio di Forcellone » 15/10/2014, 10:48

Grazie 1000, Ho capito meglio la situazione.

Non cerco "conferme certificate", ho capito che non ci sono.
Quello che ho capito che gli acquari assemblati sono fatti secondo degli standard base, ... molto base... =)). Purtroppo è così anche in altri settori.
Forse certi acquari sono un tantino meglio, spero, ho visto certi prezzi.
Poi aggiungo un mio personale parere che è anche frutto di esperienza nel bonsai, viste le tanti variabili che entrano in gioco nella vasca, è impossibile tirar giù uno "standard certificato" che funzioni a tutti. Per cui si deve provare di persona.

Visto che quanto mi hanno fatto provare fino ad oggi, si è rilevato sbagliato al 1.000%, mi accontento già che trovo delle persone senza interessi economici che in qualche modi mi indicano la strada.

Lo scambio di chiacchiere con te è stato molto utile.
So bene che il LED in alcuni settori è ancora un piccolo mistero.
Uso il LED solo dove ho delle certezze e visto che con gli acquari ho dei casini ... non è il caso che mi continui a complicare le cose , vado sul sicuro, luci classiche.

Per adesso preparo il lavoro, poi per metterle in funzione aspetto che la vasca "decolli", poi a piccoli passi mi regolo e mi farò consigliare da voi, anche perché prima devo risolvere altri problemi e capire.

Oggi ho fatto un altro piccolo passo, grazie.

PS: non è un problema fare due linee di luci separate, con relativi interruttori di accensione ad orario differenziato, è l'ultimissimo dei miei problemi. Ma per adesso non è importante, se serve si farà in 5 minuti. :-bd

Ciao.
La calma salva l'acquario, anzi... quello che c'è dentro. Mani in tasca e zero panico :-bd

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: La luce del mio acquario

Messaggio di Rox » 15/10/2014, 17:19

Forcellone ha scritto:In casa sto utilizzando i LED dove è possibile
Pure io... tranne che in acquario. ;)
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Forcellone
star3
Messaggi: 1709
Iscritto il: 10/10/14, 13:18

Re: La luce del mio acquario

Messaggio di Forcellone » 16/10/2014, 9:13

Infatti, nell'articolo non ho letto dei LED.
In negozi ho visto che ci sono vasche di livello superiore al mio, "basta poco che ce vo," che hanno le luci a LED, per questo ci stavo pensando, ma come detto, non è un problema, anzi.
(Se i LED funzionano anche negli acquari è una manna dal cielo, spazi e consumi molto ridotti).

Ieri mi sono dato da fare, ho preso un pezzo di plexiglass che avevo e ho preparato una striscia dove metterò i tre porta lampada, poi il tutto sotto il coperchio. Ho preferito fare così perché mi rimane tutto più nascosto e pulito. Comunque anche per non lavorare molto sullo sportello, è di plastica "leggerina".

So che devo aspettare, per cui non voglio essere precipitoso, non so se vale anche per le luci.
Ma che dite, finisco il lavoro e posso già inserire le tre luci, oppure le posso anche inserire una per volta andando per gradi?
Bisogna considerare i casini precedenti, il nuovo avvio e le pianate che ho in vasca per cui non so bene quando e come procedere.

PS: (Le due ampullarie non lavorano abbastanza "il pesciolino gli rompe le scatole" e in questi giorni le alghe sulle foglie sono leggermente in aumento, i valori dell'acqua come sempre).
La calma salva l'acquario, anzi... quello che c'è dentro. Mani in tasca e zero panico :-bd

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: La luce del mio acquario

Messaggio di Rox » 16/10/2014, 12:59

Forcellone ha scritto:...che hanno le luci a LED, per questo ci stavo pensando
La prossima volta che ci capiti, chiedi il prezzo di quelle plafoniere. ;)
Forcellone ha scritto:posso già inserire le tre luci
Al momento, non hai nessuna pianta rapida che le sfrutti.
Quelle a crescita lenta, che hai adesso, si copriranno di alghe.

Piante rapide, lampade, CO2 e fertilizzazione, sono 4 elementi che devono crescere tutti insieme.

Il motivo per cui stai facendo questo lavoro, è proprio di non doverti limitare a Microsorum ed Anubias.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti