Riconoscimento e cura pesci rossi

Il pesce che ha inventato l'acquariofilia

Moderatori: Marah-chan, lauretta

Avatar utente
zaiocrit
star3
Messaggi: 24
Iscritto il: 11/02/19, 8:35

Riconoscimento

Messaggio di zaiocrit » 11/02/2019, 15:12

BollaPaciuli ha scritto:
zaiocrit ha scritto: durezza carbonica
è carbonatica
Acqua di rubinetto: va bene o no per l'acquario?, non si misura con la C02.

Aggiunto dopo 1 minuto 13 secondi:
zaiocrit ha scritto: devo intervenire con qualche prodotto?
noi cerchimao sempre di evitare Prodotti miracolosi per acquariofilia
Scusa, ho trascritto due volte male, pur avendolo scritto corretto davanti agli occhi! ^:)^

dico una fesseria se proponessi di usare l'acqua dell'asciugatrice?
mi da questi valori

Nitrati: 0
Nitrito: 0.03
Durezza totale 0
Durezza carbonica 5
pH: 6.6
Diossido di carbonio 20

Credo si tratti in pratica di acqua distillata, infatti spesso la do a mia madre per il ferro da stiro. mi aiuterebbe forse su tutto tranne Diossido di carbonio dove potrebbero invece aiutarmi le piante (giusto?)
Però mi sa che siamo O.T.

Avatar utente
BollaPaciuli
PRO 1Acquario
Messaggi: 12649
Iscritto il: 17/04/16, 16:37

Riconoscimento

Messaggio di BollaPaciuli » 11/02/2019, 15:21

zaiocrit ha scritto: Però mi sa che siamo O.T.
:D
zaiocrit ha scritto: Diossido di carbonio
:ymblushing: faccio fatica a capire perchè "ce l'hai" con sta povera CO2.... è una cosa buona :)
zaiocrit ha scritto: usare l'acqua dell'asciugatrice?
meglio di no, idem per acqua da addolcitori.

se vuoi Acqua demineralizzata in acquario
zaiocrit ha scritto: tetra "6 in 1"
danno valori sballati di GH e KH, probbailmente il tuo KH reale è la metà (statisticamente con queste striscette)
Ale ...tra Caronte :ymdevil: e San Pietro O:-)
TecnicalSupport

-Bolla, quello che è un pò il nostromo di Af (by Cicerchia80)

Avatar utente
zaiocrit
star3
Messaggi: 24
Iscritto il: 11/02/19, 8:35

Riconoscimento

Messaggio di zaiocrit » 11/02/2019, 16:23

Nessuna lotta con CO2, infatti non ero preoccupato visto che "darà da mangiare" alle piantine :P

Quindi per GH e KH come dovrei tenerli monitorati? i valori che ho scritto sopra sono ok?


PS: Per chi legge ora, ricordatevi dei miei pesciolini da identificare! :D

Avatar utente
Sinnemmx
star3
Messaggi: 1402
Iscritto il: 29/01/18, 17:48

Riconoscimento

Messaggio di Sinnemmx » 11/02/2019, 16:48

zaiocrit ha scritto: pompa e filtro
foto di questa roba?

l' unica cosa da fare, se proprio non puoi dare i pesci altrove è quella di prendere una vasca in plastica tipo questa Immagine la più grossa che puoi stipare, se riesci a stare già sui 50litri non è male; va bene tenerla anche per terra.
riporta indietro la vasca in vetro che hai preso e barattala con del mangime affondante
se non te la riprendono indietro tienila da parte.
le piante che hai messo sono ok
riempi la vasca in plastica e lasciala una paio di giorni a riposare poi ci sposti i pesci
da li dovrai per forza trovare un acquario con un filtro degno, la vasca dovrà avere minimo 80 litri ed il lato lungo minimo 80cm
(nel giro di 8/9 mesi sarà comunque piccola per loro due)
quindi se riesci a trovarne una subito più grande è meglio
non mettere nessun filtro nella vasca, i filtri devono avere il loro tempo per stabilizzarsi e far maturare la flora batterica necessaria al giusto funzionamento.
Altra cosa non farti appioppare prodotti miracolosi dal negoziante, non servono a nulla.
se proprio vuole venderti qualcosa prendi altre piante (egeria visto che già ne possiedi un po)

Aggiunto dopo 2 minuti 28 secondi:
per i valori del GH e KH non preoccuparti i pesci rossi si adattano bene ad un ampio gap di valori
usa tranquillamente l' acqua di rubinetto
quelli che devi tenere sott'occhio sono i nitriti che devono essere sempre a 0, quindi dovrai cambiare acqua ogni giorno (in base al litraggio della vasca)
dai poco mangime due volte al giorno e quando cambi l' acqua cerca di aspirare i resti di cibo e cacca dal fondo

quanto descritto sopra è una soluzione di fortuna per farli "sopravvivere" fino all' allestimento del nuovo acquario; non potranno stare li per sempre
subito.it è un buon punto per iniziare a cercare qualcosa con un 100€ già inizi a trovare cose accettabili
l' impatto economico è solo iniziale in quanto ovviamente non hai nulla (come ogni hobby iniziato da zero) ma una volta che avrai predisposto tutto bene e raggiungi un buon equilibrio la spesa mensile sarà davvero misera.

Aggiunto dopo 42 secondi:
non riesco a vedere dalla foto se quello calico ha la coda doppia o no
Questi utenti hanno ringraziato Sinnemmx per il messaggio:
lauretta (11/02/2019, 17:23)

Avatar utente
lauretta
Moderatore Globale
Messaggi: 9088
Iscritto il: 10/04/17, 13:44

Riconoscimento e cura pesci rossi

Messaggio di lauretta » 11/02/2019, 17:40

Ciao @zaiocrit :)

Due pagine e tanta confusione, scusami ma ho bisogno di ricapitolare 😅

Identificazione: nessuno dei due pesci è un oranda. Sembrano dei fantail. Calico è solo il tipo di colorazione a macchie, non identifica una varietà :)
Comunque, se li hai pagati pochi euro si tratta molto probabilmente di incroci, quindi non è possibile assegnare una varietà certa.


Valori dell'acqua:
zaiocrit ha scritto: Nitrati: 0
Nitrito: 0.35
Durezza totale 9
Durezza carbonica 17 (ma conto che si abbassi)
pH: 7.5
Diossido di carbonio 18 (ma conto che si abbassi)
Vanno tutti bene, tranne i nitriti che devono essere a zero.
Il diossido di carbonio (CO2) smetti di misurarlo. La sua presenza non determina una carenza di ossigeno. E non può arrivare a livelli pericolosi se non lo introduci tu apposta ;)

Riguardo il funzionamento del filtro e i valori di nitriti e nitrati, ti consiglio di leggere Ciclo dell'azoto in acquario, così capirai perché il filtro non va fatto maturare con i pesci già in vasca, e quindi perché Sinnemmx ti sta consigliando di spostarli in una vaschetta di plastica dove cambiare l'acqua tutti i giorni finché non avrai un acquario pronto con il filtro già maturo :)

Ti hanno già spiegato che il 18 litri è troppo piccolo per questi pesci. Il negoziante, se dicesse la verità, non venderebbe più pesci rossi a nessuno :-??

Inizia a leggere gli articoli che ti abbiamo linkato, appena ho altro tempo torno a spiegarti meglio le esigenze di questi bellissimi pesci :-h

Posted with AF APP
i pignoli salveranno il mondo!! ... in ritardo ... :-!!!

Avatar utente
zaiocrit
star3
Messaggi: 24
Iscritto il: 11/02/19, 8:35

Riconoscimento e cura pesci rossi

Messaggio di zaiocrit » 11/02/2019, 22:02

Sinnemmx ha scritto:
zaiocrit ha scritto: pompa e filtro
foto di questa roba?
...
prima di tutto grazie mille a tutti.

A cena ho accennato alle problematiche emerse ma... ovviamente nessuno vuol sentir parlare di "abbandonare" i pesci, anche se sono arrivati da pochi giorni, i bambini non se ne vogliono separare.

L'acquario è un Amtra laguna 30 e non ho spazio per metterne di più grossi, forse forse potrei passare a 5/10 litri in più. ma sarebbe scomodissimo.
il filtro lo vedete in foto, sotto il tubo dal quale esce l'acqua aspirata dalla pompa, vi si trova la spugna visibile in foto e sotto ci sono i cannolicchi. da li fuoriesce a caduta nell'acquario. Ma come/quando si pulisce? spesso semplice mente sciacquandolo sotto il rubinetto?

Il calico ha la doppia pinna.

Aggiunto dopo 2 minuti 21 secondi:
lauretta ha scritto: Ciao @zaiocrit :)

Due pagine e tanta confusione, scusami ma ho bisogno di ricapitolare 😅

Identificazione: nessuno dei due pesci è un oranda. Sembrano dei fantail. Calico è solo il tipo di colorazione a macchie, non identifica una varietà :)
Comunque, se li hai pagati pochi euro si tratta molto probabilmente di incroci, quindi non è possibile assegnare una varietà certa.


Valori dell'acqua:
zaiocrit ha scritto: Nitrati: 0
Nitrito: 0.35
Durezza totale 9
Durezza carbonica 17 (ma conto che si abbassi)
pH: 7.5
Diossido di carbonio 18 (ma conto che si abbassi)
Vanno tutti bene, tranne i nitriti che devono essere a zero.
Il diossido di carbonio (CO2) smetti di misurarlo. La sua presenza non determina una carenza di ossigeno. E non può arrivare a livelli pericolosi se non lo introduci tu apposta ;)

Riguardo il funzionamento del filtro e i valori di nitriti e nitrati, ti consiglio di leggere Ciclo dell'azoto in acquario, così capirai perché il filtro non va fatto maturare con i pesci già in vasca, e quindi perché Sinnemmx ti sta consigliando di spostarli in una vaschetta di plastica dove cambiare l'acqua tutti i giorni finché non avrai un acquario pronto con il filtro già maturo :)

Ti hanno già spiegato che il 18 litri è troppo piccolo per questi pesci. Il negoziante, se dicesse la verità, non venderebbe più pesci rossi a nessuno :-??

Inizia a leggere gli articoli che ti abbiamo linkato, appena ho altro tempo torno a spiegarti meglio le esigenze di questi bellissimi pesci :-h
Quello "bianco" mi è stato regalato, il calico l'ho pagato 6,50€

leggerò i link! ... anche se sono molto tecnici, e di chimica non me ne intendo per nulla, così come per i pesci, ma lo avrete già notato :P
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
lauretta
Moderatore Globale
Messaggi: 9088
Iscritto il: 10/04/17, 13:44

Riconoscimento e cura pesci rossi

Messaggio di lauretta » 11/02/2019, 23:25

zaiocrit ha scritto: leggerò i link! ... anche se sono molto tecnici, e di chimica non me ne intendo per nulla, così come per i pesci, ma lo avrete già notato :P
No no, possono essere compresi da tutti, anch'io non capisco nulla di chimica ;)

@zaiocrit apprezzo il tuo tentativo di parlare con la tua famiglia per cercare una soluzione :)
Ti spiego alcune cose di questi pescetti (che sono abbastanza certa non siano varietà selezionate, ma poco importa!), poi valuterai tu il da farsi :)

I carassi eteromorfi (a doppia coda) se allevati in buone condizioni possono vivere fino a 10-15 anni, e arrivare a 15 cm di lunghezza e oltre.

Nei primi due anni di vita crescono molto in fretta, per poi prendere ritmi più lenti.
Non sono grandi nuotatori, ma sono pesci molto attivi, e amano la compagnia dei loro simili.

Per loro natura, sporcano un sacco. Non solo con le feci, ma anche con urina e muco.
Quindi per evitare che l'acqua diventi tossica per loro è necessario dotare l'acquario di un filtro sovradimensionato, che possa trasformare tutta la mole di sostanze tossiche in sostanze innocue per i pesci (come leggerai nell'articolo sul ciclo dell'azoto).

Farli crescere in una vaschetta così piccola, e con un filtro non adeguato, li esporrà a svariati problemi di salute.
In pratica cresceranno dentro una "stanzetta" che diventerà sempre più angusta, il che provocherà malformazioni e nanismo indotti dall'impossibilità a muoversi come dovrebbero, e in un'acqua spesso tossica.

La vita in uno spazio così esiguo provocherà anche un forte stress, che - insieme all'inquinamento - abbasserà le loro difese immunitarie rendendoli facile preda di malattie.

Insomma, questi pescetti potrebbero morire entro un paio d'anni (e se pensi a quale sarebbe la loro vera aspettativa di vita capisci che non si potrebbero neanche considerare adulti) oppure vivere un po' di più ma con sofferenze indotte da malformazioni, e in forte stress da cattività.

Questo è quanto :-??

Credimi @zaiocrit non sto esagerando. È solo che dare importanza al benessere dei pesci rossi è cosa poco comune, in giro c'è molta cattiva informazione sull'allevamento di questi pescetti, che vengono bistrattati in mille modi, usati come premi alle fiere e venduti come compatibili con le bocce da due litri... e tutto perché riprodurli è facile e si vendono per pochi euro :ymsigh:

Posted with AF APP
i pignoli salveranno il mondo!! ... in ritardo ... :-!!!

Avatar utente
zaiocrit
star3
Messaggi: 24
Iscritto il: 11/02/19, 8:35

Riconoscimento e cura pesci rossi

Messaggio di zaiocrit » 12/02/2019, 0:15

Accidenti! mi hai messo tristezza!
ora sono in forte difficoltà.
ci rifletterò su, ma al momento non so come affrontare la cosa. :-s

grazie mille

Avatar utente
lauretta
Moderatore Globale
Messaggi: 9088
Iscritto il: 10/04/17, 13:44

Riconoscimento e cura pesci rossi

Messaggio di lauretta » 12/02/2019, 0:26

zaiocrit ha scritto: Accidenti! mi hai messo tristezza!
ora sono in forte difficoltà.
ci rifletterò su, ma al momento non so come affrontare la cosa. :-s

grazie mille
Mi dispiace :(

Senti, potresti aspettare la primavera e poi cercare qualcuno che abbia un laghetto (privato) in cui possa ospitare i pesci, forse se coinvolgi i tuoi figli nella ricerca saranno d'accordo...

E poi potrete mettere nel vostro acquarietto dei pescetti compatibili con lo spazio a disposizione :-bd

Posted with AF APP
i pignoli salveranno il mondo!! ... in ritardo ... :-!!!

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti