Ciclo dell'azoto nel salmastro

Senza essere scienziati: spiegazioni facili per tutti

Moderatori: cicerchia80, lucazio00

Avatar utente
cqrflf
star3
Messaggi: 2304
Iscritto il: 23/03/15, 2:02

Ciclo dell'azoto nel salmastro

Messaggio di cqrflf » 09/10/2019, 18:24

A parte il fatto che sta domanda sui batteri l'ho fatta IO uguale e per primo due giorni fa.....nella sezione marino....:)) :ymdevil:

Comunque ti posso dare dei suggerimenti per le piante, per quanto riguarda i pesci, ce ne sono pochi e sono tutti facili da tenere anche se molti diventano enormi per la tua vasca.
Se hai la possibilità di prendere un inoculo di batteri da un estuario sei già avanti con i passi altrimenti devi sempre iniziarlo da dolce e poi fargli attraversare la fase di adattamento.
Molte piante comunque non resistono alla salinità che vuoi tu, già a 1/4 della salinità del mare muoiono senza nemmeno salutarti.
Ce ne sono alcune più resistenti di altre e sono anche comuni in acquariofilia vedi le liste non sono molte....poi ce ne sono altre che sono vere piante salmastre cioè che vivono solo in ambienti salmastri ma sono introvabili in commercio, es. la Ruppia, la Stukenia, la Zoostera o la Najas marina (che per altro ho), queste ultime possono vivere fino a 2/3 di acqua marina.
Questi utenti hanno ringraziato cqrflf per il messaggio:
Pisu (09/10/2019, 18:35)
Viaggiai per giorni e notti per paesi lontani.
Molto spesi per vedere alti monti, grandi mari....e non avevo occhi per vedere a due passi da casa la goccia di rugiada sulla spiga di grano.

Avatar utente
Pisu
PRO Fertilizzazione
Messaggi: 6036
Iscritto il: 02/08/18, 11:28

Ciclo dell'azoto nel salmastro

Messaggio di Pisu » 09/10/2019, 18:34

Il mio intento è quello di sperimentare con le piante, scelte accuratamente tra quelle robuste e partire con acqua dolce, magari già dura, e poi vedere che succede alzando la salinità, ma parlo di poco, 5 o 10 per mille.
Se poi il sistema diventa stabile penso alla fauna.
E so che comunque per fare qualcosa di fatto bene ci vuole un certo litraggio, io considero un 100l...solo che per ora ho le vasche occupate :-??
Comunque per la fauna penso che con platy o guppy si va sul sicuro con una salinità "tranquilla", cosa comunque obbligata dalle piante

Posted with AF APP
Se hai avuto la crispata e sei ancora qua, sei un vero acquariofilo
Le lumachine sono la tua impresa di pulizie
#TeamFosfatiAlti
#TeamCrispata...forse :-

Avatar utente
cqrflf
star3
Messaggi: 2304
Iscritto il: 23/03/15, 2:02

Ciclo dell'azoto nel salmastro

Messaggio di cqrflf » 09/10/2019, 18:47

Ti faccio vedere le foto con le rilevazioni che ho fatto a giugno a Rimini alla foce del fiume...(non mi ricordo il nome) le rilevazioni partono da 600 metri circa prima della foce del fiume e sono state fatte ogni 200 metri per vedere la variazione di salinità fino ad arrivare al mare dove anche in mare aperto la salinità era inferiore a quella dell'Adriatico.

Strumenti:
20190610_115931.jpg
600 metri prima della foce:
20190610_120314.jpg
20190610_120132.jpg
Aggiunto dopo 1 minuto :
Come puoi notare è già presente sodio dalla rilevazione anche se siamo lontani dalla foce.

Aggiunto dopo 1 minuto 38 secondi:
Foto luogo rilevazione:
20190610_115708.jpg
20190610_115439.jpg
Foto dopo il ponte, si intravede il mare aperto:
20190610_120622.jpg
Aggiunto dopo 3 minuti 1 secondo:
Mare aperto:

Densità 1018 - 1020 rispetto a quella normale 1024 - 1026.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Questi utenti hanno ringraziato cqrflf per il messaggio (totale 2):
Pisu (09/10/2019, 20:23) • nicolatc (12/10/2019, 22:11)
Viaggiai per giorni e notti per paesi lontani.
Molto spesi per vedere alti monti, grandi mari....e non avevo occhi per vedere a due passi da casa la goccia di rugiada sulla spiga di grano.

Avatar utente
nicolatc
PRO Chimica
Messaggi: 4878
Iscritto il: 27/02/17, 16:59

Ciclo dell'azoto nel salmastro

Messaggio di nicolatc » 12/10/2019, 22:07

Pisu ha scritto:
09/10/2019, 17:29
ho bisogno di chi si diverte coi numeri @nicolatc
Fatemi capire bene le relazioni che ci sono tra:
Densità
Mg/l di sodio
Sali marini
Sale da cucina
Acqua osmotica
Acqua di rubinetto
Il tutto per capire come ricreare una buona acqua salmastra che abbia tipo una densità del 10 per mille
Per ospitare guppy, platy e molly? In tal caso la risposta migliore è questa: prendi un recipiente da 1 litro, riempilo con l'acqua di rubinetto di casa tua, qualunque sia la composizione, e aggiungici circa 10 grammi di sale da cucina. Tutto qui! :D
Al più, compri un rifrattometro con compensazione automatica della temperatura e verifichi che la salinità stia intorno al 10‰

Passiamo alla risposta lunga e cervellotica:
► Mostra testo
In tutto questo, secondo me per il tuo progetto è meglio fermarsi al 5‰ di salinità, ritengo sia più semplice la gestione, e anche i pesci ringraziano.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Questi utenti hanno ringraziato nicolatc per il messaggio (totale 2):
Pisu (12/10/2019, 22:18) • Humboldt (13/10/2019, 15:09)
#teamTroll

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: akira_miura, Certcertsin, Whisky e 4 ospiti