Anubias con carenze e qualche alga

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Marta, GiuseppeA

Avatar utente
blackwillie
star3
Messaggi: 108
Iscritto il: 28/04/17, 9:37

Anubias con carenze e qualche alga

Messaggio di blackwillie » 10/05/2019, 16:41

buon giorno a tutti,
ho un acquario da 350 litri (come in descrizione) avviato in dry start lo scorso novembre che, per diversi problemi (il principale la troppa luce e poi anche la ictyo) non è partito nel migliore dei modi.

Dopo aver ridotto a 6 ore il fotoperiodo (per un'esplosione algale incontrollabile) adesso la situazione è abbastanza stabile, con alcuni nidi di resistenza delle BBA, ma sicuramente molto meglio di prima.
Avevo inserito anche dell'Egeria che, nel giro di un mese, è diventata praticamente una foresta e l'ho dovuta togliere (mio fratello ha un acquario più grande e più bisognoso).
In generale le piante crescono quasi tutte bene, come potete vedere dalla foto:
generale.JPG
- l'Echinodorus Bleherae è stata introdotta il 10 febbraio (ed è diventata praticamente una foresta)
- idem per l'Hygrophila Siamensis (introdotto sempre il 10 febbraio)

vedo però molta sofferenza su una anubias "storica" (che mi sono portato dietro da una vecchia vasca)
generale2.JPG
come spero riusciate a vedere nella foto, le foglie (sulle BBA ci torniamo dopo) vecchie presentano in generale un colore più chiaro e delle macchioline che ho interpretato come carenza di potassio.
Per compensare ho aggiunto alla fertilizzazione bisettimanale (Equo Florido G7) con la somministrazione giornaliera di Equo Florido H24 Plus (8 gocce al giorno).

ho iniziato il trattamento da meno di un mese ma sulle anubias non vedo particolare segni di miglioramento (le altre invece crescono moltissimo).

Anche le Bolbitis non mi sembra stiano crescendo per niente
generale3.JPG
Sembrerebbe quindi un problema di nutrienti in colonna (perchè tutte quelle con le radici, sul fondo New Amazonia vanno a bomba)...

Mi sono già documentato sul PMDD ma visto il tipo di piante in vasca volevo qualcosa di più semplice e "commerciale"...almeno per valutarne i risultati prima di passare ad un metodo più "professionale" con il PMDD.

Per questo vi chiedo, in base alle foto, con cosa mi suggerite di integrare la fertilizzazione in colonna?

Somministro CO2, i valori della vasca sono:
- temperatura 25°
- KH tra 1 e 2 (il fondo ADA si mangia tutto!!!)
- pH tra il 5.5 e il 6
- GH 8
- Nh4 assenti
- NO2- assenti
- NO3- tra 5 e 7 mg/l
- P04 0,1 mg/l
cambio acqua ogni 2 settimane (30 litri alla volta) con tutta acqua di osmosi remineralizzata con i sali Equo (l'acqua del rubinetto è troppo piena di silicati e andrei ad alimentare ulteriormente le BBA).

Oltre a questo, il problema BBA c'è ancora....anche se ENORMEMENTE meno rispetto ad un paio di mesi fa...
L'Egeria Densa non aveva risolto il problema, e dopo averla tolta non ho visto peggioramenti o che...quindi penso che le piante non stiano performando al massimo e per questo le BBA ancora sono in giro.
Avete dei suggerimenti anche per questo?
Risolvendo la situazione piante, dovrei debellare anche quelle?

Grazie a tutti per ogni suggerimento.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
cicerchia80
Amministratore
Messaggi: 35464
Iscritto il: 07/06/15, 8:12
Contatta:

Anubias con carenze e qualche alga

Messaggio di cicerchia80 » 12/05/2019, 3:23

Secondo me il problema delle tue BBA è più una causa data dalla luce che da altro
Prova a mettere in ombra l'Anubias
'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in materia.

...è sempre solo per te

Avatar utente
blackwillie
star3
Messaggi: 108
Iscritto il: 28/04/17, 9:37

Anubias con carenze e qualche alga

Messaggio di blackwillie » 13/05/2019, 18:14

cicerchia80 ha scritto: Secondo me il problema delle tue BBA è più una causa data dalla luce che da altro
Prova a mettere in ombra l'Anubias
Uhm...
devo mettere delle galleggianti...spostare le anubias (tutti in mezzo a delle rocce) sarebbe un casino...
Alternativa?
Per combattere le BBA metto un doppio filtro antisilicati nell'impianto di osmosi?

Per quanto riguarda le foglie che mostrano delle "carenze"? che altri prodotti potrei utilizzare?
grazie ancora

Avatar utente
GiuseppeA
Moderatore Globale
Messaggi: 12329
Iscritto il: 15/09/14, 15:48
Contatta:

Anubias con carenze e qualche alga

Messaggio di GiuseppeA » 14/05/2019, 13:19

blackwillie ha scritto: Per combattere le BBA metto un doppio filtro antisilicati nell'impianto di osmosi?
Le BBA non centrano con i silicati. ;)

Per combatterle bisogna far stare bene le altre piante, sopratutto le rapide...ottime le galleggianti come hai detto.
Riesci a fare foto della composizione dei tuoi fertilizzanti?
La mia non è proprio pigrizia, è più voglia di risparmio energetico. :-

Avatar utente
blackwillie
star3
Messaggi: 108
Iscritto il: 28/04/17, 9:37

Anubias con carenze e qualche alga

Messaggio di blackwillie » 14/05/2019, 14:45

GiuseppeA ha scritto: Riesci a fare foto della composizione dei tuoi fertilizzanti?
Ciao @GiuseppeA, non ho il bugiardino dietro...
dal loro sito la composizione è questa:

il settimanale (somministrato 2 volte alla settimana)ha questa composizione:
g7.JPG
Il giornaliero (somministrato ogni sera) ha questa:
h24.JPG
Sono sicuro che con un protocollo di fertilizzazione serio (PMDD) sarebbe meglio e più conveniente...ma per il momento vorrei approcciarmi con qualcosa di più "semplice" e meno impegnativo.

Allego altre foto scattate ieri...dove si vede maggiormente il grado di invasione BBA e la sofferenza delle anubias:
ieri1.JPG
ieri2.JPG
ieri3.JPG
ieri4.JPG
Sicuramente il problema è nella fertilizzazione in "colonna"...le piante che sono nel fondo fertile vanno veramente a bomba
:)

Aggiunto dopo 3 minuti 25 secondi:
Poi, rimane vero che non mi sono sposato con nessuna azienda: se secondo voi il protocollo X (che ne so, Dannerle?) è migliore (perchè più completo, perchè più studiato per le piante epifite?) sono ben contento di cambiare!
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
GiuseppeA
Moderatore Globale
Messaggi: 12329
Iscritto il: 15/09/14, 15:48
Contatta:

Anubias con carenze e qualche alga

Messaggio di GiuseppeA » 14/05/2019, 18:01

blackwillie ha scritto: perchè più studiato per le piante epifite?
Generalmente queste piante sono lente e non si prendono in considerazione come "segnalatrici" di carenze.
Per proteggerle dalle alghe, come ti è già stato detto, vanno messe all'ombra di altre piante oppure far crescere per bene le piante rapide.
Per far crescere bene le piante, purtroppo, i tutti in uno non sono il massimo...di qualsiasi marca. Chi più chi meno ma sono poco più che acqua colorata e non si può dosare quelle che serve alle piante.

Nel tuo caso, guardando i test, ti manca il fosforo...e nei tuoi fertilizzanti non ce n'è. Se prendi un'altra marca magari c'è, ma andresti ad inserire anche altro che hai già in vasca.

Per questo il PMDD, o un commerciale ma a elementi separati, è meglio. All'inizio può sembrare complicati ma una volta presa la mano, e ci vuole poco, è una passeggiata. ;)
Questi utenti hanno ringraziato GiuseppeA per il messaggio:
blackwillie (15/05/2019, 18:35)
La mia non è proprio pigrizia, è più voglia di risparmio energetico. :-

Avatar utente
blackwillie
star3
Messaggi: 108
Iscritto il: 28/04/17, 9:37

Anubias con carenze e qualche alga

Messaggio di blackwillie » 15/05/2019, 18:34

GiuseppeA ha scritto: Per questo il PMDD, o un commerciale ma a elementi separati, è meglio. All'inizio può sembrare complicati ma una volta presa la mano, e ci vuole poco, è una passeggiata.
Mi sa che mi hai convinto
:)
inizio a prendere la roba per partire con il PMDD avanzato
:)

Avatar utente
blackwillie
star3
Messaggi: 108
Iscritto il: 28/04/17, 9:37

Anubias con carenze e qualche alga

Messaggio di blackwillie » 28/05/2019, 17:18

GiuseppeA ha scritto: Nel tuo caso, guardando i test, ti manca il fosforo
Ho deciso di prendere l'Azoto e il Fosforo della Cifo, in più gli stick della Compo...
Arriveranno nei prossimi giorni...
Pensavo di partire (sospendendo l'altra fertilizzazione) con 8 gocce di Azoto, 8 di Fosforo e 1/4 di stick sbriciolato (in modo da dare subito nitrati e fosfati)...
volevo provare con una somministrazione settimanale delle gocce e mensile della porzione di stick
Pensi potrebbe andar bene come inizio o mi suggerisci dosi/frequenze maggiori?

Avatar utente
Marta
Moderatore
Messaggi: 4976
Iscritto il: 05/02/18, 10:55

Anubias con carenze e qualche alga

Messaggio di Marta » 29/05/2019, 10:13

Ciao @blackwillie
blackwillie ha scritto:
28/05/2019, 17:18
1/4 di stick sbriciolato
Ecco.. ultimamente sto leggendo spesso questa cosa.. e no... non mi trovo d'accordo.
E' vero che all'occorrenza si possa anche fare, ma gli stick meglio usarli interrati o, in casi particolari, in infusione.
Torvo che sbriciolarli sia molto rischioso...
blackwillie ha scritto:
28/05/2019, 17:18
con 8 gocce di Azoto, 8 di Fosforo
Inoltre, nel tuo caso specifico, con cifo azoto e cifo fosforo, tu daresti già nitrati e fosfati... perciò, a che pro lo stick sbriciolato? :-?

Calma e pazienza! :ympray: :D

Inoltre, buona l'idea della concimazione settimanale...all'inizio i test verranno in tuo aiuto sia per calibrare le dosi, sia per capire se, per quella settimana un certo elemento vada dato o meno.
Ti consiglio di cominciare a compilare un diario ti po questo: Foglio concimazioni AF in excel così da avere tutti i valori sott'occhio.
E comunque, ricorda che le piante battono i test! Se stanno bene e crescono a volte non c'è bisogno di intervenire.

Come sono i valori, al momento?

Avatar utente
blackwillie
star3
Messaggi: 108
Iscritto il: 28/04/17, 9:37

Anubias con carenze e qualche alga

Messaggio di blackwillie » 29/05/2019, 17:28

Marta ha scritto: Ecco.. ultimamente sto leggendo spesso questa cosa.. e no... non mi trovo d'accordo.
E' vero che all'occorrenza si possa anche fare, ma gli stick meglio usarli interrati o, in casi particolari, in infusione.
Torvo che sbriciolarli sia molto rischioso...
ok, avevo letto nel protocollo avanzato che, per le piante che mostrano già sofferenza, poteva essere corretto sbriciolarlo per dare subito le sostanze...
Se però è il caso di partire solo con il liquido, mi muovo in questo modo.

Come quantitativi (8 gocce per tipo) ti sembrano buoni per partire?
Stiamo parlando di un 350 litri...ma preferisco partire piano e vedere come va...
i valori adesso sono parecchio bassi
- NH4 assenti
- NO2- assenti
- NO3- 5 mg/l
- PO43- 0,1 mg/l

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Gianni78, supersix e 4 ospiti