Blackjak

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Marta, sa.piddu

Bloccato
Avatar utente
Jack of all trades
Ex-moderatore
Messaggi: 1196
Iscritto il: 18/05/14, 9:41

Blackjak

Messaggio di Jack of all trades » 26/08/2014, 18:07

Qualcuno del forum lo usa o ne ha fatto uso? È un estratto di acidi umici che alcuni usano come integratore alla fertilizzazione in acquario, poiché si dice che faciliti l'assorbimento di sostanze da parte delle piante.
Pagina del distributore italiano dove si trova la brochure
Più avanti sarei più che tentato di provarlo

Avatar utente
DxGx
Amministratore
Messaggi: 7028
Iscritto il: 20/10/13, 20:22

Re: Blackjak

Messaggio di DxGx » 26/08/2014, 18:22

C'era già una discussione qui, ma non si era detto un granché :D
Chiamatemi Nio, AntoNio

"Per non essere d'accordo non serve essere sgradevoli."

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20432
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Blackjak

Messaggio di Rox » 26/08/2014, 18:35

Jack of all trades ha scritto:Qualcuno del forum lo usa o ne ha fatto uso?
Io no, ma dalla composizione sembra... un topo morto macinato.
Com'è noto, anche quel topo è fatto di sostanze organiche e rilascia acidi umici.
Infatti non ho alcun dubbio che abbia proprietà fertilizzanti... Però in acquario non ce lo metto! ;)

Scherzi a parte, la prima impressione è che sia una delle tante bufale del nostro hobby, come il carbonio liquido ed altre amenità del genere.
Magari mi sbaglio, ma la sensazione è quella.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Uthopya
Ex-moderatore
Messaggi: 4885
Iscritto il: 19/10/13, 9:20

Re: Blackjak

Messaggio di Uthopya » 26/08/2014, 19:48

Mai usato e mai lo userò: mi danno per cercare di ricreare un ambiente che dipenda il meno possibile da ogni mio intervento e quindi, anche qualora fosse un prodotto "efficace" lo escluderei per non diventarne schiavo. ;)
Sono responsabile di quel che dico, non di quel che ne fai tu delle mie parole!
“Non è la materia che genera il pensiero, è il
pensiero che genera la materia”
(G. Bruno)
(i∂̸-m)ψ=0

Avatar utente
Jack of all trades
Ex-moderatore
Messaggi: 1196
Iscritto il: 18/05/14, 9:41

Re: Blackjak

Messaggio di Jack of all trades » 27/08/2014, 1:28

DxGx ha scritto:C'era già una discussione qui, ma non si era detto un granché :D
Beh si è detto che non ha alterato il pH, mentre da altre fonti ho trovato che non altera fosfati e nitrati.
Rox ha scritto: Scherzi a parte, la prima impressione è che sia una delle tante bufale del nostro hobby, come il carbonio liquido ed altre amenità del genere.
Magari mi sbaglio, ma la sensazione è quella.
Le poche testimonianze che ho raccolto davano un parere positivo, però ecco se è così efficacie perché non è così diffuso?Questo lascia qualche dubbio
Uthopya ha scritto:Mai usato e mai lo userò: mi danno per cercare di ricreare un ambiente che dipenda il meno possibile da ogni mio intervento e quindi, anche qualora fosse un prodotto "efficace" lo escluderei per non diventarne schiavo. ;)
Ok, ma da quello che ho letto aiuta le piante ad assimilare alcuni elementi (spiace non essere più preciso, le info sono poche appunto). Dal mio punto di vista è un qualcosa di simile ai chelanti o al pH acido per dire, più che... che ne so... al florido c7 per esempio.

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20432
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Blackjak

Messaggio di Rox » 27/08/2014, 10:02

Jack of all trades ha scritto:Dal mio punto di vista è un qualcosa di simile ai chelanti o al pH acido per dire
Da quello che spiegano, l'intenzione è proprio quella di acidificare.
E' noto che la pianta assorbe meglio diversi nutrienti, in ambiente acido, prima di tutto il ferro.

Tuttavia, c'era un motivo ben preciso per quella mia domanda sul pH, nell'altro topic; ed è per quello che la discussione si è fermata lì.
Appare chiaro che l'effetto sull'acidità è irrilevante, con i dosaggi usati in acquario.

Non ho dubbi che nel giardinaggio funzioni, ma non ci vanno con il contagocce.
Noi non possiamo buttarlo giù in quel modo, perché l'acqua diventerebbe nera.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 10246
Iscritto il: 19/11/13, 11:48

Re: Blackjak

Messaggio di lucazio00 » 27/08/2014, 11:40

Se devo acidificare preferisco abbassare il KH e/o alzare la CO2
anche perché gli acidi umici falsano il calcolo della CO2

Per non parlare del possibile consumo di ossigeno in piú.

Per quanto riguarda la chelazione, da quasi chimico preferisco mettere pochi chelanti ma che chelano bene come l'EDTA, che a basse concentrazioni non é affatto pericoloso, anche perché si tratta di chelare oligoelementi.

Inoltre quell'estratto é una bomba e pertanto va altamente diluito se utilizzato.
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. (Secondo la JBL)
Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!
La Vallisneria è la gramigna dell'acquario...o la ami o la odi!
Non infastidite i pesci nell'acquario!

Avatar utente
Jack of all trades
Ex-moderatore
Messaggi: 1196
Iscritto il: 18/05/14, 9:41

Re: Blackjak

Messaggio di Jack of all trades » 27/08/2014, 13:27

Rox ha scritto: Da quello che spiegano, l'intenzione è proprio quella di acidificare.
E' noto che la pianta assorbe meglio diversi nutrienti, in ambiente acido, prima di tutto il ferro.

Tuttavia, c'era un motivo ben preciso per quella mia domanda sul pH, nell'altro topic; ed è per quello che la discussione si è fermata lì.
Appare chiaro che l'effetto sull'acidità è irrilevante, con i dosaggi usati in acquario.

Non ho dubbi che nel giardinaggio funzioni, ma non ci vanno con il contagocce.
Noi non possiamo buttarlo giù in quel modo, perché l'acqua diventerebbe nera.
Capisco, ma allora non mi spiego quelli (anche gente abbastanza autorevole diciamo) che dicono che le loro piante ne hanno tratto beneficio. Mero effetto psicologico?
lucazio00 ha scritto:Se devo acidificare preferisco abbassare il KH e/o alzare la CO2
anche perché gli acidi umici falsano il calcolo della CO2

Per non parlare del possibile consumo di ossigeno in piú.

Per quanto riguarda la chelazione, da quasi chimico preferisco mettere pochi chelanti ma che chelano bene come l'EDTA, che a basse concentrazioni non é affatto pericoloso, anche perché si tratta di chelare oligoelementi.

Inoltre quell'estratto é una bomba e pertanto va altamente diluito se utilizzato.
Da quello che ho capito dovrebbe essere un chelante più facilmente scindibile di quelli artificiali, quindi adatto a piante che hanno difficoltà con l'EDTA per esempio, ma dubito si tratti delle specie più trattate.

Detto questo, ora come ora sono molto più restio, ma casomai decidessi di usarlo in futuro sarò qui a fornirvi l'esperienza in maniera più dettagliata possibile :)

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 10246
Iscritto il: 19/11/13, 11:48

Re: Blackjak

Messaggio di lucazio00 » 27/08/2014, 13:47

Mero effetto psicologico? Boh
Per capirlo bisogna avere 2 acquari perfettamente identici e fertilizzati alla stessa maniera, mettere il blackjack in un acquario ed annotare le differenze.
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. (Secondo la JBL)
Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!
La Vallisneria è la gramigna dell'acquario...o la ami o la odi!
Non infastidite i pesci nell'acquario!

Avatar utente
Simo63
Ex-moderatore
Messaggi: 3188
Iscritto il: 21/10/13, 0:06

Re: Blackjak

Messaggio di Simo63 » 27/08/2014, 14:16

Potresti provare allestendo una vaschetta con le potature delle tue piante e vedere come reagiscono.
Eviterei il test in acquario, anche se mi fa più idea di un effetto placebo.
Immagine
"It's more fun to be a pirate than to join the navy "
"E' più divertente essere pirati che essere nella Marina"
Jobs 1983

Bloccato

Chi c’è in linea

Visitano il forum: sa.piddu, Wavearrow e 5 ospiti