Carenza oligoelementi

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Daniela, Dandano, sa.piddu

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 10169
Iscritto il: 19/11/13, 11:48

Re: Carenza oligoelementi

Messaggio di lucazio00 » 10/05/2015, 8:51

Si basta che non è in forma non ossidata ma metallica, altrimenti utilizzano sia il Fe(II) che il Fe(III), in tempi diversi!
In altre parole, è inutile metterci un dado in lega inossidabile!
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. (Secondo la JBL)
Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!
La Vallisneria è la gramigna dell'acquario...o la ami o la odi!
Non infastidite i pesci nell'acquario!

Avatar utente
darioc
Ex-moderatore
Messaggi: 6863
Iscritto il: 30/08/14, 23:13

Re: Carenza oligoelementi

Messaggio di darioc » 13/05/2015, 14:29

Scusate ma come si fa a capire se si sta esagerando con gli oligo in un acquario in cui ci sono sostanze allelopatiche concentrate e quindi non crescono alghe neanche a metterle apposta?
Non c'è nessun test, le piante danno pochi segnali difficili da recepire quindi dite sempre di metterlo comunque ogni paio di settimane... Come si fa a capire a sto punto?
Il cervello è come un paracadute: perché funzioni bisogna aprirlo! (Albert Einstein)

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17272
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Carenza oligoelementi

Messaggio di cuttlebone » 13/05/2015, 14:32

Se eccedi con gli OE un minimo di "verdi" ti si forma sulle zone più esposte alla luce.
Quello è il limite [emoji6]
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
darioc
Ex-moderatore
Messaggi: 6863
Iscritto il: 30/08/14, 23:13

Re: Carenza oligoelementi

Messaggio di darioc » 13/05/2015, 14:38

In che senso "il limite"?
E quali verdi intendi? Io già mi baso sulle verdi puntiformi (se non sbaglio clorococcum) per il ferro...
Il cervello è come un paracadute: perché funzioni bisogna aprirlo! (Albert Einstein)

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17272
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Carenza oligoelementi

Messaggio di cuttlebone » 13/05/2015, 14:46

Nel senso che quello è il segnale dell'eccesso [emoji6]
Mi riferisco alle polverose, quella specie di patina che si forma prevalentemente sui vetri ed è dovuta proprio ad un eccesso di oe.
Nei caridinaio le creo apposta per sfamare invertebrati e gasteropodi che ne sono golosissimi [emoji6]



Alessandro
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
darioc
Ex-moderatore
Messaggi: 6863
Iscritto il: 30/08/14, 23:13

Re: Carenza oligoelementi

Messaggio di darioc » 13/05/2015, 14:59

Ok, capito grazie. Continuano a formarsi anche quando ci sono alte concentrazioni di sostanze allelopatiche?
Pensi si possa continuare a dare oligo fino al formarsi di quelle alghe e riprendere dopo che hanno smesso da un po di crescere?
Il cervello è come un paracadute: perché funzioni bisogna aprirlo! (Albert Einstein)

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17272
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Re: Carenza oligoelementi

Messaggio di cuttlebone » 13/05/2015, 15:07

darioc ha scritto:Ok, capito grazie. Continuano a formarsi anche quando ci sono alte concentrazioni di sostanze allelopatiche?
Pensi si possa continuare a dare oligo fino al formarsi di quelle alghe e riprendere dopo che hanno smesso da un po di crescere?
La mia vasca ha 11 anni, da anni non sifono il fondo ne tocco il filtro, i cambi sono radi e ci sono molte specie anti alga eppure, con la luce forte che ho, quando eccedo con gli oe qualche alga polverosa si forma.
Non devo nemmeno pulire il vetro perché tendono ad essere mangiate prima ancora che a sparire per gli agenti allelopatici.
Si, secondo me quello è un buon sistema per dosare gli oe, come l'arrossamento per il ferro [emoji6]


Alessandro
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
darioc
Ex-moderatore
Messaggi: 6863
Iscritto il: 30/08/14, 23:13

Re: Carenza oligoelementi

Messaggio di darioc » 13/05/2015, 22:55

La conducibilità è sempre inchiodata. Pero avevo ancora da parte un po del rinverdente diluito in acqua a pH 8,5. C'era precipitato rossastro ma per il resto era limpida. Ho provato a prendere un po di rinverdente dal flacone senza agitare e ho visto che è molto ambrato. Che si fossero ossidati anche gli altri elementi oltre al ferro? Che dite? Ne metto ancora senza diluirlo?
Il cervello è come un paracadute: perché funzioni bisogna aprirlo! (Albert Einstein)

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Carenza oligoelementi

Messaggio di Rox » 14/05/2015, 10:07

Darioc, per saturare l'acquario di allelochimici, al punto che non si formano più nemmeno le GDA sui vetri, devi essere arrivato piuttosto avanti con la maturazione.

Dopo tutti quei mesi di conduzione, senza un foglietto di istruzioni da seguire, avrai sicuramente acquisito un'esperienza sufficiente per regolarti.
Tra conduttivimetro, pearling, reazioni delle piante... non ti dovranno più servire le alghe, per capire se mancano gli oligoelementi.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 10169
Iscritto il: 19/11/13, 11:48

Re: Carenza oligoelementi

Messaggio di lucazio00 » 14/05/2015, 10:08

Veramente nei chelati di ferro il ferro è già nella forma ossidata (III), a pH 8,5 il ferro chelato con EDTA si stacca dal chelante e precipita! :D
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. (Secondo la JBL)
Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!
La Vallisneria è la gramigna dell'acquario...o la ami o la odi!
Non infastidite i pesci nell'acquario!

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Coga89, nunzia e 7 ospiti