Inizio fertilizzazione PMDD

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Daniela, Dandano, sa.piddu

Bloccato
Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20406
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Inizio fertilizzazione PMDD

Messaggio di Rox » 22/06/2014, 1:58

cuttlebone ha scritto:adesso veramente non ci capisco più una mazza...
E' molto semplice.
Un acquario come il tuo, 4 ml di potassio non li vede nemmeno.
Ecco perché il conduttivimetro si muove pochissimo.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17291
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Inizio fertilizzazione PMDD

Messaggio di cuttlebone » 22/06/2014, 8:21

Rox ha scritto:
cuttlebone ha scritto:adesso veramente non ci capisco più una mazza...
E' molto semplice.
Un acquario come il tuo, 4 ml di potassio non li vede nemmeno.
Ecco perché il conduttivimetro si muove pochissimo.

Siccome NESSUNO degli elementi introdotti è stato "letto" dal conduttivimetro, ne deduco che TUTTI gli elementi sono, in quei dosaggi, insufficienti alle necessità della mia vasca?
In effetti, le dosi erano per un "acquario medio", per flora e fauna e con una luce 0,5 Watt/lt circa.
Il mio ha più piante di un vivaio, pesci di una pescheria e luce di uno stadio....
Ergo, devo aumentarne progressivamente le dosi? ;)

ps
Stamattina 738 uS
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20406
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Inizio fertilizzazione PMDD

Messaggio di Rox » 22/06/2014, 10:20

cuttlebone ha scritto:deduco che TUTTI gli elementi sono, in quei dosaggi, insufficienti alle necessità della mia vasca?
No... solo il potassio.

Gli oligoelementi si chiamano così perché deriva dal Greco "oligòs", che significa "poco".
Le concentrazioni che si mettono in un acquario sono minime, se le vedessi con il conduttivimetro sarebbe grave; vorrebbe dire che hai esagerato di brutto.

La conducibilità rileva i macronutrienti, ma zolfo e magnesio hai detto di non usarli (già presenti nell'acqua).
Quindi, nel tuo caso, quello strumento deve rilevare solo l'introduzione di nitrato di potassio, o la formazione spontanea di altri sali.

P.S.
...Anche il fosforo, se sei costretto ad introdurlo artificialmente.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17291
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Re: Inizio fertilizzazione PMDD

Messaggio di cuttlebone » 22/06/2014, 10:22

Rox ha scritto: P.S.
...Anche il fosforo, se sei costretto ad introdurlo artificialmente.
Bene, grazie. E da cosa desumo le carenze di fosforo?
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20406
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Inizio fertilizzazione PMDD

Messaggio di Rox » 22/06/2014, 20:21

cuttlebone ha scritto:E da cosa desumo le carenze di fosforo?
Guardando le piante, non c'è nulla di più difficile da riconoscere della carenza di fosforo.

Tu non dovresti avere problemi, non hai piante che ne ne sono particolarmente avide.
Ma qualora avessimo dei dubbi... è l'unico caso in cui sarebbe meglio comprare il test.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17291
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Re: Inizio fertilizzazione PMDD

Messaggio di cuttlebone » 22/06/2014, 20:56

Ho molte piante delle quali nessuna che dalle schede risulti particolarmente bisognosa di questo elemento, carico organico notevole e poco mangime della Sera. Teoricamente non dovrei soffrirne ma, per escluderlo con ragionevolmente, credo di dover verificare che gli attuali sintomi di carenza di Potassio ed oligoelementi siano davvero tali. Se con l'integrazione di questi le piante non reagissero, allora potrebbe ahimè trattarsi di carenza Forforo...
Sperem...;)
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17291
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Inizio fertilizzazione PMDD

Messaggio di cuttlebone » 23/06/2014, 19:34

Aggiornamento:
Stamattina alle 6:30 ero a 780,
oggi alle 18:00 a 815, ho introdotto 7 ml di Potassio e 2 di Ferro (ho incrementato le dosi base di Rox in funzione di piante, luce e CO2 a circa 30 mg/lt),
alle 19:00 ero a 805
Alle 21:00 a 800
22:20 sono a 795

Le piante respirano e crescono, le alghe (tutti i tipi visibili ad occhio nudo) non ci sono, nemmeno sulle foglie più esposte della Lotus (che stanno puntando il pelo dell'acqua) e noto pochissimi detriti sul fondo, quasi avessi appena sifonato.
Qual è, secondo voi, un valore da considerare come "soglia" per la mia vasca prima di intervenire con il cambio?
Non dimenticate che parto da circa 500 uS dell'acqua di rete e che ho una popolazione consistente, ma con nitrati bassi.
Preciso di aver messo la Lotus in un vasetto a mezza vasca, nascosto nella vegetazione, con all'interno mezza pastiglia di Sera florenette A nascosta nella spugna intorno alle radici. Nel giro di un paio di settimane è partita alla grande.
Agevolo foto d'insieme:
ImmagineImmagineImmagine
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20406
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Inizio fertilizzazione PMDD

Messaggio di Rox » 24/06/2014, 13:46

cuttlebone ha scritto:Qual è, secondo voi, un valore da considerare come "soglia" per la mia vasca prima di intervenire con il cambio?
Generalmente, 800 µS sono circa il doppio di quello che si consiglia in giro.
Se provi a chiedere in altri forum, quasi tutti ti diranno di cambiare l'acqua perché sei troppo alto.
Tu potresti dire: "Ma le mie piante scoppiano di salute!"... Quindi?

In realtà, sei la dimostrazione di quello che dico da sempre.
La tua conducibilità, anche se alta, evidentemente è causata da elementi che alle tue piante piacciono, come magnesio e potassio.
Se fosse dovuta a calcio e zolfo, lì dentro sarebbe tutto bloccato.
Se fosse dovuta al sodio, le tue piante sarebbero morte da un pezzo.

In altre parole, la conducibilità va sempre interpretata; non è un valore che si prende così com'è scritto.

Esempio: se vado a 180 all'ora, è tanto o è poco?...
Dipende...
Sarebbe una velocità impossibile, se fossi un turista su una strada di montagna... ma se sono un pilota di Formula uno, ci faccio il giro di ricognizione. ;)
Questi utenti hanno ringraziato Rox per il messaggio:
Cayman80 (01/08/2014, 0:31)
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17291
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Re: Inizio fertilizzazione PMDD

Messaggio di cuttlebone » 24/06/2014, 15:17

Come immaginavo... e speravo...;)...
Mi sto abituando a guardare le piante per capire "se" e "cosa" non va. Leggendo in giro, però, trovo spesso tante affermazioni "assolute" e, data la mia non esagerata competenza, tendo a dar credito anche a queste... salvo poi scoprire che io i problemi che avevo li ho risolti "naturalmente"...
Ho predisposto un piccolo diario su cui annoto gli elementi introdotti e relative misurazioni nel corso della giornata per capire l'andamento del valore. In effetti, anche se il valore è apparentemente alto, le piante crescono, i pesci non danno segni di sofferenza ed i nitrati, anche rallentando i cambi, non sono mai alti.
Vorrei arrivare a fare cambi mensili ;)
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20406
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Inizio fertilizzazione PMDD

Messaggio di Rox » 24/06/2014, 21:56

cuttlebone ha scritto:Vorrei arrivare a fare cambi mensili ;)
Solo mensili? :D
Emix ed io siamo arrivati ai semestrali, ma se vuoi una sorpresa vai alla presentazione di Terminus... poi salta la descrizione e leggi il paragrafo "Note". =))
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Bloccato

Chi c’è in linea

Visitano il forum: luigib e 6 ospiti