PMDD - Una buona partenza?

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Marta, sa.piddu

Rispondi
Avatar utente
Oladol
star3
Messaggi: 97
Iscritto il: 13/10/14, 2:21

PMDD - Una buona partenza?

Messaggio di Oladol » 13/10/2014, 15:09

Ciao a tutti!

Ho tre acquari di 220, di 200 e di 50 litri netti. Non sono mai stata molto attenta alla nutrizione delle piante e ho sempre tenuto le mie vasche con acqua molto dura, di rete: GH <30, KH 12, pH 7,2. Ho somministrato CO2 raramente e fertilizzato ancor più raramente. Tuttavia ho sempre avuto la fortuna di avere crescite soddisfacenti e abbondanti. A volte ci vuole anche il fattore C! ;)

Adesso cercherò di spiegarvi in maniera concisa la questione.

Un paio di mesi fa ho traslocato, per cui ho svuotato le vasche e le ho riempite di nuovo nella nuova dimora, due a casa mia e una da mio padre. Facendo i test all'acqua di rete a casa mia, mi sono trovata valori totalmente diversi e per rigore ve li elenco in maniera schematica.

220 litri

Hygrophyla corymbosa
Hygrophyla corymbosa var. Angustifolia
Lobelia cardinalis
Proserpinaca palustris
Anubias barteri nana
Anubias barteri nana var. Petite
Microsorum pteropus
Microsorum pteropus var. Windelow
Alternanthera reineckii
Alternanthera reineckii var. Mini
Cryptocoryne walkeri
Cryptocoryne wendtii var. Brown
Cryptocoryne lucens
Cryptocoryne petchii
Cryptocoryne beckettii
Limnophila sessiliflora
Rotala H' ra (Gia Lai)
Ludwigia repens
Flame moss

T5 2x54 W, 9.000° K + riflettore, 8 ore di luce. Erogo 30 bolle/min CO2 ergate con Askoll Pro green system. Fondo inerte più tabs JBL. L'acquario è stato popolato con Trichogaster trichopterus, Puntius tetrazona e Neritine, per adesso.

Valori post rimineralizzazione con JBL Aquadur: GH 7, KH 4, pH 6,8. NO3- 0,5 prima e dopo il cambio (sempre 10% settimanale), NO2- 0.

Ho notato, a partire dalla seconda settimana, diverse carenze sulle mie piante. A questo si è aggiunta una massiccia presenza di alghe filamentose, scomparse normalmente entro la quinta settimana e una presenza modica di BBA, stabili ma presenti. Ho osservato che tutte le piante mostrano problemi e che alcune non sono partite mai, per cui ho provveduto a sostituirle o eliminarle.

Al momento sto fertilizzando a dose piena con il G7 della Equo.

200 litri

Hygrophyla angustifolia
Micranthemum micranthemoides
Blyxa japonica
Rotala wallichii
Hydrocotyle japan
Cryptocoryne wendtii
Vesicularia dubyana

T5 3x18 W, 6.400° K + foglio di carta stagnola. 6 ore di luce, in maturazione (seconda settimana). Fondo inerte. Valori da misurare.

In questa vasca non ci sono alghe ma noto un colore troppo "smorto" della Hygrophyla. Tutte le piante sembrano avere nuovi getti e stanno lentamente crescendo.

50 litri
Pogostemon helferi
Pogostemon stellatus
Pogostemon octopus
Heternanthera zoosterifolia

T8 1x15 W, 10.000°K, 6 ore di luce in maturazione (seconda settimana) Fondo inerte più tabs JBL. Valori GH 2, KH 2, pH 6,8.

In questa vasca le cose non vanno bene. Il Pogostemon helferi ha reagito piuttosto male e le piante non danno segni di crescita. Ho voluto sostituire il vecchio neon Sylvania 10.000 K con uno pari ma penso proprio di non avere fatto la scelta giusta.

Ebbene, vorrei fertilizzare tutte queste vasche e sapendo che non sono uguali tra loro nè mai lo saranno, ho pensato di piegarmi al PMDD secondo la formula base riportata su questo sito.

Mi sono così procurata, in farmacia, KNo3 e MgSo4, ho preso del Ferro chelato della Cifo e il rinverdente della Orvital.

Per le diluizioni ho pensato di affidarmi totalmente alle indicazioni dell'autore e quindi:
KNo3: 125 gr in 500 ml di acqua d'osmosi.
MgSo4: 150 gr in 500 ml di acqua d' osmosi.
Fe: 5 g in 500 ml di acqua d'osmosi.
Micronutrienti: soluzione liquida priva di K, Mg e N.

Per le dosi di partenza, invece, ho voluto rendermi autonoma aiutandomi con il calcolatore Rota.la e ho "pensato a:

KNo3
4 ml su 100 litri a settimana, alzano gli NO3- di 6,13 -> Doso 2 ml, due volte a settimana, ogni 100 litri.
MgSo4
2 ml su 100 litri a settimana, alzano il Mg di 0,59 -> Doso 1 ml, 2 volte a settimana, ogni 100 litri.
Fe
Una goccia ogni 50 litri, una volta a settimana.
Micronutrienti
2,5 ml una volta a settimana, ogni 100 litri.

Vorrei alcuni chiarimenti in merito alle mie stesse idee:
- E' sempre necessario somministrare MgSo4? Nel 50 litri (GH 2) potrei somministrarlo, come ho detto, 2 volte a settimana ma nelle altre due vasche dove il GH è maggiore o uguale a 7, è realmente necessario? Potrei non somministrarlo o somministrarlo una volta a settimana?
- Il Ferro, il cui dosaggio mi mette particolarmente in difficoltà, è ben dosato? Nel 50 litri vorrei allevare Neocaridine e quindi avrei pensato di somministrare sempre una goccia ogni 50 litri, ma ogni 15 giorni. E' sensato?
- Quale sarebbe un dosaggio adeguato per i Micro?
- In generale, vi sembra una buona partenza?

Specifico che ovviamente ogni vasca avrà una calibratura diversa sin dall'inizio.

Grazie a chi vorrà aiutarmi!

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20432
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: PMDD - Una buona partenza?

Messaggio di Rox » 13/10/2014, 15:30

In tutte le vasche, avrai sempre problemi di crescita stentata ed ingiallimenti, con qualunque fertilizzante e qualunque dosaggio.

Non cresce nulla senza azoto, tu sei piena di piante rapide e le tieni con nitrati a zero.
Inoltre, introducendo KNO3, peggiori la situazione. Anche se può sembrarti strano, quello li riduce, i nitrati.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Oladol
star3
Messaggi: 97
Iscritto il: 13/10/14, 2:21

Re: PMDD - Una buona partenza?

Messaggio di Oladol » 13/10/2014, 15:31

Mi sembra una prospettiva davvero fantastica. Che cosa mi consiglieresti?

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20432
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: PMDD - Una buona partenza?

Messaggio di Rox » 13/10/2014, 16:14

In passato, mi sono trovato spesso in carenza di nitrati e fosfati.
Generalmente ho risolto con questi...

Immagine
...ma si dovrebbe trattare di una soluzione temporanea.
Se sei costretta ad introdurre, in modo artificiale, sostanze che normalmente sono considerate "inquinanti", significa che non c'è equilibrio tra animali e vegetali.

In buona sostanza, la famosa frase "meglio una pianta in più ed un pesce in meno" non si rivolge a te.
Si dice a quelli che buttano dentro pesci finché ce ne stanno, magari con due Anubias perché "mi piacciono tanto".
E' un'abitudine ancora diffusa, tra i principianti

Tu sei nella situazione opposta. Come se non bastasse, fai pure cambi d'acqua settimanali.

P.S.
Credo che quei 10'000 K siano troppi, ma non è una buona idea parlarne in un topic sui fertilizzanti. ;)
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Oladol
star3
Messaggi: 97
Iscritto il: 13/10/14, 2:21

Re: PMDD - Una buona partenza?

Messaggio di Oladol » 13/10/2014, 16:22

Me ne sono accorta che non vanno bene, niente paura. :-q

Dunque, fammi capire, avrei troppe piante? :)) No, in realtà mi viene da piangere. Ok, questi bastoncini li ho spesso visti in giro. La mia fauna è praticamente completa, mi mancano 7 Puntius e 10 Caridina, niente in confronto a quello che già c'è.

Onestamente non vedo molte vie di uscita: posso anche fare cambi ogni due settimane, ma il fatto è che per provare ho già atteso due settimane una volta e i miei Nitrati se ne stavano sempre tra 0.5 e 1, imperturbabili.

Ho letto già qualche volta, qui sul Forum, che spighi che il Nitrato di Potassio i Nitrati semmai può ridurli. Puoi darmi una spiegazione in merito?

Ponendo che io usi quei bastoncini per tamponare una situazione - SPERO! - temporanea, tutto il resto dei dosaggi è sensato?

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20432
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: PMDD - Una buona partenza?

Messaggio di Rox » 13/10/2014, 16:44

Oladol ha scritto: Puoi darmi una spiegazione in merito?
La migliore spiegazione la trovi in un'appendice, in fondo al PMDD, perché ci sono dei disegni che rendono tutto più chiaro.

Probabilmente hai letto l'articolo tempo fa, quando quella parte non c'era.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Oladol
star3
Messaggi: 97
Iscritto il: 13/10/14, 2:21

Re: PMDD - Una buona partenza?

Messaggio di Oladol » 13/10/2014, 16:48

Grazie. Per il resto e posto soprattutto di risolvere il problema, sono dosaggi che possono andare per iniziare? Sono dosi equilibrate?

Avatar utente
Oladol
star3
Messaggi: 97
Iscritto il: 13/10/14, 2:21

Re: PMDD - Una buona partenza?

Messaggio di Oladol » 13/10/2014, 17:01

Sono una stupida. La questione era talmente elementare che mi sfuggiva. Ma certo, è una questione di squilibrio delle sostanze nel Nitrato di Potassio e nell'assorbimento. Bene, chiaro.

Per il resto che cosa ne pensi?

- La dose iniziale di KNo3 va bene?
- Dovrei fare cambi più radi anche somministrando gli altri elementi? In che ragione?
- Potrei iniziare a somministrare Nitrato ed eventualmente agire più tardi col Compo a seconda dei test?

- Devo dosare Magnesio anche nelle vasche con GH 7?

- Il dosaggio del Ferro per le vasche senza Caridina va bene?
- Dosarlo ogni 15 giorni è troppo poco?

- La dose di Microelementi può andare?

Grazie infinite per la tua collaborazione.

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20432
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: PMDD - Una buona partenza?

Messaggio di Rox » 13/10/2014, 18:35

Oladol ha scritto:Per il resto che cosa ne pensi?
Aspetta, che mi era sfuggita una domanda e stiamo facendo un casino.

Se intendi usare gli stick, specialmente quelli che ho mostrato, non devi aggiungere niente altro.
Lì c'è già tutto, perfino gli oligoelementi (se sono proprio quelli in foto).

Negli acquari più... normali, con maggior carico organico e meno piante rapide, i bastoncini NPK non si devono usare, proprio per il contenuto di nitrati e fosfati che nell'acquario si formano spontaneamente.
Da qui, l'esigenza di usare prodotti per acquaristica, oppure un PMDD, che non apportano azoto e fosforo.

In sostanza, quei nitrati perennemente a zero ti rendono un caso particolare.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Oladol
star3
Messaggi: 97
Iscritto il: 13/10/14, 2:21

Re: PMDD - Una buona partenza?

Messaggio di Oladol » 13/10/2014, 19:00

Capisco. Qual è il valore di Nitrati che mi farebbe stare tranquilla sull'uso di PMDD così come ho scritto all'inizio?

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Gallo88, Ghepi, trotasalmonata e 7 ospiti