principali carenze

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Daniela, Dandano, sa.piddu

Rispondi
Avatar utente
WilliamWollace
Ex-moderatore
Messaggi: 2083
Iscritto il: 20/10/13, 4:09

principali carenze

Messaggio di WilliamWollace » 23/10/2013, 19:10

Come si riconoscono le principali carenze delle piante?
Per principali parlo di potassio, carbonio, azoto, fosforo, calcio, ferro, magnesio e zolfo (quest'ultimo credo sia il meno importante).
Ash nazg durbatulûk, ash nazg gimbatul,
ash nazg thrakatulûk, agh burzum-ishi krimpatul.

Avatar utente
gibogi
Ex-moderatore
Messaggi: 5058
Iscritto il: 19/10/13, 23:46

Re: principali carenze

Messaggio di gibogi » 23/10/2013, 20:24

Guarda il nostro Rox, in un'altra sede, aveva fatto dei bellissimi articoli riguardanti i vari elementi e le loro carenze, penso che prossimamente verranno pubblicati anche qui perchè li reputo indispensabili.

Se la tua è solo curiosità penso possa aspettare, se invece ti servono indicazioni per la gestione delle piante perchè hai dei problemi, diventa un pò più dura darti una risposta.
Mi sa che mi si anchilosano le dita sulla tastiera.
Se osservando una Harley vedi solo una moto, allora non stai guardando una Harley!

Avatar utente
WilliamWollace
Ex-moderatore
Messaggi: 2083
Iscritto il: 20/10/13, 4:09

Re: principali carenze

Messaggio di WilliamWollace » 23/10/2013, 20:33

So che Rox ha pubblicato articoli in un'altra sede, li avevo anche letti. Il guaio è che non mi ricordo tutto e che quegli articoli sono stati cancellati. Inoltre mi serve sapere quelle cose perchè ho bisogno di gestire le piante....non è semplice curiosità. Ti vengo incontro, il calcio non credo mi darà problemi visto che nella mia acqua ce n'è abbastanza, anche tagliando con acqua osmotica. Anche se non ricordi lo zolfo fa niente. Il potassio mi pare renda i fusti delle piante più duri e che le foglie restino solo in cima e che gli internodi siano più lontani. Il ferro dovrebbe dare macchie sulle foglie. Il magnesio credo sia simile al potassio, ma dà anche un ingiallimento delle foglie senza però variare il colore delle nervature. Credo di aver detto bene......Però azoto e fosforo non me li ricordo proprio per niente. Almeno riguardo a quelli sai dirmi qualcosa?
Ash nazg durbatulûk, ash nazg gimbatul,
ash nazg thrakatulûk, agh burzum-ishi krimpatul.

Avatar utente
gibogi
Ex-moderatore
Messaggi: 5058
Iscritto il: 19/10/13, 23:46

Re: principali carenze

Messaggio di gibogi » 23/10/2013, 21:09

ok William ci provo, ma sicuramente qualcuno più esperto mi darà una mano.

La carenza di azoto si manifesta prima sulle foglie vecchie che vireranno prima verso un verde chiaro poi giallo fino a cadere.
la pianta rallenta e non mette foglie nuove.

la carenza di fosforo si manifesta sempre prima nelle foglie vecchie i cui bordi se arricciano, continuando poi le foglie vecchie vireranno verso il rosso, mentre le foglie nuove avranno le venature che virano verso il rosso.
Poi il bordo delle foglie inizierà a macchiarsi e a bucarsi.

Lo so che non è esaustivo, ma non sono proprio espertissimo, porta pazienza finchè non interviene qualcuno più esperto.
Se osservando una Harley vedi solo una moto, allora non stai guardando una Harley!

Avatar utente
WilliamWollace
Ex-moderatore
Messaggi: 2083
Iscritto il: 20/10/13, 4:09

Re: principali carenze

Messaggio di WilliamWollace » 23/10/2013, 21:58

attenderò pazientemente.....
Ash nazg durbatulûk, ash nazg gimbatul,
ash nazg thrakatulûk, agh burzum-ishi krimpatul.

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: principali carenze

Messaggio di Rox » 23/10/2013, 23:35

gibogi ha scritto:La carenza di azoto si manifesta prima sulle foglie vecchie che vireranno prima verso un verde chiaro poi giallo fino a cadere.
la pianta rallenta e non mette foglie nuove.
Generalmente, quello è il potassio.

Comunque, Gibogi, anche sugli altri elementi non è così semplice.
Soprattutto sul fosforo, ogni specie manifesta le carenze come gli pare; la cosa è un po' complessa da spiegare, ma riguarda il fatto che quel singolo nutriente, talvolta, interessa l'assimilazione di un altro.

Per fortuna, abbiamo anche noi i nostri trucchi.
- Innanzitutto, gli elementi che più spesso sono carenti sono anche i più facili da individuare.
Potassio, ferro e magnesio producono segnali abbastanza evidenti.
- Inoltre, ci sono alcune specie che aiutano molto, e sono tra le più comuni.

Il problema è che non posso pubblicare in un mese quello che di là ho pubblicato in due anni.
Mi serve un po' di tempo...
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 10169
Iscritto il: 19/11/13, 11:48

Re: principali carenze

Messaggio di lucazio00 » 23/11/2013, 15:53

Le Hygrophila sono tutte un'ottima spia per le carenze di potassio. Le loro foglie vecchie sembrano trafitte da aghi. Egeria densa vira al rosso quando lo zolfo, in forma di solfato è carente, mentre la carenza di potassio la mostra come un rammollimento dello stelo, tant'è che si schiaccia facilmente invece di essere un po' croccante.
Se il ferro manca sulle foglie nuove le rosse inverdiscono e le verdi impallidiscono.
ll magnesio carente da un segnale simile a quello dato dal ferro ma sono le foglie vecchie ad impallidire.
L'azoto carente da ingiallimento delle foglie vecchie e successiva degenerazione.
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. (Secondo la JBL)
Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!
La Vallisneria è la gramigna dell'acquario...o la ami o la odi!
Non infastidite i pesci nell'acquario!

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: ClaudioP, LucaGrossi e 10 ospiti