riavvio del 240 litri :Lotta all'ultima alga !

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Marta, GiuseppeA

Avatar utente
Yellowstone1977
star3
Messaggi: 1390
Iscritto il: 12/03/15, 12:04

Re: riavvio del 240 litri :Lotta all'ultima alga !

Messaggio di Yellowstone1977 » 14/07/2015, 16:50

Ok capisco cosa intendi ma ti pongo un quesito :

Se io ho l'ampolla di misurazione (so che è spartana) dal lato opposto a dove sta il diffusore e se ho certezza di una completa circolazione dell'acqua , come posso non aver coerenza di misurazione ?

Ma soprattutto come mai se apro tanto la valvola (le bolle al secondo so che non sono attendibili ma uso quelle per regolarmi da 0.5 al secondo fino a 3-4 al secondo) . Dicevo , come mai se apro la valvola trovo i pesci che capottano da intossicazione CO2 ?
Rox :
dopo aver fatto quella prova, devi prendere due dita d'acqua in una bottiglietta, agitarla per 2-3 min e misurare il nuovo pH.
La CO2 si sarà liberata completamente, quindi avremo un valore di riferimento per capire da che acidità siamo partiti.

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17888
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

riavvio del 240 litri :Lotta all'ultima alga !

Messaggio di cuttlebone » 14/07/2015, 16:55

Yellowstone1977 ha scritto:Ok capisco cosa intendi ma ti pongo un quesito :

Se io ho l'ampolla di misurazione (so che è spartana) dal lato opposto a dove sta il diffusore e se ho certezza di una completa circolazione dell'acqua , come posso non aver coerenza di misurazione ?
Perché la tua "certezza" di una completa diffusione è evidentemente smentita dalla realtà [emoji6]
...che con un atomizzatore solo in 240 litri mi sembra anche normale [emoji6]

Alessandro
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
Stifen
Top User
Messaggi: 1537
Iscritto il: 02/12/13, 15:53

Re: riavvio del 240 litri :Lotta all'ultima alga !

Messaggio di Stifen » 14/07/2015, 17:03

Yellowstone1977 ha scritto:Se io ho l'ampolla di misurazione
Intendi che per valutare la CO2 disciolta usi i test continui con l'ampollina? quelli cambiano colore con il pH e di conseguenza ti dicono quanta dovrebbe essere la CO2 disciolta, ma non misurano la CO2.

Le pennette per la misurazione del pH costano sui 10 euro sulla baia. Decisamente più affidabili nonostante tutto...
Yellowstone1977 ha scritto:Dicevo , come mai se apro la valvola trovo i pesci che capottano da intossicazione CO2 ?
Ecco quello è un chiaro esempio che la CO2 è presente in vasca.
Quello che non c'è, non si rompe! - (Henry Ford)

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17888
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Re: riavvio del 240 litri :Lotta all'ultima alga !

Messaggio di cuttlebone » 14/07/2015, 17:11

Un atomizzatore solo in 240 litri, dalla parte opposta all'immissione dell'acqua in vasca, mi sembra strano possa portare la concentrazione a valori di tossicità per i pesci.
Valori che sono oltretutto bel aldilà dei valori di sicurezza riportati nel calcolatore ed al lordo dell'acidiá del filtro....[emoji6]


Alessandro
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
Yellowstone1977
star3
Messaggi: 1390
Iscritto il: 12/03/15, 12:04

Re: riavvio del 240 litri :Lotta all'ultima alga !

Messaggio di Yellowstone1977 » 14/07/2015, 17:17

cuttlebone ha scritto:
Yellowstone1977 ha scritto:Ok capisco cosa intendi ma ti pongo un quesito :

Se io ho l'ampolla di misurazione (so che è spartana) dal lato opposto a dove sta il diffusore e se ho certezza di una completa circolazione dell'acqua , come posso non aver coerenza di misurazione ?
Perché la tua "certezza" di una completa diffusione è evidentemente smentita dalla realtà [emoji6]
...che con un atomizzatore solo in 240 litri mi sembra anche normale [emoji6]

Alessandro
Quanto scrivi non fa una piega . In pratica stai dicendo che potrei aver troppo poca CO2 .

Ma anche mettendo 4-5 atomizzatori è ovvio e scontato che più di come è ora non posso metterne perchè poi crepano i pesci (avvelenamento) . Quindi siamo sicuri ?

P.s. ad ogni modo in passato ho provato anche a mettere due diffusori (io ho due filtri uno pesca sul lato destro dell'acquario e manda dal lato sinistro mentre l'altro fa l'inverso) Il secondo diffusore l'ho tolto perchè rischiavo che uno dei due filtri aspirasse la CO2 precludendo la formazione di colonie batteriche nitrificanti al suo interno
Rox :
dopo aver fatto quella prova, devi prendere due dita d'acqua in una bottiglietta, agitarla per 2-3 min e misurare il nuovo pH.
La CO2 si sarà liberata completamente, quindi avremo un valore di riferimento per capire da che acidità siamo partiti.

Avatar utente
Yellowstone1977
star3
Messaggi: 1390
Iscritto il: 12/03/15, 12:04

Re: riavvio del 240 litri :Lotta all'ultima alga !

Messaggio di Yellowstone1977 » 14/07/2015, 17:25

cuttlebone ha scritto:Un atomizzatore solo in 240 litri, dalla parte opposta all'immissione dell'acqua in vasca, mi sembra strano possa portare la concentrazione a valori di tossicità per i pesci.
Valori che sono oltretutto bel aldilà dei valori di sicurezza riportati nel calcolatore ed al lordo dell'acidiá del filtro....[emoji6]

Alessandro
Sarà anche come dici tu ma quando trovi i pesci che boccheggiano attaccati alla superficie o che si capottano e quando poi basta che alzi il getto della mandata del filtro e riduci la CO2 per vedere che tornano a star bene dopo qualche ora , direi che son più vicino io alla cosa .

Ad ogni modo di atomizzatori ne ho altri di vecchio uso (ho anche il reattore nuovo intonso della Sera che ho dovuto scartare perchè il mio filtro non ce la faceva a supportardo) .

P.s. su uno degli altri acquari uso invece questo reattore esterno e mi pare funzioni bene solo che non so dove comprarlo :
1.JPG
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Rox :
dopo aver fatto quella prova, devi prendere due dita d'acqua in una bottiglietta, agitarla per 2-3 min e misurare il nuovo pH.
La CO2 si sarà liberata completamente, quindi avremo un valore di riferimento per capire da che acidità siamo partiti.

Avatar utente
Yellowstone1977
star3
Messaggi: 1390
Iscritto il: 12/03/15, 12:04

Re: riavvio del 240 litri :Lotta all'ultima alga !

Messaggio di Yellowstone1977 » 14/07/2015, 17:27

cuttlebone ha scritto:Un atomizzatore solo in 240 litri, dalla parte opposta all'immissione dell'acqua in vasca, mi sembra strano possa portare la concentrazione a valori di tossicità per i pesci.
Devi aver letto male .

Dal lato opposto c'è l'ampolla di misurazione mentre il diffusore atomizzatore è sul fondo ed immediatamente dopo l'immissione acqua in vasca .
Rox :
dopo aver fatto quella prova, devi prendere due dita d'acqua in una bottiglietta, agitarla per 2-3 min e misurare il nuovo pH.
La CO2 si sarà liberata completamente, quindi avremo un valore di riferimento per capire da che acidità siamo partiti.

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20538
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: riavvio del 240 litri :Lotta all'ultima alga !

Messaggio di Rox » 14/07/2015, 18:02

Divido la mia risposta in tre parti, perché sono tre argomenti diversi.
  • N° 1
Il test continuo di CO2, con ampollina, è forse l'oggetto più inattendibile che esista in acquariofilia.
Lo è a tal punto da diventare pericoloso, talvolta.
So di gente che ha fatto fuori parecchi pesci, fidandosi di quegli affari; altri hanno fertilizzato con dosaggi assurdi, pensando a carenze che in realtà... erano solo di CO2.
  • N° 2
Quando i pesci boccheggiano, nel 90% dei casi non è per la concentrazione assoluta di CO2, a meno di non arrivare a vere esagerazioni.
Di solito, è colpa della variazione troppo repentina.

L'aumento di CO2, anche con soli 30 W di luce, ha prodotto questo risultato sulla Rotala di un nostro utente:

Immagine

Ovvero, se la CO2 aumenta, si alza anche la produzione di ossigeno; quindi i pesci respirano benissimo, forse meglio.
Ovviamente, le piante non sono interruttori; ci vuole un po' di tempo prima che si adattino a quell'abbondanza.
Se nel frattempo siamo passati di colpo da 15 a 50 mg/litro, è normale che i pesci ne risentano.
  • N° 3
Yellowstone, appena hai una scusa per farlo, apri un nuovo topic con la situazione attuale, che qui siamo alla 12^ pagina.
Magari metti una foto o due, con un link a questo per chi volesse capirci qualcosa.

Quando i topic diventano troppo lunghi, la partecipazione si riduce.
Se fossimo in un periodo invernale, quando si si toccano i 400 post al giorno, già adesso non ti risponderebbe quasi più nessuno.
Questi utenti hanno ringraziato Rox per il messaggio:
Yellowstone1977 (14/07/2015, 19:13)
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Nijk
Moderatore Globale
Messaggi: 5495
Iscritto il: 07/02/14, 14:35

Re: riavvio del 240 litri :Lotta all'ultima alga !

Messaggio di Nijk » 14/07/2015, 18:29

Yellowstone1977 ha scritto:Ok capisco cosa intendi ma ti pongo un quesito :

Se io ho l'ampolla di misurazione (so che è spartana) dal lato opposto a dove sta il diffusore e se ho certezza di una completa circolazione dell'acqua , come posso non aver coerenza di misurazione ?

Ma soprattutto come mai se apro tanto la valvola (le bolle al secondo so che non sono attendibili ma uso quelle per regolarmi da 0.5 al secondo fino a 3-4 al secondo) . Dicevo , come mai se apro la valvola trovo i pesci che capottano da intossicazione CO2 ?
L'ampolla di misurazione non l'ho mai utilizzata, ma almeno da quanto si sente dire in giro non sembrerebbe molto affidabile.
Per regolarti sulle bolle al minuto ti conviene utilizzare o una classica tabella o il calcolatore a disposizione del sito, per fare questo hai bisogno di sapere con certezza il valore del pH e del KH, incrociando i dati avrai un quadro molto attendibile, non sto dicendo che ne hai poca o molta, ma a volte non avendo parametri esatti è molto facile fare, anche se involontariamente, seri danni in vasca.
Il punto è che quell'impianto che ti ritrovi dovrebbe essere abbastanza affidabile, dovresti regolare il riduttore, trovare la giusta misura entro qualche giorno e non toccarlo almeno fino a quando non avrai esigenza di cambiare la bombola.
Praticamente se stai sempre a smanettare mi sorge il dubbio che non lo utilizzi tu correttamente oppure che non sia adeguato al litraggio che hai ~x(
Nel dubbio potresti provare a posizionarlo come ti ho fatto vedere prima, se il filtro ha una buona portata le bolle seguono la corrente, ritornano indietro e vengono sparate di nuovo in giro per la vasca, ne deduco che sia più efficace dal fatto che io riesco ad erogare meno CO2 in questo modo, nel tuo caso potrebbe anche non funzionare ma provare non ti costa nulla ;)
I mandarini sono l'essenza della vita...
cit. Christopher Mccandless

Avatar utente
Yellowstone1977
star3
Messaggi: 1390
Iscritto il: 12/03/15, 12:04

Re: riavvio del 240 litri :Lotta all'ultima alga !

Messaggio di Yellowstone1977 » 14/07/2015, 19:12

Nijk ha scritto:
Yellowstone1977 ha scritto:Ok capisco cosa intendi ma ti pongo un quesito :

Se io ho l'ampolla di misurazione (so che è spartana) dal lato opposto a dove sta il diffusore e se ho certezza di una completa circolazione dell'acqua , come posso non aver coerenza di misurazione ?

Ma soprattutto come mai se apro tanto la valvola (le bolle al secondo so che non sono attendibili ma uso quelle per regolarmi da 0.5 al secondo fino a 3-4 al secondo) . Dicevo , come mai se apro la valvola trovo i pesci che capottano da intossicazione CO2 ?
L'ampolla di misurazione non l'ho mai utilizzata, ma almeno da quanto si sente dire in giro non sembrerebbe molto affidabile.
Per regolarti sulle bolle al minuto ti conviene utilizzare o una classica tabella o il calcolatore a disposizione del sito, per fare questo hai bisogno di sapere con certezza il valore del pH e del KH, incrociando i dati avrai un quadro molto attendibile, non sto dicendo che ne hai poca o molta, ma a volte non avendo parametri esatti è molto facile fare, anche se involontariamente, seri danni in vasca.
Mi sento di correggerti : ho scritto in passato di aver usato la torba pertanto la tabellina classicissima KH/pH non è più attendibile . Specie tanando conto che ho terra allofana come fondo (ADA Amazzonia new)
Nijk ha scritto:Il punto è che quell'impianto che ti ritrovi dovrebbe essere abbastanza affidabile, dovresti regolare il riduttore, trovare la giusta misura entro qualche giorno e non toccarlo almeno fino a quando non avrai esigenza di cambiare la bombola.
Le variazioni alla CO2 le faccio sempre con estrema parsimonia e non le cambio certo ogni 3-4 giorni ! (ok va bene che sto chiedendo aiuto a voi , ma non sono proprio neofita tamburello !)
Se vogliamo un valore indicativo ora sono a una bolla al secondo del contabolle ferplast (son bolle grrosse)
Un segno che ho nell'altro acquario per capire se la CO2 mi basta è la Rotala macrandra che sofggia il suo bel rosso vivissimo e la Proserpinaca palustris in base alla conformazione delle foglioline sue . Ora in quell'acquario la CO2 è "medio/basso" secondo il mio metro di giudizio . Ma non divaghiamo .
Nijk ha scritto:Praticamente se stai sempre a smanettare mi sorge il dubbio che non lo utilizzi tu correttamente oppure che non sia adeguato al litraggio che hai ~x(
Già scrivo da cane io , ma se ci ti metti pure tu a mettermi in bocca parole non dette finisce che non si capisce più niente . Io non smanetto con gli acquari ... negli ultimi 15 giorni li ho toccati solo Domenica e solamente 2 su tre . Normalmente mi limito all'alimentazione delle bestiole :)
Nijk ha scritto:Nel dubbio potresti provare a posizionarlo come ti ho fatto vedere prima, se il filtro ha una buona portata le bolle seguono la corrente, ritornano indietro e vengono sparate di nuovo in giro per la vasca, ne deduco che sia più efficace dal fatto che io riesco ad erogare meno CO2 in questo modo, nel tuo caso potrebbe anche non funzionare ma provare non ti costa nulla ;)
Già provato in passato . Risultato identico in quanto le bolle restano sparse per l'intera vasca quindi la CO2 è diffusa ugualmente .

Ad ogni modo tra 1 oretta vi do i valorei della vasca aggiornati ad oggi , magari aprendo un nuovo topic :)
Rox :
dopo aver fatto quella prova, devi prendere due dita d'acqua in una bottiglietta, agitarla per 2-3 min e misurare il nuovo pH.
La CO2 si sarà liberata completamente, quindi avremo un valore di riferimento per capire da che acidità siamo partiti.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: ANDREAsc97, Google [Bot], ignotomilite, Vincenzo95 e 5 ospiti