stick NPK

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Daniela, Dandano, sa.piddu

Rispondi
Avatar utente
matrix5
Ex-moderatore
Messaggi: 1644
Iscritto il: 10/09/14, 14:24

stick NPK

Messaggio di matrix5 » 20/10/2014, 10:02

Mi avete consigliato di usare stick NPK possibilmente della Compo che hanno ferro per la rotala.. proseguo qui per non finire OT di là.. quali valori NPK devo cercare visto che oggi volevi andare a prenderli? Non sono sicura di trovare i Compo cosa è assolutamente da evitare? Sono abituata coi bonsai a cercare concimi con titolazioni basse e a rilascio molto lento in modo da non creare eccessi ma temo che per le piante da acquario siano troppo bassi..
Ultima modifica di matrix5 il 20/10/2014, 12:08, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Uthopya
Ex-moderatore
Messaggi: 4885
Iscritto il: 19/10/13, 9:20

Re: stick NPK

Messaggio di Uthopya » 20/10/2014, 11:46

Non ricordo esattamente la titolazione...ma dovrebbe essere (come linea guida) 10 -6 - 10 con Fe in aggiunta.
Il discorso marche: suggeriamo i Compo perché si sfaldano in tempi più lunghi e quindi sono meglio gestibili, quelli che da varie esperienze risultano meno indicati per questo aspetto sono i Fiorand.
Altre marche non conosco personalmente come "vanno" :-bd
Sono responsabile di quel che dico, non di quel che ne fai tu delle mie parole!
“Non è la materia che genera il pensiero, è il
pensiero che genera la materia”
(G. Bruno)
(i∂̸-m)ψ=0

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20416
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: stick NPK

Messaggio di Rox » 20/10/2014, 12:13

Uthopya ha scritto:suggeriamo i Compo perché si sfaldano in tempi più lunghi
...Ma anche perché contengono pure gli oligoelementi.
Ovviamente, se li troviamo in un'altra marca, va bene lo stesso.

Se non ci sono, li posso aggiungere con il Rinverdente... ma chi me lo fa fare, visto che i Compo hanno lo stesso prezzo e si trovano anche più facilmente?
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
matrix5
Ex-moderatore
Messaggi: 1644
Iscritto il: 10/09/14, 14:24

Re: stick NPK

Messaggio di matrix5 » 20/10/2014, 18:11

Rox ha scritto:
Uthopya ha scritto:suggeriamo i Compo perché si sfaldano in tempi più lunghi
...Ma anche perché contengono pure gli oligoelementi.
Ovviamente, se li troviamo in un'altra marca, va bene lo stesso.

Se non ci sono, li posso aggiungere con il Rinverdente... ma chi me lo fa fare, visto che i Compo hanno lo stesso prezzo e si trovano anche più facilmente?
ho trovato gli stick universali della compo.. comunque sto anche prendendo i pezzi del PMDD ho il rinverdente e il ferro della cifo.. mi mancano gli altri due pezzi..! Li userò in caso di carenze particolari.. però gli stick messi nel manado dovrebbero farmi anche da fertilizzante dell'acqua giusto? come mi regolo come dosi? un pezzetto di stick sicuramente sotto la rotala macrandra.. poi?

A mettere gli stick aspettavo però che mi arrivasse la CO2 per le piante (Giovedì dovrebbe arrivare spero!) perché ho visto che cominciano a comparire le prime alghe (sono marroni non so cosa possano essere ma per ora sono poche e sono principalmente sui legni..) però le piante sono ancora un po' bloccate (limnophilla a parte!) quindi non vorrei alimentare ulteriormente le piante.. per ora usavo quello commerciale della tetra e il ferropol ma mi sa che anche dimezzando la dose è bastato a far crescere le alghe..

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20416
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: stick NPK

Messaggio di Rox » 20/10/2014, 21:19

Io divido lo stick in 4 parti.
Un quarto sotto ogni pianta esigente, l'ultimo nel vano pompa.

Se ho capito la situazione, quelle che ti sembrano alghe sono diatomee.
Consiglio: dài un'occhiata all'articolo su tutte le alghe, vedi se ho ragione io e poi apri un topic in sezione "Alghe", che ne parliamo lì.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
matrix5
Ex-moderatore
Messaggi: 1644
Iscritto il: 10/09/14, 14:24

Re: stick NPK

Messaggio di matrix5 » 20/10/2014, 21:30

Rox ha scritto:Io divido lo stick in 4 parti.
Un quarto sotto ogni pianta esigente, l'ultimo nel vano pompa.

Se ho capito la situazione, quelle che ti sembrano alghe sono diatomee.
Consiglio: dài un'occhiata all'articolo su tutte le alghe, vedi se ho ragione io e poi apri un topic in sezione "Alghe", che ne parliamo lì.
Sì l'articolo lo avevo già letto prima di allestire ma non mi ricordavo più i nomi! Credo siano diatomee come dici.. Ma in quantità bassissime giusto un pochino sui legni e su un paio di foglie di Cryptocoryne parva.. Non avevo pubblicato un post perché non mi sembrava preoccupante per un acquario appena allestito comunque lo metto così se peggiora la situazione saprò cosa fare!
Per la dosatura allora farò così e in teoria quando si sfalda quello nel filtro è il momento di rimetterli giusto?

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20416
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: stick NPK

Messaggio di Rox » 21/10/2014, 2:39

matrix5 ha scritto:quando si sfalda quello nel filtro è il momento di rimetterli giusto?
Quello non lo vedrai più, ma le piante sì.
Quando i nutrienti scarseggeranno, l'Hygrophila e la Salvinia si prenderanno tutto.

Vedrai radici avventizie sulla Rotala macrandra, gli steli della Limnophila si assottiglieranno e tutte la piante saranno rallentate.
Ci vorranno circa due mesi, forse meno.
Questi utenti hanno ringraziato Rox per il messaggio:
matrix5 (21/10/2014, 10:01)
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17412
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Re: stick NPK

Messaggio di cuttlebone » 21/10/2014, 7:24

matrix5 ha scritto: ...quando si sfalda quello nel filtro è il momento di rimetterli giusto?
Diciamo che quando comincia a sfaldarsi è meglio lasciarlo stare per evitare che si diffonda troppo velocemente in colonna.
Dallo sfaldamento (3/4 giorni) alla sua completa dissoluzione passa oltre un mese. Tutto dipende dalla temperatura e dalla posizione in cui l'hai messo, più o meno vicina al flusso d'acqua ed alla conseguente azione meccanica ;)
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
enkuz
Ex-moderatore
Messaggi: 4736
Iscritto il: 20/10/13, 13:42

Re: stick NPK

Messaggio di enkuz » 21/10/2014, 8:53

Certo che il rilascio è proprio graduale... la fertilizzazione ''perfetta'' (metti mano una volta al mese e fa tutto il bastoncino... poco alla volta... uno spettacolo, no ???).

Sarebbe l'ideale utilizzare questo metodo accoppiato al PMDD (che però diventerebbe di contorno... diciamo per le carenze particolari).

:-h

Avatar utente
matrix5
Ex-moderatore
Messaggi: 1644
Iscritto il: 10/09/14, 14:24

Re: stick NPK

Messaggio di matrix5 » 21/10/2014, 9:13

enkuz ha scritto:Certo che il rilascio è proprio graduale... la fertilizzazione ''perfetta'' (metti mano una volta al mese e fa tutto il bastoncino... poco alla volta... uno spettacolo, no ???).

Sarebbe l'ideale utilizzare questo metodo accoppiato al PMDD (che però diventerebbe di contorno... diciamo per le carenze particolari).

:-h
Esatto è proprio l'idea che avevo in mente io.. usare come base gli stick che hanno anch un rapporto di nutrienti già buono e per esigenze specifiche usare il PMDD.. ho visto che con i bonsai questo metodo funziona vediamo se è cosi anche per le piante dell'acquario ;)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti