Il Fotovoltaico moderno

Per presentarsi, conoscersi e chiacchierare
Rispondi
Avatar utente
enkuz
Ex-moderatore
Messaggi: 4742
Iscritto il: 20/10/13, 13:42

Il Fotovoltaico moderno

Messaggio di enkuz » 10/05/2016, 9:23

Ciao ragazzi,
Visto che mi accingo ad installare un impianto fotovoltaico sul terrazzone di casa mia... vorrei capire se qualche acquariofilo ha esperienze dirette (per lavoro oppure come utente o semplice interessato all'argomento).

Ormai mi sto documentando per bene da circa un mesetto e più o meno ho intuito pro (tanti) e contro (pochi) dell'investimento.
Ho in mano diversi preventivi... devo solo decidere.

Il topic è aperto per parlare in generale di questo tipo di tecnologia... i consigli per gli acquisti preferirei tralasciarli (nel senso che mi piacerebbe approfondire l'argomento in questione ma a livello generico lasciando perdere l'analisi delle marche proposte dal mercato).

La mia scelta deriva principalmente da questo fattore: spesa Enel annuale del sottoscritto euro 1.000,00 :-??
Non ha più senso sostenere questo tipo di spesa energetica... e considerate che a casa mia non ci sono nemmeno condizionatori o asciugatrici... :))

Faccio un investimento adesso.... che dovrebbe rientrare (a quanto si legge in giro) in 6/7 anni.
Il costo attuale di un impianto residenziale ''chiavi in mano'' è circa un terzo rispetto a pochi anni fa.
Diciamo che per un prodotto TOP di gamma con circa 10 mila euro ce la caviamo... e si parla di 4 KW.

Fra il risparmio energetico (i pannelli dovrebbero garantire un 50/60% in meno di costo in bolletta), la quantità di corrente prodotta in eccesso venduta ad Enel ed il rimborso del 50% per via dell'incentivo statale i tempi di recupero della spesa sono quelli indicati sopra.

Non tralasciamo il fatto che la scelta è comunque green... poichè il risparmio di CO2 immessa in atmosfera non è trascurabile.
Sinceramente mi attizza molto l'idea di produrre energia utilizzando il sole sopra casa mia... e vivendo in casa privata sono agevolato (nei condomini i problemi sono molto maggiori, anche solo per questioni di spazio).

Non dovete convincermi a farlo piuttosto che a rinunciare... poichè ho già deciso di procedere.
Si tratta solo di approfondire l'argomento (sempre c'è qualche esperto del settore qui dentro) ;)

:-h

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20538
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Il Fotovoltaico moderno

Messaggio di Rox » 10/05/2016, 11:38

Anni fa, credevo che il silicio fosse eterno.
Poi mi hanno spiegato che perde efficacia con il tempo, che ogni 12-15 anni bisogna sostituire tutto...
Da allora, ho smesso di interessarmene. :-??
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Paky
Ex-moderatore
Messaggi: 6089
Iscritto il: 06/09/14, 18:48

Re: Il Fotovoltaico moderno

Messaggio di Paky » 10/05/2016, 11:54

A parte che sono in un grosso condominio, quindi impossibile...
enkuz ha scritto:e si parla di 4 KW.
Beato te che ti bastano 4KW!! Io qui in Francia non ho il gas, e con l'elettricita' ci devo far tutto:
  • Scaldare l'acqua
  • Riscaldare la casa
  • Cucinare
La sola placca per cucinare, se accendo tutti e 4 i "fuochi", consuma 6,5KW!! @-)
Il mio contratto e' da 32A, e mi arriva un cavo grosso come un pollice... Avrei bisogno di un campo da calcio!!! @-)
"Forse potrà suonare un po' pomposo, ma preferisco morire in piedi che vivere in ginocchio"
Charb

Avatar utente
scheccia
Tecnico
Messaggi: 7651
Iscritto il: 13/06/15, 18:33

Re: Il Fotovoltaico moderno

Messaggio di scheccia » 10/05/2016, 12:14

Io l'ho montato 2 anni fa, 3k 6.600€.
Di bolletta pago circa 50€ a bimestre, siamo in 5 (ma tieni conto che sono un po' esagerato, ho tutte lampadine a LED a casa, 30 circa, che tutte mi consumano 100w, 3 tv 150w circa, praticamente mi consuma più l'acquario di tutte le luci e tv che ho in casa =)) ).
Abbiamo cambiato i nostri metodi di gestio e familiare, prima di attaccare un elettrodomestico, se non necessario, guardo il cielo :- ... Lavatrice, lavastoviglie, tutto si attacca di giorno.
Tenuto conto della mia mania, si riesce ad autoconsumarsi un 30% circa, se sei bravo...
Quello che vendi te lo pagano nulla...
Acquariofilia facile

http://goo.gl/81SHJb

Avatar utente
enkuz
Ex-moderatore
Messaggi: 4742
Iscritto il: 20/10/13, 13:42

Re: Il Fotovoltaico moderno

Messaggio di enkuz » 10/05/2016, 14:21

Rox ha scritto:Anni fa, credevo che il silicio fosse eterno.
Poi mi hanno spiegato che perde efficacia con il tempo, che ogni 12-15 anni bisogna sostituire tutto...
Da allora, ho smesso di interessarmene. :-??
I moderni pannelli hanno una durata di vita ''garantita'' per 25/30 anni... la resa è circa dell'80% al 25esimo anno ;) ma tutto dipende dal prodotto che uno va ad installare (se top di gamma o meno).
scheccia ha scritto:Abbiamo cambiato i nostri metodi di gestio e familiare, prima di attaccare un elettrodomestico, se non necessario, guardo il cielo :- ... Lavatrice, lavastoviglie, tutto si attacca di giorno.
Tenuto conto della mia mania, si riesce ad autoconsumarsi un 30% circa, se sei bravo...
Quello che vendi te lo pagano nulla...
La differenza infatti la fa l'uso mirato degli elettrodomestici durante le ore di sole, in questo modo si risparmia di più (altrimenti non ha senso metterli).

30% di autoconsumo mi sembra poco però... ne sei sicuro?
La media nazionale è 45/55% in autoconsumo... ma ci sono picchi superiori (se sei bravo ad utilizzare l'energia ed il tuo pannello ha molte ore di sole, arrivi anche a percentuali maggiori di autoconsumo).

Avatar utente
scheccia
Tecnico
Messaggi: 7651
Iscritto il: 13/06/15, 18:33

Re: Il Fotovoltaico moderno

Messaggio di scheccia » 10/05/2016, 14:33

45%? Forse d'inverno o dove c'è poco sole... Al contrario di come si potrebbe pensare, d'inverno si autoconsuma di più in quanto si produve meno... L'autoconsumo è inversamente proporzionale alla produzione.
Acquariofilia facile

http://goo.gl/81SHJb

Avatar utente
scheccia
Tecnico
Messaggi: 7651
Iscritto il: 13/06/15, 18:33

Re: Il Fotovoltaico moderno

Messaggio di scheccia » 10/05/2016, 14:43

Ti porto un esempio pratico...
Metti che ogni mese consumi 100kw.
Estate produci 400kw, mettendo il caso che riesci a consumare tutti e 100kw dai pannelli (impossibile) hai un autoconsumo del 25%.
Inverno produci 150kw, hai un autoconsumo del 67%.
Acquariofilia facile

http://goo.gl/81SHJb

Avatar utente
pantera
star3
Messaggi: 1966
Iscritto il: 03/01/14, 16:22

Re: Il Fotovoltaico moderno

Messaggio di pantera » 10/05/2016, 14:56

Rox ha scritto:che ogni 12-15 anni bisogna sostituire tutto...
Se è così il guadagno sta solo nel installatore...
Inutile parlare di durata in percentuale o anni alla fine la durata verala conoscono solo i produttori i quali è normale che siano molto ottimisti

Avatar utente
Fulldynamix
star3
Messaggi: 1353
Iscritto il: 25/01/16, 14:34

Re: Il Fotovoltaico moderno

Messaggio di Fulldynamix » 10/05/2016, 15:32

Rox ha scritto:Anni fa, credevo che il silicio fosse eterno.
Poi mi hanno spiegato che perde efficacia con il tempo, che ogni 12-15 anni bisogna sostituire tutto...
Da allora, ho smesso di interessarmene. :-??
Di solito i produttori garantiscono la resa superiore al 80% dopo 25 anni...
beh dai..non è grave...
Non è che dopo 25 anni bisogna cambiare tutto...si va avanti con una resa inferiore da 4 KW passi a 3.2KW... ma anche a 3 Kw chi se ne frega. Bisogna vedere tutto il resto....i cavi, l' inverter (dubito che duri 20 anni specialmente i transistors) il tetto, la casa..il proprietario .

Avatar utente
enkuz
Ex-moderatore
Messaggi: 4742
Iscritto il: 20/10/13, 13:42

Re: Il Fotovoltaico moderno

Messaggio di enkuz » 10/05/2016, 16:10

pantera ha scritto:
Rox ha scritto:che ogni 12-15 anni bisogna sostituire tutto...
Se è così il guadagno sta solo nel installatore...
Inutile parlare di durata in percentuale o anni alla fine la durata verala conoscono solo i produttori i quali è normale che siano molto ottimisti
Dipende dai produttori ;)

C'è un prodotto americano (chi bazzica nel settore lo sa) che è montato in USA (nei campi fotovoltaici) dagli anni 80 e sta ancora li... rende meno ma funziona ancora.

Non è che i pannelli si esauriscono dopo qualche anno... calano la resa.

Sulla durata possiamo solo che dire ''chi vivrà vedrà'' ma va anche detto che se ci sono delle garanzie ''ufficiali'' sulla durata non possiamo che crederci se ci fidiamo dei prodotti che acquistiamo (non mi riferisco agli installatori, qui si sta parlando di certificazioni dei prodotti).

Ogni installatore poi sceglie che prodotto trattare ed installare e fa il suo prezzo chiavi in mano.
Io mi sto studiando un pò i prodotti... :))
Fulldynamix ha scritto:Di solito i produttori garantiscono la resa superiore al 80% dopo 25 anni...
beh dai..non è grave...
Non è che dopo 25 anni bisogna cambiare tutto...si va avanti con una resa inferiore da 4 KW passi a 3.2KW... ma anche a 3 Kw chi se ne frega. Bisogna vedere tutto il resto....i cavi, l' inverter (dubito che duri 20 anni specialmente i transistors) il tetto, la casa..il proprietario .
Per l'Inverter (l'elemento più sollecitato dell'impianto fotovoltaico, diciamo quello che si rompe prima) : le garanzie dei migliori sono ormai arrivate a 10/12 anni... poi, se si rompe, devi cambiartelo tu (ma sono passati 10/12 anni... una garanzia impensabile per il 90% dei prodotti commerciali esistenti).
scheccia ha scritto:Ti porto un esempio pratico...
Metti che ogni mese consumi 100kw.
Estate produci 400kw, mettendo il caso che riesci a consumare tutti e 100kw dai pannelli (impossibile) hai un autoconsumo del 25%.
Inverno produci 150kw, hai un autoconsumo del 67%.
Ci siamo capiti male: io per autoconsumo mi riferisco al mio consumo derivato dalla produzione data dai pannelli in rapporto a quello che acquisto da Enel (adesso che i pannelli ancora non li ho).

Esempio: io consumo 4.000 kw all'anno... se riesco a produrne 2.000 con i miei pannelli e gli altri 2.000 li devo ancora acquistare da Enel (di notte e così via) ho un autoconsumo del 50%.
Nel mio caso, con un'attento utilizzo dell'energia di casa, confido di arrivare almeno al 60% di autoconsumo (ovvero pagare delle bollette del 40% massimo rispetto a quanto pago ora).

Aggiungiamoci il fatto che una parte di corrente la venderò comunque...

In questo momento sto pagando 1.000,00 euro all'anno di Enel... montando i pannelli mi auguro perlomeno di dimezzare la mia bolletta e ricevere pure qualcosa di rimborso dal GSE (mi hanno prospettato circa 2/300,00 euro l'anno di ricavo, considerando un impianto di 4kw correlato ai miei consumi attuali).

Sono proiezioni ottimistiche... ma confido di arrivarci (se il sole mi aiuterà).
Unitamente a questo, ogni anno riceverò circa 500,00 euro di rimborso nel 730...

Insomma: ne spendo circa 10 mila... però se tutto va bene nel corso di pochi anni (6/7) si rientra e poi inizia il vero risparmio (fino ai 25 anni).

La manutenzione del kit fotovoltaico è minima (salvo rotture): pulizia dei pannelli un paio di volte l'anno e stop.
E' un impianto elettrico semplice semplice a quanto pare... niente di macchinoso (tanto che viene montato in una giornata).
E' più complesso un normale impianto elettrico di casa :-bd

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti