Il neofita, questo strano essere

Per presentarsi, conoscersi e chiacchierare
Avatar utente
Saxmax
Amministratore
Messaggi: 7064
Iscritto il: 06/10/13, 16:39

Re: Il neofita, questo strano essere

Messaggio di Saxmax » 11/11/2015, 12:49

Robi.c ha scritto:
Masatomo ha scritto:
Robi.c ha scritto:Piccolo Ot dovuto: i pesci giapponesi, sono per caso medaka?
Sì, sono loro..
Hai delle loro foto?
Perché non apri un topic al riguardo nell'apposita sezione? ;)
"Con le palanche son buoni tutti.." Motto di famiglia

Per alcune persone nemmeno mi siedo sulla riva del fiume.
Probabilmente passerà il loro cadavere mentre sono a farmi una birra.

Avatar utente
raffaella150
star3
Messaggi: 3416
Iscritto il: 04/10/14, 12:35

Re: Il neofita, questo strano essere

Messaggio di raffaella150 » 11/11/2015, 13:08

oddio, ci sta gente che compra il cagnolino puccioso x il figlio, x poi scoprire che toh CRESCE , e lo abbandonano immancabilmente in strada X(

visto che non credo ci sia bisogno di internet x sapere che un san bernardo, o un golden retriever, o un pastore tedesco, o anche semplicemente un cane di media taglia non resta il bonsai che compri......e che nonostante la taglia, guarda caso MANGIA, BEVE ed EVACUA proprio come noi, che necessita di uscire di casa, veterinario, compagnia e TEMPO , tanto tempo da dedicargli, vi meravigliate che lo facciano con un pesce dove notoriamente le info son confuse anche in rete?

quindi se succede questo x cani gatti e pennuti di cui abbiamo informazioni certe senza il consiglio del negoziante, xke non dovrebbe accadere ai pesci visto che son considerati alla stregua di un soprammobile?

il casino è che in sto settore chi alleva pesci non si preoccupa di dove vadano a finire, mentre un allevatore serio, puö anche rifiutarsi di venderti il cucciolo
il problema in generale, non è tanto il principiante come persona che principia, l'errore ci sta, ma il negoziante disonesto a cui si affida il principiante e il cliente che se ne frega di uscire dalla fase ingnorante......e che si permette di dare consigli in giro.....

poi la gente approda nei forum e si offende se viene cazziata......è già un miracolo se non viene fustigata a morte ;)

p.s. se calcoliamo che siamo l'unica specie in cui una madre uccide volontariamente il proprio cucciolo appena nato x le ragioni consumistiche piu bieche........beh, vi stupite x un esemplare ittico da 10gr?
quando avrö trovato Cleopatra, la Strangolatrice Africana, la mia growlist sarà COMPLETA :D

il mio sito sulle carnivore, http://www.fleischfressendepflanzen.ch/

Avatar utente
Forcellone
star3
Messaggi: 1735
Iscritto il: 10/10/14, 13:18

Re: Il neofita, questo strano essere

Messaggio di Forcellone » 11/11/2015, 15:01

Trovo molto interessante l'argomento ed esposto molto bene. :-bd :ymapplause:

Lo stesso discorso possiamo farlo per tanti settori, è sempre quello:
- Normale che qualcuno si avvicini ad un qualcosa per caso e senza conoscere bene la materia, molto fa la conoscenza personale, in ceti casi si sottovaluta facendo errori ed in altri si riesce strada facendo a capire la situazione.
- Poi ci sono anche i negozianti che aggirano i problemi rifilando le "SOLE".
- La facilità di allevare un qualcosa è anche legata di cosa stiamo parlando, magari la stessa cosa con il clima Italiano non è possibile.
- Finisco, è anche normale che si sviluppi una certa sensibilità conoscendo con il tempo la materia. Dite ad un pescatore che spendete solti e tempo a curare un pesce rosso.... =))

Partecipo con piacere nei forum, ho trovato ed abbandonato forum dove l'ignoranza e strafottenza degli esperti regnava sovrana, trovo che questo forum è molto bene gestito da persone corrette, un pochino di spirito fa bene. ;)
La calma salva l'acquario, anzi... quello che c'è dentro. Mani in tasca e zero panico :-bd

Avatar utente
RiccardoMazzei
Top User
Messaggi: 1045
Iscritto il: 26/12/14, 18:47
Contatta:

Re: Il neofita, questo strano essere

Messaggio di RiccardoMazzei » 11/11/2015, 15:05

Per me, comunque, il percorso "iniziatico" è stato molto diverso.
Mi era assolutamente ovvio che l'idea dell'acquario comportava delle responsaibilità non da poco, l'idea in casa non l'avevo avuta io, ma vedevo che poteva "prendere", allora ho cominciato a studiare - un po' meno di un anno fa. Sono cascato su un sito di acquariofilia consapevole e ho trovato molti articoli e messaggi che mi hanno messo ancora di più in guardia sul guaio dell'acquariofilia commerciale (vedi la campagna contro la vendita indiscriminata di specie a rischio, pesci rossi votati al sacrificio, Betta campioni di nuoto nel bicchiere).
Ho iniziato a guardare in giro articoli sugli allestimenti, l'acqua, il filtro, ... ma nessuno mi soddisfaceva, o meglio tutti mi insospettivano, per un discorso "culturale": non puoi parlare di argomenti del genere in modo "non organico", senza affrontare tutti gli aspetti, dalla chimica alla zoologia, alla pratica concreta di quali soluzioni possono concretamente consentire di condurre un allevamento serio e rispettoso, per quanto possibile.
I contenuti naturalistici di questo "hobby", poi - in ogni caso è così che si configura - configurano una attinenza con discipline molto elevate, che richiedono una degna veste culturale.
E' questo che ho trovato, nel sito di articoli di AF, e che mi ha convinto a spulciare il forum e poi ad iscrivermi.

E il bello doveva ancora venire.

Perché (e la faccio breve) io pur avendo studiato un pochino ero ancora un neofita, per giunta senza acquario.
Il mio approccio molto ragionato alle cose mi ha portato ad un eccesso di razionalismo, nel tentare di approcciare un oggetto sconosciuto con soltanto un bagaglio di conoscenze (e di amici ben informati :) ).
Sto imparando che la vera forza dell'acquario è l'ordine naturale, e la possibilità di far sì che esso si impadronisca di un volume determinato del mio salotto :D

In questo senso, grande saggezza è dire "Osservando puoi imparare un sacco di cose".
Ma, ritornando agli acquari, è anche opportuno aggiungere che sarà il rispetto per quei 100 litri di natura (non solo per i pesci che vi vivono) che ne determinerà il destino, indipendentemente dal nostro essere esperti.
Questi utenti hanno ringraziato RiccardoMazzei per il messaggio:
Sini (11/11/2015, 16:28)
Immagine
Keep It Simple Stupid

I cannolicchi sono la tana dei nostri amici batteri che non dobbiamo disturbare (cicerchia80)

Avatar utente
Paky
Ex-moderatore
Messaggi: 6118
Iscritto il: 06/09/14, 18:48

Re: Il neofita, questo strano essere

Messaggio di Paky » 11/11/2015, 18:42

Io ho fatto il moderatore della sezione "Primo acquario" per un po' di tempo, quindi mi sento "chiamato in causa"... ;)

Anche se ho accompagnato diversi neofiti, non sono un esperto. Sono al mio primo acquario e ho ancora un mucchio di cose da imparare, quindi mi ricordo bene quando ero un vero neofita...perche' e' stato fino a pochi mesi fa! :D

A parte la questione etica del fatto che i pesci sono animali, e che come tali vanno trattati con cure adeguate, capisco cosa intendi con il tuo "non siate troppo duri con noi".
Io ho avuto la fortuna di approdare in AF prima ancora di aver comperato la vasca, quindi tutto quello che ho imparato l'ho imparato qui, e tutto e' andato liscio (a parte Rox che mi sgrido', prendendomi per il culo, per aver messo le Anubias in piena luce... :)) ).

Il "problema" e' quando uno arriva in AF con un acquario gia' avviato seguendo i consigli di chissa' chi. Se uno arriva con una vasca di 60 litri con dentro 3 P. scalare, dei guppy, un po' di neon e magari acqua dura e piante di plastica, perche' cosi' gli ha consigliato il negoziante/amico/parente, e' difficile trovare le parole giuste per spiegarli che e' tutto sbagliato! E dall'altro lato, e' difficile per il neofita accettarlo! In fondo siamo semplicemente un forum su internet di appassionati, non siamo mica dei "professionisti", quindi capisco il neofita che pensa "ma come si permettono questi a dirmi che sto sbagliando tutto?".

Non sono tanto daccordo sul dire che basterebbe che il neofita si informasse. Certo, c'e' internet, ma dentro c'e' di tutto, a cominciare dai consigli piu' strampalati (ad esempio il mito delle lumache infestanti!). Ed e' facile perdersi in questo mare di informazioni. Anche in AF non e' tanto semplice accorgersi che ci sono decine di articoli, e una volta scoperti, trovare quale ha le informazioni necessarie...

Trovo normale che uno si affidi al negoziante o ad un amico/parente, che spesso danno consigli sbagliati (soprattutto i negozianti!). Io, quando ho cominciato, ho cercato dei libri sull'acquariofilia, ma ho trovato solo roba che non vale niente. Quindi personalmente ritengo normale che il neofita possa arrivare qui e si trovi a farsi dire che tutto quello che ha fatto e' sbagliato... Da parte mia, io ho sempre cercato di dirlo con pazienza e cercando di spiegare il perche' (poi, se ci sono riuscito, non lo so...)

In ultimo, bisogna aggiungere che su AF viene proposto un modo di condurre gli acquari diverso da gran parte degli altri forum/siti, e piu' in generale in opposizione con buona parte del mondo dell'acquariofilia.
"Forse potrà suonare un po' pomposo, ma preferisco morire in piedi che vivere in ginocchio"
Charb

Avatar utente
Masatomo
star3
Messaggi: 550
Iscritto il: 18/10/15, 10:46

Re: Il neofita, questo strano essere

Messaggio di Masatomo » 11/11/2015, 19:09

Beh, diciamo che io in verità sono molto aperto alle critiche perché avevo fatto tutto da solo. Sbagliando tutto, ovvio. Ma ho passato le prime settimane a leggere e basta, perché a tutto c'era già una risposta. Però poi, dai problemi più comuni, ho cominciato ad avere problemi ai quali non trovavo risposte e quindi ho cominciato a chiedere. Su altri due forum - uno dei quali con una persona molto informata e che mi ha subito ispirato fiducia - per poi approdare qua ed entrare nella fase "sono tutto orecchi, quelli che dite è oro colato fin quando ciò che dite è motivato". Che descrive appieno la filosofia di questo forum.

Il mio intervento non era relativo al "hai cannato tutto", perché quello ci sta totalmente, ma "hai cannato tutto, dovevi informarti, perché hai fatto questo o quello?", che mi è sembrato non tenesse conto della mia (non dico "dei neofiti" perché ogni caso è a parte) precedente condizione, che si riassume in "Ah, ma il pesce, oltre a nuotare, è pure vivo?"

Avatar utente
raffaella150
star3
Messaggi: 3416
Iscritto il: 04/10/14, 12:35

Re: Il neofita, questo strano essere

Messaggio di raffaella150 » 11/11/2015, 23:26

guarda masatomo, i forumisti son persone come chiunque, con una vita come chiunque, che profusano passione e pazienza a iosa MA.........

loro son 10 e noi 1000, noi poniamo una domanda che ci pare nuova e loro l'ha gia trita e ritrita migliaia di volte sino alla nausea....capita che quel giorno ti girino x i fatti tuoi e rispondi male......

sapessi quante volte è successo sui siti carnivori, ogni giorno sempre le stesse domande sempre sullo stesso argomento "ho una dionea , che faccio?" ,,,,ma ogni giorno sempre le stesse levano tempo ad altri quesiti, magari piu importanti su malattie e altro

la funzione cerca esiste per questo, se ti si risponde, "va a leggerti l'articolo y e poi ne riparliamo" non è maleducazione è solo che la mole di richieste è cosi alta che si tende a far prima leggere l'articolo, in modo che il cervello assimili quei due dati due essenziali e ti metta nelle condizioni di recepire i consigli.......

pensa te se ogni giorno ci fossero almeno 10 post di 10 persone diverse che chiedono "ho un betta, che faccio?" il server nonchè i moderatori, scoppierebbero....
quando avrö trovato Cleopatra, la Strangolatrice Africana, la mia growlist sarà COMPLETA :D

il mio sito sulle carnivore, http://www.fleischfressendepflanzen.ch/

Avatar utente
Forcellone
star3
Messaggi: 1735
Iscritto il: 10/10/14, 13:18

Re: Il neofita, questo strano essere

Messaggio di Forcellone » 12/11/2015, 10:25

E' tutto nella norma, non dobbiamo imbottigliarci in certi "problemi di comunicazione" che tramite forum è ovvio che possano capitare.... Ma alla fine si impara molto.... e non si finisce mai.

Il fatto di informarsi prima o dopo è molto soggettivo.......
In molti si sono informati ma dalle persone sbagliate.
La calma salva l'acquario, anzi... quello che c'è dentro. Mani in tasca e zero panico :-bd

Avatar utente
Paky
Ex-moderatore
Messaggi: 6118
Iscritto il: 06/09/14, 18:48

Re: Il neofita, questo strano essere

Messaggio di Paky » 12/11/2015, 10:46

raffaella150 ha scritto:pensa te se ogni giorno ci fossero almeno 10 post di 10 persone diverse che chiedono "ho un betta, che faccio?" il server nonchè i moderatori, scoppierebbero....
no, non e' cosi'. Se il server "scoppia", Sax ne prende in affitto uno piu' potente (le donazioni servono proprio a questo).
I moderatori vengono scelti tra gli utenti che scoppiano meno. La pazienza con i neofiti e' un requisito per diventare moderatore, e tutto lo staff di AF ne e' ben cosciente.
"Forse potrà suonare un po' pomposo, ma preferisco morire in piedi che vivere in ginocchio"
Charb

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite