Sezione marino

Per presentarsi, conoscersi e chiacchierare
Rispondi
Avatar utente
Freef
star3
Messaggi: 405
Iscritto il: 28/04/17, 19:57

Sezione marino

Messaggio di Freef » 19/09/2017, 17:13

Il problema del marino mediterraneo è la temperatura, se nel tropicale a 28° si fa danni, nel mediterraneo muore tutto.
Poi dipende dagli ospiti, se nel mediterraneo ci metti solo granchi e pomodori di mare, beh, resistono anche fuori dall'acqua 😂


Posted with AF APP

Avatar utente
Guybrush
star3
Messaggi: 346
Iscritto il: 14/08/17, 23:46

Sezione marino

Messaggio di Guybrush » 19/09/2017, 17:19

Freef ha scritto: Il problema del marino mediterraneo è la temperatura, se nel tropicale a 28° si fa danni, nel mediterraneo muore tutto.
Poi dipende dagli ospiti, se nel mediterraneo ci metti solo granchi e pomodori di mare, beh, resistono anche fuori dall'acqua 😂


Posted with AF APP
Una vasca di astici, come al supermercato! =))
Guarda dietro di te! Una scimmia a tre teste!

Avatar utente
Freef
star3
Messaggi: 405
Iscritto il: 28/04/17, 19:57

Sezione marino

Messaggio di Freef » 19/09/2017, 17:33

Guybrush ha scritto:
Freef ha scritto: Il problema del marino mediterraneo è la temperatura, se nel tropicale a 28° si fa danni, nel mediterraneo muore tutto.
Poi dipende dagli ospiti, se nel mediterraneo ci metti solo granchi e pomodori di mare, beh, resistono anche fuori dall'acqua 😂


Posted with AF APP
Una vasca di astici, come al supermercato! =))
Il concetto è quello :D


Posted with AF APP

Avatar utente
Marlin_anziano
star3
Messaggi: 2445
Iscritto il: 26/09/16, 18:08

Sezione marino

Messaggio di Marlin_anziano » 19/09/2017, 17:42

Guybrush ha scritto: se nel tropicale a 28° si fa danni, nel mediterraneo muore tutto.
http://www.meteogiornale.it/notizia/285 ... e-la-norma

http://www.meteogiornale.it/notizia/475 ... in-aumento

Ovviamente più nel profondo non è così ...
Non si finisce mai di imparare ... e migliorare ... :-??

Avatar utente
cicerchia80
Amministratore
Messaggi: 32503
Iscritto il: 07/06/15, 8:12
Contatta:

Sezione marino

Messaggio di cicerchia80 » 19/09/2017, 18:00

SilvioD ha scritto: Per "moderatore" si intende qualcuno che eviti i flame, l'inserimento di spam, link ad altri forum concorrenti, ecc...o qualcuno che ne capisca un minimo di marino e possa aiutare gli utenti nelle loro scelte?
In pratica un moderatore sarebbe un controllore
Tuttavia dato che abbiamo uno stampo simile ad una FAQ,cerchiamo di abbinare il moderatore in base alle sue competenze....di certo non mi metto a moderare il marino io :-??

Tuttavia l'aver letto in un topic un marino stile AF si può fare mi fà ben sperare :x
'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in materia.

...è sempre solo per te

Avatar utente
Saxmax
Amministratore
Messaggi: 7005
Iscritto il: 06/10/13, 16:39

Sezione marino

Messaggio di Saxmax » 19/09/2017, 18:22

Si continua a porre l'accento sul discorso economico, ma come ho gia detto, non è il discorso economico quello che mi preme di più. È l'aspetto etico/gestionale che mi preoccupa. Se noi sul dolce insistiamo sull'Acquariofilia "semplice", intelligente, che punta a creare un ecosistema sostenibile e di facile gestione, escluso l' acquario di "pozza di marea mediterranea", come trasformiamo il nostro "savoir faire" in un ambito di acquari di barriera spinti, che stanno su solo con mille espedienti complessi? :-?
Non sono sostenibili. Punto. Sono difficili da gestire e richiedono moltissima tecnica. E tanti saluti ad Acquariofilia facile.
Comunque, ho gia detto, non sono affatto contrario.
Voglio solo capire con che modalità possiamo gestire la cosa senza che si diventi "Acquariofilia mezzo e mezzo". :-??
Ripeto cosa farei io, se volessi spingere il discorso marino qui, su AF. Proporrei diversi articoli ed esperienze positive su allestimenti marini il più possibile "facili". Non ho detto semplicistici, ma che rispettino il modo di vedere "consapevole" che noi da sempre promuoviamo. Una volta suscitato interesse e avviato diverse vasche, la discussione poi verrà da sola e allora sarà sicuramente interesse di tutti portarla avanti. Se no, ci riempiamo di discussioni sulla dimmerizzazione via Arduino delle plafonieree a LED di tale marca, del decimale di grado di salinità, del mezzo grammo di sale in più o meno, e ciaone.. :-h


Posted with AF APP
"Con le palanche son buoni tutti.." Motto di famiglia

Per alcune persone nemmeno mi siedo sulla riva del fiume.
Probabilmente passerà il loro cadavere mentre sono a farmi una birra.

Avatar utente
MatteoR
Ex-moderatore
Messaggi: 2761
Iscritto il: 29/05/16, 10:18
Contatta:

Sezione marino

Messaggio di MatteoR » 19/09/2017, 18:43

Saxmax ha scritto: Non sono sostenibili. Punto. Sono difficili da gestire e richiedono moltissima tecnica. E tanti saluti ad Acquariofilia facile.
Sax, so che -facile- è una parola attraente ma non riesco a collegarla con il resto. L'acquariofilia che si propone qui è difficile: bisogna studiare e capire.
Comprare gli strumenti già fatti e applicare il bugiardino, invece, è facile. Costoso ma facile.
Saxmax ha scritto: in un ambito di acquari di barriera spinti, che stanno su solo con mille espedienti complessi?
Secondo me stai confondendo nei paragoni i coralli con le piante.

Gestire un acquario marino di pesci è quasi come gestire un acquario dolce di pesci. Se hai un buon filtro ossidante hai fatto ;)
Vogliamo ridurre i cambi d'acqua? Allora si inseriscono delle alghe specifiche che, come nel dolce con le piante, se hanno luce crescono molto e consumano i nutrienti.

L'acquario d'acqua dolce spinto a cui fai riferimento è una sorta di plantacquario. NON ESISTE un corrispondente marino.
L'acquario marino spinto è un acquario di coralli. I coralli (sclerattinie ) sono animali calcificanti e alghe assieme, per questo aumenta il livello di difficoltà: delicatezza all'inquinamento e necessità di calcio degli animali, bisogno di radiazioni e microelementi delle alghe.
“Se gettassi su di un piatto della bilancia tutto ciò che ho imparato a comprendere in quelle ore di meditazione di fronte all'acquario, e sull'altro tutto ciò che ho ricavato dai libri, come rimarrebbe leggero il secondo!”
Konrad Lorenz

Avatar utente
Marlin_anziano
star3
Messaggi: 2445
Iscritto il: 26/09/16, 18:08

Sezione marino

Messaggio di Marlin_anziano » 19/09/2017, 18:45

Saxmax ha scritto: Proporrei diversi articoli ed esperienze positive su allestimenti marini il più possibile "facili".
Mi hai anticipato :D

Concordo pienamente.

Iniziamo ad aprire una proposta di articolo semplice e dettagliata su cosa serve e come funziona un acquario marino.

Così si può quantificare insieme cosa occorre realmente per realizzare un marino. Così risulta più facile a tutti noi SE e dove eventualmente si può risparmiare/semplificare.

Coraggio, chi inizia ?
Non si finisce mai di imparare ... e migliorare ... :-??

Avatar utente
Marlin_anziano
star3
Messaggi: 2445
Iscritto il: 26/09/16, 18:08

Sezione marino

Messaggio di Marlin_anziano » 19/09/2017, 18:48

MatteoR ha scritto: Gestire un acquario marino di pesci è quasi come gestire un acquario dolce di pesci. Se hai un buon filtro ossidante hai fatto
Vogliamo ridurre i cambi d'acqua? Allora si inseriscono delle alghe specifiche che, come nel dolce con le piante, se hanno luce crescono molto e consumano i nutrienti.

L'acquario d'acqua dolce spinto a cui fai riferimento è una sorta di plantacquario. NON ESISTE un corrispondente marino.
L'acquario marino spinto è un acquario di coralli. I coralli (sclerattinie ) sono animali calcificanti e alghe assieme, per questo aumenta il livello di difficoltà: delicatezza all'inquinamento e necessità di calcio degli animali, bisogno di radiazioni e microelementi delle alghe.
Molto interessante ............. :-? :-? :-?

Sento agitarsi una piccola scimmia nella mia testa ........... :D :D :D :D :D :D :D :D

Inizierei con un po di rocce vive un anemone e dei pesci pagliaccio ............ uno lo chiamo Marlin naturalmente :)) =))
Non si finisce mai di imparare ... e migliorare ... :-??

Avatar utente
Freef
star3
Messaggi: 405
Iscritto il: 28/04/17, 19:57

Sezione marino

Messaggio di Freef » 19/09/2017, 18:50

Saxmax ha scritto: Si continua a porre l'accento sul discorso economico, ma come ho gia detto, non è il discorso economico quello che mi preme di più. È l'aspetto etico/gestionale che mi preoccupa. Se noi sul dolce insistiamo sull'Acquariofilia "semplice", intelligente, che punta a creare un ecosistema sostenibile e di facile gestione, escluso l' acquario di "pozza di marea mediterranea", come trasformiamo il nostro "savoir faire" in un ambito di acquari di barriera spinti, che stanno su solo con mille espedienti complessi? :-?
Non sono sostenibili. Punto. Sono difficili da gestire e richiedono moltissima tecnica. E tanti saluti ad Acquariofilia facile.
Comunque, ho gia detto, non sono affatto contrario.
Voglio solo capire con che modalità possiamo gestire la cosa senza che si diventi "Acquariofilia mezzo e mezzo". :-??
Ripeto cosa farei io, se volessi spingere il discorso marino qui, su AF. Proporrei diversi articoli ed esperienze positive su allestimenti marini il più possibile "facili". Non ho detto semplicistici, ma che rispettino il modo di vedere "consapevole" che noi da sempre promuoviamo. Una volta suscitato interesse e avviato diverse vasche, la discussione poi verrà da sola e allora sarà sicuramente interesse di tutti portarla avanti. Se no, ci riempiamo di discussioni sulla dimmerizzazione via Arduino delle plafonieree a LED di tale marca, del decimale di grado di salinità, del mezzo grammo di sale in più o meno, e ciaone.. :-h


Posted with AF APP
Secondo me per arrivare a chiedere quello che hai paura che succeda, non saranno sicuramente persone che si affacciano alla prima volta al marino, ma bensì chi ha anni alle spalle e cerca di spremere la vasca al meglio possibile.
Per ora, ho visto topic tutti in stile acquariofilia facile, o che comunque hanno virato a questa gestione.


Posted with AF APP

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: DxGx e 3 ospiti