Takashi Amano è morto.

Per presentarsi, conoscersi e chiacchierare
Rispondi
Avatar utente
naftone1
Ex-moderatore
Messaggi: 5739
Iscritto il: 15/07/15, 10:01

Re: Takashi Amano è morto.

Messaggio di naftone1 » 22/09/2015, 15:40

ahahahahahah =)) =)) =))
Mio padre era una persona di poche parole... un giorno mi disse: "figliolo"

Avatar utente
Gianluca91
star3
Messaggi: 13
Iscritto il: 20/09/15, 16:34

Re: Takashi Amano è morto.

Messaggio di Gianluca91 » 22/09/2015, 17:04

Piano piano sto iniziando a leggere! ci vuole tempo :-bd
Avevo già capito che esistono molteplici sfumature...lo avevo solo ribadito per qualcuno che non aveva letto bene...
Premesso che quell'albero per me non rappresenta neanche lontanamente L'amanismo e neanche una sua estremizzazione, direi che è più un'estremizzazione/astrattismo degli acquari olandesi (ma qui si va troppo sul filosofico) ... ci ho riflettuto in questi giorni e sono arrivato alla conclusione che Amano per quel che mi riguarda, non mi ha lasciato un protocollo di concimazione o una guida su come gestire la vasca, ma solo dei concetti su come disporre armoniosamente le cose in vasca (quindi una filosofia)....che poi altro non è che il famoso wabi-sabi giapponese, applicato sott'acqua.Per questo lo ammiro...poi ognuno gestisce il tutto come vuole...
Se proprio volessimo puntualizzare vi dirò che non è esatto dire che quell'alberello, che io trovo pacchiano e di cattivo gusto, non durerebbe neanche una settimana o solo il tempo di una gara...vi assicuro che un amico che lo ha realizzato per suo figlio piccolo, lo mantiene da più di un anno senza grossi problemi.ovvio che bisogna potarlo penso ogni 3 settimane altrimenti va fuori forma...basta saperci fare e vive tranquillamente (niente alghicidi o pratini morti sotto...provare per credere)
Cosa consuma la mia vasca?:
Dunque circa 10l di acqua demineralizzata ogni 2-3 settimane per i rabbocchi (dipende dal caldo),acqua rubinetto per i cambi (la cambio quando diventa troppo ambrata perche non mi piace) circa una volta ogni mese/mese e mezzo,pmdd qb,riscaldatore a 24/25 gradi (solo inverno),1kg di CO2 ogni 7/8 mesi ,avvolte anche 9,cibo pesci e purtroppo la parte dolente: 150W di neon che per ovvi motivi verrà sostituita con una 45 W a LED autocostruita entro fine mese (se mi arrivano i pezzi in tempo).... questo è tutto...

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20498
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Takashi Amano è morto.

Messaggio di Rox » 22/09/2015, 17:59

Gianluca91 ha scritto:per me non rappresenta neanche lontanamente L'amanismo e neanche una sua estremizzazione
Ascoltando 20 seguaci di Amano, ti accorgi che ci vedono 20 "insegnamenti" diversi; tutto è buono, per giustificare l'appellativo di "Maestro".
Un po' come i tifosi di calcio, che si scelgono una squadra da piccoli e la seguono tutta la vita, qualsiasi cosa faccia.
Gianluca91 ha scritto:vi assicuro che un amico che lo ha realizzato per suo figlio piccolo, lo mantiene da più di un anno senza grossi problemi.
Ci sono molti modi diversi, per realizzare quell'alberello.
E' senz'altro possibile farne uno durevole, ma non è il caso di quello di Oliveira.

Probabilmente, da perfetto allievo di Amano, tu consideri quell'acquario nel suo aspetto, senza preoccuparti delle esigenze delle piante sopra e sotto.
Per l'aquascaping, gli "alberelli" sono tutti uguali; scegliere una specie o un'altra per ottenere l'effetto, riguarda solo la tonalità di verde.
L'importante è la sensazione visiva. Ci si complimenta con Oliveira per essere stato il primo a pensarci.

Se però avesse capito qualcosa anche di piante, oltre che di sezione aurea, avrebbe usato la Riccia fluitans per la "chioma" in piena luce, mentre il muschio tornava utile per il prato all'ombra.
L'alberello l'avrebbe ottenuto lo stesso, ma con un occhio anche alle esigenze delle piante.
Com'è che dicevo?... "Un po' di Lorenz nell'acquario di Amano."
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Eagle
Ex-moderatore
Messaggi: 2534
Iscritto il: 03/02/15, 21:24

Re: Takashi Amano è morto.

Messaggio di Eagle » 22/09/2015, 22:27

Rox ha scritto: Se però avesse capito qualcosa anche di piante, oltre che di sezione aurea, avrebbe usato la Riccia fluitans per la "chioma" in piena luce, mentre il muschio tornava utile per il prato all'ombra.
L'alberello l'avrebbe ottenuto lo stesso, ma con un occhio anche alle esigenze delle piante.
Com'è che dicevo?... "Un po' di Lorenz nell'acquario di Amano."
Impossibile non quotare... :) ;)
Se gettassi su di un piatto della bilancia tutto ciò che ho imparato a comprendere in quelle ore di meditazione di fronte all’acquario, e sull’altro tutto ciò che ho ricavato dai libri, come rimarrebbe leggero il secondo! (Konrad Lorenz)

Avatar utente
Gianluca91
star3
Messaggi: 13
Iscritto il: 20/09/15, 16:34

Re: Takashi Amano è morto.

Messaggio di Gianluca91 » 22/09/2015, 22:43

I paragoni col calcio non fanno proprio per me! Comunque non è per giustificare nessuno ... Semplicemente o si conoscono i suoi insegnamenti o si conoscono i pregiudizi su di lui... Quello che dici sulla disposizione delle piante in funzione della loro naturale attitudine per esempio ,è esattamente quello che ha predicato fino al mese scorso Amano... Quando " componeva " chiedeva hai suoi assistenti la lista delle piante disponibili e le sceglieva proprio per mettere le giuste piante nel giusto posto! Non capisco come possa essere passato solo il lato commerciale di questo uomo...comunque ognuno è giusto che abbia le proprie idee e le difenda ... ;)quello che altri " emulatori" fanno non è affare mio! Penso che non si uscirà mai da questa discussione ...

Avatar utente
exacting
Ex-moderatore
Messaggi: 2585
Iscritto il: 11/12/13, 23:20

Re: Takashi Amano è morto.

Messaggio di exacting » 23/09/2015, 11:00

Gianluca91 ha scritto:Quello che dici sulla disposizione delle piante in funzione della loro naturale attitudine per esempio ,è esattamente quello che ha predicato fino al mese scorso Amano... Quando " componeva " chiedeva hai suoi assistenti la lista delle piante disponibili e le sceglieva proprio per mettere le giuste piante nel giusto posto! Non capisco come possa essere passato solo il lato commerciale di questo uomo...
scusa ma ti devo contraddire in pieno.

sono uno che segue amano per puro piacere, a te le risposte

ImmagineImmagineImmagineImmagine


scusate per la forma ma le ho fatte di fretta, i muschi e mo di alberello in piena luce... in quasi tutte le vasche... suvvia, solo con alghicidi e cambi posso restare in quel modo... contento di essere contraddetto


eXatalkato da iphone 5
juwel lido120 white
dennerle 30lt minireef

Avatar utente
pantera
star3
Messaggi: 1966
Iscritto il: 03/01/14, 16:22

Re: Takashi Amano è morto.

Messaggio di pantera » 23/09/2015, 14:45

Purtroppo a suo tempo anche io ne ero affascinato ed a infatti allestì con dragon stone e una radice ricoperta di muschi in piena luce oggi sono sempre tentato di eliminarlo del tutto quel muschio sotto la luce per via delle alghette appena visibili ma abbastanza da abruttirlo

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 10473
Iscritto il: 19/11/13, 11:48

Re: Takashi Amano è morto.

Messaggio di lucazio00 » 23/09/2015, 17:44

Mi piacciono gli allestimenti ADA... ma sono più vicino verso Lorentz!
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. Ammonio e nitriti assenti!!!
Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!

Non infastidite i pesci nell'acquario! Si ammaleranno più difficilmente!

Avatar utente
cqrflf
star3
Messaggi: 1705
Iscritto il: 23/03/15, 2:02

Re: Takashi Amano è morto.

Messaggio di cqrflf » 25/09/2015, 2:05

Io farei ancora una bella distinzione tra le vasche in stile Amano che devono partecipare ad una gara e le vasche Amano che al contrario devono durare nel tempo magari in un appartamento o in un aquarium pubblico. Come tutti sappiamo quando in una vasca si stabiliscono le condizioni chimiche-biologiche giuste, si crea un equilibrio che si traduce dal punto di vista estetico in piante rigogliose e poche o pochissime alghe. Di artificiale se vogliamo resta il progetto che consiste nella disposizione delle pietre dei legni e delle piante per farlo diventare più "artificialmente naturale". La parte tecnica di tali vasche non è poi molto differente dalle nostre che per fare crescere le piante ugualmente hanno bisogno di CO2, luci efficienti, fondi fertili, concimi vari e soprattutto potature frquenti. Questo è un fattore in comune con l'acquariofilia tradizionale, ovvero vasche di soli pesci con qualche pianta e con la nostra acquariofilia cioè con abbondanza di piante.
Gli "artificiali" biocondizionatori vengono usati soprattutto nelle fasi iniziali per accelerare i processi naturali di stabilizzazione, quando questo equilibrio non si è ancora creato.
Anche un acquario alla Lorenz potrebbe prendere una deriva improvvisa con crescita di alghe e successivo soffocamento delle piante in questo caso si renderebbe necessario un intervento esterno per ripristinare lo squilibrio magari con un biocondizionatore.
Anche in un acquario alla Lorenz si renderebbe necessaria una abbondante potatura in caso di veloce crescita delle piante.
Quale enorme differenza ci separa infine da Amano ?
Viaggiai per giorni e notti per paesi lontani.
Molto spesi per vedere alti monti, grandi mari....e non avevo occhi per vedere a due passi da casa la goccia di rugiada sulla spiga di grano.

Avatar utente
Eagle
Ex-moderatore
Messaggi: 2534
Iscritto il: 03/02/15, 21:24

Re: Takashi Amano è morto.

Messaggio di Eagle » 25/09/2015, 8:28

Differenze enormi... Un conto è potare una volta ogni due mesi e fare un cambio del 10% quando per caso serve, ben altra cosa è dover inserire costantemente decine di prodotti chimici perché altrimenti la vasca esplode... ;)
Se gettassi su di un piatto della bilancia tutto ciò che ho imparato a comprendere in quelle ore di meditazione di fronte all’acquario, e sull’altro tutto ciò che ho ricavato dai libri, come rimarrebbe leggero il secondo! (Konrad Lorenz)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti