Il mio primo acquario

Se hai tutto da imparare... benvenuto!

Moderatori: gem1978, roby70

Rispondi
Avatar utente
Michele09
star3
Messaggi: 891
Iscritto il: 30/04/16, 17:19
Profilo Completo
Contatta:

Re: Il mio primo acquario

  • Cita

Messaggio di Michele09 » 24/06/2016, 14:24

giosu2003 ha scritto:
Michele09 ha scritto:Boh non è che tutti siano così delicati
Certo che no! Ce ne sono alcuni più delicati come i ramirezi ed altri più facili come i cacatuoides.
Infatti ^-^
Parlare di "Pesci" trovo non abbia senso, è un po' come parlare di cani, senza considerare che esistono diverse specie, Barboncini, volpini, pastori tedeschi... direste che hanno tutte le stesse esigenze?

Avatar utente
FedericoF
Ex-moderatore
Messaggi: 10820
Iscritto il: 29/03/16, 21:14
Profilo Completo
Contatta:

Re: Il mio primo acquario

  • Cita

Messaggio di FedericoF » 24/06/2016, 14:28

Michele09 ha scritto:Boh non è che tutti siano così delicati
Non son d'accordo! I guppy basta acqua di rubinetto (se ha poco sodio ovviamente), si riproducono, stanno bene ad acque dure, sopravvivono se le acidifichi per sbaglio ecc ecc.

I ciclidi nani:
- Devi partire sicuramente con acqua osmosi + rubinetto perché vogliono durezze molto basse.
- Devi prestare attenzione ai nitrati, meglio sempre sotto i 50 mg/l
- Devi assicurarti un pH acido, se non hai CO2 dovrai acidificare con foglie, legni o torba.
- Son delicati nelle prime settimane, l'ambientamento è molto difficile.
- Se metti qualche mezza noce di cocco ancora meglio (quindi vogliono un allestimento più particolare)

Superate queste difficoltà, tutto ok, e daranno anche soddisfazioni nelle riproduzioni!
Fanno cure parentali e sarà bellissimo osservarli! Però dovrebbe tenere solo loro per soddisfazioni migliori!

Ovviamente non è che son difficili! Solo che certamente richiedono più attenzioni dei guppy, tutto qua.
Se gli piacciono io direi ciclidi nani, secondo me molti più interessanti dei guppy, però questo è un MIO parere personale! :-bd

Quindi, in generale son più difficili dei guppy. Tra i vari ciclidi nani ce ne son di più facili o meno, per esempio non proverei mai con un ramirezi blu! Che è molto delicato! Ma un ramirezi o un apistogramma o altri ciclidi consigliati nella sezione apposita, sì!
La perfezione è una strada, non un punto d'arrivo.
cit.

DaniloB27
star3
Messaggi: 257
Iscritto il: 21/06/16, 15:46
Profilo Completo

Re: Il mio primo acquario

  • Cita

Messaggio di DaniloB27 » 24/06/2016, 15:08

Ho intenzione di fare un harem...che specie di ciclidi nani mi consigliate x iniziare?

Avatar utente
giosu2003
star3
Messaggi: 2592
Iscritto il: 24/03/16, 15:52
Profilo Completo

Re: Il mio primo acquario

  • Cita

Messaggio di giosu2003 » 24/06/2016, 15:11

Apistogramma cacatuoides? Credo sia da harem, ma non ne sono sicuro. Se vuoi avere ciclidi nani ti consiglio di chiedere nella loro sezione.

Avatar utente
Michele09
star3
Messaggi: 891
Iscritto il: 30/04/16, 17:19
Profilo Completo
Contatta:

Re: Il mio primo acquario

  • Cita

Messaggio di Michele09 » 24/06/2016, 15:18

FedericoF ha scritto:
Michele09 ha scritto:Boh non è che tutti siano così delicati
Non son d'accordo! I guppy basta acqua di rubinetto (se ha poco sodio ovviamente), si riproducono, stanno bene ad acque dure, sopravvivono se le acidifichi per sbaglio ecc ecc.

I ciclidi nani:
- Devi partire sicuramente con acqua osmosi + rubinetto perché vogliono durezze molto basse.
- Devi prestare attenzione ai nitrati, meglio sempre sotto i 50 mg/l
- Devi assicurarti un pH acido, se non hai CO2 dovrai acidificare con foglie, legni o torba.
- Son delicati nelle prime settimane, l'ambientamento è molto difficile.
- Se metti qualche mezza noce di cocco ancora meglio (quindi vogliono un allestimento più particolare)

Superate queste difficoltà, tutto ok, e daranno anche soddisfazioni nelle riproduzioni!
Fanno cure parentali e sarà bellissimo osservarli! Però dovrebbe tenere solo loro per soddisfazioni migliori!

Ovviamente non è che son difficili! Solo che certamente richiedono più attenzioni dei guppy, tutto qua.
Se gli piacciono io direi ciclidi nani, secondo me molti più interessanti dei guppy, però questo è un MIO parere personale! :-bd

Quindi, in generale son più difficili dei guppy. Tra i vari ciclidi nani ce ne son di più facili o meno, per esempio non proverei mai con un ramirezi blu! Che è molto delicato! Ma un ramirezi o un apistogramma o altri ciclidi consigliati nella sezione apposita, sì!
Ma infatti, tuttavia non credo ci sia veramente qualcosa di "difficile" semplicemente bisogna prendere in considerazione le esigenze della specie, sono acidofili ok ora come ora acidificare non è un problema, necessitano di un allestimento un po' particolare, con tane e luce schermata magari, sabbia fine per il loro peculiare comportamento ma se studiata bene la cosa non trovo sia nulla di impossibile ^-^
I guppy sicuramente sono più adattabili, non richiedono un ambiente particolare, i nati in vasca non li uccidi nemmeno volendo, hanno resistenze maggiori a ictio et simila al contrario di specie amazzoniche che non hanno difese naturali, li trovi a pH 7, 7.5, 8, 6,5 ovunque e comunque 0_0 questo magari li rende abbastanza facili, ok, in quanto non hanno esigenze particolari però non per questo specie asiatiche-amazzoniche sono difficili...richiedono semplicemente un attenzione maggiore :3
Parlare di "Pesci" trovo non abbia senso, è un po' come parlare di cani, senza considerare che esistono diverse specie, Barboncini, volpini, pastori tedeschi... direste che hanno tutte le stesse esigenze?

Avatar utente
cicerchia80
Amministratore
Messaggi: 29595
Iscritto il: 07/06/15, 8:12
Profilo Completo
Contatta:

Re: Il mio primo acquario

  • Cita

Messaggio di cicerchia80 » 24/06/2016, 16:01

Michele09 ha scritto:I guppy sicuramente sono più adattabili, non richiedono un ambiente particolare, i nati in vasca non li uccidi nemmeno volendo, hanno resistenze maggiori a ictio et simila al contrario di specie amazzoniche
diciamo che ai guppy l'ictio è più facile da curare ;) dato che è alle loro temperature che prende,con quelle amazzoniche si cura
Michele09 ha scritto:li trovi a pH 7, 7.5, 8, 6,5 ovunque e comunque
pensa che il guppy originale vive in acque a pH5 :-
FedericoF ha scritto:I ciclidi nani:
- Devi partire sicuramente con acqua osmosi + rubinetto perché vogliono durezze molto basse.
- Devi prestare attenzione ai nitrati, meglio sempre sotto i 50 mg/l
- Devi assicurarti un pH acido, se non hai CO2 dovrai acidificare con foglie, legni o torba.
i caca non più di tanto....diciamo che hanno gli stessi valori del betta..

Discorso nitrati no....20 mg/ l sono già troppi per me,ma è vero che l'importante é che siano a 0 in fase di adattamento,poi reggono valori più alti se già sono in acqua
'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in materia.

...è sempre solo per te

Avatar utente
FedericoF
Ex-moderatore
Messaggi: 10820
Iscritto il: 29/03/16, 21:14
Profilo Completo
Contatta:

Re: Il mio primo acquario

  • Cita

Messaggio di FedericoF » 24/06/2016, 16:04

cicerchia80 ha scritto:Discorso nitrati no....20 mg/ l sono già troppi per me,ma è vero che l'importante é che siano a 0 in fase di adattamento,poi reggono valori più alti se già sono in acqua
Sì sì qua hai completamente ragione! E la fase di adattamento delicata mi riferivo sempre a quello.

Comunque stare sotto i 20 con i nitrati e avere piante significa fertilizzare molto meno ma più spesso, per quello secondo me son difficili, richiedono attenzioni maggiori! Mica son impossibili, alla fine son pesci non donne :ymdevil: :ymdevil: :ymdevil:
La perfezione è una strada, non un punto d'arrivo.
cit.

Avatar utente
cicerchia80
Amministratore
Messaggi: 29595
Iscritto il: 07/06/15, 8:12
Profilo Completo
Contatta:

Re: Il mio primo acquario

  • Cita

Messaggio di cicerchia80 » 24/06/2016, 16:33

FedericoF ha scritto:Comunque stare sotto i 20 con i nitrati e avere piante significa fertilizzare molto meno ma più spesso, per quello secondo me son difficili, richiedono attenzioni maggiori! Mica son impossibili, alla fine son pesci non donne
pure secondo me :D
Infatti ti dò ragione :-bd
È sbarazzarti dei guppy che è difficile :ymdevil:
'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in materia.

...è sempre solo per te

Avatar utente
FedericoF
Ex-moderatore
Messaggi: 10820
Iscritto il: 29/03/16, 21:14
Profilo Completo
Contatta:

Re: Il mio primo acquario

  • Cita

Messaggio di FedericoF » 24/06/2016, 16:35

cicerchia80 ha scritto:È sbarazzarti dei guppy che è difficile
Fernando dà i piccoli ai betta
La perfezione è una strada, non un punto d'arrivo.
cit.

Avatar utente
Michele09
star3
Messaggi: 891
Iscritto il: 30/04/16, 17:19
Profilo Completo
Contatta:

Re: Il mio primo acquario

  • Cita

Messaggio di Michele09 » 24/06/2016, 17:22

diciamo che ai guppy l'ictio è più facile da curare ;) dato che è alle loro temperature che prende,con quelle amazzoniche si cura
Teoricamente i guppy dovrebbero essendosi sviluppati in un ambiente in cui è già presente dovrebbero avere già una risposta immunitaria più forte, al contrario specie amazzoniche in cui nel loro habitat naturale non si è mai visto grazie all'acidità. Poi vabbè visto che li allevano in vasche sterilizzate salvando tutti i nati, il discorso si va a benedire. Penso siano incredibili gli adattamenti che si possono fare con i guppy viste le nascite ravvicinate e i passaggi veloci da una generazione ad un altra.
Parlare di "Pesci" trovo non abbia senso, è un po' come parlare di cani, senza considerare che esistono diverse specie, Barboncini, volpini, pastori tedeschi... direste che hanno tutte le stesse esigenze?

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: iuter e 6 ospiti