Ammodernamento acquario acqua dolce

I tuoi risultati, ma soprattutto come li hai ottenuti

Moderatori: cicerchia80, trotasalmonata

Avatar utente
Claudio79
star3
Messaggi: 12
Iscritto il: 13/06/21, 14:47

Ammodernamento acquario acqua dolce

Messaggio di Claudio79 » 27/07/2021, 2:37

Aggiornamento.
A distanza di soli cinque giorni, aggiungo un breve aggiornamento alla descrizione del mio acquario fatta il 21 luglio scorso.

Nell’attesa di ricevere gli ordini effettuati tramite e-commerce, mi sono letto un po’ di articoli di acquariofilia. In particolare, mi sono soffermato a cercare di capire quale fosse il ruolo del GH ed in cosa si distinguesse dal KH.
Uno degli articoli che mi è sembrato più chiaro in tal senso è “Riflessioni su GH, KH, pH ed EC”.
Alla fine della lettura mi sono ritrovato in cassa al negozio di acquari più vicino per acquistare il test del GH. :-bd
Sono quindi ritornato a casa ed ho iniziato a fare test a tutto spiano su tutte le acque a mia disposizione (rubinetto, osmotica, acquario) per confrontare i risultati tra di loro e con quelli dichiarati dal gestore dell’infrastruttura di distribuzione dell’acqua nella mia città.
Il risultato dei test sulle acque e delle letture degli articoli precedentemente citati lo potete vedere nello schema riportato di seguito.
18.jpg
Nel frattempo, mi sono arrivati dalla Cina i due strumenti di misura di pH e conduttività elettrica.
Ho tarato il pHmetro con i Sali contenuti all’interno della confezione ed ho iniziato a fare test su qualsiasi cosa mi si presentava per le mani, annotando su pezzi di carta i risultati.
01.jpg
Una volta terminati i test, ho pensato che fosse arrivato il momento di riportare tutti i risultati su un foglio di calcolo per metterli in ordine.
Il risultato di tutte queste operazioni lo potete vedere di seguito.
Molto utile è stato l'articolo sull'uso del conduttivimetro in acquario..
19.jpg
21.jpg
La Bacopa caroliniana sta sempre peggio: molte foglie stanno entrando in decomposizione.
24.jpg
Pertanto oggi ho deciso che non potevo aspettare che arrivassero tutti i pezzi che mi servono per montare il diffusore CO2 e di comprare la bombola per completare l’impianto.
11.jpg

Quindi, ho preparato i flaconi per fertilizzare con nitrato di potassio e solfato di magnesio.
16.jpg

La ricetta per le due soluzioni l’ho presa dall’articolo “Fertilizzazione in acquario e protocollo PMDD”.
23.jpg

Ovviamente, al termine di tale operazione ho fertilizzato per la prima volta con 10 ml dell’uno e 10 ml dell’altro. Non ho aggiunto il rinverdente per paura esagerare. Spero di essere risparmiato da una invasione generale di alghe.
Ad ogni buon fine ho annotato tutto quello che ho fatto su un foglio di calcolo.
Per tutto questo è stato utilissimo il vostro Calcolatore fertilizzanti per acquario e l’articolo sul protocollo avanzato del PMDD.
22.jpg
Aggiungo, infine, che da ieri sono entrati a far parte dell’ecosistema dell’acquario anche i primi due ospiti animali: un paio di Ramirezi.
20.jpg
Purtroppo sembrano due maschi. Uno dei due bullizza continuamente l’altro.
Spero che si troveranno bene nell’ambiente che sto gestendo in questa vasca.
Per il momento vedo che gradiscono il mangime a scaglie Goldfish Flakes della Tetra.


Grazie a tutti.
Ciao
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Duca77
star3
Messaggi: 1545
Iscritto il: 26/07/20, 21:03

Ammodernamento acquario acqua dolce

Messaggio di Duca77 » 27/07/2021, 6:39

Magari apri un post in fertilizzazione così ti puoi fare aiutare, per i test, oltre al KH e GH, è meglio avere anche quelli per NO2-, NO3- e PO43-.

Posted with AF APP
Cosa fatta capo Horn

Avatar utente
Claudio79
star3
Messaggi: 12
Iscritto il: 13/06/21, 14:47

Ammodernamento acquario acqua dolce

Messaggio di Claudio79 » 08/08/2021, 16:39

Secondo Aggiornamento.

La prima cosa da dire è che la Bacopa caroliniana, come anche le altre piante, ha risposto molto bene al trattamento con il nitrato di potassio. Infatti, già a partire da giorno successivo l’inserimento della prima dose di 10 ml fertilizzante di Nitrato di Potassio le foglie hanno smesso di decomporsi ed ha ripreso a crescere rigogliosamente.
Come si può vedere dalla foto le foglie sofferenti si sono cicatrizzate, mentre in cima ad ogni stelo sono cresciute nuove foglie.
IMG_1541.JPG
Il secondo problema affrontato, non meno importante del primo, è quello del KH.
Infatti, con KH 5, nonostante avessi inserito in vasca foglie di catappa a non finire, il pH non accennava a scendere.
Pertanto, ho deciso di affrontare seriamente il problema.
L’acqua utilizzata per riempire la vasca era tutta proveniente dall’impianto di osmosi inversa con KH=0. Pertanto, la causa del KH a 5 non era l’acqua, bensì le incrostazioni di calcare che si sono depositate lungo le superfici del silicone della vasca durante gli anni di utilizzo dell’acquario con acqua di rubinetto.
Schermata 2021-08-08 alle 15.14.36.png
Inizialmente, avevo lasciato stare tali incrostazioni per evitare di danneggiare il silicone o la vasca, sperando che non influissero sulla qualità finale dell’acqua. Ma così non è stato.
Per rimuovere le incrostazioni è bastato grattarle delicatamente con un tappo di plastica di una penna a sfera. Tuttavia, il calcare si è sgretolato rimanendo in sospensione in acqua.
Pertanto, alla fine di tali operazioni, sono stato costretto, a distanza di soli 20 giorni dall’avvio dell’acquario, ad effettuare un cambio dell’acqua del 50%.
Per capire la quantità di acqua da cambiare per raggiungere il KH desiderato ho fatto una breve ricerca sul WEB. Uno dei risultati che ho trovato più utile in tal senso è
questo.
Schermata 2021-08-08 alle 15.27.58.png
Il risultato di tale operazione è stato l’abbassamento del KH al valore di 3dKH.
Schermata 2021-08-08 alle 12.59.10.png
a questo punto mi sono di nuovo concentrato sull’abbassamento del valore di pH, inserendo in un prefiltro esterno un sacchetto di 200 g di torba Sera. Ciò ha causato un repentino abbassamento del pH che tuttavia, nel giro di pochi giorni, e scomparso quasi completamente.
Le operazioni ed i valori del pH misurati sono riassunti nel grafico seguente.
Schermata 2021-08-08 alle 13.00.17.png
Ora sono in attesa di ricevere un pacchetto di pignette di ontano acquistato tramite e-commerce. Spero che queste determineranno un effetto più duraturo sul pH.
Se nemmeno queste avranno effetto, credo che l’ultima spiaggia sarà l’impianto di CO2.
Le foglie di catappa fanno sembrare l’acquario un ritaglio del fondo di un fiume reale, dando un bell’aspetto al fondo e la vasca, anche grazie ai colori rilasciati all’acqua.
IMG_1548.jpg
L’impianto di rabbocco automatico, con l’arrivo del galleggiante interno alla tanica, è completato e sembra perfettamente funzionante. :-bd
IMG_1550.JPG
Da oggi in poi spero che non dovermi più preoccupare di rabboccare manualmente la vasca a causa dell’evaporazione dell’acqua, né di ripulire le conseguenti righe di calcare sul vetro.

Riporto di seguito un bilancio delle spese affrontate per l’ammodernamento finora descritto, dividendo in modo aggregato la somma totale spesa nelle varie componenti che hanno contribuito alla realizzazione di questo lavoro.
Schermata 2021-08-08 alle 14.05.27.png

Attualmente sto cercando di impostare un sistema che mi aiuti a somministrare opportunamente il fertilizzante Cifo Fosforo.
Dalla vostra guida sulla fertilizzazione con Fosforo e quella del Rapporto di Redfield si deduce che con il fosforo bisogna stare attenti e che uno squilibrio di tale elemento potrebbe portare a dei disastri di alghe e cianobatteri.
Dalla lettura di tali articoli ho capito che il Fosforo deve essere sin un preciso rapporto con l’Azoto (il peso di P deve essere circa 1/7 di quello di N). Con l’aiuto del vostro calcolatore fertilizzanti e aggiungendo qualche mia osservazione, mi sembra che ogni volta che aggiungo 10 ml del flacone di nitrato di potassio devo aggiungere anche 6 gocce di Cifo FOSFORO per evitare squilibri alimentari per le piantine in vasca. Spero che qualcuno mi possa dare conferma (Grazie).
Schermata 2021-08-08 alle 13.28.18.png
Schermata 2021-08-08 alle 13.32.07.png




Ho da poco acquistato anche i test a reagente per monitorare Fe, NO3- e CO2.
L’impianto per la CO2 non è ancora completo in quanto sto aspettando che arrivino a casa i pezzi acquistati mediante siti e-commerce.
Grazie a tutti.
Ciao
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Claudio79
star3
Messaggi: 12
Iscritto il: 13/06/21, 14:47

Ammodernamento acquario acqua dolce

Messaggio di Claudio79 » 17/08/2021, 19:57

Terzo aggiornamento.

A distanza di 1 mese ed una settimana dall'avvio dell'acquario, la vasca si presenta così:
01Vasca01.JPG
Sono comparsi anche dei nuovi ospiti non invitati:
02Vasca02.png
Sembrano essere dei vermi microscopici bianchi che camminano sulla superficie interna del vetro dell'acquario. La loro lunghezza non supera il millimetro.
La foto è stata scattata con una lente d'ingrandimento posta davanti all'obiettivo.
Non saprei dire altro al riguardo, visto che non sono un biologo.
Spero soltanto che siano innocui per l'uomo. Nella vasca le mani ogni tanto le dovrò mettere per fare la manutenzione ordinaria...

Il pelo dell'acqua presenta una pellicola oleosa. Sembra quasi che sia affondata una petroliera sul fondo dell'acquario. =)) Non so da cosa sia dovuta neanche quella.
03Vasca03.JPG
Nel corso delle ultime 2 settimane mi sono dedicato alla ricerca di informazioni per una corretta gestione dell'acquario. In tal senso tutte le strade mi hanno portato a Redfield e al suo famoso Rapporto (RR). Ho trovato diversi articoli interessanti al riguardo, tra i quali posso citarne alcuni:
- Redfield e il rapporto 10:1 in acquario
- Le VERE cause delle ALGHE e dei CIANOBATTERI in acquario dolce e marino - Il Rapporto Redfield -
- Il Rapporto di Redifield: la pratica
- Rapporto RedField, cos'è? Redifield e cianobatteri - Reef Club Trentino Alto Adige

Quello che mi è sembrato di capire è che Redfield ci suggerisce quale deve essere il corretto rapporto tra Carbonio, Azoto e Fosforo, ma dagli articoli si deduce che gli acquariofili hanno a disposizione un certo margine di errore per operare.
Ognuno di questi articoli da il proprio intervallo di valori, ma grossomodo sono tutti abbastanza simili.
Per quanto mi riguarda, con l'aiuto degli articoli sopracitati, mi sono creato uno schema di supporto con le stesse scale di colori utilizzati dai test a reagente finora acquistati.
09Fosforo04.png
Di conseguenza, successivamente l'obiettivo delle mie ricerche si è spostato sul quale debbano essere gli intervalli di valori all'interno dei quali i fosfati ed i nitrati possono variare. In questo modo si può individuare una "finestra" più ristretta all'interno di tale schema nella quale sono presenti i valori del RR che devo andare a raggiungere mediante l'uso dei flaconi del PMDD, il famoso protocollo. ^:)^
Spero che questo possa essere un approccio sostenibile per la gestione dell'acquario, almeno fino a che non diventerò un po' più esperto nell'osservazione diretta delle piante.

Mi sono arrivati a casa gli altri test a reagente che avevo ordinato mediante siti di e-commerce:
04Vasca04.JPG
Pertanto ora sono in gradi di misurare i principali valori dell'acqua che attualmente sono i seguenti:
pH = 7.7
EC = 326 µS/cm
KH = 4 dKH
GH = 6 dGH
NO3- = 15 mg/l
PO43- = 1 mg/l
RRedfield = 23
Fe = 0,1 mg/l

Dalla prima misura dei Nitrati fatta poco dopo aver fertilizzato, il 13 agosto risultava una concentrazione di 50 mg/l di NO3-.
Dopo soli 3 giorni, tale valore è sceso da solo a 10 mg/l.

Per quanto riguarda i fosfati invece la situazione è diversa. Cioè, non riesco a capire se non leggo correttamente il risultato del test a reagente oppure se il valore dei fosfati stenta a salire.
Premetto che come fertilizzante sto utilizzando il Cifo Fosforo.
Riporto di seguito uno schema riassuntivo delle fertilizzazioni effettuate mediante tale flacone per permettere a tutti di comprendere ciò che sto dicendo.
07Fosforo02.png
Il mio obiettivo sarebbe quello di raggiungere una concentrazione di fosfati di 1 o 2 mg/litro ma il test continua a darmi questo risultato sbiadito:
08Fosforo03.JPG
A me sembra davvero strano, anche il vostro calcolatore ferilizzanti mi dice che l'ultimo dosaggio avrebbe dovuto far alzare di molto i fosfati, ma il test non accenna a scurirsi...
06Fosforo01b.png
Sembra quasi che io non abbia inserito nulla in vasca.
Ora aspetterò un po' prima di aggiungere altri fertilizzanti.
Mi sembra comunque di non essere troppo fuori dall'intervallo dei valori accettabili per il RR. \:D/
10Fosforo05.png
Per quanto riguarda il ferro, dalla prima misura del test a reagente, fatta il 13 agosto scorso, risultava che la sua concentrazione fosse a zero.
Pertanto ho inserito subito dopo un "rinforzino" di 10 ml del flacone ferro preparato secondo le vostre indicazioni del PMDD. ^:)^
Oggi ho effettuato di nuovo la misura della quale di seguito riporto il risultato.
Ferro00.png
Grazie a tutti. :-bd
Ciao :-h
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Claudio80
Moderatore
Messaggi: 7771
Iscritto il: 03/11/18, 18:31
Contatta:

Ammodernamento acquario acqua dolce

Messaggio di Claudio80 » 17/08/2021, 20:32

Claudio79 ha scritto:
17/08/2021, 19:57
Sono comparsi anche dei nuovi ospiti non invitati:
Sembrano planarie... Che fauna hai in vasca?

Posted with AF APP
Se il tasso del miele viene morso dal cobra si addormenta per un paio d'ore poi va avanti con la sua vita...

Alcuni sono utili, qualcuno è indispensabile, altri non servono a un c@##o!

...E se qualcosa mi va storto lo raddrizzo a calci in c##o!!

Avatar utente
Claudio79
star3
Messaggi: 12
Iscritto il: 13/06/21, 14:47

Ammodernamento acquario acqua dolce

Messaggio di Claudio79 » 17/08/2021, 20:50

Ci sono solamente 2 ramirezi maschi.

Avatar utente
Claudio79
star3
Messaggi: 12
Iscritto il: 13/06/21, 14:47

Ammodernamento acquario acqua dolce

Messaggio di Claudio79 » 18/08/2021, 21:23

Salve a tutti.
Scusate, ma nel precedente aggiornamento la penultima immagine contiene un piccolo errore. Avevo segnato che il potassio lo avevo inserito domani :D .
L'immagine corretta la pubblico di seguito.
10Fosforo05b.png
I due inserimenti di CIFO fosforo rispettivamente di 11 e di 10 gocce li ho effettuati entrambi il 17 agosto: il primo verso l'una di notte, il secondo verso 3 di pomeriggio.

Grazie a tutti.
Ciao
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
Claudio80
Moderatore
Messaggi: 7771
Iscritto il: 03/11/18, 18:31
Contatta:

Ammodernamento acquario acqua dolce

Messaggio di Claudio80 » 18/08/2021, 21:24


Posted with AF APP
Se il tasso del miele viene morso dal cobra si addormenta per un paio d'ore poi va avanti con la sua vita...

Alcuni sono utili, qualcuno è indispensabile, altri non servono a un c@##o!

...E se qualcosa mi va storto lo raddrizzo a calci in c##o!!

Avatar utente
trotasalmonata
Moderatore Globale
Messaggi: 11029
Iscritto il: 09/01/17, 22:24

Ammodernamento acquario acqua dolce

Messaggio di trotasalmonata » 18/08/2021, 21:47

Modifico l'immagine o lasciamo tutto così che mi sembra più carino e soprattutto non penso di essere capace.. :-??

Posted with AF APP
''L'acquario funziona meglio senza di me! E può andare bene nonostante me! ''
trotasalmonata

Avatar utente
Claudio79
star3
Messaggi: 12
Iscritto il: 13/06/21, 14:47

Ammodernamento acquario acqua dolce

Messaggio di Claudio79 » 19/08/2021, 1:59

Va bene anche così, Trotasalmonata.
Grazie per la vostra assistenza.
Complimenti ad acquariofiliafacile per gli utili contenuti tecnici che mette a disposizione sul forum.
Li sto scoprendo un po’ alla volta in questi giorni.
Buon ferragosto in ritardo a tutti :ymparty:
:-h

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti