Il mio piccolo gioiello da 45 litri

I tuoi risultati, ma soprattutto come li hai ottenuti

Moderatore: Paky

Rispondi
Avatar utente
Uthopya
Ex-moderatore
Messaggi: 4858
Iscritto il: 19/10/13, 9:20
Profilo Completo

Il mio piccolo gioiello da 45 litri

  • Cita

Messaggio di Uthopya » 03/04/2014, 19:46

Dopo quello dedicato al Tanganica e quello "asiatico" da 96 litri, vi voglio presentare un altro acquario.
Questa volta si tratta un 45 litri lordi (circa 30 netti) che inizialmente era stato acquistato come acquario di crescita per avannotti di scalare nati da una coppia che avevo anni fà.
Iniziamo!
Descrizione:
è il mio ennesimo acquario "senza marca" acquistato in un supermercato di zona e completamente stravolto negli anni. In pratica dell'originale è rimasta la struttura e il mobile :D
Passiamo alla descrizione vera e propria: le dimensioni esterne sono 50 x 30 x 30, spessore del vetro 5 mm.
E' un acquario chiuso.
Data di avvio:
Il 05/12/2012 con il precedente allestimento, con l'attuale da fine novembre 2013.
Sistema di filtraggio:
Poichè già nelle intenzioni c'era quella di ospitare al massimo un piccolo banco di nanofish e di dedicare l'acquario più alla coltivazione di piante, mi sono affidato ad un filtro compatto, precisamente al filtro "Cobra Duetto 50" della Acquarium System.
Ho modificato internamente i materiali togliendo la cartuccia di carbone attivo e inserendo una manciata di ""mini Siporax" per aumentare la superficie utile per il trattamento biologico.
Sistema di illuminazione:
Ho modificato il coperchio eliminando l'unica lampada PL presente, rivestito il coperchio con alluminio "da cucina".
Come sistema di illuminazione ho inserito 3 CFL tutte da 6500 K, 2 da 20 W e una da 11 W. [attachment=13]Impianto luci.jpg[/attachment] Altri accessori:
Termoriscaldatore da 50 W impostato sui 22 °C, normalmente di notte la temperatura si attesta su questo valore per raggiungere i 24,5 °C in pieno fotoperiodo.
Inizialmente avevo una pompa di movimento ma ho notato che non era necessaria (con gran miglioramento anche estetico).
Allestimento:
Per il fondo ho utilizzato il "Sera floredepot" come substrato e del ghiaino inerte nero come strato superficiale.
Il fondo fertile è presente sin dall'avvio e quindi lo ritengo oramai esaurito.
Sono presenti due piccoli legni di Manila (acquistati all' Auchan) e una roccia vulcanica.
Sia i rami che la roccia sono stati introdotti per ancorare le piante epifite introdotte (l'elenco completo delle piante lo trovate più avanti nella sezione specifica).
Manutenzione:
Non essendo un acquario con un gran volume, sono obbligato a fare cambi abbastanza frequenti rispetto a quanto mi piacerebbe, mi regolo attraverso il conduttivimetro e quando l'acqua raggiunge i 750 µS cambio circa il 25/30% (poco meno di 10 litri) con metà acqua demineralizzata e metà acqua di rete.
La sifonatura del fondo non è stata mai effettuata e questo nonostante la presenza di un pò di fondo fertile fuoriuscito durante il cambio allestimento... inizialmente questo mi ha comportato valori abbastanza alti di nitrati ma con la pazienza e il tempo si sono stabilizzati ed è quasi del tutto sparita la "polverina"
Fauna:
10 Boraras merah
Physa marmorata "arrivate" insieme alle piante.
Microfauna varia. [attachment=12]Boraras merah.jpg[/attachment] Alimentazione:
Somministro tre volte alla settimana qualche granello di "microgranulare SHG", due volte al mese della Artemia salina decongelata.
Per il resto le piccole pesti si cibano della microfauna spontanea presente.
Flora:
Hydrocotyle tripartita (a volte in rete si trova con il nome "Hydrocotyle sp. "Japan") [attachment=3]Pearling tripartita marzo 2014.jpg[/attachment] Rotala rotundifolia [attachment=1]Rotala rotundifolia aprile 2014.jpg[/attachment] Rotala sp. "Vietnam" [attachment=6]Primo piano Rotala sp. Vietnam.jpg[/attachment] Micranthemum umbrosum [attachment=0]Rotala sp. Vietnam.jpg[/attachment] Anubias barteri "nana" e "nana Bonsai"
Microsorum pteropus
Hygrophila difformis
Fertilizzazione:
Utilizzo il protocollo PMDD "di Rox", come dosaggio...come al mio solito non seguo uno schema ben preciso ma cerco di seguire i segnali delle piante.
Per dare un'indicazione di massima somministro "nitrato di potassio" (circa 10 ml) due volte la settimana, solfato di magnesio una volta al mese circa 5 ml, rinverdente una volta al mese 5 ml e ferro CIFO una "puntina" di un coltello una volta la settimana (non ho fatto la soluzione ma uso la polverina direttamente in acqua).
Il fosforo lo aggiungo tramite il CIFO fosforo nell'ordine di meno di 0,5 ml ogni due settimane.
Ci tengo a ribadire che non uso uno schema di fertilizzazione fissa, quindi non "prendetemi ad esempio" per una fertilizzazione base!
Somministrazione della CO2:
Utilizzo un impianto commerciale "Askoll System" per bombole usa e getta con il relativo micronizzatore, le bolle al minuto sono circa 8/10.
Valori dell'acqua:
NO2- 0 mg/l
NO3- 25/50 mg/l (misurato con le "striscette" ma ho il sospetto siano molto inferiori...)
pH 7
KH 7
GH 8
Conducibilità: da 400 µS a 750 µS (momento del cambio)
PO4- 0/0,5 mg/l
Fe non misurato
I valori sopra riportati sono stati misurati l'ultima volta (ad eccezione della conducibilità) ad inizio febbraio e notando la loro stabilità non li rilevo più.
Note:
Nel corso di questi primi mesi l'acquario ha subito alcune variazioni per quanto riguarda la flora, ho provato a coltivare la Rotala macrandra con risultati disastrosi: [attachment=2]Particolare gruppo Rotala.jpg[/attachment] Molto probabilmente i fosfati quasi assenti (la fauna è stata introdotta da poche settimane) non mi hanno aiutato...
Anche la Rotala sp. "Vietnam" ha patito molto, quello in foto è l'ultimo stelo rimasto, per il momento sembra in via di ripresa.
Ora qualche scatto panoramico che mostra come si è evoluta la vasca: [attachment=11]Panoramica dicembre 2013.jpg[/attachment] [attachment=10]Panoramica gennaio 2014.jpg[/attachment] [attachment=9]Panoramica marzo 2014.jpg[/attachment] [attachment=4]Vista diagonale marzo 2014.jpg[/attachment] [attachment=5]Tripartita in superficie.jpg[/attachment] [attachment=7]Lato destro marzo 2014.jpg[/attachment] [attachment=8]Effetto specchio.jpg[/attachment]
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Sono responsabile di quel che dico, non di quel che ne fai tu delle mie parole!
“Non è la materia che genera il pensiero, è il
pensiero che genera la materia”
(G. Bruno)
(i∂̸-m)ψ=0

Avatar utente
exacting
Ex-moderatore
Messaggi: 2583
Iscritto il: 11/12/13, 23:20
Profilo Completo

Re: Il mio piccolo gioiello da 45 litri

  • Cita

Messaggio di exacting » 03/04/2014, 20:22

per avere quella diminuzione della conducibilità fai cambi del 40%???

eXatalkato da Nexus 7
juwel lido120 white
dennerle 30lt minireef

Avatar utente
Uthopya
Ex-moderatore
Messaggi: 4858
Iscritto il: 19/10/13, 9:20
Profilo Completo

Re: Il mio piccolo gioiello da 45 litri

  • Cita

Messaggio di Uthopya » 03/04/2014, 20:33

No del 30% circa ma in parte è dovuto anche alla ripartenza delle piante: quando faccio il cambio, nella prima settimana fanno pearling esagerato e crescono a dismisura quindi credo che i nutrienti in esubero vengano "ciucciati"...ovviamente dopo questa fase inizia la risalita.
L'acqua di rete ha una bassa conducibilità per la mia zona (devo rimisurarla ma se non ricordo male siamo sui 250 µS)
EDIT: ho visto l'inghippo...dovevo digitare 500 µS come parametro di partenza e invece ho scritto 400 µS #-o
C'ho messo un'ora a scrivere il Topic tra riduzioni di foto, interruzioni varie (bimbe), ecc. ed ho scritto male :D
Sono responsabile di quel che dico, non di quel che ne fai tu delle mie parole!
“Non è la materia che genera il pensiero, è il
pensiero che genera la materia”
(G. Bruno)
(i∂̸-m)ψ=0

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Gmarinari77, luisavar e 3 ospiti