Piante lente per acquario in maturazione

Galleggianti, palustri... acquatiche

Moderatori: Matty, Nijk

Avatar utente
RiccardoMazzei
Top User
Messaggi: 1045
Iscritto il: 26/12/14, 18:47
Contatta:

Re: Piante lente per acquario in maturazione

Messaggio di RiccardoMazzei » 26/01/2015, 21:01

Saxmax ha scritto:La Pellia se vuoi le Caridina è quasi un obbligo. Potresti lavorare con Pellia e muschi.. Sono lenti,alle Caridina piacciono, e ci vuole tempo a fissarli sui legni/etc. Sarebbe ottimo tempo guadagnato.
Ho idea che lo stellatus sia un po più "richiedente".. Ma non sono un esperto, aspettiamo chi di piante ne conosce di più.
Grazie per l'informazione sulla Pellia, molto interessante!
Immagine
Keep It Simple Stupid

I cannolicchi sono la tana dei nostri amici batteri che non dobbiamo disturbare (cicerchia80)

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20538
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Piante lente per acquario in maturazione

Messaggio di Rox » 27/01/2015, 0:51

Saxmax ha scritto:Potresti lavorare con Pellia e muschi.. Sono lenti,alle Caridina piacciono
Io non ho mai avuto le Caridina personalmente, ma le ho viste in un milione di acquari.
Ogni volta che c'era una Cladophora, poteva esserci un ettaro di muschi, tutto intorno, ma loro... le vedevo sempre sulla "palla". Anche 4 per volta, a gomitate.

Magari si mettevano d'accordo, quando vedevano che arrivavo io... :))
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
RiccardoMazzei
Top User
Messaggi: 1045
Iscritto il: 26/12/14, 18:47
Contatta:

Re: Piante lente per acquario in maturazione

Messaggio di RiccardoMazzei » 27/01/2015, 4:31

Rox ha scritto:Io non ho mai avuto le Caridina personalmente, ma le ho viste in un milione di acquari.
Ogni volta che c'era una Cladophora, poteva esserci un ettaro di muschi, tutto intorno, ma loro... le vedevo sempre sulla "palla". Anche 4 per volta, a gomitate.
Mi ero segnato della Cladophora da un altra tua risposta, grazie ;)
Immagine
Keep It Simple Stupid

I cannolicchi sono la tana dei nostri amici batteri che non dobbiamo disturbare (cicerchia80)

Avatar utente
RiccardoMazzei
Top User
Messaggi: 1045
Iscritto il: 26/12/14, 18:47
Contatta:

Re: Piante lente per acquario in maturazione

Messaggio di RiccardoMazzei » 27/01/2015, 4:46

Saxmax ha scritto:Potresti lavorare con Pellia e muschi..
Nell'articolo sui muschi viene sconsigliato di inserirli in acquari non ben avviati per il fatto che temono le alghe.

Anche la Pellia è delicata da questo punto di vista?

Siccome avrò da 10 a 25 mg/l di nitrati già di base (nell'acqua di rubinetto non tagliata siamo a 25/50mg/l) immagino sia possibile avere qualche proliferazione in avvio.
Immagine
Keep It Simple Stupid

I cannolicchi sono la tana dei nostri amici batteri che non dobbiamo disturbare (cicerchia80)

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20538
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Piante lente per acquario in maturazione

Messaggio di Rox » 28/01/2015, 2:14

RiccardoMazzei ha scritto:Siccome avrò da 10 a 25 mg/l di nitrati già di base
Puoi arrivare pure a 100, se la preoccupazione riguarda le alghe.

In fase di avvio ti potranno arrivare due tipi di proliferazione: filamentose o cianobatteri.
Nonostante quello che puoi aver letto, nelle ricerche in rete, ti posso assicurare che nessuno dei due dipende dai nitrati.

Si tratta di una leggenda metropolitana, derivante da un'epoca in cui i nitrati causavano pure le crisi di governo, il buco nell'ozono e la fame nel mondo.

Fidandomi di quelle dicerie, anni fa rimasi a lungo sopra i 70 mg/litro, nel tentativo di sviluppare un prato di alghe sui legni.
Devo ancora riuscirci.

In compenso, ho conosciuto gente piena di alghe... con nitrati a zero!
Devo avvisarti che ho fatto il moderatore delle piante per oltre tre anni, su due forum diversi.
"Ne ho viste, cose... che voi umani..." ;)
RiccardoMazzei ha scritto:viene sconsigliato di inserirli in acquari non ben avviati per il fatto che temono le alghe.
Per preservare i muschi dalle alghe, bisogna tenerli sotto luce modesta, possibilmente abbinati a piante antagoniste (come il Ceratophyllum) e con le Caridina che li ripuliscono continuamente (l'articolo lo dice poche righe più avanti).

Se poi l'acquario è anche maturo, da un anno o due, meglio ancora; gli attacchi peggiori, per loro, sono proprio quelli che si manifestano all'inizio (filamentose e cianobatteri).
Pertanto, nell'acquario ben avviato il problema non dovrebbe nemmeno esserci.
Questo intendeva Gibogi, nell'articolo
Questi utenti hanno ringraziato Rox per il messaggio:
RiccardoMazzei (28/01/2015, 5:58)
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti