Manutenzione Juwel Bioflow 3

Lampade, filtri ed accessori

Moderatori: trotasalmonata, luigidrumz

Avatar utente
CIR2015
star3
Messaggi: 2664
Iscritto il: 23/06/15, 0:21

Re: Manutenzione Juwel Bioflow 3

Messaggio di CIR2015 » 17/07/2016, 22:51

Silver21100 ha scritto:
CIR2015 ha scritto:
Ogni tanto ne dico una giusta !!! =))
Un esperto è uno che ha fatto tutti gli errori possibili nel suo campo.
(Niels Bohr)


:-bd
:-bd
"Cambiare opinione è sintomo di Maturità"

Avatar utente
gibogi
Ex-moderatore
Messaggi: 5059
Iscritto il: 19/10/13, 23:46

Re: Manutenzione Juwel Bioflow 3

Messaggio di gibogi » 18/07/2016, 0:27

CIR2015 ha scritto: io ho solo lasciato la spugna in basso sotto i cannolicchi in quanto li ho voluti tenere staccati dal fondo per evitare che fossero con il tempo avvolti dalla melma.
Usi il termine "melma" come fosse qualcosa di negativo.
Io dico che quella melma è un concentrato di batteri, quindi da considerare ottima.

A mio avviso, lasciare la spugna in fondo al filtro, sopratutto nel nostro filtro, è deleterio.
Con il tempo, quella spugna si intaserà di quella "melma", riducendo drasticamente e probabilmente azzerando l'acqua che passa nel cestello più basso, rendendolo quindi inutile.
Per come è fatto il Bioflow, tu non te ne accorgerai mai, perchè il flusso d'acqua è garantito da quello in uscita al primo cestello.
E' quindi preferibile, lasciare solo caniolicchi in fondo al filtro, in questo modo è quasi impossibile che la parte bassa smetta di essere flussata.

Infine per quanto riguarda il cestello superiore, la lana grossa dovrebbe essere sopra la lana fine, per avere un'ottima filtrazione meccanica, cerco di spiegarmi meglio:
L'acqua attraversa vari strati a maglie sempre più fini, nei primi strati si depositano le parti più grosse, quelle più fini lo attraversano, ma vengono trattenute dalla spugna a grana più fine.
Se metti la spugna fine in alto, otterrai lo stesso grado di filtraggio meccanico, ma la spugna si intaserà prima, costringendoti a sciacquarla.

E' per questo motivo che in testa al filtro ci sta quel sottile strato di lana di perlon, per trattenere il grosso delle impurità, allungando i tempi di risciacquo delle spugne.
Se osservando una Harley vedi solo una moto, allora non stai guardando una Harley!

Avatar utente
CIR2015
star3
Messaggi: 2664
Iscritto il: 23/06/15, 0:21

Re: Manutenzione Juwel Bioflow 3

Messaggio di CIR2015 » 18/07/2016, 6:48

gibogi ha scritto:
CIR2015 ha scritto: io ho solo lasciato la spugna in basso sotto i cannolicchi in quanto li ho voluti tenere staccati dal fondo per evitare che fossero con il tempo avvolti dalla melma.
Usi il termine "melma" come fosse qualcosa di negativo.
Io dico che quella melma è un concentrato di batteri, quindi da considerare ottima.

A mio avviso, lasciare la spugna in fondo al filtro, sopratutto nel nostro filtro, è deleterio.
Con il tempo, quella spugna si intaserà di quella "melma", riducendo drasticamente e probabilmente azzerando l'acqua che passa nel cestello più basso, rendendolo quindi inutile.
Per come è fatto il Bioflow, tu non te ne accorgerai mai, perchè il flusso d'acqua è garantito da quello in uscita al primo cestello.
E' quindi preferibile, lasciare solo caniolicchi in fondo al filtro, in questo modo è quasi impossibile che la parte bassa smetta di essere flussata.

Infine per quanto riguarda il cestello superiore, la lana grossa dovrebbe essere sopra la lana fine, per avere un'ottima filtrazione meccanica, cerco di spiegarmi meglio:
L'acqua attraversa vari strati a maglie sempre più fini, nei primi strati si depositano le parti più grosse, quelle più fini lo attraversano, ma vengono trattenute dalla spugna a grana più fine.
Se metti la spugna fine in alto, otterrai lo stesso grado di filtraggio meccanico, ma la spugna si intaserà prima, costringendoti a sciacquarla.

E' per questo motivo che in testa al filtro ci sta quel sottile strato di lana di perlon, per trattenere il grosso delle impurità, allungando i tempi di risciacquo delle spugne.
Anche se sono neofita devo però contraddirti. :)

Il termine melma l'ho utilizzato in quanto in quella posizione i cannolicchi hanno poco ricircolo e se ci aggiungi anche la melma... infatti il flusso d'acqua non entra dalla base ma tra la prima spugna ed il primo cestello... motivo per cui ho preferito mettere prima una spugna e poi due cestelli di cannolicchi.

La filtrazione nelle vasche (vi è ampia documentazione) avviene esattamente al contrario di come tu descrivi. Ovvero l'acqua deve prima attraversare la lana, poi una spugna in grana fine è poi grana grande. Questo permette di mantenere in vasca molto più tempo le spugne senza doverle sciacquare perdendone molti benefici. In questo modo basta sostituire o sciacquare solo la lana di Perlon. Inoltre la lana di Perlon proprio per la sua struttura fa sì che ci siano meno batteri rispetto ad una spugna.

Io non ho apportato alcuna modifica al filtro e dopo quasi 7 mesi lavora regolarmente... e non ho mai neppure pulito la pompa. Mi limito solo a sciacquare o sostituire il primo quadrotto di lana. :-bd
"Cambiare opinione è sintomo di Maturità"

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 10 ospiti