Scelta acquisto impianto osmosi

Lampade, filtri ed accessori

Moderatori: trotasalmonata, luigidrumz

Avatar utente
GiovAcquaPazza
star3
Messaggi: 2863
Iscritto il: 17/03/16, 12:23

Re: Scelta acquisto impianto osmosi

Messaggio di GiovAcquaPazza » 28/11/2016, 12:11

Garden ha scritto:Per il degrado delle membrane consigliano un cambio ogni 6 mesi oppure dopo un tot di litri, io pensavo invece di tenere d'occhio appunto la conducibilità. A quanto suggeriresti di cambiarla?
guarda solo la conducibilità, la mia membrana ha circa un anno e mezzo di funzionamento , considera un litro al giorno quindi circa 500 litri, la conducibilità in uscita è 10 (parto da circa 500) , magari cambia ogni 6 mesi quella a carboni attivi e quella antisedimenti quando la vedi annerita.
Questi utenti hanno ringraziato GiovAcquaPazza per il messaggio:
Garden (28/11/2016, 13:35)
Tra vent'anni non sarete delusi delle cose che avete fatto ma da quelle che non avete fatto. Allora levate l'ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite.
Mark Twain

Avatar utente
gibogi
Ex-moderatore
Messaggi: 5059
Iscritto il: 19/10/13, 23:46

Re: Scelta acquisto impianto osmosi

Messaggio di gibogi » 28/11/2016, 13:59

GiovAcquaPazza ha scritto:scusa ma poco fa non avevi detto che era inutile ???
Mi stai pigliando per il fondoschiena? o vuoi solo far polemica?

Lo sai la differenza che c'è tra normale esercizio di una membrana osmotica e la sua conservazione?


Bè è tutta li la questione.

Tu stai dicendo che è possibile e consigliato fare un controlavaggio a delle membrane osmotiche nel normale esercizio, a delle membrane che non possono essere controlavate.
Ripeto ancora una volta, che queste membrane non possono essere controlavate, e se si potessero controlavare, occorre fare un particolare controlavaggio, con aria e acqua demineralizzata con acido, ma sicuramente non dall'uscita del reietto, ma dall'uscita del permeato.

Quello che affermo io, ma che dicono tutti i produttori di membrane, è che in caso di conservazione delle membrane per inattività della stessa, è consigliato flussare la membrana in modo da lasciarle in una soluzione acquosa il meno salina possibile.
Non è un caso che negli impianti industriali dove si ha la possibilità di pompare acqua demineralizzata, si usa questa per flussare le membrane per la conservazione, e ci aggiungo che in tali occasioni, l'acqua demineralizzata viene additivata con una paricolare soluzione per la conservazione.

Infine mi sento di dire che tu hai ben poche nozioni in merito,...... ma ben confuse.

Saluti
gibogi
Ultima modifica di gibogi il 28/11/2016, 14:29, modificato 1 volta in totale.
Se osservando una Harley vedi solo una moto, allora non stai guardando una Harley!

Avatar utente
cicerchia80
Amministratore
Messaggi: 33078
Iscritto il: 07/06/15, 8:12
Contatta:

Re: Scelta acquisto impianto osmosi

Messaggio di cicerchia80 » 28/11/2016, 14:24

Raga....non la mandiamo in flame
da una semplice info stá uscendo un bel topic ;)
'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in materia.

...è sempre solo per te

Avatar utente
GiovAcquaPazza
star3
Messaggi: 2863
Iscritto il: 17/03/16, 12:23

Re: Scelta acquisto impianto osmosi

Messaggio di GiovAcquaPazza » 28/11/2016, 15:18

gibogi ha scritto:Mi stai pigliando per il fondoschiena? o vuoi solo far polemica?
nessuna delle due
gibogi ha scritto:Tu stai dicendo che è possibile e consigliato fare un controlavaggio a delle membrane osmotiche nel normale esercizio
rileggendo meglio sopra potrai notare che ho specificato più in dettaglio le operazioni consigliate dai produttori, anche che le stesse vengono impropriamente definite "controlavaggio " mentre si tratta di un semplice "flussaggio" della membrana (leggasi..risciacquo) o meglio della suo contenitore con acqua di rubinetto (è possibile farlo anche miscelandola con acqua osmotica reiniettandola con un bypass immediatamente a monte dalla membrana ma a mio avviso diventa troppo complicato da gestire) ,
gibogi ha scritto:è che in caso di conservazione delle membrane per inattività della stessa, è consigliato flussare la membrana in modo da lasciarle in una soluzione acquosa il meno salina possibile.
e qui infatti stiamo parlando finalmente la stessa lingua.
gibogi ha scritto:infine mi sento di dire che tu hai ben poche nozioni in merito,...... ma ben confuse.
penso che prima di fare affermazioni cosi categoriche potresti argomentare meglio le tue, altrimenti sembra una autovalutazione dei tuoi interventi
Tra vent'anni non sarete delusi delle cose che avete fatto ma da quelle che non avete fatto. Allora levate l'ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite.
Mark Twain

Avatar utente
Garden
star3
Messaggi: 386
Iscritto il: 14/11/16, 21:02

Re: Scelta acquisto impianto osmosi

Messaggio di Garden » 28/11/2016, 16:20

cicerchia80 ha scritto:Raga....non la mandiamo in flame
da una semplice info stá uscendo un bel topic ;)
concordo :-bd anche perchè il post potrebbe essere utile a molti.
A me per esempio... :D
in parole povere per flussaggio cosa intendete?
sciacquare sotto l'acqua corrente la membrana senza il suo coperchio se è stata inattiva per qualche settimana?
oppure svuotare l'impianto dopo averlo usato?
Ho letto in rete che gli impianti industriali alla fine del ciclo pompano dentro acqua demineralizzata per evitare che ristagnino sali dentro ma a livello casalingo che si fa?
Scherzi a parte penso sia una informazione che possa essere utile anche ad altri.

Avatar utente
GiovAcquaPazza
star3
Messaggi: 2863
Iscritto il: 17/03/16, 12:23

Re: Scelta acquisto impianto osmosi

Messaggio di GiovAcquaPazza » 28/11/2016, 18:11

Garden ha scritto:in parole povere per flussaggio cosa intendete?
risciaquare il contenitore della membrana con acqua corrente (anche con osmotica se hai la possibilità di averla in pressione con un booster) . La membrana non ha senso smontarla, basta un rubinetto che bypassa il regolatore di pressione sul concentrato (acqua di scarto) , la membrana è meglio lasciarla sempre a bagno altrimenti i sali tendono a seccarsi ed a ostruire i pori. Forse capisci meglio se guardi la pagina 23 di questo documento , a meno che, ovviamente, anche gli ingegneri della Nobel abbiano scarse nozioni e ben confuse su come debba farsi la manutenzione di un impianto domestico .
Questi utenti hanno ringraziato GiovAcquaPazza per il messaggio:
Garden (28/11/2016, 18:55)
Tra vent'anni non sarete delusi delle cose che avete fatto ma da quelle che non avete fatto. Allora levate l'ancora, abbandonate i porti sicuri, catturate il vento nelle vostre vele. Esplorate. Sognate. Scoprite.
Mark Twain

Avatar utente
Garden
star3
Messaggi: 386
Iscritto il: 14/11/16, 21:02

Re: Scelta acquisto impianto osmosi

Messaggio di Garden » 28/11/2016, 18:55

ok grazie :-bd

Avatar utente
gibogi
Ex-moderatore
Messaggi: 5059
Iscritto il: 19/10/13, 23:46

Re: Scelta acquisto impianto osmosi

Messaggio di gibogi » 28/11/2016, 19:26

Bene mi piace come si sta evolvendo questo topic.
Quindi cercherò di dare risposte a tutti:
Garden ha scritto:concordo :-bd anche perchè il post potrebbe essere utile a molti.
A me per esempio... :D
in parole povere per flussaggio cosa intendete?
sciacquare sotto l'acqua corrente la membrana senza il suo coperchio se è stata inattiva per qualche settimana?
E' sempre utile lasciare fermo il meno possibile un impianto a membrane osmotiche, le nostre acque potabili, hanno una consistente quantità di bicarbonati di calcio e magnesio, sali incrostanti, che già nella concentrazione dell'acqua di rete, sono in grado di precipitare, figuriamoci se ancor più concentrati.
Questo significa che se devi fermare l'impianto sarebbe cosa utile a salvaguardia della membrana, eliminare quella soluzione salina concentrata dalla membrana.
la miglior cosa possibile, sarebbe far arrivare dall'ingresso dell'impianto osmotico dell'acqua demineralizzata che andrebbe a spiazzare tutta la soluzione concentrata.
Per far questo, occorre avere almeno un serbatoio con acqua demineralizzata (la tua acqua osmotica) e una pompa che prelevi l'acqua dal serbatoio e la mandi in testa all'impianto.
Questo è quello che succede negli impianti industriali, si cerca di salvaguardare il cuore dell'impianto, la parte più costosa, le membrane.
Negli impianti domestici, tale prassi è inamissibile per i costi che richiede, rispetto al costo effettivo della membrana.

Quindi se devi fermare l'impianto, stacchi il regolatore di flusso dell'acqua di scarto, e apri il rubinetto dell'acqua potabile.
L'acqua uscirà per la via a meno resistenza, ovvero dal tubo del reietto.
Lascia flussare in modo da far uscire 20-30 litri di acqua potabile, e a monte della membrana avrai solo acqua potabile a "bassa salinità".
puoi ovviare allo staccare il tubo inserendo a monte del regolatore del reietto una valvola a 3 vie, cosa che io trovo inutile, visto che stiamo parlando di conservazione della membrana, ovvero la stacco e la metto via per riprenderla quando mi servirà.
Garden ha scritto:Ho letto in rete che gli impianti industriali alla fine del ciclo pompano dentro acqua demineralizzata per evitare che ristagnino sali dentro
Non fare lo sbaglio di confondere un piccolo impianto industriale, la cui portata si aggira su decine di tonnellate d'acqua ora con il tuo impianto.
Non voglio sembrare stronzo, ma il tuo è poco più che un giocattolo.

Questo è uno dei tanti motivi per cui io consiglio sempre di valutare MOOOOLTO BENE l'acquisto di un impianto di produzione acqua demi, il costo di gestione di tale impianto è sicuramente elevato, ci vorrà molto tempo prima di ammortizzarlo, e se lo si deve avviare per pochi giorni al mese, non si riuscirà mai ad ammortizzarlo.

Con questo spero di averti aiutato nei dubbi sulla gestione del tuo impianto.

Carissimo GiovAcquaPazza, veniamo a te.
GiovAcquaPazza ha scritto: o meglio della suo contenitore con acqua di rubinetto (è possibile farlo anche miscelandola con acqua osmotica reiniettandola con un bypass immediatamente a monte dalla membrana ma a mio avviso diventa troppo complicato da gestire) ,
Solo un folle direbbe una cosa del genere, non è troppo complicato da gestire, è solo da folli, pensare di sborsare centinaia di € per salvaguardare una membrana dal valore di poche decine di €.
GiovAcquaPazza ha scritto:stiamo parlando finalmente la stessa lingua.
non ne sono sicuro, da come parli penso che tu non abbia assolutamente idea di cosa sia una membrana osmotica, che quel giocattolino che ti sei comprato sia il tuo primo impianto demi, e non hai ancora capito quanto ti costa.
GiovAcquaPazza ha scritto: la membrana è meglio lasciarla sempre a bagno altrimenti i sali tendono a seccarsi ed a ostruire i pori.
Questa è l'unica cosa corretta che hai detto. :-bd
GiovAcquaPazza ha scritto: Forse capisci meglio se guardi la pagina 23 di questo documento , a meno che, ovviamente, anche gli ingegneri della Nobel abbiano scarse nozioni e ben confuse su come debba farsi la manutenzione di un impianto domestico .
Bellissima frase, mi piace :ymapplause: :ymapplause:
Peccato che tu non sappia neanche leggerlo quello schema.
Forse non ti è del tutto chiara la funzione di quella valvola di cui parli.
Nello schema è identificata con VR valvola di regolazione ricircolo, e una freccia indica il senso del flusso.
Ti spiego il suo funzionamento:
Per evitare che la soluzione vada in sovrasaturazione con conseguente precipitazione dei sali, si ricircola parte del reietto verso l'aspirazione della pompa.
In questo modo, si ha una concentrazione salina minore, senza diminuire la portata del permeato,
Ma questo è possibile solo se si ricircola in aspirazione di una pompa, non sarebbe possibile farlo se l'impianto è attaccato ad un rubinetto.
In parole povere, quello schema non lo puoi seguire se l'impianto osmotico lo attacchi ad un rubinetto dell'acqua potabile.
Questi utenti hanno ringraziato gibogi per il messaggio:
Garden (28/11/2016, 20:31)
Se osservando una Harley vedi solo una moto, allora non stai guardando una Harley!

Avatar utente
cicerchia80
Amministratore
Messaggi: 33078
Iscritto il: 07/06/15, 8:12
Contatta:

Re: Scelta acquisto impianto osmosi

Messaggio di cicerchia80 » 28/11/2016, 20:08

gibogi ha scritto:Questo è uno dei tanti motivi per cui io consiglio sempre di valutare MOOOOLTO BENE l'acquisto di un impianto di produzione acqua demi, il costo di gestione di tale impianto è sicuramente elevato, ci vorrà molto tempo prima di ammortizzarlo, e se lo si deve avviare per pochi giorni al mese, non si riuscirà mai ad ammortizzarlo.
a me sta cosa non mi é chiara :-? Quali costi?1000 litri di acqua buttata mi costano metá di quello che spendo per una tanica 1.50€ tre giorni fá hofatto un rabbocco di 20 litri nel grande....ma almeno uno ogni 2 mesi vá fatto
Ogni cambio partono 35 litri di osmosi e 30 di bottiglia

Mi stó perdendo qualche calcolo?alla fine parliamo di una spesa di 40€ di impianto....poi il costo delle membrane che ora ignoro :-??
Questi utenti hanno ringraziato cicerchia80 per il messaggio:
mrfunk (26/09/2017, 7:08)
'effetto Dunning-Kruger è una distorsione cognitiva a causa della quale individui poco esperti in un campo tendono a sopravvalutare le proprie abilità autovalutandosi, a torto, esperti in materia.

...è sempre solo per te

Avatar utente
CIR2015
star3
Messaggi: 2664
Iscritto il: 23/06/15, 0:21

Re: Scelta acquisto impianto osmosi

Messaggio di CIR2015 » 28/11/2016, 20:50

Ciao cicè cerco di farla breve... io lo uso per il Marino che necessita obbligatoriamente di acqua pura.

Il mio consiglio è di prenderne uno a bicchieri (decisamente più comodo)... ma se hai dove posizionarlo va bene anche quello che hai scelto. Tre stadi, sedimenti, carbone e resine, sono più che sufficienti.

Altro consiglio prendi una membrana 100 GPD che è molto più veloce nella produzione dell'acqua.

:-h
Questi utenti hanno ringraziato CIR2015 per il messaggio:
cicerchia80 (28/11/2016, 20:55)
"Cambiare opinione è sintomo di Maturità"

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: AlessiaM, Google [Bot], lui1 e 7 ospiti