Uso del conduttivimetro

Lampade, filtri ed accessori

Moderatori: trotasalmonata, luigidrumz

Avatar utente
MassimoAllegra
star3
Messaggi: 232
Iscritto il: 25/11/15, 20:28
Contatta:

Uso del conduttivimetro

Messaggio di MassimoAllegra » 27/02/2016, 14:43

Mi è arrivato ieri, ma non riesco a capire molte cose.
Le misurazione le fate direttamente in acquario o mettete dell'acqua in un bicchiere
Poi non riesco a capire i valori.... Quando tempo, circa, lo lasciate immerso
Nel l'acquario piccolino, riempito solo con acqua vita snella, fertilizzazione blanda con flora pride ed integrazione di magnesio e potassio del PMDD, ieri dopo un cambio di 9 litri su 24 totali, sempre con vita snella mi dava 1500....,
Stamattina , senza neanche fertilizzazione mi dava 1750!
Dove sbaglio ?

Avatar utente
MassimoAllegra
star3
Messaggi: 232
Iscritto il: 25/11/15, 20:28
Contatta:

Re: Uso del conduttivimetro

Messaggio di MassimoAllegra » 27/02/2016, 14:50

Nel frattempo mi sono letto l'articolo ma i dubbi sono rimasti.
Escludo là troppo popolazione perché c'è un solo pesce...m che mangia una volta al giorno..
Escludo anche un eccessivo carico organico perché ieri i nitriti erano a zero..... Boh non so cosa fare, nel frattempo sospendo comunque la fertilizzazione....

Avatar utente
MassimoAllegra
star3
Messaggi: 232
Iscritto il: 25/11/15, 20:28
Contatta:

Re: Uso del conduttivimetro

Messaggio di MassimoAllegra » 27/02/2016, 20:49

C'è nessuno ? :D

Avatar utente
fernando89
Moderatore Globale
Messaggi: 17588
Iscritto il: 27/11/15, 14:57

Re: Uso del conduttivimetro

Messaggio di fernando89 » 27/02/2016, 20:57

ciao massimo

io le misurazioni le faccio direttamente in vasca

considera che devi tenerlo un minutino finchè il valore non si assesta..anche a me dà subito un valore ma dopo un po si stabilizza ad un valore più basso

non so la conducibilità per gli otocinclus ma i poecilidi a 1500 non si lamentano(ci sono utenti che li tengono a questi valori), ma dovresti però capire da cosa è data tanta conducibilità :-?

io dei cambi li farei ma prima prova a tenerlo in acqua finchè il valore non è completamente stabile

PS una foto del tuo conduttivimetro?la misura è in us?
Amo è la parola più pericolosa per il pesce e per l'uomo

Avatar utente
Fulldynamix
star3
Messaggi: 1353
Iscritto il: 25/01/16, 14:34

Re: Uso del conduttivimetro

Messaggio di Fulldynamix » 27/02/2016, 21:03

Forse non misura la conducibilità elettrica ma PPM??

Avatar utente
Jovy1985
Ex-moderatore
Messaggi: 16700
Iscritto il: 19/10/13, 12:53

Re: Uso del conduttivimetro

Messaggio di Jovy1985 » 28/02/2016, 3:30

Massimo, intanto misura un acqua in bottiglia...la conducibilità che rilevi è la stessa più o meno di quella riportata in etichetta?
"Tu non sei il pastore....tu sei la pecora!" Charles Vane ( Black Sails)[/size]

Avatar utente
gibogi
Ex-moderatore
Messaggi: 5059
Iscritto il: 19/10/13, 23:46

Re: Uso del conduttivimetro

Messaggio di gibogi » 28/02/2016, 5:49

Come consigliato da Jovy, testa un'acqua minerale.
Sull'etichetta dell'acqua vi è indicata conducibilità e temperatura dell'acqua alla quale sono state effettuate le analisi, se il tuo conduttivimetro è corretto in temperatura, porta l'acqua alla temperatura indicata.
Se il valore rilevato, è circa lo stesso, allora il motivo della elevata conducibilità nella tua vasca è da attribuirsi a:
MassimoAllegra ha scritto:fertilizzazione blanda con flora pride ed integrazione di magnesio e potassio del PMDD,
, e forse qualcos'altro che rilascia sostanze, visto l'aumento di 250 µS/cm in poco tempo
Se osservando una Harley vedi solo una moto, allora non stai guardando una Harley!

Avatar utente
MassimoAllegra
star3
Messaggi: 232
Iscritto il: 25/11/15, 20:28
Contatta:

Re: Uso del conduttivimetro

Messaggio di MassimoAllegra » 29/02/2016, 13:46

Allora, ho fatto le verifiche.... testato su vita snella... ms 48, corrispondente alla lettura con il mio.... vabbè il mio diceva 46 ma non sottilizzerei....
Conducibilità dell'acquario grande (con i guppy) è in discesa... ho perso circa 200 ms in un due giorni.
Siccome avevo esagerato con la fertilizzazione, credendo una lettura erronea, se la conducibilità è in discesa, non farei cambi e non aggiungerei elmenti, mi sembra che le piante mangino...
corretto??.
Mi preoccupa di più l'acquario piccolino.... circa 25 litri, con limnofila e bacopa e un betta maschio...
Le piante qui crescono a velocità pazzesca, fertilizzo con una certa attenzione ma in modo blando, nitriti sono a 0.
La limnofila è di un verde smeraldo pazzesco e venerdì ho provveduto a potare.
Mi accingo a cambiare l'acqua, che non avevo mai cambiato dall'avvio, sempre per il problema del sodio è perche, a causa di una radice si era ambrata molto, e a metà lavoro arriva il postino con il malefico attrezzo.
Finisco il cambio, aggiungo florapride e potassio, e misura 1.500 !!!
Aspetto una giornata, convinto che le piante avessero assorbito gli elementi disciolti, e quindi convinto di leggere un valore inferiore e mi trovo 'sto 1750....
E non so cosa fare, sicuramente sospendo la fertilizzazione, per vedere scendere conducibilità, ma sono indeciso se fare un ulteriore cambio.

Avatar utente
fernando89
Moderatore Globale
Messaggi: 17588
Iscritto il: 27/11/15, 14:57

Re: Uso del conduttivimetro

Messaggio di fernando89 » 29/02/2016, 14:33

MassimoAllegra ha scritto:Allora, ho fatto le verifiche.... testato su vita snella... ms 48, corrispondente alla lettura con il mio.... vabbè il mio diceva 46 ma non sottilizzerei....
Conducibilità dell'acquario grande (con i guppy) è in discesa... ho perso circa 200 ms in un due giorni.
Siccome avevo esagerato con la fertilizzazione, credendo una lettura erronea, se la conducibilità è in discesa, non farei cambi e non aggiungerei elmenti, mi sembra che le piante mangino...
corretto??.
si :-bd corretto! anch'io farei così, vediamo cosa ne pensano gli altri

MassimoAllegra ha scritto:Mi preoccupa di più l'acquario piccolino.... circa 25 litri, con limnofila e bacopa e un betta maschio...
Le piante qui crescono a velocità pazzesca, fertilizzo con una certa attenzione ma in modo blando, nitriti sono a 0.
La limnofila è di un verde smeraldo pazzesco e venerdì ho provveduto a potare.
Mi accingo a cambiare l'acqua, che non avevo mai cambiato dall'avvio, sempre per il problema del sodio è perche, a causa di una radice si era ambrata molto, e a metà lavoro arriva il postino con il malefico attrezzo.
Finisco il cambio, aggiungo florapride e potassio, e misura 1.500 !!!
Aspetto una giornata, convinto che le piante avessero assorbito gli elementi disciolti, e quindi convinto di leggere un valore inferiore e mi trovo 'sto 1750....
E non so cosa fare, sicuramente sospendo la fertilizzazione, per vedere scendere conducibilità, ma sono indeciso se fare un ulteriore cambio.
a me preoccupa più quel florapride, che sia lui il problema?vediamo se qualcuno conosce meglio questo fertilizzante e cosa ci sia dentro

cmq potresti aprire un topic in fertilizzazione per ogni acquario, sarebbe la via migliore ;)
Amo è la parola più pericolosa per il pesce e per l'uomo

Avatar utente
MassimoAllegra
star3
Messaggi: 232
Iscritto il: 25/11/15, 20:28
Contatta:

Re: Uso del conduttivimetro

Messaggio di MassimoAllegra » 29/02/2016, 17:47

E che sarà sto Flora Pride, una bomba nucleare ????

E' una miscela di oligoelementi più ferro....
Dose consigliata 20 ml per 50 litri una volta a settimana...

Io ne metto 5, forse 6 ml alla settimana...

Più potassio e magnesio.... non aggiungo ferro che già c'è...

Sono più convinto però che la conducibilità si sia alzata in coincidenza con la potatura...... piante ferme..... con la limno sono andato giù pesante ma era veramente tanta...... e si, ho potato solo quella...

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti