Brusca variazione di temperatura: fa male ai pesci?

Alimentazione, malattie, organismi spontanei

Moderatori: Marah-chan, lauretta, fernando89

Rispondi
Matteorall
Top User
Messaggi: 1474
Iscritto il: 22/01/15, 20:32
Contatta:

Brusca variazione di temperatura: fa male ai pesci?

Messaggio di Matteorall » 03/01/2016, 10:28

Corydoras paleatus è un pesce d'acqua fredda, sopporta temperature da 4°C e 25°C, perciò non aveva alcun problema.
I pesci depongono anche in stato di malessere per preservare la specie,questo dovrebbe farci riflettere quando vediamo deposizioni nonostante i valori sbagliati,in molti però pensano che sia sempre sintomo di buona salute salvo poi ricredersi quando la prole non nasce o dura poco oppure come nel tuo caso i pesci si ammalano
Un pesce malato o in fin di vita non si mette a riprodursi, la prole morirebbe a sua volta in acqua sbagliata.
Il comportamento di deporre in fin di vita è un comportamento di molti crostacei le cui cisti resistono in diapausa (ex. Daphnia), o di pochi pesci come il gruppo dei Killifish che in natura depongono quando la pozza si sta seccando.
Ultima modifica di Jovy1985 il 05/01/2016, 18:43, modificato 1 volta in totale.
Motivazione: I seguenti messaggi provengono da un'altra discussione.

Matteorall
Top User
Messaggi: 1474
Iscritto il: 22/01/15, 20:32
Contatta:

Re: La stupida storia di un esperimento finito male

Messaggio di Matteorall » 03/01/2016, 12:05

I pesci sani non hanno nessun problema con cambi repentini di temperatura. Proprio nessuno. Credete che in stagni e ruscelli quando arriva la tempesta i valori rimangano costanti? ;)

Solo i pesci malati e debilitati ne soffrono e muoiono.

Avatar utente
Jovy1985
Ex-moderatore
Messaggi: 16673
Iscritto il: 19/10/13, 12:53

Re: La stupida storia di un esperimento finito male

Messaggio di Jovy1985 » 04/01/2016, 20:05

Matteorall ha scritto:I pesci sani non hanno nessun problema con cambi repentini di temperatura. Proprio nessuno. Credete che in stagni e ruscelli quando arriva la tempesta i valori rimangano costanti? ;)

Solo i pesci malati e debilitati ne soffrono e muoiono.
Ragazzi non facciamo assolutamente passare questi messaggi...perche non è assolutamente vero.
Mai sentito parlare di stress da temperatura?
;)

I pesci tropicali possono resistere anche a 8 gradi..ma la loro resistenza varia a seconda di moltissimi fattori, come ad esempio l eta, la salinità,lo stato riproduttivo...il modo in cui sono acclimatati anche.

Ciò che è sicuro, è che la temperatura influisce drammaticamente sul sistema immunitario dei pesci...questo non è un mio parere, è scienza :)

Basta chiedersi come mai la gran parte delle patologie dei pesci in natura (come ad esempio per i salmoni o i pesci gatto) avviene in concomitanza con le grandi fluttuazioni della temperatura? ;)
In primavera ed inizio dell inverno si hanno la maggior parte delle malattie...
"Tu non sei il pastore....tu sei la pecora!" Charles Vane ( Black Sails)[/size]

Matteorall
Top User
Messaggi: 1474
Iscritto il: 22/01/15, 20:32
Contatta:

Re: La stupida storia di un esperimento finito male

Messaggio di Matteorall » 04/01/2016, 20:30

Ciò che è sicuro, è che...
..le mie rasbore (e non solo i miei pesci) depogono dopo il cambio d'acqua/rabbocco con acqua ben più fredda. Perchè sono sane. Se fossero debilitate, avrebbero preso l'ictio.

Non solo le Trigonstigma, ma anche i corydoras e tantissimi altri pesci dopo le piogge (abbassamento della temperatura) avviano le riproduzioni... tanto che per stimolarli in cattività si fa un cambio con acqua fredda.

In natura molti pesci sono debilitati, altrimenti non ci sarebbe la selezione naturale. In primavera se vai in un fiume, potrai vedere Phoxinus Phoxinus deboli e morenti, a riva o sui sassi, distrutte dall'inverno e dalle piogge torrenziali primaverili. In contemporanea, ne vedrai alcune con il ventre rosso fuoco intente a riprodursi. E vuoi dire che la pioggia faceva male ai riproduttori sani? :D

Avatar utente
Jovy1985
Ex-moderatore
Messaggi: 16673
Iscritto il: 19/10/13, 12:53

Re: La stupida storia di un esperimento finito male

Messaggio di Jovy1985 » 04/01/2016, 22:21

Se le tue rasbore fossero debilitate non avrebbero preso nessun ictio =)) non parliamo di cose che nemmeno conosciamo a fondo ragazzi...mi sa della storiella come quella che "i vermi nascono dalla carne...." . mica l ictio nasce cambiando l acqua....

Che i pesci siano più propensi alla deposizione dopo un cambio (quindi al variare della stagionalità) è la scoperta fell acqua calda (toh, ci stava a pennello =)) )
Quello che invece non bisogna dire, visto che siamo su un forum e ci leggono tutti, è che i pesci sani non hanno nessun problema con i cambi repentini di temperatura, perche è una GROSSISSIMA INESATTEZZA che almeno in questa sezione, che è moderata da me, non intendo far passare inosservata :)
Tu confondi stagione delle riproduzioni con stress da temperatura....vi consiglio delle letture in lingua inglese, basta google....o leggete il famosissimo Untergasser ;)
"Tu non sei il pastore....tu sei la pecora!" Charles Vane ( Black Sails)[/size]

Avatar utente
pantera
star3
Messaggi: 1966
Iscritto il: 03/01/14, 16:22

Re: La stupida storia di un esperimento finito male

Messaggio di pantera » 04/01/2016, 22:46

Questo da neofita facevo cambi frequenti vedevo pesci rincorrersi ed accoppiarsi altrettanto frequentemente,trovavo anche avannotti in vasca che nonostante i nascondigli non duravano più di pochi giorni,ma era altrettanto frequente che i pesci prendessero parassiti interni molto spesso gli stessi che vedevo accoppiarsi poco tempo prima,da questa mia esperienza ho capito che vedere dei pesci accoppiarsi non ė sempre sintomo di salute,oggi faccio ormai da anni cambi ogni 3 mesi i pesci sono più statici ma sono i medesimi ormai da anni

Matteorall
Top User
Messaggi: 1474
Iscritto il: 22/01/15, 20:32
Contatta:

Re: La stupida storia di un esperimento finito male

Messaggio di Matteorall » 04/01/2016, 22:49

Se le tue rasbore fossero debilitate non avrebbero preso nessun ictio =)) non parliamo di cose che nemmeno conosciamo a fondo ragazzi...mi sa della storiella come quella che "i vermi nascono dalla carne...." . mica l ictio nasce cambiando l acqua....
Sbalzi di temperatura sono la porta aperta all'ictio in pesci debilitati... è un fatto comune.
GROSSISSIMA INESATTEZZA che almeno in questa sezione, che è moderata da me, non intendo far passare inosservata :)
Se lo dici tu, buona continuazione, non ho altro da aggiungere :( :))

Avatar utente
Jovy1985
Ex-moderatore
Messaggi: 16673
Iscritto il: 19/10/13, 12:53

Re: La stupida storia di un esperimento finito male

Messaggio di Jovy1985 » 04/01/2016, 23:08

Matteorall ha scritto:
Se le tue rasbore fossero debilitate non avrebbero preso nessun ictio =)) non parliamo di cose che nemmeno conosciamo a fondo ragazzi...mi sa della storiella come quella che "i vermi nascono dalla carne...." . mica l ictio nasce cambiando l acqua....
Sbalzi di temperatura sono la porta aperta all'ictio in pesci debilitati... è un fatto comune.
GROSSISSIMA INESATTEZZA che almeno in questa sezione, che è moderata da me, non intendo far passare inosservata :)
Se lo dici tu, buona continuazione, non ho altro da aggiungere :( :))
L ictio i pesci mica lo prendono perche si cambia l acqua...non vorrei passasse questo ennesimo messaggio sbagliato.
Comunque, ripeto, tu confondi variazioni di temperatura della stagionalità con lo stress da temperatura.

affermare che repentine variazioni non fanno male ai pesci sani è una grandissima cavolata...ripeto, non lo dico io.
Se proprio vuoi continuare da un'altra parte leggi qualche testp scientifico =)) ti consiglio nuovamente Untergasser.

Qui si tratta della salute dei pesci, pertanto se dici cosi grosse inesattezze, per me è il minimo intervenire..tutto qui ;)
"Tu non sei il pastore....tu sei la pecora!" Charles Vane ( Black Sails)[/size]

Avatar utente
cqrflf
star3
Messaggi: 1464
Iscritto il: 23/03/15, 2:02

Re: La stupida storia di un esperimento finito male

Messaggio di cqrflf » 04/01/2016, 23:20

Effettivamente i pesci tropicali che vivono in bacini idrici di piccolo volume come ruscelli o stagni possono subire delle variazioni di temperatura molto forti. In Camerun dopo un temporale torrenziale la temperatura era scesa da 40 gradi a 15 subito dopo il temporale ma credo che poi la temperatura salga nuovamente.
Comunque sono andato ad una conferenza i mesi scorsi sulle nuove invasioni di animali esotici in Italia e nel mondo e pare che il tasso di mutazioni genetiche sia velocissimo per selezionare una prole resistente a nuovi fattori ambientali.
Bastano una o due generazioni. Pare che in Toscana vi siano delle popolazioni di Chiclasoma e che in Australia i rospi marini hanno già delle considerevoli differenze genetiche rispetto ai modelli originali del paese nativo.

Chi sarebbe costui (Untergasser) ?
Viaggiai per giorni e notti per paesi lontani.
Molto spesi per vedere alti monti, grandi mari....e non avevo occhi per vedere a due passi da casa la goccia di rugiada sulla spiga di grano.

Matteorall
Top User
Messaggi: 1474
Iscritto il: 22/01/15, 20:32
Contatta:

Re: La stupida storia di un esperimento finito male

Messaggio di Matteorall » 04/01/2016, 23:32

L ictio i pesci mica lo prendono perche si cambia l acqua
Nessuno l'ha detto. Si parla di diminuzione di temperatura (legata al cambio).
temperatura della stagionalità con lo stress da temperatura.
Se scrivo è perchè le cose le ho viste e sperimentate... non vado in cerca di testi da terzi.
Lo stress da temperature lo hanno i pesci malati, deboli, non al 100%, in una condizione in cui una variazione dei valori a cui sono abituati può causare un problema. Questo anche in pesci molto vecchi, deboli di genetica o altro ancora. Non pesci sani e al 100% sicuramente.
La stagionalità avviene con la pioggia, non solo con il progressivo aumento/diminuzione della temperatura media dell'aria. Quando in estate un corso d'acqua va in secca e rimangono solo pozze da poche centinaia di litri con acqua a oltre 30°C (misurata personalmente nel torrente vicino a casa) e di sera arriva la tempesta che apporta grandi quantità d'acqua a temperatura nettamente inferiore, ci sono 10°C di sbalzo in poche ore. Dici che muoiono tutti quei pesci sopravvissuti nelle pozze? Io dico di no, quelli già morenti si', ma la maggior parte probabilmente si salva senza alcuna malattia conseguente.
Se ogni volta che in natura avviene uno sbalzo di 3-5°C i pesci muoiono o si stressano da ammalarsi, non sarebbero arrivati fino a noi.

Detto questo, non capisco l'inesattezza di dire che uno sbalzo repentino (che quindi avviene velocemente, poche ore o per esempio mezz'ora) di 3-5°C sia così dannoso e negativo per i pesciolini. Una situazione diversa è se lo sbalzo nell'immediato, mettendo un pesce che stava a 25°C in una vasca a 18°C. Questo potrebbe essere dannoso. Si parla però di shock.

Non mi piace la mala informazione e non mi sembra di prendervi parte. Quando scrivo qualcosa come accennavo è perchè la ho provata personalmente. Prendere info da altre parti non mi piace neppure. Sarebbe molto più interessante se prima di affermare qualcosa tutti la avessero sperimentata, anche più di una volta e in contesti diversi. E quando si legge, leggere per intero il messaggio, senza fermarsi sulle frasi che prese come assolute sono errate. Mi sembrava di essere stato abbastanza chiaro riguardo il concetto ---> pesce sano accetta e/o apprezza variazione di T°, pesce debole neanche un poco.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti