cardinali Vari sintomi

Alimentazione, malattie, organismi spontanei

Moderatori: Marah-chan, lauretta, fernando89

Avatar utente
Alex_N
star3
Messaggi: 456
Iscritto il: 27/01/16, 15:50
Contatta:

Re: Come salvare i miei Cardinali? Vari sintomi

Messaggio di Alex_N » 22/03/2016, 18:55

Ok... adesso sto facendo le prove con la colla di pesce...
non mi è chiaro però che consistenza debba avere precisamente quando la mischio con gli altri ingredienti! Dev'essere bella gelatinosa o ancora liquida e poi lasciata solidificare?
Alessandro

Avatar utente
Jovy1985
Ex-moderatore
Messaggi: 16682
Iscritto il: 19/10/13, 12:53

Re: Come salvare i miei Cardinali? Vari sintomi

Messaggio di Jovy1985 » 22/03/2016, 18:59

Deve essere gelatinosa. Poi la riponi in frigo per qualche ora ;)
Questi utenti hanno ringraziato Jovy1985 per il messaggio:
Alex_N (22/03/2016, 19:00)
"Tu non sei il pastore....tu sei la pecora!" Charles Vane ( Black Sails)[/size]

Avatar utente
Alex_N
star3
Messaggi: 456
Iscritto il: 27/01/16, 15:50
Contatta:

Re: Come salvare i miei Cardinali? Vari sintomi

Messaggio di Alex_N » 22/03/2016, 19:04

Quindi se l'ho messa in frigo che era tutto liquido ho sbagliato?
Dopo averla ammollata in acqua fredda non capisco se devo scaldarla facendola sciogliere in acqua o meno...

Edit: non importa, ci sono riuscito!
Alessandro

Avatar utente
Alex_N
star3
Messaggi: 456
Iscritto il: 27/01/16, 15:50
Contatta:

Re: Come salvare i miei Cardinali? Vari sintomi

Messaggio di Alex_N » 23/03/2016, 13:33

Allora, l'ho preparato e somministrato con tecnica spannometrica: mangerebbero anche palline di carta, ero certo che avrebbero consumato tutto.
Situazione attuale: nessuno è morto, il piccoletto col dorso sbiancato mi par leggermente meglio ma potrei autosuggestionarmi, essendo un microbo è ancora difficile capire quanto sia eventualmente migliorato/peggiorato; uno dei due col "fin rot" si mantiene in condizioni stabili mentre l'altro è peggiorato ma di pochino, nel senso che la corrosione si è estesa di una frazione di millimetro perpendicolarmente ai raggi.
I vecchi son sempre uguali, "Adiposa Bianca" è come prima ma forse un po' più vivace.
Gli altri sembrano sempre a posto, gli Ancistrus non hanno preso il medicinale ma sono indistruttibili, sempre cicciotti e "colorati" al punto giusto.

Ho notato che la gelatina tende a sciogliersi molto presto però... i pesci mangiano sempre tutto appena cade in acqua comunque.
Alessandro

Avatar utente
Jovy1985
Ex-moderatore
Messaggi: 16682
Iscritto il: 19/10/13, 12:53

Re: Come salvare i miei Cardinali? Vari sintomi

Messaggio di Jovy1985 » 23/03/2016, 13:43

Si la gelatina so scioglie molto presto purtroppo :-?? Ma se mangiano subito...no problem!

Hai gia iniziato a somministrare il medicinale?
"Tu non sei il pastore....tu sei la pecora!" Charles Vane ( Black Sails)[/size]

Avatar utente
Alex_N
star3
Messaggi: 456
Iscritto il: 27/01/16, 15:50
Contatta:

Re: Come salvare i miei Cardinali? Vari sintomi

Messaggio di Alex_N » 23/03/2016, 17:48

Jovy1985 ha scritto:Si la gelatina so scioglie molto presto purtroppo :-?? Ma se mangiano subito...no problem!

Hai gia iniziato a somministrare il medicinale?
Sì, purtroppo vengono quantità veramente infinitesime e difficili da misurare ma ci provo. Il "cucchiaino" dei test Sera per i Nitrati mi sembra l'ideale per prelevare queste piccole quantità di polverina.
Ho dato ieri sera e oggi, quindi dovrei avere altre 8 somministrazioni.
Alessandro

Avatar utente
Jovy1985
Ex-moderatore
Messaggi: 16682
Iscritto il: 19/10/13, 12:53

Re: Come salvare i miei Cardinali? Vari sintomi

Messaggio di Jovy1985 » 23/03/2016, 17:55

Benissimo speriamo di vedere presto dei buoni risultati!
"Tu non sei il pastore....tu sei la pecora!" Charles Vane ( Black Sails)[/size]

Avatar utente
Alex_N
star3
Messaggi: 456
Iscritto il: 27/01/16, 15:50
Contatta:

Re: Come salvare i miei Cardinali? Vari sintomi

Messaggio di Alex_N » 24/03/2016, 10:58

Ragazzi, il "fin rot" non solo non avanza, ma la patina lattiginosa ad esso associata si direbbe in regressione!
Non vorrei essere troppo ottimista ma sembra che due somministrazioni abbiano già avuto un minimo effetto!

Il pesciotto con la sella bianca non ha più la sella, ma l'infezione si è trasferita tutta sulla pinna dorsale, bianchiccia alla base...

Non so se il pH dell'acqua può essere minimamente d'aiuto, ho letto che in vitro alcuni ceppi appena sotto pH 6.5 (quello che ho attualmente grazie ai tannini e acidi umici) crepano, mentre per altri bisogna andare sotto 4.6 e chiaramente non posso farlo, non con questa vasca (mi piacerebbe provare un OTRAC o simile solo per questi pesci, quando e se potrò permettermelo, tentando anche di riprodurli).
Temo che quelli già sulla cute dei pesci non ne risentirebbero, nel qual caso riuscissero a vivere nel muco senza essere uccisi, così come avevano mostrato alcuni esperimenti sulle trote.
Alessandro

Avatar utente
Jovy1985
Ex-moderatore
Messaggi: 16682
Iscritto il: 19/10/13, 12:53

Re: Come salvare i miei Cardinali? Vari sintomi

Messaggio di Jovy1985 » 24/03/2016, 11:35

Prosegui con l antibiotico ;) devi dargli 10 giorni per ottenere un effetto evidente, ricorda...

Se il pesce fosse piu grande, potresti applicare qualcosa localmente, sulla pinna....ma non è il caso
"Tu non sei il pastore....tu sei la pecora!" Charles Vane ( Black Sails)[/size]

Avatar utente
Alex_N
star3
Messaggi: 456
Iscritto il: 27/01/16, 15:50
Contatta:

Re: Come salvare i miei Cardinali? Vari sintomi

Messaggio di Alex_N » 24/03/2016, 12:31

Jovy1985 ha scritto:Prosegui con l antibiotico ;) devi dargli 10 giorni per ottenere un effetto evidente, ricorda...

Se il pesce fosse piu grande, potresti applicare qualcosa localmente, sulla pinna....ma non è il caso
Se riuscissi a catturarne uno avrei betadine e perossido a disposizione... ma l'eventualità è remotissima e poi appunto non so quanto lo sopporterebbero /:

Terza somministrazione oggi... sono riuscito anche a tenere la gelatina solida più a lungo, ho mischiato con metà fiocchi e metà artemia e il medicinale tra i due strati. I malaticci sono quelli che si strafogano di più, mi sa che devo diminuire le dosi o rischio di farli scoppiare.
Nemmeno un microgranulo di pastone raggiunge il fondo, questi pesci sono belve!
Alessandro

Bloccato

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti