Colisa Lalia strane morie di femmine

Alimentazione, malattie, organismi spontanei

Moderatori: Marah-chan, lauretta, fernando89

Rispondi
Avatar utente
Lustrike
star3
Messaggi: 69
Iscritto il: 26/08/14, 14:00

Colisa Lalia strane morie di femmine

Messaggio di Lustrike » 28/06/2017, 11:11

Ciao a tutti,
l'estate scorsa ho provato ad allevare una nidiata di Colisia portandone alla maturità circa una ventina che ho diviso in due vasche da 50 litri.
Negli ultimi giorni le femmine hanno incominciato a morire improvvisamente al ritmo di una femmina ogni 2/3 giorni. I maschi, invece stanno bene. Ho pensato allora che fossero stati i maschi ad ucciderle anche se mi sembra strano in quanto le vasche sono molto piantumate e quindi ricche di rifugi.
Poi quattro giorni fa, in una delle due vasche dove ho anche due pulitori (Siamensis mi sembra si chiamino così), uno di questi ha cominciato a gonfiarsi fino a diventare come un dirigibile con le squame irte (idropsia). Allora ho cercato di curarlo con tetramicina ma ieri mi ha lasciato dopo un giorno di trattamento..... :(
Insomma, considerando la conduzione "naturale" delle mie vasche (senza cambi) starei pensando di abbassare un po' la carica microbica, che inevitabilmente aumenta, con un trattamento generale a tutta la vasca.
Cosa mi consigliate? Ho disponibile: blu di metilene, la suddetta tetramicina (Ambramicina o Minocin), Velamox o quant'altro mi consiglierete.....
Devo dire che l'anno scorso, su consiglio di un negoziante, ho fatto questo trattamento generale con il Velamox (una volta all'anno, non di più) e devo dire che mi sono trovato abbastanza bene.

Ringrazio anticipatamente chi potrà darmi qualche consiglio.

Avatar utente
fernando89
Moderatore Globale
Messaggi: 16621
Iscritto il: 27/11/15, 14:57

Colisa Lalia strane morie di femmine

Messaggio di fernando89 » 28/06/2017, 11:27

Io sconsiglio vivamente trattamenti in vasca, soprattutto se con antibiotici o coloranti
Lustrike ha scritto: mi sembra strano in quanto le vasche sono molto piantumate e quindi ricche di rifugi.
insomma, a quanto ho capito sono sempre 10 pesci territoriali in 50 litri, mica 2-3, anche se di nascondigli ne hanno molti passeranno 2/3 della loro vita scappando o inseguendo :-??
Amo è la parola più pericolosa per il pesce e per l'uomo

Avatar utente
Lustrike
star3
Messaggi: 69
Iscritto il: 26/08/14, 14:00

Colisa Lalia strane morie di femmine

Messaggio di Lustrike » 28/06/2017, 11:41

fernando89 ha scritto: Io sconsiglio vivamente trattamenti in vasca, soprattutto se con antibiotici o coloranti
Lustrike ha scritto: mi sembra strano in quanto le vasche sono molto piantumate e quindi ricche di rifugi.
insomma, a quanto ho capito sono sempre 10 pesci territoriali in 50 litri, mica 2-3, anche se di nascondigli ne hanno molti passeranno 2/3 della loro vita scappando o inseguendo :-??
Eh si lo so che son troppi ma non avevo alternative purtroppo.....
Quindi pensi anche tu siano stati i maschi ad ucciderle?
E per il Siamensis che mi dici? Prima di diffondere la malattia non sarebbe utile un trattamento generale?

Avatar utente
fernando89
Moderatore Globale
Messaggi: 16621
Iscritto il: 27/11/15, 14:57

Colisa Lalia strane morie di femmine

Messaggio di fernando89 » 28/06/2017, 19:34

Lustrike ha scritto: Quindi pensi anche tu siano stati i maschi ad ucciderle?
si..ma l esperto è @FedericoF
Lustrike ha scritto: per il Siamensis che mi dici? Prima di diffondere la malattia non sarebbe utile un trattamento generale?
se non noti sintomi negli altri pesci eviterei cure
Amo è la parola più pericolosa per il pesce e per l'uomo

Avatar utente
FedericoF
Ex-moderatore
Messaggi: 10820
Iscritto il: 29/03/16, 21:14
Contatta:

Colisa Lalia strane morie di femmine

Messaggio di FedericoF » 28/06/2017, 19:36

Sì. A maturità non puoi tenerle assieme.
@stefano94
Ancbe secondo me si son ammazzate
La perfezione è una strada, non un punto d'arrivo.
cit.

Avatar utente
Lustrike
star3
Messaggi: 69
Iscritto il: 26/08/14, 14:00

Colisa Lalia strane morie di femmine

Messaggio di Lustrike » 29/06/2017, 10:58

FedericoF ha scritto: Sì. A maturità non puoi tenerle assieme.
@stefano94
Ancbe secondo me si son ammazzate
Cioè? Intendi suicidate? :-o

Avatar utente
stefano94
Moderatore Globale
Messaggi: 2682
Iscritto il: 15/03/16, 11:06

Colisa Lalia strane morie di femmine

Messaggio di stefano94 » 29/06/2017, 12:01

Lustrike ha scritto:
FedericoF ha scritto: Sì. A maturità non puoi tenerle assieme.
@stefano94
Ancbe secondo me si son ammazzate
Cioè? Intendi suicidate? :-o
No penso intendesse che si sono uccisi tra di loro. Anche secondo me é una la cosa più probabile vista la grande densità di popolazione. Come mai hai portato avanti una nidiata così numerosa? Hai provato a proporre l'acquisto a qualche negoziante di zona? O a metterli su subito e sul nostro mercatino?
Intanto potresti utilizzare delle vaschette per dividere gli esemplari, bastano una ventina di litri come situazione provvisoria per 2 femmine. O un vascone bello grosso tipo le samla nel quale metterne di più. Poi se sono già riproduttivi rischi che entrino in riproduzione e li diventano belve con chi si avvia al territorio.

Avatar utente
Lustrike
star3
Messaggi: 69
Iscritto il: 26/08/14, 14:00

Colisa Lalia strane morie di femmine

Messaggio di Lustrike » 29/06/2017, 15:55

Ragazzi è stata una prova.... andata a buon fine..... ma purtroppo io, figlio e moglie ci siamo talmente affezionati da non volerli dare via..... e poi le cure che ci sono volute..... e i soldi spesi..... Vabbè, lasciamo stare.....
Adesso la popolazione si è quasi autostabilizzata (ne sono rimasti meno di una decina in tutto).

Ma il mio dubbio riguardava sopratutto il tipo di conduzione delle mie vasche che, per scelta, è di fare il minimo di interventi e solo all'occorrenza, cioè:
- Cambi quasi nulli (solo dopo interventi con medicinali)
- Rabocchi con acqua RO + potabile in proporzioni differenti a seconda del periodo
- Nessuna pulizia del fondo
- Tante piante e quindi interventi di potatura
- Pulizia dei filtri quando la portata diminuisce
- Controlli sistematici dei valori dell'acqua (sia per fauna che per flora)
Detto ciò, mi sorgeva il dubbio che con una tale conduzione vi fosse, nel tempo, un accumulo della componente batterica (non rilevabile con i normali controlli chimici) causa di esplosioni periodiche di malattie (anche senza il suddetto sovra popolamento). Me lo fa pensare, infatti, un valore di conducibilità in costante aumento pur con i principali fertilizzanti (N,P,K) nei limiti (forse solo il potassio è un po' alto).
Da qui l'idea di fare, di tanto in tanto (ma neanche troppo) una disinfezione generalizzata, anche blanda, seguita da reintroduzione di batteri "buoni".

Voi cosa ne pensate?

Avatar utente
stefano94
Moderatore Globale
Messaggi: 2682
Iscritto il: 15/03/16, 11:06

Colisa Lalia strane morie di femmine

Messaggio di stefano94 » 29/06/2017, 16:16

Se ti dicessi che io e molti facciamo una gestione simile e in più non abbiamo il filtro? Non credo sia da ricercare in questo il problema. La conducibilità in aumento sarà legata a qualcosa che rilascia o all'accumulo di qualche elemento fertilizzante. O sintomi di una carica batterica alta li dovresti notare sui pesci, al limite puoi sifonare leggermente il fondo di tanto in tanto, non bisogna disinfettare niente.
Questi utenti hanno ringraziato stefano94 per il messaggio:
Lustrike (29/06/2017, 16:46)

Avatar utente
Lustrike
star3
Messaggi: 69
Iscritto il: 26/08/14, 14:00

Colisa Lalia strane morie di femmine

Messaggio di Lustrike » 29/06/2017, 17:03

stefano94 ha scritto: Se ti dicessi che io e molti facciamo una gestione simile e in più non abbiamo il filtro? Non credo sia da ricercare in questo il problema.
Questa tua risposta mi conforta e ti ringrazio per questo, almeno il dubbio me lo sono tolto.
Riguardo al filtro, sono quasi vent'anni che conduco vasche ed ero giunto anch'io a questa conclusione ma non ho avuto il coraggio.... :ymblushing: ma prima o poi lo farò!
stefano94 ha scritto: La conducibilità in aumento sarà legata a qualcosa che rilascia o all'accumulo di qualche elemento fertilizzante.
Solo il potassio mi risulta alto ma nonostante lo stia abbassando con l'eliminazione dei potassici dalla fertilizzazione, la conducibilità mi rimane stabilmente alta ed era per questo che avevo pensato a sostanza organica varia in acqua (anche batterica) che, come qualsiasi sostanza sciolta in acqua ha influenza sulla conducibilità.
stefano94 ha scritto: O sintomi di una carica batterica alta li dovresti notare sui pesci........
E infatti periodicamente si presenta qualche malattia che avevo pensato fosse scomparsa dopo la cura......
stefano94 ha scritto: al limite puoi sifonare leggermente il fondo di tanto in tanto, non bisogna disinfettare niente.
Ok, ripeto, questa risposta mi conforta e, se è opinione ed esperienza comune consolidata, la terrò in considerazione per il futuro.

Grazie ancora

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti