esperienze di quarantena

Alimentazione, malattie, organismi spontanei

Moderatori: Marah-chan, lauretta, fernando89

Rispondi
Avatar utente
Ziggy
star3
Messaggi: 34
Iscritto il: 15/01/14, 0:46

esperienze di quarantena

Messaggio di Ziggy » 30/01/2014, 15:04

Cari tutti,
voi fate la quarantena ai nuovi pesci prima di inserirli in vasca?
Io, "tendenzialmente", si e mi piacerebbe condividere alcune esperienze con voi.

Ho provato a fare una ricerca sui topic di questo forum, utilizzando come chiave di ricerca la parola "quarantena", e non ho trovato nulla. Pertanto ritengo interessante lanciare la questione nel forum.

Quando riesco ad organizzarmi per bene io faccio cosi:
  • preparo 1 o 2 giorni prima la mia vaschetta da quarantena di circa 50 litri (una vecchia vasca senza coperchio e raschiatissima) con acqua di rete ben decantata
  • all'interno inserisco solo un filtro ad aria collegato ad un aeratore, il termoriscaldatore settato a 24 °C, il termometro e alcuni tubi in PVC o roba simile (l'importante è che affondino e che resistano alla H2O2 quando li pulisco alla fine), e accendo l'areatore e il termoriscaldatore
  • quando arrivo a casa con i pesci apro la busta che li contiene, elimino circa la metà dell'acqua e la immergo nella vasca di quarantena (bloccandola con delle molette sul bordo vasca) ed inserisco un po alla volta l'acqua della vasca. L'ambientamento cerco di farlo durare almeno 1-2 ore
  • alla fine della fase di ambientamento immergo l'intera busta (a questo punto con metà acqua del negozio e metà acqua nuova) nella vasca e faccio uscire i pesci. Li osservo per un po per capire se va tutto bene e lascio accesa una piccola luce notturna sulla vasca (di solito queste cose le faccio sempre la sera)
  • il periodo di quarantena dura tra i 10 e i 20 giorni, in funzioni di vari fattori, tra cui i più importanti sono specie, numero di individui, stato di salute dei pesci, eventuale insorgenza di malattie, ecc.
  • alimento la prima volta dopo 24 ore dall'immissione in vasca e cambio i primi 3-4 litri di acqua dopo 48 ore. Il cambio acqua lo faccio sifonando il fondo con un tubo per aeratore al fine di aspirare le deiezioni ed eventuali resti di cibo. La nuova acqua inserita proviene dall'acquario di destinazione dei pesci e dopo 2 settimane di cambi circa la metà dell'acqua nella vasca di quarantena proviene dall'acquario di destinazione finale dei pesci
  • la temperatura in vasca di quarantena, inizialmente settata a 24 °C, la porto a 25°C dopo 4 giorni dall'inizio della quarantena. In estate aumento la temperatura in due step per portarla a 26-27 °C (in questa stagione la temperatura dei miei acquari difficilmente è più bassa di 26-27°C)
  • infine, se tutto va per il verso giusto alla fine del periodo di quarantena, ricatturo i pesci e li inserisco nell'acquario
Questo è quello che faccio io, quasi sempre #-o. E voi?
Gli Otocinclus, ad esempio, non li quaranteno ;)
"C'è gente che cambia il 30% a settimana da tutta la vita, per gli accumuli che crea seguendo le istruzioni delle aziende. Noi li chiamiamo "errori", ma per l'acquariofilia canonica è prassi consolidata."
(Rox, 2014)

Avatar utente
shiningdemix
Ex-moderatore
Messaggi: 1386
Iscritto il: 20/10/13, 8:17

Re: esperienze di quarantena

Messaggio di shiningdemix » 30/01/2014, 15:14

io mi sono sentito sempre sconsigliare di versare l'acqua della busta perchè è il miglior veicolo per malattie e parassiti, comuque da quando sono acquariofilo (relativamente poco) uso una vaschetta da 10lt (questa passa il convento) senza arredi o filtro, la riempo il giorno stesso dell'acquisto con acqua decantata e un cucchiaino da caffe di sale non iodato mescolo un po per far sciogliere il sale e inserisco la busta chiusa in acqua, dopo 10 minuti apro la busta e butto un po d'acqua nel lavandino con un bicchiere, dopo altri 10 inizio ad aggiungere pian piano l'acqua della vaschetta (che è uguale a quella in vasca in genere) 1 bicchiere ogni 2 minuti circa per 10 minuti anche 15, osservo il comportamento del pesce e se è tranquillo lo prendo con il retino ben sciacquato in acqua calda e inserisco il pesce in quarantena, di solito non faccio caso a certe accortezze e do subito da mangiare anche perchè cosi riesco a valutare lo stress del pesce che si sa porta a non mangiare. ogni giorno cambio 1 bicchiere d'acqua stavolta senza sale e do una pulita con una siringona. passati circa 7 giorni ma anche meno li rimetto in un sacchetto e faccio di nuovo ambientamento in vasca
Baby, don't hurt me, don't hurt me no more Non esiste alcun essere umano che non commetta errori, esistono però molti esseri umani che non li riconoscono

Avatar utente
Ziggy
star3
Messaggi: 34
Iscritto il: 15/01/14, 0:46

Re: esperienze di quarantena

Messaggio di Ziggy » 30/01/2014, 16:11

shiningdemix ha scritto:io mi sono sentito sempre sconsigliare di versare l'acqua della busta perchè è il miglior veicolo per malattie e parassiti
Certo è vero, soprattutto se si immette un pesce nuovo direttamente nella vasca di allevamento.
shiningdemix ha scritto:lo prendo con il retino ben sciacquato in acqua calda e inserisco il pesce in quarantena
Ma alla fine il retino viene sempre a contatto sia con l'acqua del negozio che con l'acqua della vasca di quarantena.

Io preferisco (ma è solo un mio modo di ragionare) non maneggiare troppo con il retino dentro la busta con i pesci già stressati dalla nuova situazione "ambientale".
Poi "il miglior veicolo per malattie e parassiti" è il pesce in se... :-s
"C'è gente che cambia il 30% a settimana da tutta la vita, per gli accumuli che crea seguendo le istruzioni delle aziende. Noi li chiamiamo "errori", ma per l'acquariofilia canonica è prassi consolidata."
(Rox, 2014)

Avatar utente
Jovy1985
Ex-moderatore
Messaggi: 16663
Iscritto il: 19/10/13, 12:53

Re: esperienze di quarantena

Messaggio di Jovy1985 » 30/01/2014, 16:31

Ziggy ha scritto:voi fate la quarantena ai nuovi pesci prima di inserirli in vasca?
io si, sempre! :-bd
Ziggy ha scritto:e accendo l'aeratore
lo usi perchè credi i tuoi pesci restino senza ossigeno? :-?
Ziggy ha scritto:L'ambientamento cerco di farlo durare almeno 1-2 ore
ottimo! io mi limito a circa 45 minuti..ma un ora è ancora meglio! :-bd
Ziggy ha scritto:alla fine della fase di ambientamento immergo l'intera busta (a questo punto con metà acqua del negozio e metà acqua nuova) nella vasca e faccio uscire i pesci.
qui non mi trovi d'accordo..non possiamo mai sapere cosa c'era nell'acqua della vasca dove sono stati prelevati i pesci. Quando ero un neofita vero e proprio, mi è capitato di uccidere tutti i miei animali con un operazione del genere..e come hai detto anche tu, questo vale maggiormente
Ziggy ha scritto:se si immette un pesce nuovo direttamente nella vasca di allevamento.
:-bd
Ziggy ha scritto:di solito queste cose le faccio sempre la sera)
altra ottima cosa...i pesci si dovrebbero introdurre sempre al buio a mio parere.
Ziggy ha scritto:il periodo di quarantena dura tra i 10 e i 20 giorni
a regola d'arte, si dovrebbe aspettare anche di più, ma è più che sufficiente secondo me il periodo di circa 2 settimane ( sperando vada tutto bene :D )
Ziggy ha scritto:La nuova acqua inserita proviene dall'acquario di destinazione dei pesci e dopo 2 settimane di cambi circa la metà dell'acqua nella vasca di quarantena proviene dall'acquario di destinazione finale dei pesci
questa è una "finezza" molto importante, specialmente per specie delicate...a volte si sottovaluta lo shock osmotico a cui sottoponiamo i pesci immergendoli in una soluzione con una concentrazione di sali nettamente differente a quella alla quale erano allevati in precedenza. :ymapplause:

io uso una tecnica simile a quella di shiningdemix (sarà che gli ho dato io indicazioni :D )
"Tu non sei il pastore....tu sei la pecora!" Charles Vane ( Black Sails)[/size]

Avatar utente
Ziggy
star3
Messaggi: 34
Iscritto il: 15/01/14, 0:46

Re: esperienze di quarantena

Messaggio di Ziggy » 30/01/2014, 17:24

Jovy1985 ha scritto: Ziggy ha scritto:e accendo l'aeratore


lo usi perchè credi i tuoi pesci restino senza ossigeno? :-?
serve ad azionare il filtro ad aria, che muove l'acqua, ossigena, uniforma la temperatura e filtra meccanicamente l'acqua.

In merito al "mischiare le acque" ribadisco quanto detto a shiningdemix
Ziggy ha scritto:alla fine il retino viene sempre a contatto sia con l'acqua del negozio che con l'acqua della vasca di quarantena
e se ci sono forme di resistenza di parassiti vari (protozoi, batteri, funghi, ecc) bastano poche gocce per introdurne a iosa.
Il mio approccio è quello di stressare il meno possibile gli animali in modo da ridurre al minimo l'abbassamento delle sue difese immunitarie, l'unico vero muro contro le malattie.
"C'è gente che cambia il 30% a settimana da tutta la vita, per gli accumuli che crea seguendo le istruzioni delle aziende. Noi li chiamiamo "errori", ma per l'acquariofilia canonica è prassi consolidata."
(Rox, 2014)

Avatar utente
Jovy1985
Ex-moderatore
Messaggi: 16663
Iscritto il: 19/10/13, 12:53

Re: R: esperienze di quarantena

Messaggio di Jovy1985 » 30/01/2014, 18:17

Ziggy ha scritto: serve ad azionare il filtro ad aria
scusa ma avevo capito che ne usassi uno aggiuntivo! non solo per il filtro ad aria :) per questo mi sembrava una cosa inutile :)
Ziggy ha scritto:alla fine il retino viene sempre a contatto sia con l'acqua del negozio che con l'acqua della vasca di quarantena e se ci sono forme di resistenza di parassiti vari (protozoi, batteri, funghi, ecc) bastano poche gocce per introdurne a iosa.
Il mio approccio è quello di stressare il meno possibile gli animali in modo da ridurre al minimo l'abbassamento delle sue difese immunitarie, l'unico vero muro contro le malattie.
sono d accordo parzialmente con te (specie sull ultima parte! :-bd ), ma esser pescato con il retino non credo sia uno stress minore rispetto al trasporto, all essere inserito in un nuovo ambiente, alla variazione di pH...insomma chi più né ha più né metta :) e del resto, per toglierlo dalla quarantena, dovrai stressarlo per forza col retino :)

Inviato dal mio LG-P880 utilizzando Tapatalk
"Tu non sei il pastore....tu sei la pecora!" Charles Vane ( Black Sails)[/size]

Avatar utente
shiningdemix
Ex-moderatore
Messaggi: 1386
Iscritto il: 20/10/13, 8:17

Re: esperienze di quarantena

Messaggio di shiningdemix » 30/01/2014, 23:43

Jovy1985 ha scritto: io uso una tecnica simile a quella di shiningdemix (sarà che gli ho dato io indicazioni :D )
chissà... :D sarà...
Baby, don't hurt me, don't hurt me no more Non esiste alcun essere umano che non commetta errori, esistono però molti esseri umani che non li riconoscono

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti