Ictioftiriasi M. boesemani

Alimentazione, malattie, organismi spontanei

Moderatori: Marah-chan, lauretta, fernando89

Bloccato
Avatar utente
Diego
star3
Messaggi: 16794
Iscritto il: 14/12/15, 17:39

Re: Ictioftiriasi

Messaggio di Diego » 20/01/2016, 12:34

Sì, stare allo stretto, in acqua salata e stagnante non deve essere una bella esperienza!
Allora da oggi comincio coi cambi d'acqua dolce
Qualsiasi progresso scientifico deriva da sfida intellettuale, da compensazione di limitazioni. Niente limitazioni, niente progresso. Niente progresso, stagnazione culturale! Valido anche opposto. Progresso prima di cultura è vero disastro. (ME2)

Avatar utente
Jovy1985
Ex-moderatore
Messaggi: 16669
Iscritto il: 19/10/13, 12:53

Re: Ictioftiriasi

Messaggio di Jovy1985 » 20/01/2016, 12:36

Diego ha scritto:Sì, stare allo stretto, in acqua salata e stagnante non deve essere una bella esperienza!
Allora da oggi comincio coi cambi d'acqua dolce
È l unica soluzione per salvare capra e cavoli ;) le piante sono sofferenti?
"Tu non sei il pastore....tu sei la pecora!" Charles Vane ( Black Sails)[/size]

Avatar utente
Diego
star3
Messaggi: 16794
Iscritto il: 14/12/15, 17:39

Re: Ictioftiriasi

Messaggio di Diego » 20/01/2016, 12:38

Sì, non stavo assolutamente mettendo in discussione la soluzione. Anzi, una mortalità dello zero% mi sembra più che soddisfacente ;)

Le piante non danno particolari segni di sofferenza
Qualsiasi progresso scientifico deriva da sfida intellettuale, da compensazione di limitazioni. Niente limitazioni, niente progresso. Niente progresso, stagnazione culturale! Valido anche opposto. Progresso prima di cultura è vero disastro. (ME2)

Avatar utente
Jovy1985
Ex-moderatore
Messaggi: 16669
Iscritto il: 19/10/13, 12:53

Re: Ictioftiriasi

Messaggio di Jovy1985 » 20/01/2016, 12:48

Diego ha scritto:Sì, non stavo assolutamente mettendo in discussione la soluzione. Anzi, una mortalità dello zero% mi sembra più che soddisfacente ;)

Le piante non danno particolari segni di sofferenza
Perfetto Diego continua cosi ancora qualche giorno :-bd

Se hai la possibilità, nella vaschetta, metti qualche stelo di pianta a galleggiare
"Tu non sei il pastore....tu sei la pecora!" Charles Vane ( Black Sails)[/size]

Avatar utente
Diego
star3
Messaggi: 16794
Iscritto il: 14/12/15, 17:39

Re: Ictioftiriasi

Messaggio di Diego » 21/01/2016, 22:03

Anche oggi nessun caduto e nessun puntino! :-bd

Ho fatto un cambio del 10% circa con acqua dolce in bacinella, l'acquario invece è intoccato. Temperature costanti in acquario (27°C circa) e bacinella (28°C).
Mi sono procurato un paio di steli di Ceratophyllum demersum da mettere in bacinella, come avete consigliato.
Qualsiasi progresso scientifico deriva da sfida intellettuale, da compensazione di limitazioni. Niente limitazioni, niente progresso. Niente progresso, stagnazione culturale! Valido anche opposto. Progresso prima di cultura è vero disastro. (ME2)

Avatar utente
fernando89
Moderatore Globale
Messaggi: 16518
Iscritto il: 27/11/15, 14:57

Re: Ictioftiriasi

Messaggio di fernando89 » 21/01/2016, 22:05

Diego ha scritto:Anche oggi nessun caduto e nessun puntino! :-bd

Ho fatto un cambio del 10% circa con acqua dolce in bacinella, l'acquario invece è intoccato. Temperature costanti in acquario (27°C circa) e bacinella (28°C).
Mi sono procurato un paio di steli di Ceratophyllum demersum da mettere in bacinella, come avete consigliato.
ottimo diego...mi raccomando è essenziale il sifonamento del fondo per scongiurare la possibilità di qualche piccola ciste (spesso qualche puntini impercettibile ce l hanno ancora, non visibile perchè si trova nelle branchie o nelle pinnette)
Amo è la parola più pericolosa per il pesce e per l'uomo

Avatar utente
Diego
star3
Messaggi: 16794
Iscritto il: 14/12/15, 17:39

Re: Ictioftiriasi

Messaggio di Diego » 21/01/2016, 22:09

Può aver abbastanza utilità da giustificare lo stress un cambio totale dell'acqua nella bacinella (adesso o più avanti)?
O continuo solo con i piccoli cambi?
Qualsiasi progresso scientifico deriva da sfida intellettuale, da compensazione di limitazioni. Niente limitazioni, niente progresso. Niente progresso, stagnazione culturale! Valido anche opposto. Progresso prima di cultura è vero disastro. (ME2)

Avatar utente
Jovy1985
Ex-moderatore
Messaggi: 16669
Iscritto il: 19/10/13, 12:53

Re: Ictioftiriasi

Messaggio di Jovy1985 » 21/01/2016, 22:12

Diego ha scritto:Può aver abbastanza utilità da giustificare lo stress un cambio totale dell'acqua nella bacinella (adesso o più avanti)?
O continuo solo con i piccoli cambi?
Assolutamente no Diego ;) le cose vanno bene, molto bene...quindi direi di non fare affatto il cambio totale :-bd sarebbe un inutile stress..
"Tu non sei il pastore....tu sei la pecora!" Charles Vane ( Black Sails)[/size]

Avatar utente
Diego
star3
Messaggi: 16794
Iscritto il: 14/12/15, 17:39

Re: Ictioftiriasi

Messaggio di Diego » 21/01/2016, 22:15

Jovy1985 ha scritto: Assolutamente no Diego ;) le cose vanno bene, molto bene...quindi direi di non fare affatto il cambio totale :-bd sarebbe un inutile stress..
:-bd
Qualsiasi progresso scientifico deriva da sfida intellettuale, da compensazione di limitazioni. Niente limitazioni, niente progresso. Niente progresso, stagnazione culturale! Valido anche opposto. Progresso prima di cultura è vero disastro. (ME2)

Avatar utente
Jovy1985
Ex-moderatore
Messaggi: 16669
Iscritto il: 19/10/13, 12:53

Re: Ictioftiriasi

Messaggio di Jovy1985 » 22/01/2016, 13:46

Direi di attendere almeno 10 giorni di isolamento..anzi, meglio un giorno in piu che uno in meno.
Ti ricordi Diego quando hai visto più o meno gli ultimi puntini? :-?
"Tu non sei il pastore....tu sei la pecora!" Charles Vane ( Black Sails)[/size]

Bloccato

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti