Vasche in serie

Alimentazione, malattie, organismi spontanei

Moderatori: Marah-chan, lauretta, fernando89

Rispondi
Matteorall
Top User
Messaggi: 1474
Iscritto il: 22/01/15, 20:32
Contatta:

Vasche in serie

Messaggio di Matteorall » 19/04/2015, 17:04

Ciao, mi è venuta l'idea di allestire diverse vasche i serie per gli avannotti. Contenitori plastici da 40 litri dove alloggiare piccoli ciprinidi da 2 a 6 mesi circa. E' possibile usare un potente aeratore per far funzionare i filtri meccanici degli acquari, lasciando il biologico alle piante (come faccio sempre...); Vi chiedo se conoscete aeratori con più uscite, diciamo 4 per esempio, e magari con meno Watt possibili :)
vi ringrazio

Avatar utente
sailplane
star3
Messaggi: 1519
Iscritto il: 20/10/13, 0:46

Re: Vasche in serie

Messaggio di sailplane » 19/04/2015, 18:03

Lascia perdere quelli a più uscite, sono spesso uno specchietto per allodole, 2 uscite con una sola membrana.. = efficienza dimezzata, anzichè raddoppiata...
Non solo, il collegamento a "rastrello", da un'unica uscita (tanto "reclamizzato") è, anche questo controproducente. La soluzione ottimale è utilizzare un collegamento ad anello, da un'unica uscita, applichi un raccordo a T, a cui colleghi un'unico tubo, ipoteticamente entrata ed uscita, poi sempre tramite raccordi a T, tagli il "cerchio" (può essere quadrato, rettangolare, a zig-zag... L'importante è che il circuito sia chiuso) e vai ad ogni singolo filtro. Con questo tipo di collegamento arrivo a pilotare fino a 10 (ottimale 8!) filtri costruiti con bottiglie plastiche da litro e mezzo, utilizzando a mio personale giudizio, il migliore areatore in assoluto per rapporto watt (5...) potenza, Schego M2K3 (WS3)
Molto utilizzati sono anche gli Hailea. Possedevo anche 4 Resun Lp-60 (regalati.. :) ) 2 li ho venduti, gli altri 2 li ho prestati, Le mie prese elettriche si rifiutano di consumare 50 watt per un areatore.. :)) Piuttosto se sarà, un giorno o l'altro prendo una turbo soffiante...
Questi utenti hanno ringraziato sailplane per il messaggio:
gibogi (20/04/2015, 9:52)
"La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché"...
Pagina Faccialibro
https://www.facebook.com/acquariofiliafacile?fref=ts

Matteorall
Top User
Messaggi: 1474
Iscritto il: 22/01/15, 20:32
Contatta:

Re: Vasche in serie

Messaggio di Matteorall » 19/04/2015, 18:10

Avevo pensato di sdoppiare i tubi.
Meglio vaschette da 40 o 60?
Ultima modifica di Matteorall il 20/04/2015, 9:44, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
sailplane
star3
Messaggi: 1519
Iscritto il: 20/10/13, 0:46

Re: Vasche in serie

Messaggio di sailplane » 19/04/2015, 18:22

matteo.rancan ha scritto:pensato di sdoppiare i tubi.
NON li devi sdoppiare! Il tubo deve essere uno solo! Che esce e rientra nell'areatore, in questo modo non hai (o meglio, riduci notevolmente..) cali di pressione.
Dipende, l'ottimale sarebbe, per un primo periodo da 20, più concentrazione di cibo è più facilità di trovarlo per gli avvannotti, più facilità per i cambi, che sempre per un primo periodo, più frequenti sono è meglio è (pare esserci correlazione tra velocità di crescita e frequenza dei cambi..) Per poi passare, a seconda dell'animale a litraggi superiori.

Ps: un qualsiasi filtro meccanico, SE, lasciato in pace, diventerà, prima o dopo, biologico...
"La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché"...
Pagina Faccialibro
https://www.facebook.com/acquariofiliafacile?fref=ts

Matteorall
Top User
Messaggi: 1474
Iscritto il: 22/01/15, 20:32
Contatta:

Re: Vasche in serie

Messaggio di Matteorall » 19/04/2015, 20:36

Come colleghi le varie vasche? Perchè non va bene sdoppiare i tubi?

Avatar utente
sailplane
star3
Messaggi: 1519
Iscritto il: 20/10/13, 0:46

Re: Vasche in serie

Messaggio di sailplane » 20/04/2015, 9:03

Prendo in prestito una foto di un carissimo amico che dovrebbe valer mille parole.. Così! Non sono filtri, ha usato solo un lato dell'anello, ma il concetto è questo. In molti decantano le qualità dei propri aeratori che con solo (a detta loro...) 25/35 watt hanno ben 8/10 uscite (sdoppiate e separate..) quando con questo semplice quanto banale "stratagemma" si raggiunge lo stesso identico risultato con un consumo di 5 (cinque!) watt, a patto di avere un aeratore di qualità, che forse, per il poco "volume" occupato, ai più, potrebbe risultare caro.. Io a peso, sono uso comperare frutta e verdura.. :D
matteo.rancan ha scritto:Perchè non va bene sdoppiare i tubi?
Perché risulta difficoltoso regolare le varie uscite (dovrai mettere un rubinetto su ogni filtro, dopo averne provati a decine di "commerciali, reputo impagabili quelli dei deflussori da fleboclisi...), perché perdi di portata, perché consumi più tubo, perché è quello che ti diranno di fare ovunque dovessi chiedere ma.. Qui sei su "Acquariofiliafacile" :)) =))
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Questi utenti hanno ringraziato sailplane per il messaggio:
gibogi (20/04/2015, 10:05)
"La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché"...
Pagina Faccialibro
https://www.facebook.com/acquariofiliafacile?fref=ts

Matteorall
Top User
Messaggi: 1474
Iscritto il: 22/01/15, 20:32
Contatta:

Re: Vasche in serie

Messaggio di Matteorall » 20/04/2015, 9:49

Questo aeratore Schego M2K3 sistemandolo per quattro vasche, quale è il litraggio ideale? In idea pensavo le Ikea samla 65 l.
Per il filtro in sè, come li costruisci? Ho fatto diversi con pompa usando bottiglie da 5 litri tagliate sul collo, in fondo la pompa e sopra le spugne, oppure con ingresso dell'acqua laterale. Non so se sia così per quelli ad aria, non ne ho esperienza.

Avatar utente
sailplane
star3
Messaggi: 1519
Iscritto il: 20/10/13, 0:46

Re: Vasche in serie

Messaggio di sailplane » 20/04/2015, 15:58

matteo.rancan ha scritto:Non so se sia così per quelli ad aria
Identico.. Cambia soltanto il meccanismo con cui fai circolare l'acqua, con il vantaggio non da poco, di avere un flusso lento, la più piccola delle pompe in commercio è troppo potente. Altro particolare che in motissimi, secondo me (ed i mie animali..) a torto, reputano necessario il contrario, come se in natura la vita acquatica esistesse soltanto in torrenti impetuosi, rapide e cascate e nei laghi e fiumi a lento corso, il deserto.. :D Ultimamente, tra i più "fanatici" sta prendendo piede la tecnica del "quel che c'è ti metto" Filtro: sotto sabbia + ad aria + a pompa, tutti e tre in un unica vasca e poi..? 5 euro al giorno, buttati in vasca, così gli amimali si comprano ciò che vogliono :)) =))

Ps: non ha senso parlare di "litraggio ideale", fuffa, aria fritta, discorsi di lana caprina, "trovata commerciale" i filtri non si misurano in base al litraggio della vasca, ma in base a COSA devono trattare.. Se ti piace alimentare 4/6 volte al giorno con: verdure, frutta, pasta alimentare sbollentata, granulare proteico, pastiglie vegetali, astaxantina e chlorella in un cubetto da 40 l con una decina di Caridina dentro.. Ti serve un filtro con volume di 120 l.. :D
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
Ultima modifica di sailplane il 20/04/2015, 16:14, modificato 1 volta in totale.
"La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché"...
Pagina Faccialibro
https://www.facebook.com/acquariofiliafacile?fref=ts

Matteorall
Top User
Messaggi: 1474
Iscritto il: 22/01/15, 20:32
Contatta:

Re: Vasche in serie

Messaggio di Matteorall » 20/04/2015, 16:07

Ok grazie Sailplane, se non ho capito male, al posto della pompa inserisco la porosa, esatto?

Avatar utente
sailplane
star3
Messaggi: 1519
Iscritto il: 20/10/13, 0:46

Re: Vasche in serie

Messaggio di sailplane » 20/04/2015, 16:31

No, niente porosa, guarda la foto, vai in un brico, cerchi il reparto giardinaggio, micro irrigazione, tubi (il grande per l'acqua, il piccolo per l'aria) e raccordi, monti l'accrocchio per montare il raccordo ad elle, in basso, sul tubo grande, devi prima forarlo (il tubo, non il raccordo) con cacciavite/trapano o forbici o fare un taglietto con un cutter (OCCHIO ALLE MANI!! Usa guanti spessi o, meglio, fatti aiutare..)
"La teoria è quando si sa tutto e niente funziona. La pratica è quando tutto funziona e nessuno sa il perché"...
Pagina Faccialibro
https://www.facebook.com/acquariofiliafacile?fref=ts

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google Adsense [Bot] e 4 ospiti