Acquario senza "FILTRO"

Deve funzionare, ma... facciamolo anche bello!

Moderatori: Steinoff, Monica

Rispondi
Avatar utente
Nijk
Moderatore Globale
Messaggi: 4709
Iscritto il: 07/02/14, 14:35

Acquario senza "FILTRO"

Messaggio di Nijk » 17/06/2018, 20:55

Handy ha scritto: Leggo attentamente i vostri preziosi consigli.... Il mio desiderio di un "low" è principalmente abbattere i costi...
Avendo 2 filtri eheim e i 2 neon T5 i costi si sentono.... E ho pensato magari passando a dei LED e sfruttando solo la forza delle piante magari ci riuscivo. L'aiuto che chiedo è come partire.... Se serve un substrato, se serve la CO2 ecc. Ecc.
Questo è un discorso molto diverso e più comprensibile, per quanto riguarda la luce è possibile fare sicuramente qualcosa con delle soluzioni LED meno dispendiose, QUI puoi aprire una nuova discussione sapranno dirti come fare in modo molto dettagliato.
Handy ha scritto: Avendo 2 filtri eheim
... e qui magari ti sarebbe convenuto chiedere prima di acquistare due filtri esterni, perchè due? ... quello di serie certamente ti sarebbe bastato.
Handy ha scritto: E ho pensato magari passando a dei LED e sfruttando solo la forza delle piante magari ci riuscivo
La luce è necessaria per le piante ma non è che i LED facciano miracoli, se non in termini di consumi.
Handy ha scritto: L'aiuto che chiedo è come partire.... Se serve un substrato, se serve la CO2 ecc. Ecc.
Per darti una mano bisogna capire che tipo di piante vuoi coltivare e che obiettivi desideri raggiungere, se hai un modello di acquario che ti piace postalo che ne parliamo.
La CO2 come la luce è essenziale alle piante per portare a termine correttamente il processo di fotosintesi, in acqua però ne è già presente una certa quantità, altrimenti non potrebbero mai crescere, una integrazione artificiale tuttavia ti assicura vantaggi con tutte le piante indistintamente e risulta necessaria specialmente con alcune essenze più esigenti.
Puoi farne a meno comunque.
Handy ha scritto: Se serve un substrato
La maggior parte delle piante acquatiche si nutrono dalla colonna d'acqua, anche qui bisogna capire che cosa vuoi coltivare, un fondo fertile non è essenziale, puoi andare anche di solo ghiaino ed integrare all'occorrenza.

@Handy un filtro ti facilita le cose, quello che vorrei farti capire è che un low tech si può fare in tantissimi modi, un filtro ben dimensionato ( certamente non due ) consuma poco ed è economicamente la cosa meno dispendiosa da tenere in funzione tra tutta la tecnica, risparmia sul resto ( luci e riscaldatore ) piuttosto.
Reycar ha scritto: noltre 80 w di luce su, considerando anche 150 l netti
Parliamo del Dubai 120 se ho capito bene, 240 litri lordi, considerando un 30/40 litri massimo di fondo siamo sui 200 netti, la luce comunque non è che sia un problema basta scegliere bene le piante, è chiaro che già di base ( a meno di non illuminare la vasca con la luce solare ) non è che sia economica coma vasca da illuminare.
Reycar ha scritto: Quindi, potendo eliminare CO2, riscaldatore, cambi d'acqua e filtro, avrebbe già dimezzato le fatiche di gestione.
@Reycar io concordo sul fatto che per far crescere le piante acquatiche le uniche due cose veramente indispensabili sono acqua e luce, su tutto il resto possiamo discuterne all'infinito, di base ciò che affermi ha sicuramente un senso ma non è questo il punto, è che all'interno di una discussione del genere diventa difficile parlarne in modo compiuto senza considerare due cose estremamente importanti:
- l'obiettivo che l'acquariofilo si pone ( il modello Walstad, di cui abbiamo recentemente pubblicato un intervista AF: Diana Walstad è replicabile ma bisogna specificare che l'estetica della vasca non è un punto importate di tale metodo quanto piuttosto la conoscenza e l'apprendimento di alcune dinamiche che si instaurano all'interno della vasca in modo naturale nel tempo ).
- l'esperienza dell'acquariofilo, io non consiglierei mai ad un utente che non abbia sufficiente esperienza di partire direttamente senza filtro poichè so che è più facile dopo qualche mese rimanere delusi dal risultato ottenuto piuttosto che contenti, anche e soprattutto perchè non parliamo di un 20 litri di "prova" ma di una vasca molto importante.
I mandarini sono l'essenza della vita...
cit. Christopher Mccandless

Avatar utente
Reycar
star3
Messaggi: 368
Iscritto il: 21/05/18, 19:21

Acquario senza "FILTRO"

Messaggio di Reycar » 17/06/2018, 21:22

Nijk ha scritto:
17/06/2018, 20:55
siamo sui 200 netti,
Il mio discorso era ipotetico perché mi era sembrato che tu avessi detto che i suoi watt erano già parecchi per un Low tech.
Nijk ha scritto:
17/06/2018, 20:55
non è che sia economica coma vasca da illuminare.
Concordo ma se dovesse usare dei LED potrebbe anche diminuire ulteriormente la potenza in quanto più efficienti.
Nijk ha scritto:
17/06/2018, 20:55
bisogna specificare che l'estetica della vasca non è un punto importate di tale metodo quanto piuttosto la conoscenza e l'apprendimento di alcune dinamiche che si instaurano all'interno della vasca in modo naturale nel tempo ).
Che le vasche della Walstad non fossero incentrate sull'estetica è vero ma nessuno può negare che si possono fare vasche accattivanti con quella gestione
Nijk ha scritto:
17/06/2018, 20:55
io non consiglierei mai ad un utente che non abbia sufficiente esperienza di partire direttamente senza filtro poichè so che è più facile dopo qualche mese rimanere delusi dal risultato ottenuto piuttosto che contenti, anche e soprattutto perchè non parliamo di un 20 litri di "prova" ma di una vasca molto importante.
Vero ma mi è parso di capire che non sia la sua prima vasca e il suo obiettivo era quello di contenere le spese il più possibile così come il tempo di gestione, ecco perché mi son sentito di consigliargli quel metodo visto che si accostava bene alle sue richieste.

Posted with AF APP
Puoi conoscere il cuore di un uomo già dal modo in cui egli tratta gli animali.
(Immanuel Kant)

Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l’ha già creata. Anche nell'assoluto disordine, ogni cosa è nel posto perfetto.

Avatar utente
Nijk
Moderatore Globale
Messaggi: 4709
Iscritto il: 07/02/14, 14:35

Acquario senza "FILTRO"

Messaggio di Nijk » 17/06/2018, 22:12

@Reycar io penso che sei nel posto giusto, qui in AF stai sicuro che non sentirai mai qualcuno consigliare accessori super tecnologici o gestioni complicate e dispendiose, sei sicuramente nel "tempio" on line della gestione low tech per quanto riguarda gli acquari e qui tutti siamo estremamente attenti a non far diventare l'acquario un secondo lavoro o un mutuo aperto :-bd
Detto questo tra il "Metodo Walstad" e il "Simil Walstad" le sfumature sono infinite e chi più e chi meno qui nel suo piccolo segue una linea diversa ma comunque improntata su una gestione molto comoda ed economica della vasca.

Il discorso al momento però mi sembra di capire che più che sulla utilità o meno di un filtro o di una pompa di movimento si è rivelato essere sull'incidenza di tale costo nella gestione della vasca in riferimento al consumo di corrente elettrica, nel momento che io stesso ad oggi ho due vasche attive, una di 80 litri portata avanti con un aeratore da 2 watt ( a cui sono collegati due filtri ad aria ) e l'altra da 180 litri ( ma ben matura e ormai prossima al riallestimento ) con una pompa di movimento da 3 watt ( da 1800 litri all'ora ) e visto e considerato che nel primo caso annualmente spendo circa 5 euro e nel secondo poco più di 8 euro mi sento di dire senza dubbio alcuno che a livello di incidenza un filtro o una pompa di movimento può essere considerata una spesa irrisoria.

Di sicuro nel caso di @Handy due filtri esterni ( non so da quanti watt ) non sono assolutamente necessari e sarebbe bastato di certo il filtro interno di serie che come detto in precedenza avrebbe inciso sulle spese mensili per circa 2.50 euro, e raramente a livello di tempo avrebbe portato via più di due/tre secondi, quanto basta per strizzare la spugna di quel filtro, che ho avuto e conosco bene.

Ora è pacifico che ognuno da se è perfettamente in grado di valutare se questo sia o meno un costo eccessivo da sostenere, io mi limito semplicemente a riportare dati e personalmente resto dell'idea che la differenza costi/benefici di un filtro o comunque di un qualche tipo di movimentazione dell'acqua sia nettamente a vantaggio della seconda opzione.

Se il discorso invece è diverso e verte sulla utilità o meno del filtro possiamo parlarne, per quanto riguarda il resto della tecnica poi la CO2 ( che comunque senza la corrente dell'acqua risulta difficile erogare ), i fertilizzanti necessari, il fondo ecc dipende sostanzialmente dalle piante che si scelgono di utilizzare, ma di base basta un semplice quarzo ceramizzato ( più facilmente gestibile rispetto alla sabbia ) e un 0,4 watt/litro di neon ( calcolo in neon poichè non conosco sufficientemente bene i LED per parlarne ) per poter coltivare già una buona varietà di piante e parlare di acquario low-tech.

Anche della gestione possiamo parlarne per ore e i punti di vista possono essere certamente diversi, anche la Walstad ad esempio li fa i cambi non è che non cambi mai l'acqua, e anche qui limitandoci sempre ed esclusivamente a considerare la manutenzione necessaria bisogna capire se uno preferisce ad esempio operare un reset periodico di circa 100 litri su 200 ( come farebbe la Walstad nel caso di handy ) oppure ritiene più comodo cambiare 15/20 litri ogni mese.
Per quanto mi riguarda i cambi d'acqua personalmente li faccio se servono, una volta al mese, settimanalmente, ogni due mesi, 6 mesi ,mai ecc ... dipende dalla vasca e dallo stato della stessa più che altro.
I mandarini sono l'essenza della vita...
cit. Christopher Mccandless

Avatar utente
Reycar
star3
Messaggi: 368
Iscritto il: 21/05/18, 19:21

Acquario senza "FILTRO"

Messaggio di Reycar » 17/06/2018, 23:02

Il filtro era solo un punto dei tanti per "risparmiare" e nonostante tutto concordo con te quando affermi che le spese di un filtro sono irrisorie e quindi trascurabili.
Ora, che io abbia menzionato il Walstad come metodo, era per menzionare una delle possibili gestioni LowTech. E, se non ricordo male, anche la Walstad consiglia dei filtri meccanici per vasche grandi.

Posted with AF APP
Puoi conoscere il cuore di un uomo già dal modo in cui egli tratta gli animali.
(Immanuel Kant)

Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l’ha già creata. Anche nell'assoluto disordine, ogni cosa è nel posto perfetto.

Avatar utente
Nijk
Moderatore Globale
Messaggi: 4709
Iscritto il: 07/02/14, 14:35

Acquario senza "FILTRO"

Messaggio di Nijk » 18/06/2018, 11:52

Reycar ha scritto: E, se non ricordo male, anche la Walstad consiglia dei filtri meccanici per vasche grandi.
Se parliamo di piante e nutrienti più in generale la forma azotata preferita dalle piante è quella ammoniacale, un filtro biologico in questo senso non risulta essere assolutamente necessario, anzi tutt'altro, in quanto andando a ridurre l'azoto presente in vasca sotto forma di nitrati, più difficili da assimilare, costringe la piante a sprecare maggiori energie per crescere.
In linea di massima è questo il motivo per cui noi oggi sappiamo che, in riferimento alla coltivazioni delle piante acquatiche, un filtro non è necessario, detto questo è chiaro che al contrario per quanto riguarda gli animali è certamente meglio averlo un filtro biologico che lavora come si deve in quanto i nitrati, al contrario di altri composti, anche in quantità discrete, non risultano essere tossici per essi.

Una vasca matura e ben avviata ( dove l'attività batterica è ormai svolta ovunque all'interno, nel fondo, sugli arredi ecc ) può certamente fare a meno del filtro biologico e consentire sia ai pesci che alle piante di vivere bene e in un ambiente sano per loro.

Qui però il discorso è un'altro, in linea di massima è vero che con un velo di sabbia e acqua, senza nessun apporto di corrente elettrica e andando a posizionare la vasca vicino una fonte di luce, che può essere anche una finestra, è possibile tenere alcune varietà di piante senza problemi, mi riferisco a muschi vari, anubias, microsorum, galleggianti ed anche alcune specie di piante a stelo che comunque non marcirebbero in questo modo, l'importante è non far credere che chissà cosa si possa ottenere in questo modo, che sarà complicato riuscire a garantire un ambiente idoneo ai pesci e che il risultato potrebbe non essere soddisfacente.

Visto che tra il fare questo e il mantenere attiva una vasca dispendiosa sotto tutti i punti di vista c'è tutta una serie di alternative, alcune anche molto belle e adatte ad un acquario importante come quello di @Handy, credo sia meglio capire bene quale sia effettivamente l'idea di vasca dell'utente.

Già sapere se la vasca vorrà dedicarla principalmente alla coltivazioni di piante ( e quali ) oppure a qualche tipo di animale aiuterebbe a capire sia a livello di tempo, che di attrezzatura tecnica, che di risorse, di cosa è possibile realmente fare a meno oppure no.
Il discorso sullo staccare o meno il filtro in questo momento ha senso fino ad un certo punto, ci sono infiniti modi per risparmiare sia tempo che risorse senza fare cose complicate o avere chissà quali conoscenze con gli acquari e la chimica dell'acqua ... il PMDD, il senza filtro, il non cambiare acqua poi hanno un senso che non dove essere esclusivamente inteso come legato ad un risparmio economico o di tempo ma collocato all'interno di un sistema comunque funzionante e sempre rispettoso della salute di pesci ed invertebrati.
I mandarini sono l'essenza della vita...
cit. Christopher Mccandless

Avatar utente
Reycar
star3
Messaggi: 368
Iscritto il: 21/05/18, 19:21

Acquario senza "FILTRO"

Messaggio di Reycar » 18/06/2018, 11:58

:-bd

Posted with AF APP
Puoi conoscere il cuore di un uomo già dal modo in cui egli tratta gli animali.
(Immanuel Kant)

Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l’ha già creata. Anche nell'assoluto disordine, ogni cosa è nel posto perfetto.

Avatar utente
Lukellla
star3
Messaggi: 242
Iscritto il: 14/02/17, 10:50

Acquario senza "FILTRO"

Messaggio di Lukellla » 14/09/2018, 14:31

Io da un mesetto e mezzo ho allestito un acquario da 60 lt circa con solo gambusie. Ho scelto, oltre a non utilizzare in vasca per la prima volta il filtro, anche di non utilizzare il riscaldatore e la scelta sul tipo di pesci è ricaduta sulle gambusie visto che da me stanno nella fontana all'aperto d'inverno quindi resistono bene alle basse temperature visto che la nuova vasca sta nel rustico dove d'inverno non essendo riscaldato la temperatura scende parecchio (in ogni caso la temperatura dell'acqua sicuramente non scenderà sotto ai 10 °C). È un acquario low cost voluto anche per mantenere i costi visto che già ho altre vasche avviate ma mi piaceva anche sperimentare l'acquario senza filtro.
Come fondo ho utilizzato sabbia e gravel che già avevo in una vasca spenta da anni quindi i batteri già erano presenti e l'insediamento di questi batteri nella nuova vasca è stato molto veloce e i valori di NO2- sono assenti del tutto. Come piante ho inserito del ceratophyllum e Vallisneria spiralis prese al lago , elodea, lenticchia d'acqua, Ludwigia palustris. Come luce ho un neon a 50 cm con LED 2835 da 7000k circa che consuma solo 2,5w. La luce non è alta ma un poca arriva dalla finestra. Il cerato cresce bene, negli ultimi giorni sta ricoprendo la superficie ma anche la Ludwigia palustris e la Elodea crescono. Fertilizzo solo con Ferropol.
Quindi un acquario senza filtro è assolutamente possibile, ma il tutto va studiato bene prima di avviare una vasca simile. Naturalmente essendo un low cost non sarà bellissimo ma molto naturale e soprattutto con costi pari quasi a zero. Qualche alghetta c'è ma per il momento non dà alcun fastidio.
I valori dell'acqua di rete sono pH 6,8 e KH 3.. forse non proprio ideale in questo contesto, era meglio un'acqua dura e pH intorno ad 8 ma per il momento non riscontro problemi. Ho ancora da imparare molto sotto questo punto perché non ho mai gestito una vasca in questo modo ma seguendo questo forum sto sperimentando varie cose. Non sono del tutto un "eretico" ma mi ci sto avvicinando molto.
Infine un appunto sulle gambusie. Sapevo già della loro aggressività e che non possono stare con i guppy ma vedendoli adesso in vasca riesco a vedere meglio il loro comportamento. Sono davvero aggressive, soprattutto le femmine. Quest'ultime si rincorrono rabbiosamente tra loro. In sostanza sono dei piccoli lucci come qualcuno le aveva definite. 😁😁

Posted with AF APP
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.

Avatar utente
mirko59
star3
Messaggi: 721
Iscritto il: 20/10/13, 19:52

Acquario senza "FILTRO"

Messaggio di mirko59 » 14/09/2018, 15:42

@Handy saro' piu pratico senza fare discorsi troppo 'filosofici' con un aquario del genere , senza filtro e riscaldatore metterei 2 cm di fondo economico ,le pietre laviche che ha gia le coprirei di piante epifide, anubias nane e gigante ed altre epifide, la luce e' ok anzi pure troppa ,magari un tappeto di pistia stratoides per fare ombra ,una piccola pompa(cinese) di pochi watt quelle che si usano a natale per fare l' effetto cascate per smuovere un po' l' acqua ,una nuvola (30-40)di piccoli pesci tipo petitelle e rasbore ci vanno una meraviglia li dentro piu' low cost di cosi !

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 15 ospiti