Nuovo stagno 200 litri

I vostri acquari sotto le stelle

Moderatori: cuttlebone, trotasalmonata

Rispondi
Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17890
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Nuovo stagno 200 litri

Messaggio di cuttlebone » 06/04/2015, 21:09

Dopo uno stagno da 300 litri, due caridinai ed un plantacquario, vorrei a breve dare il via all' allestimento di un nuovo stagno e avrei pensato a questa vasca, simile ma più piccola della precedente:
Immagine
con le seguenti misure: 140x90x40
L'allestimento sarà estremamente semplice:
Vasca parzialmente interrata (diciamo 25 cm circa) fondo a base di ghiaia (con o senza terriccio, devo ancora decidere), nessun filtro, luce, lampada o pompa, solo un paio o trio di Carassi e tante, tante piante anfibie, di cui alcune da fiore (la vasca sarà molto ben illuminata) e da bordura.
Questi utenti hanno ringraziato cuttlebone per il messaggio:
luigidrumz (10/06/2017, 19:54)
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
pippove
star3
Messaggi: 2924
Iscritto il: 01/01/15, 17:02

Re: Nuovo stagno naturale

Messaggio di pippove » 07/04/2015, 9:44

non vorrei dire una fesseria ma se non ricordo male per essere sicuri che l'acqua non geli completamente di solito il laghetto per carassi viene fatto/consigliato profondo almeno 60 cm
HO AGGIUNTO IL CIFO AZOTO!!

Avatar utente
DavideVR
star3
Messaggi: 687
Iscritto il: 14/01/14, 16:18

Re: Nuovo stagno naturale

Messaggio di DavideVR » 07/04/2015, 10:57

Io sapevo almeno un metro... :-?

Avatar utente
enkuz
Ex-moderatore
Messaggi: 4742
Iscritto il: 20/10/13, 13:42

Re: Nuovo stagno naturale

Messaggio di enkuz » 07/04/2015, 10:59

L'unico problema cuttle è la poca profondità... i pesci rossi sotto i 4° muoiono.

Io avendo il tuo stesso problema (nel mio caso sono 45 cm di profondità) mi sono attrezzato con un riscaldatore che tengo acceso in inverno, di notte... ho testato la cosa durante il mese di febbraio e marzo e funziona (riesco a mantenere temperatura costante anche di notte, nonostante il freddo maggiore).

Il mio è un riscaldatore da 75 watt che non utilizzavo più... si accende e si spegne a cadenza di mezz'ora... dalle 20 alle 7.
Ho notato che la coibentazione da me creata permette alla temperatura dell'acqua di non avere troppe oscillazioni (a differenza di quella dell'aria che varia di molto, fra giorno e notte) ed il riscaldatore da una mano ulteriore... ovviamente nei periodi di ghiaccio, dovrò pensare di lasciarlo acceso un pò anche di giorno... magari qualche ora...

Questo mi permetterà di garantire la sopravvivenza dei pesci nel periodo freddo.

...la tua profondità è proprio un pò esigua secondo il mio modesto parere ed anche interrando la vasca, penso che almeno 60/70 cm ci vogliono.

A parte questo ottimo: questi progetti sono interessantissimi... non per nulla mi ci sono cimentato anche io recentemente.

:-h

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17890
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Re: Nuovo stagno naturale

Messaggio di cuttlebone » 07/04/2015, 15:31

L'altro stagno, in funzione da 11 anni, è profondo 50 cm al lordo del fondo.
Ci sono ancora i pesci rossi che ci misi quando lo allestii [emoji6]
Negli inverni più rigidi ha fatto una crosta di ghiaccio anche di 5 cm, bucata nell'unico punto in cui avevo creato una fontanella.
Sul fondo la temperatura era comunque di 2/4 gradi.
Quello stagno però è sempre all'ombra.
Questo che vorrei allestire, invece, seppur meno profondo, sarà molto esposto al sole anche d'inverno.
Ecco perché confido di non avere grandi problemi di temperatura.
Anche perché sarà in parte interrato.
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
enkuz
Ex-moderatore
Messaggi: 4742
Iscritto il: 20/10/13, 13:42

Re: Nuovo stagno naturale

Messaggio di enkuz » 07/04/2015, 16:14

La tua esperienza diretta (sottolineo, diretta) vale più di quanto si legge in giro... di conseguenza deduco che la ''fatidica'' profondità minima di 60 o 100 centimetri per la sopravvivenza dei pesci sia solo una teoria...

Io seguendo quella teoria mi sono premunito di riscaldatore... ma forse dovrei provare a fare come te.

Nell'inverno 2015/2016 si vedrà.

:-h

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17890
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Re: Nuovo stagno naturale

Messaggio di cuttlebone » 07/04/2015, 18:20

Secondo me, nel tuo caso, su un balcone, per quanto freddo possa fare, con la tua coibentazione, potresti fare anche a meno del riscaldatore, accertandoti unicamente che l'eventuale crosta di ghiaccio che si dovesse formare in superficie abbia almeno un buco di una decina di cm di diametro per lo scambio gassoso.
Se avevo 2/4 gradi io all'aperto quell'inverno che siamo arrivati a -12...[emoji6]
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
enkuz
Ex-moderatore
Messaggi: 4742
Iscritto il: 20/10/13, 13:42

Re: Nuovo stagno naturale

Messaggio di enkuz » 07/04/2015, 22:33

A febbraio prima di provare con il riscaldatore ero arrivato a poco più di 4° in acqua mentre fuori stavo sotto zero di poco... ho immaginato che se fossi stato sotto zero di qualche grado sarei andato sotto i 4°. In qualsiasi caso la tua esperienza mi suggerisce di provare senza il termo e così farò l'inverno prossimo...

Inviato dal mio Huawei G7 tramite Tapatalk

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17890
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Nuovo stagno naturale

Messaggio di cuttlebone » 07/04/2015, 22:40

Dalle mie ex parti, nord ovest a 500 mt, i Carassi li ho sempre visti nelle vasche pubbliche anche in inverno.
Credo basti scegliere una specie adatta ai climi rigidi.
"Fotti il sistema. Studia!"

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17890
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Nuovo stagno naturale

Messaggio di cuttlebone » 29/04/2015, 16:42

Considerato il posizionamento e lo spazio disponibile, penso che ripiegherò su questo da 150 litri, 125x100x40cm:
Immagine
nel quale andranno solo due carassi una Nimphea e qualche altra pianta acquatica.


Alessandro
"Fotti il sistema. Studia!"

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite