Tana di cocco

Non solo per risparmiare, ma anche per divertirsi

Moderatori: Steinoff, merk

Avatar utente
MunisaiShinmen
star3
Messaggi: 454
Iscritto il: 07/07/15, 9:57

Re: Tana di cocco

Messaggio di MunisaiShinmen » 17/09/2015, 22:11

Domani mattina ti posto le mie, io l'ho messo su una roccia però boh[emoji53]


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
Alex

Avatar utente
ocram
Ex-moderatore
Messaggi: 3857
Iscritto il: 02/04/15, 10:14

Re: Tana di cocco

Messaggio di ocram » 17/09/2015, 22:45

Molto bello, però il mio andrà in penombra se non ombra totale, quindi se mi dici che deperisce, dovrò optare per altro.
Christmas moss e Flame moss li trovo molto facilmente in negozio.
Dove giace il frutto soffocante che giunse dalla mano del peccatore io partorirò i semi dei morti per dividerli con i vermi che si raccolgono nelle tenebre e circondano il mondo col potere delle loro vite...



Area X

Avatar utente
gibogi
Ex-moderatore
Messaggi: 5059
Iscritto il: 19/10/13, 23:46

Re: Tana di cocco

Messaggio di gibogi » 18/09/2015, 9:18

ocram ha scritto:Considerate che non ho mai legato nulla a qualche legno o simili, quindi... Consigli?
Troverai interessantissimo questo articolo:
Piante epifite su legni e rocce
Questi utenti hanno ringraziato gibogi per il messaggio:
ocram (18/09/2015, 13:16)
Se osservando una Harley vedi solo una moto, allora non stai guardando una Harley!

Avatar utente
roberto
Ex-moderatore
Messaggi: 2407
Iscritto il: 25/11/14, 15:19

Re: Tana di cocco

Messaggio di roberto » 18/09/2015, 10:05

LucaSabatino ha scritto:L'attack è nato come collante medico d'urgenza. Non è tossico.
lo usavano i medici militari in vietnam per incollare gli squarci provocati dai proiettili....
citato da rox
roberto righetti
http://restauroarredo.webnode.it/
https://www.youtube.com/channel/UCKojBAhwHaAtQPvoGj1Kd_Q/feed

Avatar utente
ocram
Ex-moderatore
Messaggi: 3857
Iscritto il: 02/04/15, 10:14

Re: Tana di cocco

Messaggio di ocram » 18/09/2015, 13:17

gibogi ha scritto:
ocram ha scritto:Considerate che non ho mai legato nulla a qualche legno o simili, quindi... Consigli?
Troverai interessantissimo questo articolo:
Piante epifite su legni e rocce
Riletto volentieri, molto interessante! :D
roberto ha scritto:
LucaSabatino ha scritto:L'attack è nato come collante medico d'urgenza. Non è tossico.
lo usavano i medici militari in vietnam per incollare gli squarci provocati dai proiettili....
citato da rox
Ammazza che trucidi. Manco Rambo. :))
Dove giace il frutto soffocante che giunse dalla mano del peccatore io partorirò i semi dei morti per dividerli con i vermi che si raccolgono nelle tenebre e circondano il mondo col potere delle loro vite...



Area X

Avatar utente
Scardola
Top User
Messaggi: 693
Iscritto il: 27/11/13, 14:03

Re: Tana di cocco

Messaggio di Scardola » 18/09/2015, 13:48

ocram ha scritto:
roberto ha scritto:
LucaSabatino ha scritto:L'attack è nato come collante medico d'urgenza. Non è tossico.
lo usavano i medici militari in vietnam per incollare gli squarci provocati dai proiettili....
citato da rox
Ammazza che trucidi. Manco Rambo. :))
OT: in realtà il cianoacrilato nasce come adesivo, poi lo hanno cominciato ad usare i veterinari e da lì è nata l'idea dell'uso come alternativa alle suture.

Il soldato è sempre la cavia di passaggio tra l'uso veterinario e l'uso ospedaliero, d'altronde in battaglia non si può andare per il sottile :)

Il cianoacrilato che usano in ospedale ha una formulazione leggermente diversa dall'Attak: è puro al 100% o con una percentuale di disinfettante, mentre l'Attak contiente alcuni solventi e additivi che potrebbero irritare i tessuti*.

Comunque un parente medico mi ha confermato che se ci si fa un taglio (taglietto su un dito, non uno squarcio) e non si può andare subito al pronto soccorso a farlo suturare, l'Attak va bene come emergenza. Ho anche un amico che lo ha usato per "suturare" il polpastrello tagliato col cutter da modellismo, a distanza di anni ha ancora il dito.
Occhio però che la ferita sia netta e ben pulita.

*: secondo un produttore di adesivi per usi specifici (attività di laboratorio, incollaggio di sensori), nell'Attak in vendita dal ferramenta mettono alcuni solventi e additivi perché chi lo usa non sempre ha modo di pulire e sgrassare a fondo le superfici da incollare, i solventi servono a sciogliere i residui organici eventualmente rimasti e garantire l'incollaggio. Però su alcuni materiali a lungo andare la presenza di quegli additivi potrebbe corrodere la zona incollata, ma quello è un problema solo con alcuni tipi di sensori e roba da laboratorio.
I cianoacrilati puri costano molto di più e hanno un tempo di utilizzo più breve, sia immagazzinati chiusi che una volta aperti.
ocram ha scritto:Perché non ce la vedo bene e finora non mi sono mai allontanato dal sud america, non mi va di farlo per l'Anubias.
Com'è che tutti si fanno i problemi solo per le piante superiori? I muschi da acquario sono quasi tutti di specie asiatiche o europee (non dubito esistano muschi anche in Sud America) :)

Avatar utente
ocram
Ex-moderatore
Messaggi: 3857
Iscritto il: 02/04/15, 10:14

Re: Tana di cocco

Messaggio di ocram » 18/09/2015, 16:47

Infatti ho detto che non mi va di farlo con l'Anubias, ne ho anche due nella vasca piccola quindi non dovrei nemmeno comprarle, però non mi piace.
Ci sto pensando e me la sto immaginando...

Scritto dal mio Lumia 535, Marco.
Dove giace il frutto soffocante che giunse dalla mano del peccatore io partorirò i semi dei morti per dividerli con i vermi che si raccolgono nelle tenebre e circondano il mondo col potere delle loro vite...



Area X

Avatar utente
Scardola
Top User
Messaggi: 693
Iscritto il: 27/11/13, 14:03

Re: Tana di cocco

Messaggio di Scardola » 19/09/2015, 12:59

ocram ha scritto:ho detto che non mi va di farlo con l'Anubias, ne ho anche due nella vasca piccola quindi non dovrei nemmeno comprarle, però non mi piace.
Ci sto pensando e me la sto immaginando...
Intendevo, anche i muschi che troviamo in vendita non sono Sudamericani, certo sono meno visibili di una pianta :)

Avatar utente
ocram
Ex-moderatore
Messaggi: 3857
Iscritto il: 02/04/15, 10:14

Re: Tana di cocco

Messaggio di ocram » 19/09/2015, 19:59

Ho appena preso uno "Spiky moss". Tra poco lo incollo al cocco e lo immergo. :D

Scritto dal mio Lumia 535, Marco.
Dove giace il frutto soffocante che giunse dalla mano del peccatore io partorirò i semi dei morti per dividerli con i vermi che si raccolgono nelle tenebre e circondano il mondo col potere delle loro vite...



Area X

Avatar utente
gibogi
Ex-moderatore
Messaggi: 5059
Iscritto il: 19/10/13, 23:46

Re: Tana di cocco

Messaggio di gibogi » 19/09/2015, 20:15

ocram ha scritto:Ho appena preso uno "Spiky moss". Tra poco lo incollo al cocco e lo immergo.
se vuoi un consiglio, non fare affidamento solo all'attack.
E' vero, può andare bene, non è tossico, ma a mio avviso con il muschio non fai un buon affare.
Il muschio è molto delicato, il rischio che si spezzi nei punti incollati perchè rigidi, e ti vada per la vasca è elevatissimo.
io oltre alla colla, prenderei del filo di cotone nero o verde, quello che usa tua moglie o tua mamma per cucire, e ci farei dei bei giri attorno, belli abbondanti.
Il bello del cotone è che nel giro di poco, si degrada senza lasciare nulla.

Io il mio muschio lo lego così, ho anche constato che ci sono diversi tipi di cotone, alcuni si degradano in 15 giorni e non vanno bene, non è un tempo sufficiente a far attecchire il muschio, tra le varie prove ho trovato un rocchetto che per degradarsi occorrono circa due mesi, ed è perfetto.
Tra l'altro quel rocchetto è stato sequestrato alla moglie e adesso è nel mobile dell'acquario =)) =))
Se osservando una Harley vedi solo una moto, allora non stai guardando una Harley!

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: AleDisola e 4 ospiti