A cosa servono i nitrati "alti"?

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Marta, sa.piddu

Rispondi
Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20432
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: A cosa servono i nitrati "alti"?

Messaggio di Rox » 06/11/2015, 14:46

LucaSabatino ha scritto:direi che il dubbio è stato chiarito e la curiosità soddisfatta!
Direi di no! ;)
Cuttlebone ha spiegato un motivo; Ocram ne ha spiegato un altro... ed hanno ragione entrambi.
Questo deve farci capire che la risposta più completa è quella di Enkuz: ogni allestimento ha esigenze diverse.

Ci sono acquari che possono stare a 10 mg di nitrati, o anche meno, con altri mi preoccuperei se andassi sotto i 40-50.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
raffaella150
star3
Messaggi: 3416
Iscritto il: 04/10/14, 12:35

Re: A cosa servono i nitrati "alti"?

Messaggio di raffaella150 » 06/11/2015, 15:13

Insomma un plantacquario con dentro egeria densa, myriophyllum tuberculatum, Hygrophila polysperma e cabomba furcata , dovrebbe aggirarsi intorno a ......boh , 75? 100?
quando avrö trovato Cleopatra, la Strangolatrice Africana, la mia growlist sarà COMPLETA :D

il mio sito sulle carnivore, http://www.fleischfressendepflanzen.ch/

Avatar utente
lucazio00
Moderatore Globale
Messaggi: 10240
Iscritto il: 19/11/13, 11:48

Re: A cosa servono i nitrati "alti"?

Messaggio di lucazio00 » 06/11/2015, 15:28

Esatto! ;)
I nitrati sono la scorta di azoto più sicura per gli acquari!
Il nitrato di potassio malgrado il nome serve per fornire soprattutto potassio e non azoto!
Usandolo come fonte di azoto si causa un accumulo di potassio, perchè l'azoto è richiesto il 50% in più rispetto al potassio, infatti nel lungo periodo causa un abbassamento dei nitrati totali presenti in vasca, tant'è che:

bisogna integrare l'azoto, in caso di "piantagioni" molto spinte! Come nel caso di Egeria densa...
Per integrare l'azoto si usa il nitrato di ammonio o l'urea,
Preferisco l'urea al nitrato di ammonio per diversi motivi:
-pur essendo molto solubile in acqua, rispetto al nitrato di ammonio assorbe molta meno umidità dall'aria (è quindi meno igroscopica)
-il rilascio di ammonio/ammoniaca è graduale e non immediato
-decomponendosi rilascia anche CO2 a livello molecolare quindi non si disperde nell'aria come le bolle
-nei consorzi agrari è venduta molto più pura del nitrato di ammonio, che viene tagliato con calcare

L'ammoniaca poi è troppo rischiosa! :ymdevil:
Questi utenti hanno ringraziato lucazio00 per il messaggio:
ocram (06/11/2015, 23:03)
Fosfati 1-10mg/l, nitrati 10-50mg/l Mg 5-10mg/l, K 5-10mg/l. (Secondo la JBL)
Il miglior test in assoluto è il contenuto dell'acquario!
La Vallisneria è la gramigna dell'acquario...o la ami o la odi!
Non infastidite i pesci nell'acquario!

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot], Google Adsense [Bot] e 7 ospiti