carenze... aumento dosi o integrazione??

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Daniela, Dandano, sa.piddu

Avatar utente
tia_stunt
star3
Messaggi: 28
Iscritto il: 12/03/14, 19:15

Re: carenze... aumento dosi o integrazione??

Messaggio di tia_stunt » 24/10/2014, 19:08

sinceramente non ricordo dove l'ho letto ma ricordo che non era un argomento che veniva trattato molto... ho fatto molta fatica a trovare nozioni al riguardo!!
sinceramente è stata una mia intuizione che poi, cercando in rete la possibilità che fosse giusta, ho trovato qualche caso simile.

se pensi che non sia questo il motivo dell'aumento di conducibilità, chiarito che non possono essere le tabs per la mancanza di "macro" in colonna, cosa può essere che mi fa alzare anche la durezza dell'acqua??
tieni presente che la mia acqua di rete ha GH 12 e KH 11 inoltre la mia vasca dai primi mesi di avvio ha avuto una diminuzione di qualche punto pH...

c

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: carenze... aumento dosi o integrazione??

Messaggio di Rox » 24/10/2014, 21:52

tia_stunt ha scritto:chiarito che non possono essere le tabs per la mancanza di "macro" in colonna
Su questo punto non sarei così sicuro...

Sappiamo cosa contengono quelle tabs?
Cosa intendi quando dici che mancano i "macro"?
Escludendo il carbonio (CO2) i macronutrienti sono 6: azoto, potassio, calcio, magnesio, fosforo e zolfo.

Calcio e magnesio li possiamo intuire dal GH, ma non sappiamo in quale rapporto.
Potassio e zolfo non li misura nessuno.
Restano azoto e fosforo, rilevabili dai nostri test, ma la maggior parte dei fertilizzanti per acquario ne sono privi.

Se quelle tabs contenessero una buona percentuale di magnesio, ad esempio, questo sarebbe sufficiente a spiegare sia la durezza che la conducibilità.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
tia_stunt
star3
Messaggi: 28
Iscritto il: 12/03/14, 19:15

Re: carenze... aumento dosi o integrazione??

Messaggio di tia_stunt » 24/10/2014, 23:53

ti elenco i componenti delle tabs:
"Starter Tabs": Fertilizzante K 1 su argilla per fertilizzare le piante acquatiche ornamentali
0,23% N azoto totale; 0,11% P2O5; fosfato; 1% K2O ossido di potassio; 0,12% MgO ossido di magnesio.Sostanze nutritive presenti in tracce: 0,0012% B boro; 0,0009% Cu rame; 0,024% Fe ferro; 0,0036% Mn mangane- se; 0,0012% Mo molibdeno; 0,0009% Zn zinco.
"Power Tabs": Fertilizzante NK 1+2 con sostanze oligonutritive su argilla che utilizza minerali ar- gillosi e fertilizzante
1,2% N azoto totale; 2,5% K2O ossido di potassio totale; 1,5% ossido di potassio idrosolubile; 3,45% Fe ferro totale; 0,02% ferro idrosolubile;
Materia prima: 76% bentonite, fertilizzante NPK10+4+34 con sostanze oligonutritive; Compo- nenti minori: 2,9% MgO ossido di magnesio totale, 22,9% sostanza organica; Ausiliari di pre- parazione: come agglutinante: polivinilpirrolidone, ipromellosa e stearato di calcio; involucro delle compresse con ipromellosa, biossido di titanio e colorante.

teoricamente anche di potassio sappiamo che ho carenze per via della ludwigia che perde le foglie vecchie bucate

Avatar utente
tia_stunt
star3
Messaggi: 28
Iscritto il: 12/03/14, 19:15

Re: carenze... aumento dosi o integrazione??

Messaggio di tia_stunt » 27/10/2014, 8:37

ho omesso alcuni elementi delle "Power tabs": Contiene anche: 0,22% P2O5 fosfato, 0,0015% B boro, 0,0011% Cu rame, 0,016% Mn manga- nese, 0,0015% Mo molibdeno, 0,0011% Zn zinco.

Rox, dalla composizione delle tabs riesci a dedurne qualcosa??
a me sembra che non abbiano una dose eccessiva di magnesio e che invece abbiano una buona percentuale di contenuti azotati e di fosfati, corretto??

inoltre non ho utilizzato per un paio di giorni il fertilizzante giornaliero NPK ed ho notato che la conducibilità si è abbassata gradualmente da 444uS a 430uS (forse un poco è anche grazie all'akadama nuova che ho inserito per riempire il vuoto lasciato da una roccia che ho tolto... ma ne ho messa veramente poca, circa 1/2 litro).

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: carenze... aumento dosi o integrazione??

Messaggio di Rox » 27/10/2014, 10:10

tia_stunt ha scritto:a me sembra che non abbiano una dose eccessiva di magnesio
Il problema non è quello che contengono, ma il fatto di averle messe nell'Akadama.

Quei nutrienti non rimangono nel terreno, come dovrebbero fare, ma vengono rilasciati nell'acqua in modo incontrollabile; nel farlo si sommano ai fertilizzanti liquidi.

Su questo forum, in molti facciamo la stessa cosa, usando bastoncini NPK da giardinaggio... ma c'è una differenza sostanziale.
Per compensare eventuali carenze, abbiamo un PMDD che ci permette di dosare singolarmente i 4 elementi fondamentali.

Con il protocollo Dennerle non riuscirai a fare lo stesso.
Se hai una carenza di potassio, non hai un flacone che introduce solo quello.

Hai appena visto che la conducibilità si riduce, se smetti di dosare i prodotti liquidi.
Succede perché le piante si nutrono solo dal rilascio delle tabs.
Tuttavia, non è una soluzione valida, perché inevitbilmente produrrai delle carenze.

Sarò monotono... ma non vedo altra soluzione che andare avanti con i metodi tradizionali, a cambi d'acqua settimanali, fino all'esaurimento di quelle pasticche.
Poi potremo provare altre strade.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
tia_stunt
star3
Messaggi: 28
Iscritto il: 12/03/14, 19:15

Re: carenze... aumento dosi o integrazione??

Messaggio di tia_stunt » 27/10/2014, 12:38

ma che monotono... se tu che sei sicuramente più esperto di me, dopo che ti ho messo davanti tutti i miei dubbi al riguardo, li valuti e rimani sempre della stessa idea non posso fare altro che prendere in considerazione i tuoi consigli. :-bd

Tornando alla problema... sia in queste tabs che nel giornaliero ci sono sia azoto che fosforo, ma dai test risultano carenti in colonna, per cui significa che le piante che ho assorbono più della somma tabs+giornaliero di NP che hanno a disposizione...

qui torna la domanda iniziale del topic: integro NPK e magari Fe con altri prodotti??

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: carenze... aumento dosi o integrazione??

Messaggio di Rox » 27/10/2014, 15:09

tia_stunt ha scritto:per cui significa che le piante che ho assorbono più della somma tabs+giornaliero di NP che hanno a disposizione...
Anche su questo c'è una motivazione... "storica".
Per decenni, in questo hobby, le parole "nitrati" e "fosfati" sono state considerate causa di tutti i problemi.
- Ho la nebbia batterica...
  • - E' colpa dei nitrati!

- Mi si formano alghe filamentose...
  • - Nitrati troppo alti!

- I miei pesci si ammalano...
  • - Misura i nitrati!

Per le aziende è più facile seguire la corrente, piuttosto che remargli contro.
Questo le ha portate, non tutte, a ridurre il più possibile i contenuti di azoto e fosforo, sia nei mangimi che nei fertilizzanti.

Si è perfino instaurato un luogo comune, secondo cui il mangime "di qualità" si distingue perché "non inquina l'acqua", ovvero non produce nitrati e fosfati.

Oggi, sui forum, capita sempre più spesso di vedere gente come te, con i tuoi stessi problemi.
Cercano prodotti di qualità estrema, delle marche più prestigiose, senza badare a spese... e poi devono ricorrere alla Chimica, per aggiungere artificialmente azoto e fosforo.

Molti di noi usano questi, quando è necessario...

Immagine

...mettendone un pezzetto nel vano pompa.
Intero agisce gradualmente, sbriciolandolo si ottiene un effetto immediato.

Se vuoi provarli, interrompi con Dennerle.
Non si mescolano mai protocolli diversi.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
tia_stunt
star3
Messaggi: 28
Iscritto il: 12/03/14, 19:15

Re: carenze... aumento dosi o integrazione??

Messaggio di tia_stunt » 27/10/2014, 18:58

si, avevo già valutato questo metodo e sinceramente li avevo acquistati ma non sono mai stati utilizzati per il fatto che anche con questo metodo non può essere controllata la dose di elementi che vengono inseriti in vasca, esattamente come nei prodotti commerciali.

è da un po che voglio provare ad utilizzare il PMDD perché ho in progetto di fare una vasca molto grande e non mi va di spendere capitali in fertilizzanti, ma vorrei testarlo su una vasca di prova per vedere se sono in grado di gestirlo e se mi da gli stessi risultati dei fertilizzanti che sto usando.

il fatto di non mischiare protocolli non ho mai capito il perchè...

se nel mio acquario ho carenze di qualche elemento non posso integrare con PMDD solo quell'elemento??

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: carenze... aumento dosi o integrazione??

Messaggio di Rox » 27/10/2014, 19:39

tia_stunt ha scritto:il fatto di non mischiare protocolli non ho mai capito il perchè...
In un qualsiasi protocollo, soprattutto se è fatto bene, ogni prodotto è fatto per funzionare con i suoi compagni.
Anche il nostro PMDD è così... faccio un esempio.

Se prendi il magnesio dal PMDD e il potassio dalla Seachem, avrai senz'altro un forte accumulo di zolfo, perché entrambi sono in forma di solfato.
Se invece usi tutto il PMDD, questo non succede, perché il potassio è in forma di nitrato.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
tia_stunt
star3
Messaggi: 28
Iscritto il: 12/03/14, 19:15

Re: carenze... aumento dosi o integrazione??

Messaggio di tia_stunt » 27/10/2014, 21:58

ah ecco perchè!!!

comunque volendo io potrei verificare la composizione del protocollo utilizzato adesso e scegliere un composto da inserire in modo che non vada a creare eccesso di qualche elemento giusto??
es. nel mio protocollo il potassio viene sempre integrato con il composto ossido di potassio, idem per il magnesio (ossido di magnesio) mentre per l'azoto c'è scritto azoto intero e per il fosforo viene utilizzato il fosfato.

questi ossidi perchè non si usano nel PMDD??

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti