Come fertilizzare nel mio 240 litri?

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Marta, sa.piddu

Rispondi
Avatar utente
susy1267
star3
Messaggi: 401
Iscritto il: 28/11/14, 23:43

Re: Come fertilizzare nel mio 240 litri?

Messaggio di susy1267 » 30/03/2015, 12:10

Rox ha scritto:Quei cambi d'acqua sono legati ai cianobatteri (ed anche alghe), che muoiono durante la terapia.
... E magari Yellowstone prende due piccioni con una fava dato che comunque aveva introdotto vari intrugli che hanno sicuramente contribuito a creare ulteriori eccessi... giusto?
... scusate se mi intrometto ma alcune discussioni sono davvero interessanti anche per chi come me ha tutto da imparare... :-bd

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20432
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Come fertilizzare nel mio 240 litri?

Messaggio di Rox » 30/03/2015, 12:49

susy1267 ha scritto:hanno sicuramente contribuito a creare ulteriori eccessi... giusto?
Vedi Susy... è un po' come edificare un palazzo.
  • - Se hai un terreno sgombro, cominci subito la costruzione e in breve tempo finisci.

    - Se invece c'è già un vecchio edificio, costruito in modo sbagliato, prima devi demolire quello e sgombrare le macerie.
    Solo allora puoi cominciare a costruire.
    Ci vuole più tempo, ma alla fine ci si riesce.

    - Il caso peggiore è quando si cerca di recuperare il palazzo sbagliato, lavorando su quello per adeguarlo al nuovo progetto.
    Ogni variazione va considerata in base a quello che c'è già, è un attimo che una dimenticanza faccia crollare tutto.
    I tempi diventano anche più lunghi, ma con pazienza ci si riesce lo stesso.
Se tu arrivi qui con l'acquario vuoto, son capaci tutti di farti allestire un ecosistema funzionante, partendo da zero.
Ma è con le situazioni difficili che ci si sente realizzati, quando si riesce a recuperarle.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
susy1267
star3
Messaggi: 401
Iscritto il: 28/11/14, 23:43

Re: Come fertilizzare nel mio 240 litri?

Messaggio di susy1267 » 30/03/2015, 13:06

È per questo che seguo cpn interesse... La sfida c'è... Ed è questa la soddisfazione !!!! E sradicare idee consolidate è altrettanta sfida. Non ho voluto fare la sapientina... Ma ho voglia di imparare... Questo si....

Avatar utente
Yellowstone1977
star3
Messaggi: 1390
Iscritto il: 12/03/15, 12:04

Re: Come fertilizzare nel mio 240 litri?

Messaggio di Yellowstone1977 » 30/03/2015, 13:53

Ho letto tutto e riassumo quanto avevo dedotto di fare e che mi pare confermiate :

*- Stasera quando arrivo a casa (sarò in pieno fotoperiodo ) spengo i filtri e siringo con 70ml di acqua ossigenata i focolai di cianobatteri .

*- faccio la pappa e dopo 1 ora torno dall'acquario facendo un cambio di acqua con 100 litri di rubinetto decantata (Kh3 , conducibilità 220 µS) .

*- Durante il prelievo acqua cerco di non aspirare nè ciano né filamentose (oppure devo evitare solo le filamentose ? )

*- riaccendo i filtri e dopo una altra ora rimisuro la conducibilità .

*- non fertilizzo in alcun modo e non inserico nè batteri nè biocondizionatore (entrambi inutili/dannosi)

E' corretto ?
Rox :
dopo aver fatto quella prova, devi prendere due dita d'acqua in una bottiglietta, agitarla per 2-3 min e misurare il nuovo pH.
La CO2 si sarà liberata completamente, quindi avremo un valore di riferimento per capire da che acidità siamo partiti.

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20432
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Come fertilizzare nel mio 240 litri?

Messaggio di Rox » 30/03/2015, 14:44

Yellowstone1977 ha scritto:- non fertilizzo in alcun modo
...se hai aggiunto i bastoncini.
Yellowstone1977 ha scritto:cerco di non aspirare nè ciano né filamentose
I cianobatteri saranno morti, se li hai spruzzati.
Le filamentose, quando puoi, cerca di fotografarle.

Per il resto, tutto OK.
Se prendi acqua calda (50-60 °C) dal rubinetto, basta solo che si raffreddi e non ti serve nessuna decantazione.
A quella temperatura, il cloro evapora in pochi secondi (se c'è).

Quello che conta non è ciò che fai, ma capire perché lo stai facendo.
Quel cambio è ovviamente peggiorativo, per la maturazione dell'ecosistema, ma ci serve per diluire quello che c'è stato buttato finora.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Yellowstone1977
star3
Messaggi: 1390
Iscritto il: 12/03/15, 12:04

Re: Come fertilizzare nel mio 240 litri?

Messaggio di Yellowstone1977 » 30/03/2015, 16:15

Rox ha scritto:
Yellowstone1977 ha scritto:- non fertilizzo in alcun modo
...se hai aggiunto i bastoncini.
I bastoncini però sono aggiunti SOLAMENTE nel terreno quindi in colonna non ho alcuna fertilizzazione aggiuntiva a quella già presente dai residui della mia precedente conduzione Seachem .
Rox ha scritto:
Yellowstone1977 ha scritto:cerco di non aspirare nè ciano né filamentose
I cianobatteri saranno morti, se li hai spruzzati.
Le filamentose, quando puoi, cerca di fotografarle.
Stasera prima siringo tutti i cianobatteri poi , dopo un'ora aspiro acqua nelle zone dove c'erano i cianobatteri :D
Rox ha scritto:Per il resto, tutto OK.
Se prendi acqua calda (50-60 °C) dal rubinetto, basta solo che si raffreddi e non ti serve nessuna decantazione.
A quella temperatura, il cloro evapora in pochi secondi (se c'è).
Su questo aspetto del cloro sono d'accordissimo con te . Però tempo fa , non ricordo dove , avevo letto che l'acqua negli acquari era preferibile prenderla dal rubinetto freddo perchè passando nei tubi di rame , se l'acqua è calda rischia di trascinarsi più particelle di rame . A me pare che per quanto possa essere vera questa cosa risulterebbe comunque trascurabile la quantità di rame erosa dal semplice scorrere dell'acqua , ma vorrei la vostra opinione .
Rox ha scritto:Quello che conta non è ciò che fai, ma capire perché lo stai facendo.
Quel cambio è ovviamente peggiorativo, per la maturazione dell'ecosistema, ma ci serve per diluire quello che c'è stato buttato finora.
Ok su questo non ci piove .
Ma a parte potassio , nitrato di potassio , fosfati e ferro ultimamente non stavo mettendo altro . (questa frase è messa per cercare di capire perchè son cosi considerabili nocivi i prodotti che introducevo io . Che siano soldi buttati visto che chimicamente sono le stesse cose dei prodotti da giardinaggio mi è ben chiaro ed è affascinante leggere tutti gli articoli di questo sito , ma perchè siano nocivi non mi è ancora chiaro . Mi è chiaro che ora stiamo facendo un reset della vasca affinchè voi possiate avere un'idea più chiara di cosa verrà messo nella vasca senza scervellarsi a cercare di capire cosa abbonda e cosa manca ora)
Rox :
dopo aver fatto quella prova, devi prendere due dita d'acqua in una bottiglietta, agitarla per 2-3 min e misurare il nuovo pH.
La CO2 si sarà liberata completamente, quindi avremo un valore di riferimento per capire da che acidità siamo partiti.

Avatar utente
Rob75
Ex-moderatore
Messaggi: 3207
Iscritto il: 22/10/13, 22:35

Re: Come fertilizzare nel mio 240 litri?

Messaggio di Rob75 » 30/03/2015, 18:45

I prodotti per acquari non sono tutti "nocivi".
Nei fertilizzanti commerciali trovi i classici macroelementi e oligoelementi, perlopiù sotto forma di sali. Questi sono, di solito, molto più diluiti dei prodotti che si usano nel PMDD e a parità di quantità sono più cari.
Poi ci sono altri prodotti, tra cui l'Exel, che non sono fertilizzanti (e magari vengono spacciati come tali), ma che svolgendo le loro normali funzioni, alterano uno o più parametri della vasca.
Oltre a quello citato, ci sono le lampade UV, i biocondizionatori, i carboni attivi, gli attivatori batterici e altri.
Alcuni sono più che altro dannosi, altri completamente inutili, altri trovano utilità solo in casi rari, eccezionali e specifici, anche se vengono spacciati come routine pur di rimpinguare la cassa :-??
Questi utenti hanno ringraziato Rob75 per il messaggio:
Yellowstone1977 (31/03/2015, 7:41)
- Mi dica, lei sente delle voci?
- Dì di no!
- No dottore.

Tutti dicono che sono una persona orribile! ma non è vero, io ho il cuore di un ragazzino...in un vaso, sulla scrivania!!

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20432
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: Come fertilizzare nel mio 240 litri?

Messaggio di Rox » 31/03/2015, 0:49

"E' la dose che fa il veleno" (Paracelso)
Un nutriente può essere utile o nocivo; dipende da quanto ce n'è e dalla proporzione con gli altri.

Se introduco 15 mg di azoto, 10 di potassio e 2 di fosforo, va tutto bene.
Se ne introduco 12 di fosforo, 10 di azoto e 2 di potassio, le piante appassiscono e le BBA mi arrivano sul divano.

Nei mesi precedenti, tu hai usato fertilizzanti sbilanciati, perché costretti al "Non contiene nitrati" che devono scrivere sulle etichette.
Inotre, hai usato biocondizionatori, i cui chelanti hanno intrappolato alcuni elementi... e altri no.

Mettiamoci anche le bombe di nutrienti presenti nel fondo ADA, che in parte sono state rilasciate nell'acqua.
E non dimentichiamo che è un terreno allofano; alcuni elementi li rilascia, altri li assorbe.
Infine, hai filtrato a lungo con carbone attivo, che non ha adsorbito tutto allo stesso modo.

A questo, dobbiamo aggiungere la glutaraldeide, sotto forma di Easy Carbo, Excel, Florido, o qualsiasi altro nome gli venga dato... ma di questo ha già parlato Rob.

In buona sostanza, non abbiamo la più pallida idea di cosa ci sia in quell'acqua.
Potrebbero esserci carenze gravissime ed eccessi da paura, tra i mille e mille valori che i nostri test non misurano.
Yellowstone1977 ha scritto:sono aggiunti SOLAMENTE nel terreno
Non è un problema.
Il tuo fondo drenante dovrebbe lasciar passare i nutrienti nell'acqua.
Se non lo fa, sbricioleremo mezzo stick in colonna, per le piante che si alimentano dalle foglie.
Yellowstone1977 ha scritto:passando nei tubi di rame , se l'acqua è calda rischia di trascinarsi più particelle di rame.
Un giorno, metterò insieme tutte quelle che ho sentito negli anni e ne farò un articolo.
Ci sarà da divertirsi... ;)
Comunque, i tubi di rame sono quelli del metano.
Questi utenti hanno ringraziato Rox per il messaggio:
Yellowstone1977 (31/03/2015, 7:41)
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Yellowstone1977
star3
Messaggi: 1390
Iscritto il: 12/03/15, 12:04

Re: Come fertilizzare nel mio 240 litri?

Messaggio di Yellowstone1977 » 31/03/2015, 7:51

Bello questo forum , mi piace sempre più ! :-bd

Ad ogni modo , ieri sera son rincasato tardi dal lavoro e non sono riuscito a ritagliarmi il tempo necessario ad effettuare siringate e cambio 100 litri . Rimando a stasera cosi farò le cose fatte bene :)

La proliferazione ciano e filamentose è parecchio progredita mannaggia :-s però in uno dei miei è acquari ho visto un avannotto già bel cresciutello di apistogramma Cacatuoides :-bd e questo mi risolleva l'umore acquariofilo :D
Rox :
dopo aver fatto quella prova, devi prendere due dita d'acqua in una bottiglietta, agitarla per 2-3 min e misurare il nuovo pH.
La CO2 si sarà liberata completamente, quindi avremo un valore di riferimento per capire da che acidità siamo partiti.

Avatar utente
Sini
Amministratore
Messaggi: 15600
Iscritto il: 12/03/15, 9:33

Re: Come fertilizzare nel mio 240 litri?

Messaggio di Sini » 31/03/2015, 10:00

Scusate l'OT.

Rox, per favore, mi correggi i compiti? Vorrei capire se ho capito.

I nutrienti dovrebbero stare tra loro - in linea di massima - nello stesso rapporto nel quale sono in questa tabella:

Immagine

Questo rapporto va poi ponderato in base alle piante che sono nell'acquario (ad esempio la Egeria Densa mangia molti nitrati e fosfati); e ai pesci (se "producono molto", ad esempio, non c'è bisogno di aggiungere nitrati).

Una volta stabilito il rapporto tra i nutrienti, per le dosi ci si basa sull'osservazione delle piante (se crescono o mostrano carenze).

Ho capito qualcosa?

Sini
I pesci non si possono inserire prima di un mese (almeno) senza cambi d'acqua né lavaggi del filtro.

Prima di qualsiasi acquisto, chiedi sul forum!

Noi, un branco di morti di fame che potano con le unghie...

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: cicerchia80, Google [Bot], Marta e 5 ospiti