come fertilizzo?

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Daniela, Dandano, sa.piddu

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: come fertilizzo?

Messaggio di Rox » 02/05/2015, 1:09

sasicks ha scritto:Tocca passarci dietro un po' di tempo
Io ci avrei grattugiato un po' di osso di seppia, oppure un pezzetto di marmo (carbonato di calcio).
Probabilmente avrebbe fatto tutto da solo... evitando tutto 'sto sbattimento.

Gli acquari ADA sono considerati "ad orologeria"; generalmente gli danno due anni di vita.
L'effetto del fondo viene compensato dal loro protocollo di fertilizzazione, che introduce il potassio in forma di bicarbonato.

Questa somministrazione continua dovrebbe mantenere il KH su valori accettabili: il fondo assorbe e il flacone aggiunge.
Questione di tempo, perché poi il fondo satura ed il giochetto non funziona più.
E' per questo che in giro si dice di riallestire tutto ogni due anni.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Rob75
Ex-moderatore
Messaggi: 3207
Iscritto il: 22/10/13, 22:35

Re: come fertilizzo?

Messaggio di Rob75 » 02/05/2015, 9:33

Rox ha scritto: Io ci avrei grattugiato un po' di osso di seppia, oppure un pezzetto di marmo (carbonato di calcio).
Probabilmente avrebbe fatto tutto da solo... evitando tutto 'sto sbattimento.

Gli acquari ADA sono considerati "ad orologeria"; generalmente gli danno due anni di vita.
L'effetto del fondo viene compensato dal loro protocollo di fertilizzazione, che introduce il potassio in forma di bicarbonato.

Questa somministrazione continua dovrebbe mantenere il KH su valori accettabili: il fondo assorbe e il flacone aggiunge.
Questione di tempo, perché poi il fondo satura ed il giochetto non funziona più.
E' per questo che in giro si dice di riallestire tutto ogni due anni.
Il problema è che l'acquario di sasicks è avviato da soli due mesi e con il pH che ha non sarà maturato più di tanto! Bisognerebbe alzare il KH per portare il pH su valori neutri, in modo da agevolare la maturazione e avere CO2 disciolta in acqua.
Non conosco questo tipo di fondo :-?? quale potrebbe essere la strada migliore da seguire... :-?
Col bicarbonato di potassio potremmo rischiare di aumentare solo la conducibilità senza che il fondo si saturi, con l'osso di seppia o il marmo potrebbe volerci troppo tempo ~x(
- Mi dica, lei sente delle voci?
- Dì di no!
- No dottore.

Tutti dicono che sono una persona orribile! ma non è vero, io ho il cuore di un ragazzino...in un vaso, sulla scrivania!!

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: come fertilizzo?

Messaggio di Rox » 02/05/2015, 9:49

Rob75 ha scritto:Non conosco questo tipo di fondo
E' come l'Akadama, solito fondo allofano ingordo di carbonati.
Viene usato apposta per produrre acque "amazzoniche" dai nostri acquedotti, ma all'inizio esagera un po'.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
Rob75
Ex-moderatore
Messaggi: 3207
Iscritto il: 22/10/13, 22:35

Re: come fertilizzo?

Messaggio di Rob75 » 02/05/2015, 11:12

E quindi a sasicks che strada conviene seguire?!
- Mi dica, lei sente delle voci?
- Dì di no!
- No dottore.

Tutti dicono che sono una persona orribile! ma non è vero, io ho il cuore di un ragazzino...in un vaso, sulla scrivania!!

Avatar utente
sasicks
star3
Messaggi: 13
Iscritto il: 27/04/15, 20:32

Re: come fertilizzo?

Messaggio di sasicks » 02/05/2015, 16:35

Rox ha scritto: Io ci avrei grattugiato un po' di osso di seppia, oppure un pezzetto di marmo (carbonato di calcio).
Probabilmente avrebbe fatto tutto da solo... evitando tutto 'sto sbattimento.
"Sbattimento" si, OK, ma non è un dramma! Se metto del bicarbonato risolvono in breve tempo. Idem per l'osso di seppia.


Gli acquari ADA sono considerati "ad orologeria"; generalmente gli danno due anni di vita.
L'effetto del fondo viene compensato dal loro protocollo di fertilizzazione, che introduce il potassio in forma di bicarbonato.
Amano consiglia di inserire rocce calcaree se si vuole acqua più dura.
Poiché però smantellano la vasca dopo 1 anno non spiega che tempo un mese e il fondo si satura, mentre le rocce continuano il loro effetto...

Questa somministrazione continua dovrebbe mantenere il KH su valori accettabili: il fondo assorbe e il flacone aggiunge.
Questione di tempo, perché poi il fondo satura ed il giochetto non funziona più.
E' per questo che in giro si dice di riallestire tutto ogni due anni.
Dopo due anni potrebbe essere considerato come un fondo inerte o no?

Avatar utente
darioc
Ex-moderatore
Messaggi: 6862
Iscritto il: 30/08/14, 23:13

Re: come fertilizzo?

Messaggio di darioc » 02/05/2015, 20:08

sasicks ha scritto:l
Dopo due anni potrebbe essere considerato come un fondo inerte o no?
No, continua a scambiare ioni con l'acqua e con le radici delle piante il che è un fatto positivo. Leggi questo articolo suifondi allofani
Il cervello è come un paracadute: perché funzioni bisogna aprirlo! (Albert Einstein)

Avatar utente
Rox
Ex-moderatore
Messaggi: 20404
Iscritto il: 07/10/13, 0:03

Re: come fertilizzo?

Messaggio di Rox » 03/05/2015, 10:49

sasicks ha scritto:tempo un mese e il fondo si satura
Scherzi?...
Ci vuole come minimo un anno, un anno e mezzo... Un mese è solo la sfuriata iniziale.

Ecco perché parlo di osso di seppia; con il suo scioglimento progressivo, praticamente gli va dietro.
Non è molto diverso dalle rocce calcaree, consigliate da Amano. E' solo più facile da dosare e non occupa spazio.
"Essentia non sunt multiplicanda praeter necessitatem"
(Rasoio di Occam)

Avatar utente
sasicks
star3
Messaggi: 13
Iscritto il: 27/04/15, 20:32

Re: come fertilizzo?

Messaggio di sasicks » 04/05/2015, 10:27

Rox ha scritto: Scherzi?...
Ci vuole come minimo un anno, un anno e mezzo... Un mese è solo la sfuriata iniziale.
Se devo aumentare di molto la CO2 in vasca per dare una mano alle piante allora a me interessa solo che il KH non crolli a zero. La saturazione totale è ininfluente.

Ecco perché parlo di osso di seppia; con il suo scioglimento progressivo, praticamente gli va dietro.
Non è molto diverso dalle rocce calcaree, consigliate da Amano. E' solo più facile da dosare e non occupa spazio
.
Per ora non ho ancora fatto interventi sul KH. Confermo il valore della conducibilità ( ho ritirato lo strumento e il risultato non cambia).
Intervento col bicarbonato o con l'osso di seppia?
In che quantità?

Avatar utente
GiuseppeA
Moderatore Globale
Messaggi: 8940
Iscritto il: 15/09/14, 15:48
Contatta:

Re: come fertilizzo?

Messaggio di GiuseppeA » 04/05/2015, 10:53

Per il bicarbonato eccoti la ricetta:
Bicarbonato di potassio.jpg
Per l'osso di seppia ne gratti un pò e vedi come và.



Il bicarbonato ha effetto immediato mentre l'osso ci metterà un pochino di più a sciogliersi e a fare effetto
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
La mia non è proprio pigrizia, è più voglia di risparmio energetico. :-

Avatar utente
cuttlebone
Moderatore Globale
Messaggi: 17261
Iscritto il: 15/04/14, 15:02
Contatta:

Re: come fertilizzo?

Messaggio di cuttlebone » 04/05/2015, 10:57

GiuseppeA ha scritto:l'osso ci metterà un pochino di più a sciogliersi e a fare effetto
...e devi scendere in zona acida perché si sciolga (circa 6,5)


Alessandro
"Fotti il sistema. Studia!"

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: LucaGrossi, Majestic-12 [Bot] e 10 ospiti