dosaggi protocollo PMDD

Sia per l'acqua che per il fondo

Moderatori: Daniela, Dandano, sa.piddu

Rispondi
Avatar utente
mauro69
star3
Messaggi: 209
Iscritto il: 27/08/16, 16:13
Contatta:

dosaggi protocollo PMDD

Messaggio di mauro69 » 03/09/2016, 9:17

salve,avrei bisogno di un aiutino,sono intenzionato iniziare la fertilizzazione PMDD e ho seguito la guida ben descritta qui.Premesso che ancora non ho il conduttivimetro ,lo prenderò al piu presto,non riesco capire questa descrizione sul dosaggio riporto la stringa "Giusto per iniziare, consiglierei 20 ml di soluzione di potassio, 5 di magnesio e 5 di Rinverdente", ma questo dosaggio è inteso giornalmente ? cosi tanto per capire e non fare malanni,5 ml di rinverdente al giorno mi sembra tanto inoltre non va ulteriolmente diluito ?
io ho un acquario da 100 litri circa . pH 6.4, KH 4 ,CO2 circa 70 gocce minuto non saprei come calcolarlo .non ricordo i nomi delle piante purtroppo,anubias,e piante di crescita piu rapida.intanto grazie

Avatar utente
Diego
star3
Messaggi: 16794
Iscritto il: 14/12/15, 17:39

Re: dosaggi protocollo PMDD

Messaggio di Diego » 03/09/2016, 9:21

Sposto in Fertilizzazione!

Il dosaggio è quello di partenza, tanto per avere qualcosa con cui cominciare.

I dosaggi successivi non seguono un calendario, dunque non sono giornalieri, settimanali o mensili.

Il nitrato di potassio va somministrato seguendo l'andamento della conducibilità Utilizzo del conduttivimetro in acquario

Il magnesio va messo secondo necessità. Salvo carenze, non va dosato, perché di solito ce n'è.

Il ferro chelato va dosato di tanto in tanto (10-15 giorni) usando il metodo dell'arrossamento descritto nell'articolo.

Unica eccezione: gli oligoelementi vanno somministrati con una certa regolarità, ma in dose variabile. Puoi partire con la dose dell'articolo. Se nella settimana compaiono alghe puntiformi, diminuisci un po'la dose della settimana successiva. Se nella settimana successiva hai ancora comparsa di alghe, diminuisci ancora. Viceversa se noti carenze (o le notiamo noi se chiedi qui), la dose della settimana successiva va aumentata.

Quindi si tratta, di fatto, di un metodo che non segue il calendario, ma che segue solo le necessità delle piante, che sono le uniche a dirci se la fertilizzazione è corretta.
Questi utenti hanno ringraziato Diego per il messaggio:
mauro69 (04/09/2016, 11:46)
Qualsiasi progresso scientifico deriva da sfida intellettuale, da compensazione di limitazioni. Niente limitazioni, niente progresso. Niente progresso, stagnazione culturale! Valido anche opposto. Progresso prima di cultura è vero disastro. (ME2)

Avatar utente
fernando89
Moderatore Globale
Messaggi: 16292
Iscritto il: 27/11/15, 14:57

Re: dosaggi protocollo PMDD

Messaggio di fernando89 » 03/09/2016, 9:27

il pmdd non è un protocollo organizzato..ma un metodo che funziona a "carenza"

mi spiego meglio: una volta dosate le dosi iniziali consigliate nell articolo (dovrai calcolare le tue facendo un paragone in base a quanto è piantumato il tuo acquario e i litri effettivi), da quel momento si fertilizza in base a quello che serve.
e come si fa a capire cosa serve?con i tester all inizio ( da GH e KH capisci se hai bisogno magnesio, da nitrati e fosfati capisci se ti servono, dal conduttivimetro capisci se le piante stanno "mangiando" o no) e dopo guardando le piante

ognuno fertilizza in maniera diversa in base a queste cose, quanto viene consumato un nutriente rispetto ad un altro dipende dalle piante che hai in vasca e dalla loro salute

inoltre si consiglia di fare misurazionu settimanali o ogni 10-15giorni e fertilizzare di conseguenza

spero che ora sia tutto più chiaro ;)

se vuoi cominciare con il pmdd hai bisogno dei tester classici ( KH GH pH NO3- NO2- ), conduttivimetro per vedere l andamento e phmetro per vedere quanta CO2 hai in acqua
Questi utenti hanno ringraziato fernando89 per il messaggio:
mauro69 (04/09/2016, 11:45)
Amo è la parola più pericolosa per il pesce e per l'uomo

Avatar utente
FedericoF
Ex-moderatore
Messaggi: 10820
Iscritto il: 29/03/16, 21:14
Contatta:

Re: dosaggi protocollo PMDD

Messaggio di FedericoF » 03/09/2016, 9:33

fernando89 ha scritto:se vuoi cominciare con il pmdd hai bisogno dei tester classici ( KH GH pH NO3- NO2- ), conduttivimetro per vedere l andamento e phmetro per vedere quanta CO2 hai in acqua
E anche i test dei PO43-
Solo perché la carenza è molto difficile da capire..
Questi utenti hanno ringraziato FedericoF per il messaggio:
mauro69 (04/09/2016, 11:46)
La perfezione è una strada, non un punto d'arrivo.
cit.

Avatar utente
fernando89
Moderatore Globale
Messaggi: 16292
Iscritto il: 27/11/15, 14:57

Re: dosaggi protocollo PMDD

Messaggio di fernando89 » 03/09/2016, 9:50

FedericoF ha scritto:
fernando89 ha scritto:se vuoi cominciare con il pmdd hai bisogno dei tester classici ( KH GH pH NO3- NO2- ), conduttivimetro per vedere l andamento e phmetro per vedere quanta CO2 hai in acqua
E anche i test dei PO43-
Solo perché la carenza è molto difficile da capire..
grande!!l avevo dimenticato nell elenco sotto :-bd
Amo è la parola più pericolosa per il pesce e per l'uomo

Avatar utente
Fabio Effe
star3
Messaggi: 985
Iscritto il: 01/10/15, 23:12

Re: dosaggi protocollo PMDD

Messaggio di Fabio Effe » 03/09/2016, 10:30

Io non ho ancora capito perché nel mio acquario la conducibilità non scende mai. Unica maniera per farla scendere cambiare su 260 litri almeno 90 litri. Ma non credo faccia bene.

Avatar utente
Diego
star3
Messaggi: 16794
Iscritto il: 14/12/15, 17:39

Re: dosaggi protocollo PMDD

Messaggio di Diego » 03/09/2016, 10:35

Fabio Effe ha scritto:Io non ho ancora capito perché nel mio acquario la conducibilità non scende mai. Unica maniera per farla scendere cambiare su 260 litri almeno 90 litri. Ma non credo faccia bene.
Apri un nuovo topic tutto tuo dove possiamo vedere insieme senza disturbare questo :-bd
Qualsiasi progresso scientifico deriva da sfida intellettuale, da compensazione di limitazioni. Niente limitazioni, niente progresso. Niente progresso, stagnazione culturale! Valido anche opposto. Progresso prima di cultura è vero disastro. (ME2)

Avatar utente
mauro69
star3
Messaggi: 209
Iscritto il: 27/08/16, 16:13
Contatta:

Re: dosaggi protocollo PMDD

Messaggio di mauro69 » 03/09/2016, 15:42

Ora mi è tutto più chiaro ,intanto inizio con le dosi consigliate,mi procuro al più presto tutti i test e il conduttivimetro .appena ho qualche dato lo riporto qui cosi mi aiutate a tradurli a livello pratico . io vi ringrazio tutti siete molto gentili , prima fertilizzavo protocollo ada ma sinceramete tanti soldi,poco risultato e alla fine non riuscivo capire che facevo, quali erano i problemi delle piante e la loro necessità.Ci provo, spero riuscirci,grazie ancora ragazzi appena riesco posto foto e nome delle piante .

Avatar utente
Diego
star3
Messaggi: 16794
Iscritto il: 14/12/15, 17:39

Re: dosaggi protocollo PMDD

Messaggio di Diego » 03/09/2016, 16:05

Tienici aggiornati e se hai qualche dubbio chiedi pure!
Questi utenti hanno ringraziato Diego per il messaggio:
mauro69 (04/09/2016, 11:45)
Qualsiasi progresso scientifico deriva da sfida intellettuale, da compensazione di limitazioni. Niente limitazioni, niente progresso. Niente progresso, stagnazione culturale! Valido anche opposto. Progresso prima di cultura è vero disastro. (ME2)

Avatar utente
For
Ex-moderatore
Messaggi: 4138
Iscritto il: 06/02/16, 1:44

Re: dosaggi protocollo PMDD

Messaggio di For » 04/09/2016, 1:10

mauro.conte ha scritto:, quali erano i problemi delle piante e la loro necessità .
Ciao Mauro, io per partire ho trovato molto interessante questo articolo Macro e micro-elementi per le piante d'acquario
Questi utenti hanno ringraziato For per il messaggio:
mauro69 (06/09/2016, 21:38)
Da piccolo avevo un acquario, ma nonostante cambiassi l'acqua tutti i giorni i criceti continuavano a morire 8-|

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: cicerchia80, luigib e 10 ospiti